La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Una piscina per Cesano Boscone Ripercorriamo la storia -Commissioni Territoriale ed Economica 18 giugno 2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Una piscina per Cesano Boscone Ripercorriamo la storia -Commissioni Territoriale ed Economica 18 giugno 2015."— Transcript della presentazione:

1 1 Una piscina per Cesano Boscone Ripercorriamo la storia -Commissioni Territoriale ed Economica 18 giugno 2015

2 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica 2 Contesto ed obiettivi del documento In seguito a quanto deciso nel consiglio comunale del 5 novembre 2014 alla Commissione Territorio e alla Commissione Economica viene chiesto di procedere ad una ricostruzione dell’iter procedurale del progetto piscina al fine di fornire un quadro perimetrale ed esaustivo del suo svolgimento dando ai consiglieri comunali e alla cittadinanza uno strumento di consultazione che possa fornire un quadro informativo adeguato per una valutazione oggettiva degli eventi Contesto Il documento si pone l’obiettivo di descrivere i seguenti temi nelle commissioni congiunte previste nelle seguenti date: Obiettivi del documento 6 Maggio 2015 Decisione sulla realizzazione della piscina (Periodo di Riferimento 2002 – 2005) e descrizione dell’istituto del Project Financing 18 Giugno 2015 Dal progettazione definitiva alla seconda convenzione ( Periodo di riferimento 2006 – 2008) 1 Luglio 2015 Dall’inaugurazione temporanea all’interruzione dei lavori

3 3 18 Giugno 2015 Definizione del progetto definitivo ed esecutivo; variazioni della prima convenzione, nuovo piano economico finanziario, delibera per il rilascio della garanzia fideiussoria Cronoprogramma e Fasi del processo Descrizione passaggi istituzionali Approfondimenti Il piano economico e finanziario Agenda Commissioni Consiliari permanenti Territorio ed Economica new

4 4 Decisione sulla realizzazione della piscina e sottoscrizione della convenzione (Periodo di Riferimento 2002 – 2005) Timeline 23 Gennaio 2002 Identificazione area e documento preliminare alla progettazione 19 Febbraio 2002 Avviso di sollecitazione alla formulazione di una proposta 11 Giugno 2002 Nuova localizzazione per la piscina Proposta del promotore Trattativa col promotore Avvio dell’iter istituzionale per la disponibilità dell’area Accoglimento della proposta del promotore Avviso di gara Maggio/ Ottobre 2003 Luglio Dicembre 2003 Avvio dell’iter istituzionale Convenzione con il promotore Costituzione della CESANO SPORT MANAGEMENT Sottoscrizione della Convenzione 30 Giugno Marzo Novembre Maggio Novembre Fasi del processo Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica

5 5 Dall’elaborazione del progetto definitivo all’affidamento di lavori complementari (Periodo di Riferimento 2006 – 2008) Timeline Elaborazione del progetto definitivo 25 ottobre 2006 Conferenza di servizi Approvazione del progetto definitivo Approvazione del progetto esecutivo Approvazione modificazioni della Convenzione Delibera rilascio garanzia fideiussoria 21 febbraio novembre dicembre 2007 Stipula della nuova Convenzione 19 febbraio aprile dicembre Fasi del processo Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica 12 dicembre 2007 new Fine lavori previsto per la piscina scoperta Termine ultimo di esecuzione lavori Gennaio/ Ottobre 2006

6 6 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica Approvazione del PROGETTO DEFINITIVO 21 Febbraio 2007 ► Nel corso del 2006 l’impresa aggiudicataria redige il progetto definitivo ► A seguito delle verifiche tecniche e delle valutazioni effettuate il progetto viene validato ai sensi dell’art.93 del D.Lgs n. 163 ► La Giunta Comunale approva il progetto definitivo con deliberazione nr. 20 del 21/2/2007 Aspetti rilevanti Documentazione di riferimento dlb n. 20 del 21/2/ marzo 2006: viene formalizzata la consegna dell’ Area all’impresa «con lo scopo di mettere in grado la società di iniziare, entro brevissimo tempo, almeno tutte le operazioni preliminari necessarie per il cantiere» 25 ottobre 2006: indizione conferenza di servizi 24 novembre 2006: acquisito il parere ASL, il quale richiede un’integrazione al progetto 1 dicembre 2006: parere ARPA con richiesta di alcune integrazioni 6 febbraio 2007: ricevimento degli elaborati integrativi alle prescrizioni ASL e ARPA 14 febbraio 2007: in seguito all’istruttoria tecnica si rileva che nulla osta all’approvazione del progetto definitivo fatto salvo quanto prescritto dall’ ASL, dall’ARPA e dai VVFF 21 febbraio 2007: la deliberazione della Giunta invita la Società a prendere in esame interventi per il risparmio energetico Principali eventi dalla firma della Convenzione all’approvazione del Progetto definitivo: Verbale consegna area Riepilogo cronologico eventi

7 7 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica Approvazione del PROGETTO ESECUTIVO 15 novembre 2007 ► Nel corso del 2007 l’impresa aggiudicataria definisce il progetto esecutivo ► A seguito delle verifiche tecniche e delle valutazioni effettuate il progetto viene validato ai sensi dell’art.93 del D.Lgs 163/2006 ► Il Direttore approva il progetto esecutivo con determina nr. 571 del 15/11/2007 Aspetti rilevanti Documentazione di riferimento Determinazio ne nr. 571 del 15/11/ – 13 – 24 luglio 2007: parere favorevole di ARPA; parere di conformità condizionato da parte dei VVFF; parere favorevole condizionato dell’ASL 26 luglio 2007: richiesta da parte del concessionario di modifica della Convenzione 4 novembre 2007: relazioni riguardanti le verifiche tecniche e le valutazioni effettuate dall’ Ing. Mezzapelle tecnico di supporto al Responsabile del Procedimento [n.d.r. così come le precedenti istruttorie v. slide n. 6] 13 novembre 2007: validazione del Responsabile del Procedimento del progetto esecutivo con richiesta al concessionario di ulteriori adempimenti: tavole di dettaglio di cantiere riguardanti l’individuazione grafica delle opere di ripristino e miglioramento ambientale; parcheggio e viabilità interna; piani di manutenzione; piani di sicurezza e di coordinamento; congruenza fra computo metrico estimativo definitivo e quadro economico; cronoprogramma; criteri per la relazione di calcolo delle strutture in cemento armato; ipotesi di portanza del terreno; 15 novembre 2007: rinvio alla Giunta per le decisioni in merito alla variazione del computo metrico estimativo e del quadro economico derivante dalle migliorie apportate al progetto iniziale e dall’aumento dei costi delle materie prime a far data dal dicembre 2003, con conseguente variazione della Convenzione nonché dell’importo e della durata della fideiussione (v. richiesta del 26/07/2015) Temi e contenuti della fase di verifica del progetto esecutivo Richiesta concessionario 26/07/2007

8 8 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica Modificazioni della Convenzione 12 dicembre 2007 La Giunta Comunale, con deliberazione nr. 141: ► prende atto della variazione del quadro economico ► dispone la variazione della Convenzione sottoscritta il 14/11/2005 ► rinvia al Consiglio Comunale le decisioni in merito al rilascio della garanzia fideiussoria Aspetti rilevanti Documentazione di riferimento Deliberazione n. 141 del 12/12/2007 Aggiornamento del cronoprogramma : -30 aprile 2008 fine lavori piscina scoperta al fine di assicurare l’avvio dell’attività entro 90 giorni -30 dicembre 2008: termine esecuzione lavori In conseguenza a tale deliberazione viene redatto un nuovo Piano economico finanziario asseverato [n.d.r. il precedente PEF era conseguente alla dlb. c.c. 51/2003 Elementi della richiesta del concessionario e modifiche conseguenti Importo lavori: da euro a ,43 euro (oltre iva) di cui euro (iva compresa) a carico del Comune Durata della concessione: da 20 a 27 anni (31/12/2032) Garanzie: conseguente adeguamento dell’importo ( ,05 euro) e della durata della fideiussione

9 9 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica Piano economico finanziario asseverato 7 dicembre 2007 ► Agli atti viene acquisito il piano economico finanziario a supporto delle modifiche alla Convenzione inserite con la Delibera di Giunta n. 141 del 12/12/2008 ► Riportiamo qui una rielaborazione sintetica del piano partendo da un prospetto che illustra le necessità di capitale e le sue fonti di reperimento Aspetti rilevanti Documentazione di riferimento Piano economico finanziario Elementi principali del Piano: 1 ) l’assetto finanziario Impieghi di capitaleFonti di copertura Oneri di realizzazione (*) Capitale sociale Commissioni bancarie Finanziamento Soci Interessi durante la costruzione Finanziamento Senior Iva Finanziamento Iva TOTALE TOTALE totale lavori e spese tecniche (cfr. Convenzione) attrezzature impianto/bar/palestra asseverazioni, spese di costituzione, fideiussione Totale oneri di realizzazione (*)

10 10 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica Piano economico finanziario asseverato 7 dicembre 2007 ► Il piano sviluppa, anno dopo anno, dal 2008/2009 (primo anno di esercizio) fino al 2032, le previsioni riguardanti i ricavi e i costi, nonché i conseguenti margini a copertura degli oneri di rimborso dei finanziamenti ► in questo prospetto, frutto di sintetica rielaborazione, riportiamo ricavi e costi di gestione di un anno ‘tipico’ e, in particolare, del 2015 Aspetti rilevanti Documentazione di riferimento Piano economico finanziario Voce di ricavo o costo annuale a regime … 2015 Ricavi settore acqua Ricavi Fitness e Benessere Ricavi risto-bar Totale ricavi (a) Personale Utenze ed acqua Acquisti per attività commerciali Pulizie,vigilanza, amministrazione Manutenzioni, assic. ed altre voci Totale costi di gestione (b) CASH FLOW OPERATIVO (a-b) Elementi principali del Piano: 2) Ricavi attesi e Costi di esercizio

11 11 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica Piano economico finanziario asseverato 7 dicembre 2007 ► Il margine di gestione viene quindi confrontato con gli oneri connessi al rimborso del mutuo (interessi e quota capitale) per verificare la (teorica) capacità del progetto di rimborsare il finanziamento (e remunerare il capitale) ► riportiamo a titolo di esempio la situazione prevista per il 2015 e per il 2020, rimandando alla versione originaria del piano (qui allegata) per ogni dettaglio Aspetti rilevanti Documentazione di riferimento Piano economico finanziario … … Cash flow operativo altre voci di cash flow Imposte Interessi su finanziamento (*) Rimborso quota capitale = Cash flow netto manutenzioni straord dividendo ai soci6.000 saldo di cassa cumulato Elementi principali del Piano: 3) copertura degli oneri del debito (*) il piano è sviluppato con un tasso del 5,95% (spread 1,20% + tasso di riferimento)

12 12 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica Rilascio della garanzia fideiussoria 19 dicembre 2007 ► Con Delibera n. 33 del 19 dicembre 2007 il Consiglio Comunale autorizza la concessione della garanzia fideiussoria per l’importo di euro ,05. ► Nel corso del dibattito due capigruppo abbandonano l’aula Aspetti rilevanti Documentazione di riferimento Delibera n. 33 del 19/12/2007 nuovo piano economico finanziario presentato dal concessionario realizzazione della piscina quale obiettivo prioritario nei documenti programmatici dell’Ente volontà già espressa con la delibera n. 51 del 19/12/2003 in merito al rilascio di garanzia fideiussoria Rispetto delle condizioni previste dall’art. 207, terzo comma, del D.Lgs 267/00 ed in particolare: a)possibilità di utilizzo della struttura in funzione delle esigenze della collettività locale b)acquisizione a patrimonio della struttura al termine della concessione c)presenza di convenzione che regola i rapporti fra le parti in caso di rinuncia del mutuatario alla realizzazione dell’opera Presupposti richiamati nella delibera:

13 13 Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica Stipula della seconda convenzione e fine lavori piscina scoperta 19 febbraio 2008 ► In data 19 febbraio 2008 viene firmata la nuova Convenzione sulla base della già citata delibera di Giunta nr. 141 ► da marzo a giugno: richieste di integrazione documentale ► 9 maggio 2008: stipula del contratto di mutuo ► giugno 2008: il punto sui lavori del cantiere Aspetti rilevanti Documentazione di riferimento Convenzione del 19/2/2008 Questioni aperte nella fase successiva alla firma delle modifiche della Convenzione: Comunicazioni 12/3 e 25/6/2008 Convenzione: art. 5 termini per l’aumento di capitale come da piano economico finanziario Dalle comunicazioni agli atti si evincono richieste inerenti problematiche diverse quali: - allacciamento a fognatura, Enel, Cap (posa tubature) - planimetrie sicurezza cantiere (spazi aperti al pubblico per la stagione estiva) - nuovo parere dell’ Arpa (5/6/2008) - attesa parere dell’ ASL - opere di ripristino e miglioramento ambientale - parcheggio e parere viabilistico - piani di manutenzione dell’opera Comunicazione cfr. allegato b) – monitoraggio cantiere del 9 giugno: viene rilevato un ritardo sulla tempistica prevista di 90 giorni (di 60 giorni per la piscina scoperta)

14 14 IDDescrizionePag IDescrizione istituto project financing16-17 Appendice

15 Legge 11 febbraio 1994 n. 109: Legge 11 febbraio 1994 n. 109: la «proposta» e la sua valutazione Legge 11 febbraio 1994 n. 109: Art. 37 bis (Promotore) Art. 37 ter (Valutazione della proposta) Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica 15 (…) Le proposte devono contenere uno studio di inquadramento territoriale e ambientale, uno studio di fattibilità, un progetto preliminare, una bozza di convenzione, un piano economico-finanziario asseverato da un istituto di credito (…) (…) una specificazione delle caratteristiche del servizio e della gestione nonché l'indicazione degli elementi di cui all'articolo 21 comma 2, lettera b, e delle garanzie offerte dal promotore all'amministrazione aggiudicatrice(…) Le amministrazioni aggiudicatrici valutano la fattibilità delle proposte presentate sotto il profilo costruttivo, urbanistico ed ambientale, nonché della qualità progettuale, della funzionalità, della fruibilità dell'opera, dell'accessibilità al pubblico, del rendimento, del costo di gestione e di manutenzione, della durata della concessione, dei tempi di ultimazione dei lavori della concessione, delle tariffe da applicare, della metodologia di aggiornamento delle stesse, del valore economico e finanziario del piano e del contenuto della bozza di convenzione, verificano l'assenza di elementi ostativi alla loro realizzazione e, esaminate le proposte stesse anche comparativamente, sentiti i promotori che ne facciano richiesta, provvedono ad individuare quelle che ritengono di pubblico interesse. (…) App. 1 Indietro Descrizione istituto project financing (1/2)

16 Legge 11 febbraio 1994 n. 109: Legge 11 febbraio 1994 n. 109: la gara e la società progetto Legge 11 febbraio 1994 n. 109: la gara e la società progetto Legge 11 febbraio 1994 n. 109: Art. 37 quater (la gara) Art. 37 quinquies (società progetto) Commissioni Consiliari Permanenti Territorio ed Economica 16 Entro tre mesi (…) le amministrazioni aggiudicatrici, qualora fra le proposte presentate ne abbiano individuate alcune di pubblico interesse (…) procedono: ad indire una gara da svolgere con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa (…), ponendo a base di gara il progetto preliminare presentato dal promotore, eventualmente modificato sulla base delle determinazioni delle amministrazioni stesse ad aggiudicare la concessione mediante una procedura negoziata da svolgere fra il promotore ed i soggetti presentatori delle due migliori offerte (…) Il bando di gara per l'affidamento di una concessione per la realizzazione e/o gestione di una infrastruttura o di un nuovo servizio di pubblica utilità deve prevedere che l'aggiudicatario ha la facoltà, dopo l'aggiudicazione, di costituire una società di progetto in forma di società per azioni o a responsabilità limitata, anche consortile. Il bando di gara indica l'ammontare minimo del capitale sociale della società.. La società così costituita diventa la concessionaria subentrando nel rapporto di concessione all'aggiudicatario senza necessità di approvazione o autorizzazione. Indietro App. 2 Descrizione istituto project financing (2/2)


Scaricare ppt "1 Una piscina per Cesano Boscone Ripercorriamo la storia -Commissioni Territoriale ed Economica 18 giugno 2015."

Presentazioni simili


Annunci Google