La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONVENZIONE ENEL-INGV Possibile modello di velocità da dati sismici a riflessione Unità di Business Produzione Geotermica Ingegneria Mineraria Arezzo,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONVENZIONE ENEL-INGV Possibile modello di velocità da dati sismici a riflessione Unità di Business Produzione Geotermica Ingegneria Mineraria Arezzo,"— Transcript della presentazione:

1 CONVENZIONE ENEL-INGV Possibile modello di velocità da dati sismici a riflessione Unità di Business Produzione Geotermica Ingegneria Mineraria Arezzo, 11 Febbraio 2005

2 1 / 10 Uso: Riservato aziendale Mappa delle linee sismiche e delle postazioni rilevamento sismico

3 2 / 10 Uso: Riservato aziendale I dati sismici forniscono una misura indiretta della velocità di propagazione delle onde sismiche. Le analisi di velocità vengono effettuate in dominio Common Depth Point (in media ogni 20 CDP) Da queste analisi si ottengono: velocità di stack: è una velocità quadratica media utilizzata per le correzioni di NMO velocità intervallare: velocità media in un intervallo tra due riflettori Analisi di velocità su dati sismici

4 3 / 10 Uso: Riservato aziendale LINE LAR-44 SP 461 CDP 780 X Y T 33 V 2293 T 200 V 2974 T 433 V 3854 T 574 V 4206 T 1359 V 5163 T 2078 V 5536 T 4493 V 5816 T 5903 V 6985 T 1 – V 1 T 2 – V 2 V int Calcolo delle velocità intervallari Dallanalisi di velocità, si ottengono coppie tempi/velocità che caratterizzano le riflessioni identificate (TWT dellevento a offset zero e velocità di stack, espressi rispettivamente in ms e m/s) La formula di Dix permette di trasformare le velocità di stack in velocità intervallari caratteristiche dellintervallo compreso tra due riflettori di individuati.

5 4 / 10 Uso: Riservato aziendale LINE LAR-44 SP 461 CDP 780 X Y T 33 V 2293 T 200 V 2974 T 433 V 3854 T 574 V 4206 T 1359 V 5163 T 2078 V 5536 T 4493 V 5816 T 5903 V 6985 Dallo spessore in tempi doppi e dalla velocità intervallare si è potuti risalire allo spessore in metri dei singoli intervalli Cumulando gli spessori calcolati è possibile ricavare landamento delle velocità intervallari in funzione delle profondità m/s Spessore singolo intervallo m Dalle V int al Calcolo delle distanze tra due riflettori

6 5 / 10 Uso: Riservato aziendale TWT V. STACK.V. INT.PROF Ricostruzione della funzione Profondità – Velocità

7 6 / 10 Uso: Riservato aziendale Identificati i pozzi con VSP in prossimità di linee sismiche e selezionati quelli in cui il rilievo ha raggiunto la profondità maggiore Estratte le analisi di velocità relative ai CDP più vicini ai pozzi (le distanze variano tra un minimo di 130 ad un massimo di 412 m) Con il metodo precedentemente descritto, sono stati ricavati per questi CDP le velocità in funzione delle profondità e confrontate con le velocità intervallari e formazionali ottenute dai dati di pozzo Valutazione dellattendibilità del metodo

8 7 / 10 Uso: Riservato aziendale Pozzo BADIA_1A – Linea sismica 2D LAR_9 FLYSCH SCAGLIE TETTONICHE FILLADI MICASCISTI GNEISS Distanza CDP 260 dal pozzo: 328 m Distanza CDP 280 dal pozzo: 194 m Confronto delle funzioni di velocità ottenute (1)

9 8 / 10 Uso: Riservato aziendale Pozzo MONTIERI_4 – Linea sismica 2D LAR_44 FLYSCH SCAGLIE TETTONICHE FILLADI ROCCE TERMOMET. ROCCE INTRUSIVE Distanza CDP 760 dal pozzo: 412 m Distanza CDP 780 dal pozzo: 154 m Confronto delle funzioni di velocità ottenute (2)

10 9 / 10 Uso: Riservato aziendale Pozzo CHIUSDINO_4 – Linea sismica 2D LAR_45 SCAGLIE TETTONICHE FILLADI ROCCE TERMOMET. ROCCE INTRUSIVE Distanza CDP 360 dal pozzo: 176 m Distanza CDP 380 dal pozzo: 130 m Confronto delle funzioni di velocità ottenute (3)

11 10 / 10 Uso: Riservato aziendale Pozzo PALAZZACCIO_2 – Linea sismica 2D LAR_36 FLYSCH ANIDRITI BURANO FILLADI MICASCISTI Carota GNEISS Carota GNEISS PTC Distanza CDP 1160 dal pozzo: 195 m Distanza CDP 1180 dal pozzo: 163 m Confronto delle funzioni di velocità ottenute (4)

12 11 / 10 Uso: Riservato aziendale Commento confronto dei dati 1.I rapporti giaciturali e lassetto geologico strutturale dellarea di Larderello-Travale sono caratterizzati da forti variazioni laterali che si verificano principalmente nelle unità sedimentarie (depositi marino-continentali del Neogene, Unità in facies di Flysch del Cretaceo, Unità a Serie Toscana di età mesozoica e dal complesso a scaglie tettoniche del Trias. 2.I pozzi con VSP di cui è disponibile la funzione velocità non coincidono come ubicazione con i CDP analizzati, ma le distanze variano da 130 a 412 m. Per quanto sopra possiamo pensare che un modello di velocità ricavato con i dati disponibili di sismica a riflessione possa avere una buona attendibilità. Buona corrispondenza tra i profili di velocità ricostruiti dai dati di pozzo e quelli ottenuti dai CDP ricavati dai dati di sismica a riflessione. Le principali differenze sono evidenti soprattutto nelle porzioni superficiali, mentre in profondità le differenze si fanno sempre meno marcate. Questo è dovuto principalmente a due fattori: A) Neoautoctono B) Insieme Ligure/Subligure C) Insieme Toscano D) Complesso a Scaglie Tettoniche E) Basamento Metamorfico F) Termometamorfiche e Intrusive

13 12 / 10 Uso: Riservato aziendale Le analisi di velocità sono riferite al floating datum Il floating datum è una superficie che si utilizza nel processing pre-NMO e approssima la topografia Maggiormente accidentata è la topografia, maggiore è la differenza tra le due curve NON E DIRETTAMENTE DISPONIBILE PER CIASCUN CDP IL VALORE DELLE QUOTE DEL FLOATING DATUM Valutiamo un possibile incertezza della quota di riferimento di ciascuna analisi di velocità non superiore a 300 m Questa incertezza può essere eliminata calcolando per ogni CDP la quota del floating datum Affidabilità

14 13 / 10 Uso: Riservato aziendale Per calcolare la differenza di quota tra floating e datum di riferimento (+200) occorre : Estrarre i valori C_STATIC dalla header di traccia di ciascun CDP (con adeguato software) Identificare i valori delle velocità superficiali utilizzate per le correzioni statiche Calcolare la quota del floating datum rispetto al piano di riferimento (+ 200 m slm) Non avendo a disposizione il software adeguato, occorre rivolgersi a terzi Calcolo della quota del floating

15 14 / 10 Uso: Riservato aziendale Dai 1024 CDP possono essere ricavati circa 9500 valori di velocità intervallare riferibili a: un volume di crosta di circa Km 3 su una superficie di 800 Km 2 per una profondità media di 21 Km In tale volume ricadono il 94% di tutti i terremoti registrati dalla Rete Sismica di LARDERELLO-TRAVALE Quantità di dati disponibili dalla sismica a riflessione 2D Per tutta lara di Larderello-Travale sono disponibili 1024 CDP con analisi di velocità. Ulteriori A.V. potrebbero essere ricavate da recenti rilievi 3D

16 15 / 10 Uso: Riservato aziendale Bruciano 101 A.V. con griglia di 500 x 500 m Montieri-Chiusdino 130 A.V. con griglia di 500x800m Gabbro-Sesta140 A.V. con griglia 500x800 m Lagoni-Rossi Val di Cornia ancora da elaborare Quantità di dati disponibili dalla sismica a riflessione 3D Ulteriori Analisi di Velocità potrebbero essere ricavate da rilievi 3D

17 16 / 10 Uso: Riservato aziendale Scelta del Modello apriori di Velocità Valore di velocità omogeneo per tutta larea Valori di velocità dei modelli attualmente utilizzati per le stazioni della rete sismica Modello unico per tutte le stazioni (Tipo Velest) già utilizzato come test (Tesi di Righi) Dati di velocità del modello 3D (Tomografia Zollo) già utilizzato per la sequenza Bulera Modello ricostruibile dalle A.V. da Rilievi sismici a riflessione (1024 CDP)


Scaricare ppt "CONVENZIONE ENEL-INGV Possibile modello di velocità da dati sismici a riflessione Unità di Business Produzione Geotermica Ingegneria Mineraria Arezzo,"

Presentazioni simili


Annunci Google