La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

XVII CONGRESSO MONDIALE DI SESSUOLOGIA UNITA’ NELLA DIVERSITA’

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "XVII CONGRESSO MONDIALE DI SESSUOLOGIA UNITA’ NELLA DIVERSITA’"— Transcript della presentazione:

1 XVII CONGRESSO MONDIALE DI SESSUOLOGIA UNITA’ NELLA DIVERSITA’
10 – 15 luglio Montreal World Association for Sexology Canadian Sex Research Forum

2 Association de médicine sexuelle du Québec (AMSQ)
Con l’appoggio di: American Association of Sex Educators, Counselors, and Therapists (AASECT) Association de médicine sexuelle du Québec (AMSQ) Association des sexologues du Québec (ASQ) Canadian Male Sexual Health Council (CMSHC) Canadian Society for the Study of the Aging Male (CSSAM) Centre Hospitalier Robert-Giffard Département de séxologie de l’Université du Québec à Montréal (UQAM) Human Sexuality Section of the World Psychiatric Association (WPA) Human Sexuality Unit (McGill University Health Centre/MGH site) Institut de Ressources Médicales en Andropause (IRMA) International Society for the Study of Women’s Sexual Health (SSWSH) Pan-American Health Organization (PAHO) Regroupement professionnel des sexologues du Québec (RPSQ9 Sex Information and Educational Council of Canada (SIECCAN) Sexuality Information and Education Council of the United States (SIECUS) Society for Sex Therapy and Research (SSTAR) The Society for the Scientific Study of Sexuality (SSSS) 41 Espositori tra associazioni scientifiche, case farmaceutiche e prodotti inerenti la sessualità.

3 Struttura del Congresso:
20 workshop precongressuali 8 Sessioni Plenarie 50 Simposi con 400 presentazioni orali previste (e poche cancellate!) 400 Poster (solo parzialmente presentati)

4 WAS Associazione Mondiale di Sessuologia cambia nome in
Associazione Mondiale per la Salute Sessuale e presenta una Carta dei diritti alla Salute Sessuale CDR contenente gli abstract Ad ogni partecipante viene dato in omaggio un DVD sul Kamasutra e un romanzo per la biblioterapia dell’eiaculazione precoce

5 Temi trattati nelle Sessioni Plenarie:
Piacere e orgasmo Violenza sessuale Disfunzioni sessuali maschili Disfunzioni sessuali femminili Procreazione e salute sessuale Sessualità e Internet HIV e AIDS Salute Sessuale e Politica

6 Altri argomenti interessanti:
Eiaculazione Precoce Prospettive bio-psico-sociali della risposta sessuale femminile Trattamento clinico dell’Intersessualità Orientamento di Genere Aspetti psicologici delle disfunzioni sessuali

7 Un Congresso mondiale, vantaggi e svantaggi
Panorama generale sulla sessualità, confronto di culture, modalità terapeutiche, problemi e risorse molto diversi tra loro. Principi per noi ovvi scoperti solo ora da altri. Concetti che inducono a riconsiderare la ragione di alcune pratiche terapeutiche. Entusiasmo, speranze ed energie nell’affrontare le difficoltà.

8 Sessuologia e Canada Il paese ospite offre un valido esempio di politica sessuologica: corsi istituzionali di sessuologia educazione sessuale possibilità di terapie con costi indicati e rimborsi assicurativi organo di esame e riconoscimento dei sessuologi ampi programmi di ricerca scientifica finanziata dalle istituzioni apertura ed atteggiamento non giudicante

9 Appagamento sessuale e Piacere
E. Sandra Byers. University of New Brunswick, Canada Walter Everaerd. Department of Psychology, University of Amsterdam, The Netherlands Lucia F. O'Sullivan. Columbia University, USA Dennis P. Sugrue. Univeristy of Michigan Medical School, USA

10 Donna Uomo importante la via espressiva qualità della relazione
equilibrio fra costi e benefici aspettative soddisfatte aspetti non sessuali della relazione per lui è un fatto strumentale modello delle tre fasi feedback periferico, sensazioni non variano per il contesto Focalizzazione sulle disfunzioni piuttosto che su salute sessuale e soddisfazione Adolescenti con ricordi positivi

11 Violenza sessuale Joanne-Lucine Rouleau. Centre d'Etude et de Recherche de l'Université de Montréal, Canada Don Grubin. University of Newcastle, UK Paul Fedoroff. Royal Ottawa Hospital, Canada John Bradford.

12 Predittori di Recidivismo: eccitazione sessuale deviante misurata con pletismografia . Apprendere la capacità di controllare l’interesse deviante. Offenders intrafamiliari ed extrafamiliari richiedono misure diverse. Trattamento: attività coordinata dei servizi di polizia, magistratura e carceri. Solo moderata la predittibilità di rischio. Detenzione degli intrattabili. Ergastolo a secondo crimine. Conferme e disconferme del collegamento sesso-violenza. Talvolta false le notizie riportate dai media. Trattamento medico dei molestatori riduce del 60% la recidività. Trattamento diverso secondo 6 livelli di severità.

13 Disfunzioni sessuali maschili: approccio integrato
Gerald B. Brock. St-Joseph Healthcare, Canada John Dean. Human Sexuality Devon Partnership NHS Trust, UK Barry McCarthy. Washington Psychological Center, USA Alain Giami. Inserm, France Jacques Buvat. CETPARP, France Serge Carrier. McGill University, Canada

14 Trattamento farmacologico
Assicurare una performance sessuale perfetta Diagnosi soggettiva. Soggettivo il successo del trattamento. Combinazione di esperienza clinica, valutazioni del paziente, ultime scoperte della ricerca scientifica. Oltre il 70% risponde alla terapia (inhibitori PDE5). 5 fattori importanti riportati dai pazienti: successo, effetti negativi, rischi, naturalezza e preferenza del partner. sildenafil citrato (Viagra®), tadalafil (Cialis®) e vardenafil HCl (Levitra®) sono tutti trattamenti effettivi e ben tollerati. 71% preferiscono tadalafil e 29% sildenafil (risultati discordanti). Scelta del trattamento legata a medico, paziente, partner, ambiente. Ogni paziente richiede educazione sessuale e counseling completo.

15 Approccio biopsicosociale integrato
Sessualità sufficientemente buona per la coppia invece di performance perfetta Accettazione di uno stile sessuale variable e flessibile. Interventi integrati con intimità e desiderio, piacere ed eroticismo. Partner come intimo amico sessuale. Aspettative realistiche. Importanza di concetto storico per capire il disturbo, disfunzioni legate a cause organiche (biologiche o fisiologiche) ma anche al contesto. Approccio antropologico-desease, medico-malattia. DE sintomo precoce di disturbo più generale: cardiovascolare, vascolare, depressione, diabete, ipogonadismo, iperprolattinemia Combinazione fra azione centrale e periferica. Pene adatto a terapia genica.

16 Disfunzioni sessuali femminili
James G. Pfaus. Center for Studies in Behavioral Neurobiology, Canada Ellen Laan. University of Amsterdam, The Netherlands Lenore Manderson. University of Melbourne, Australia Rosemary Basson. University of British Columbia, Canada

17 Motivazione sessuale: meccanismi neuroendocrini, variazioni nell’anatomia cerebrale e funzione neurochimica creata dagli steroidi. Regolata da esperienze, aspettative e schemi di comportamento appresi. Deviazioni dalla norma di variabili biologiche misurabili (disturbo) o ruolo della paziente, di contesto sociale e medico (aspetti psicosociali)? Risposta genitale non correlata a sensazioni sessuali (fotopletismografo). Modello motivazionale dell’incentivo: far sesso crea il desiderio dell’impulso: hai desiderio e quindi fai sesso. Desiderio è ragione infrequente di sesso. Difficoltà di spiegazioni universali da etnografia e realtà culturali differenti. Salute e stato sociale interagiscono con fattori personali e attitudinali. Studi su donna normale. Pochi su single, LBT, povera, non educata, vittima di violenza, contraccezione inefficace, infertile. Estrogeni, Androgeni, T.

18 Procreazione e salute sex
Alia Khan The Sexuality Information and Education Council of the United States, USA Gladys Malayang. Health and Developement Initiatives Inc., Philippines Joana Nerquaye-Tetteh. Planned Parenthood Association of Ghana, Ghana Anna Arroba. Asociacion de Mujeres en Salud, Costa Rica

19 Opposizione ai diritti legati alla riproduzione in tutto il mondo
Legata direttamente all’egemonia USA . Entità religiose e politiche Programma di astinenza USA con alti costi. Ed sex biologica, non sessuale. Ma c’è Internetcafè. Nelle Filippine pregiudizi, contraccettivi mezzo per vizio, ed sessuale non permessa in scuola. Obbiettivo: sono orgogliosa di essere donna. In Ghana mancanza di educazione e servizi per salute sessuale e riproduttiva per i giovani. Mortalità infantile 6,4%. Programma di informazione e ritorno a scuola per adolescenti gravide e madri. Costa Rica: Chiesa Stato nello Stato. Ed sessuale in scuola è censurata. I giovani riconoscono ignoranza e pericolo, chiedono insegnamenti dove corpo, responsabilità e piacere siano centrali. Inizio sex 12/16 anni, 83% nascite da adolescenti, 32% non usa contraccettivo.

20 Sessualità e Internet Simon Rosser. Center for HIV/STI Intervention and Prevention Studies, USA Man-Lun Ng. University of Hong Kong, China Gervais Oullet. Sureté du Québec Joseph J. LÉVY Université du Québec à Montréal, Canada

21 Prevenzione HIV e promozione della salute sessuale per uomini che usano Internet per trovare patner sessuali maschili ( scarso uso di condom) via Internet, basata sui principi di e-learning. Creazione di due corsi professionali (Educazione sessuale, Principi di Counseling e terapia sessuale) basati su e-learning, completati da un incontro mensile e consulti , discussioni in chat room, tutor online e collegamenti a riviste sul web. Rischi di Internet: Pericolosità di web-cam (trasformazione di foto) e di gruppi di discussione. Ricerca di vittime potenziali per pornografia giovanile: vulnerabili, sviluppo di relazione di fiducia, genitori ignari. Immagini per desensibilizzare i bambini. Studi che indagano le ripercussioni negative piuttosto che quelle positive. Socializzazione, supporto sociale, riduzione di isolamento, networking nella popolazione gay.

22 HIV e AIDS Barry D. Adam. University of Windsor, Canada
Susan Kippax. National Centre in HIV Social Research, Australia Eleanor Maticka-Tyndale, University of Windsor, Canada Chiara Simonelli University of Rome, Italy; Istituto di Sessuologia Clinica, Italy

23 Il comportamento sessuale, prodotto socialmente, è cambiato con HIV.
Trasmissione HIV: né “uomo rationale” calcolatore, interessato a se stesso, né “infestatore demoniaco”ma depressione (non me ne importa), relazioni non impegnative (non protette), messaggi nascosti (fiducia e onestà partner), retorica di responsabilità (individualismo, responsabilità personale, adulti consenzienti). Il comportamento sessuale, prodotto socialmente, è cambiato con HIV. Gay: meno anale e n° partner, più in privato, con persona conosciuta. Etero: più uso condom e normalizzazione, partner conosciuto (occidente) sex stigmatizzato (monogamia, astinenza) in altri paesi. giovani si ammalano ogni giorno. Prevenzione complessa. Per il 2010 garantire al 95% dei giovani minor vulnerabilità a HIV. ONU: soglia specifica per fattibilità, accettabilità, effetti, salute/benefici sociali di interventi. Pronti, in attesa, fermi. 38 esperti.* *www.who.int/child-adolescent-health/newPublication Educazione dai pari e lezioni di specialisti. Test per rischio e ricerca novità. Maschio ha uso del condom.

24 Salute sessuale e Politica
David Satcher. 16th Surgeon General of USA Carissa Etienne. Pan American Health Organization, USA Purnima Mane. UNAIDS, Switzerland. Carmen Barroso , Brazil Peter Aggleton

25 44.000.000 HIV, 340.000.000 STD. Solo 1/3 HIV è in trattamento
WHO nel ’75 : training per operatori sanitari; nel 2001: salute sessuale donna. Ora interesse su violenza sex e abuso bambini. Responsabilità sessuale verso se stessi e la comunità. Ed sex comprensiva/astinenza. Pochi dati su effetti negativi di violenza, discriminazione, abuso, stress. Ambiti pubblici e privati di sessualità : fattori sociali, economici, politici, culturali, ambiente. Necessità di iniziative a ogni livello. Vulnerabilità donne e giovani ad HIV spose < 18 anni. Più mariti con HIV, meno uso di condom. Norme con pregiudizio aumentano i rischi per i giovani. Radici: principi di prevenzione. Tronco: azioni politiche. Rami: azioni programmatiche. USA: Promozione di astinenza, informazione scorretta sul condom e campagna contro le prostitute. Incoraggiare i governi a resistere alla pressione USA, questione di benessere internationale, con implicazioni economiche e per la sicurezza pubblica.

26 Eiaculazione precoce Michael A. Perelman. Departments of Psychiatry, Reproductive Medicine and Urology, USA Pascal De Sutter. Catholic University of Louvain, Belgium Prakash Kothari. Department of Sexual Medicine, Seth G.S.Medical College & K.E.M.Hospital, India Marcel D. Waldinger. Haga Hospital Leyenburg David L. Rowland Valparaiso University, USA Dominique A. Chatton, Switzerland Michael E. Metz. Meta Associates, USA Sandra Byers University of New Brunswick, Canada

27 Pluralità di definizioni diagnostiche
Pluralità di definizioni diagnostiche. Eiaculazione e orgasmo non sinonimi: differenti neurofisiologicamente, indipendenti. Eiaculazione per la procreazione, orgasmo per il piacere. Risposta orgasmica precoce di grado I, II, III, ritardata, assente. EP primaria: disfunzione neurobiologica con rischio aumentato di problematiche psicologiche e sessuali. Eiaculazione determinata geneticamente. Azione di serotonina e dopamina: recettore 1 velocizza, 2C rallenta. Stessa curva anche in animali. EP è riflesso spinale, ma sotto l’influenza di bulbo. Periferico o centrale? Hard o software? Cause di EP: 4 fisiologiche determinate da sistema bioneurologico, malattia, ferita, effetto di farmaci; 4 psicogene determinate da un sistema psicologico innato, disagio psicologico acuto, problemi di relazione e deficit di eccitazione sessuale; 1 tipo misto, concomitante con un’altra disfunzione sessuale. La maggior causa di EP non può esser considerata l’ansia, né la discordia coniugale. Evoluzione positiva non legata ad armonia coniugale.

28 PE probabile: disagio personale; PE possibile: nessun problema.
IELT (indice tempo latenza eiaculazione) è fattore di rischio. Critico 4’. Coito poco soddisfacente, difficoltà con l’eccitazione e a rilassarsi, evitamento di discorsi con la partner su temi sessuali. (N=1239). <20% richiede un trattamento (alto disagio, buon rapporto col curante, tensione con la partner e minor frequenza del coito). 88.4% disagio, 86.1% difficoltà nella relazione con la partner, solo 30.8% soddisfazione nel rapporto sessuale. (n=207). EP problema per 23,7% uomini, 10% donne (N=152). Eccitazione meccanica: stimolazioni rapide, corpo rigido, respirazione toracica, attenzione su pene. Movimento contratto e teso dei muscoli perineali alla penetrazione: contrazioni riflesse ipertoniche. Controllabile con ampiezza dei movimenti pelvici, loro ritmo e rilassamento dei muscoli. Sex centrata sul partner, no movimenti rotatori. Romanzo di informazione sessuale descrive un trattamento completo di terapia sessuale. 78,8% migliora (N=117). Usabile come primo strumento o combinato con altri interventi.

29 Prospettive bio-psico-sociali della risposta sessuale femminile
Patricia Barthalow Koch. The Pennsylvania State University, USA Beverly Whipple, The State University of NJ, USA Leonore Tiefer. NYU School of Medicine; Campaign for a New View of Women's Sexual Problems, USA

30 Medicalizzazione della sessualità femminile. 43% donne con disturbo sex. Enfasi su adeguatezza sessuale (valido desiderio sessuale, eccitazione e orgasmo ), cause fisiche di inadeguatezza sessuale (deficit ormonali e di circolazione nei genitali), ruolo centrale del medico nell’aiutare la donna, ruolo dei farmaci nel trattamento. “Disfunzione sessuale femminile" trattata con androgeni sintetici, cerotto transdermico. Ruolo attivo di consumatori, sessuologi, industria farmaceutica, medici, assicurazioni, servizi pubblici e media, ruolo cruciale di esperti. Rimosso biasimo e colpa; promessa una soluzione. Desiderio profondamente situato nel contesto socioculturale e correlato alla negoziazione dell’attività sessuale. Orgasmo non è riflesso, è esperienza totale. Le sensazioni vagino cervicali (innervazione ipogastrico/vago) mediante il nervo vago raggiungono le regioni cerebrali: corteccia (cingolata anteriore, frontale, parietale, temporale e insulare), sistema limbico (ipotalamo –PVN-, amigdala, ippocampo) e cervelletto.

31 Trattamento clinico della Intersessualità
Heino FL. Meyer-Bahlburg. Columbia University, USA David E. Sandberg. School of Medicine & Biomedical Sciences, SUNY-Buffalo & The Women's and Children's Hospital of Buffalo, USA Justine M. Schober. Hamot Medical Center, USA

32 Identità di genere diversa da ruolo di genere.
Non direttamente collegata a ormoni sex prenatali, ma effetto postnatale di, geni, attribuzione sesso, allevamento, tempo di assegnazione (terapia sostitutiva prenatale nei CAH –aromatase-). Cervello non abbastanza differenziato rispetto ai genitali per risolvere ambiguità. Assegnazione al genere: stabile identità di genere, minori procedure mediche, funzione sessuale (anche riproduzione), positiva qualità di vita. Divergenze fra ricerca clinica, costruzionismo sociale, consenso informato del paziente. Assegnazione diversa da operazione, che impedisce transizione. Importanza di adattamento e accettazione genitori (fatta da medico + genitori). Sensibilità sessuale, aspetto naturale, neovagina che permette coito senza dolore e non richiede successivi aggiustamenti. Funzione positiva degli estrogeni: integrità del tessuto genitale e sensazioni genitali.

33 Orientamento sessuale
Richard Montoro. McGill University Health Centre, Canada Dominic J. Carbone. East Stroudsburg University, USA

34 Omofobia internalizzata: percezioni negative di sé associate al desiderio per partner dello stesso sesso. Trattata con modalità psicoeducazionale cognitivo-comportamentale Evoluzione: da confusione a orgoglio e sintesi; meno importanza al tema. Molti gay soffrono di depressione e ansia, spesso risultato di stigma sociale passato e presente: esperienze di ridicolizzazione da parte dei pari e della famiglia, in periodi di formazione dell’identità.

35 Aspetti psicologici delle disfunzioni sessuali
Ondrej Trojan. Clinic of Psychiatry and Sexology, Czech Republic Salvatore Caruso. Research Group for Sexology, Italy Moshe Mock. Unit for Sex and Marital Therapy, Meir Medical Center, Israel Antonio Palha, Portugal Nicole Arnaud-Beauchamps. SFSC, France Beatrice Cuzin. Hospital Edouard Herriot, France Alain Giami, Inserm, France

36 Trattamenti combinati con un’accurata valutazione dei fattori medici, psicologici e sociali permettono di programmare e strutturare terapie ad hoc per ciascun soggetto. Effetti di steroidi su odorato e udito. Stesso andamento di curva sex, udito, olfatto: migliore è il periodo periovulatorio. Vaginismo in Israele. Costituisce il 6% di infertilità. 85% risolto in 3/6 mesi. Traumi in 12%: 8% abusi, 4% visita traumatica. Fattori predisponenti: ed rigida e religiosa, madre proibisce sex, peccato. Moderati sintomi sessuali presenti nel 22% di un campione di tossicomani e sintomi severi nel 17%, durante la disintossicazione; significativamente ridotti 3 mesi dopo. Peggioramento legato a depressione? (60% dei soggetti). Con trattamento migliora depressione e problema sex.

37 Le Neuroscience hanno esaminato le importanti relazioni fra la mente e il soma compresi i processi emozionali. Gli studi sul ruolo delle emozioni sul funzionamento sessuale sono tuttora scarsi. Dolore pelvico nell’uomo è 10% effetto di interventi urologici. 5% associato a disturbi sex. Associazione di fattori psi e sistemi immunitario, endocrino, neurogeno in plesso ipogastrico inferiore. Effetto negativo su QOL Intervento integrato, psicologia + cura per il dolore. Impatto dell’infertilità negativo per l’uomo: manca significato positivo di sperma (cibo per il feto, trasmette identità), masturbazione imbarazza il personale. Regole diverse su presenza partner, accesso a erotica e porno. Atto erotico fatto fuori del contesto. Intimità impossibile in ambito ospedaliero.


Scaricare ppt "XVII CONGRESSO MONDIALE DI SESSUOLOGIA UNITA’ NELLA DIVERSITA’"

Presentazioni simili


Annunci Google