La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO LEGALITA' classe V scuola primaria Offagna TUTT ' ORA NEL MONDO MILIONI DI BAMBINI TORNANO A CASA DA SCUOLA CHIEDENDO : MAMMA, C ' E ' QUALCOSA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO LEGALITA' classe V scuola primaria Offagna TUTT ' ORA NEL MONDO MILIONI DI BAMBINI TORNANO A CASA DA SCUOLA CHIEDENDO : MAMMA, C ' E ' QUALCOSA."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO LEGALITA' classe V scuola primaria Offagna TUTT ' ORA NEL MONDO MILIONI DI BAMBINI TORNANO A CASA DA SCUOLA CHIEDENDO : MAMMA, C ' E ' QUALCOSA DA MANGIARE OGGI?

2 IL PLANISFERO ALIMENTARE

3 LA FAME NEL MONDO Quando si parla di fame nel mondo, bisogna parlare del Terzo mondo, cioè di quellarea geografica che non fa parte delloccidente industrializzato. Come tutti sanno, il Terzo mondo nel 2000 avrà l80% della popolazione mondiale (ad es. Etiopia, Ciad,Tanzania,Bangladesh ecc.). Che cosè la fame ? Quandè che si può parlare di alimentazione insufficiente o di denutrizione ? Normalmente, un alimentazione sufficiente deve garantire almeno 2000 kal. al giorno. (Circa 1/3 della popolazione mondiale) ha una alimentazione insufficiente. In Africa circa il 75% della popolazione rurale non ha acqua potabile; in America Latina sono il 77%. Conseguenze della fame Un alimentazione insufficiente porta a: dimagrimento, apatia, debolezza muscolare, depressione del sistema nervoso, minor resistenza alle malattie, invecchiamento precoce, morte per inedia. Queste conseguenze si manifestano soprattutto nei bambini, la cui mortalità nel Terzo mondo è altissima: ventre gonfio, magrezza, avvizzimento della pelle, apatia, ecc. Le malattie parassitarie e infettive colpiscono soprattutto i bambini non solo a causa della denutrizione ma anche per le precarie condizioni igieniche (acqua inquinata, mancanza di fogne, ecc.).

4 L Unicef ha calcolato che la causa principale di morte dei bambini è dovuto, fino a 5 anni, alla disidratazione conseguente alle diarree provocate da infezioni intestinali. La prevalenza di un solo elemento-base nellalimentazione (in questo caso i cereali) dà luogo a diete monotone, ripetitive, prive di quella verità e di quei valori nutritivi che sono necessari per unalimentazione equilibrata. Lalimentazione dei paesi avanzati. In occidente il fenomeno alimentare più diffuso è la sovralimentazione. Noi soffriamo di disturbi al cuore, appendicite, calcoli, vene varicose, emboli, trombosi, ernia, emorroidi, cancro del retto, obesità,ecc. La disuguale distribuzione delle risorse. La fame non è un male inevitabile. Come si può notare,la causa primaria nella fame nel mondo non sta in una produzione alimentare insufficiente,ma nellimpossibilità per i più poveri di acquistare gli alimenti prodotti. I prezzi dei generi alimentari sono troppo alti per i redditi medi della popolazione del Terzo mondo. Nei paesi avanzata la spesa alimentare rappresenta il 20% - 25% del reddito familiare, mentre il resto viene speso per i vestiario : mezzi di trasporto, alloggio, divertimenti, ecc. Nei paesi più poveri invece la spesa alimentare costituisce fino all 80% del reddito familiare. Da noi la povertà raramente comporta fame e denutrizione,nel Terzo mondo invece povertà significa subito fame.

5 DOS HISTORIAS DUE STORIE una rappresentazione teatrale a scuola In questa storia ci sono due personaggi: il primo è un bambino che vive in Italia, il secondo e' una bambina del Guatemala. La bambina ha dieci anni, per andare a scuola deve percorrere quattro chilometri e usa le scarpe come mezzo di trasporto, mentre il bambino i quattro chilometri li fa con il pulmino. La bambina e' felice di alzarsi presto il mattino per andare a scuola, invece il bambino no. Lei e' contenta quando ha un libro nuovo e se ne riceve uno lo tratta molto bene Il bambino, quando si devono cambiare i posti nei banchi, è sempre felice, ma quando lo mettono con Felipe, un bambino del Guatemala, protesta; Felipe non parla mai e ha sempre la stessa espressione del viso! La bambina del Guatemala torna a casa e aspetta il papà che rientri tardi dal raccolto del caffè. Il bambino italiano quando ritorna a casa sente uno strano odore ed esclama: Non voglio mangiare il minestrone!. Il giorno dopo invita Felipe a casa sua e lui accetta. Quando Felipe arriva gli dà un disegno con mille colori. Tante volte non ci accontentiamo di quello che abbiamo e non pensiamo a chi non ha tutte le cose che abbiamo noi.

6 NAVIGANDO... Navigando fra i vari siti dedicati alla tematica I diritti dei bambini / la fame nel mondo abbiamo trovato un sito interessante : Una finestra sul mondo che presenta con storie a fumetti il problema della malnutrizione nei diversi continenti; fanno da contrasto situazioni opposte nei Paesi europei civilizzati: iperalimentazione, disprezzo e sciupio del cibo, qui sono la norma! Abbiamo letto con attenzione le storie proposte aventi per protagonisti, giovani poco più grandi di noi, e ne abbiamo preparata una sintesi, speriamo significativa, delle condizioni di vita, di ogni Stato esaminato.

7 AMERICA DEL NORD CANADA Tutte le persone hanno il diritto di far conoscere le loro opinioni sull'alimentazione; in Canada la perdita di terra ha privato l'alimentazione agli abitanti. Sam, Tommy e Sara vanno a visitare il nonno, lui racconta ai nipoti la sua infanzia, quando si andava a caccia per alimentarsi e si trovavano molti animali. Oggi la situazione è peggiorata,mancano i mezzi per vivere e mangiare. Il nonno li accompagna in un bosco dove incontrano dei ragazzi che fanno parte di un' associazione comunitaria che riutilizza i terreni incolti, è grazie a loro che le persone hanno riscoperto la gioia di MANGIARE! Grazie a questa associazione gli abitanti non si preoccupano più della mancanza di CIBO!!!!! Beatrice e Aurora

8 AMERICA DEL SUD BRASILE Il Brasile è il paese più grande e popoloso dell'America meridionale. Quasi 16 milioni di persone, compresi molti bambini, hanno fame. La vita in campagna è dura: nove agricoltori su dieci non hanno accesso all'acqua potabile. Il programma Fame Zero è una grande iniziativa nazionale per combattere la fame; esso è stato lanciato dal governo brasiliano del Un ambiente naturale pulito, una casa sicura l'educazione, i servizi sanitari, debbono essere disponibili per tutti, compresi i più poveri. In Brasile sono tutti poveri, l'acqua è sporca ma gli abitanti devono berla per vivere e devono andare a prenderla allo stagno. I loro bambini prendono malattie che si potrebbero evitare con unigiene migliore. I brasiliani vorrebbero lavorare, studiare e potersi permettere di comperare da mangiare. Certi bambini non vanno a scuola perchè devono aiutare le loro famiglie e altri siccome non hanno una casa, diventano ragazzi di strada. I bambini, anche piccoli, devono trovare un lavoro per sopravvivere. Lorenzo T. e Jacopo R.

9 ASIA INDIA Un gruppo di cittadini si reca presso il tribunale per aiutare a garantire il diritto allalimentazione delle persone povere. Questo fa si che gli studenti ricevano un pasto giornaliero gratuito e che i poveri abbiano altri programmi statali. Kaushik e Gayatri, due ragazzi indiani, possono concentrarsi meglio a scuola, ora che non studiano più a pancia vuota. Possiamo dire che in India molta gente soffre di malnutrizione ed è in sottopeso. Quanti non sono in grado di procurarsi unalimentazione adeguata, hanno bisogno di ricevere cibo. Da questa lettura abbiamo capito che ogni uomo,ogni donna e ogni bambino deve avere sempre cibo a sufficienza per condurre una vita sana ed attiva. Letizia, Giulia e Sofia

10 ASIA GIORDANIA: acqua, acqua dappertutto. Un aereo atterra in Giordania. Emily scende e un gruppo di studenti australiani arriva con linsegnante ad Amman per uno scambio giovanile. Un signore accoglie Emily e le offre un posto nellaccampamento, in seguito le presenta sua moglie e sua figlia Fatma. Appena arrivati a casa, Fatma mostra la stanza a Emily e lei rimane stupita; dopo un po Fatma le spiega che nel loro paese lacqua è razionata e il padre aggiunge che in Giordania la mancanza dacqua è stata sempre un grosso problema sin dallantichità e non si può contare sulle piogge a causa dellevaporazione; invece in Australia, lungo la costa, piove in abbondanza. Appena arrivati al campo dei rifugiati, Emily rimane a bocca aperta per il paesaggio desolato. Lei fa parte di un gruppo ambientalista incaricato di portare compresse per la depurazione dellacqua, poiché tutti gli abitanti della Giordania hanno il terrore dei pericoli dovuti al bere lacqua di rubinetto. Questacqua arriva una volta alla settimana e sono costretti a bollirla per uccidere i batteri dannosi; in genere si utilizza anche lacqua piovana, che viene raccolta durante i temporali, ma al giorno doggi è spesso sprecata o inquinata. Il giorno seguente gli studenti australiani e giordani fanno una gita per vedere lo stile di vita dei giordani e scoprono che alcuni giovani sono costretti a lavorare per guadagnare denaro; osservano inoltre che lacqua viene spesso contaminata dalluomo, che getta in molti laghi e fiumi i fertilizzanti e i pesticidi. Marco e Beatris

11 ASIA INDONESIA L Indonesia, con 217 milioni di persone, è la quarta nazione più popolosa del mondo. Con più mare che terra, ha più di isole. LIndonesia ha vissuto varie situazioni di crisi, come guerre civili e catastrofi naturali. Oltre 12 milioni di persone hanno fame. Di recente, lIndonesia ha avviato un programma di alimentazione scolastica nei villaggi poveri, per offrire ai bambini cibo proveniente dalle coltivazioni locali. In Indonesia sono stati tagliati gli alberi per guadagnare soldi, vendendoli allestero. Gli alberi quando vengono tagliati e i tronchi buttati nel fiume, producono una sostanza nerastra ed oleosa. Questo olio nero si scioglie nel fiume e inquina lacqua che prima era pulita. Molte famiglie non riescono a nutrirsi con il guadagno del loro lavoro. Il Ratan serve loro per cose utili: trappole per pescare, cesti, tappeti…ecc. Lo vendono per guadagnare e comprare cibo, vestiti ed altri beni essenziali. Loro raccolgono la frutta e verdura, la mettono nel magazzino e un po se la mangiano. Le palme da sagù hanno bisogno di acqua per crescere (servono a preparare il cibo e costruire le case) ma essa è insufficiente per i bisogni della popolazione. Rachele, Sara e Alessia

12 AFRICA SIERRA LEONE La famiglia di Mariana è povera ed è costretta a lavorare nei campi; suo marito in guerra si è rotto una gamba. Un signore sta aiutando la sua famiglia dandole da mangiare. Quando ci fu la guerra hanno distrutto ospedali e edifici. Kamara e zio Jon sono andati in un villaggio di profughi che protestano perche c'è molta fame. kanmara ha costruito una scuola di formazione agricola sul campo così finalmente i bambini possono andare a scuola e divertirsi. Jacopo De Luca e Junior

13 AFRICA UGANDA In un villaggio dell Uganda meridionale, la signora Mubanda esce dalla capanna e ordina a Joseph di andare a scuola, mentre Tina e Jane non possono andare perchè il padre non ha i soldi per pagare la loro retta. Ma i due bambini erano stanchi di lavorare per sfamare Joseph. Intanto Mubanga aveva completato con successo un corso di formazione per allevare galline e aprì un pollaio. Un anno dopo il pollaio della signora aveva 50 galline e Tina e Jane erano ritornati a scuola; nel tragitto, notarono un nuovo pozzo e furono felici. Prima di entrare nell aula la maestra lwanga si assicurava che tutti loro fossero pulite. Irene e Ilenia

14 EUROPA ITALIA Un pomeriggio quattro ragazzi si incontrano per fare una ricerca per la scuola sull' alimentazione, però ad alcuni di loro viene fame e quindi decidono di prendere una pizza. Anna non è d'accordo: dice che dopo si ingrasserà e da grande non potrà fare la modella. Due di loro,Luca e Marco,vanno ad intervistare una signora al supermercato. La signora spiega che prima di comprare un prodotto bisogna sempre leggere l'etichetta. Marco replica che la sua amica Anna non vuole mangiare perché è in dieta. La signora continua a spiegare che Anna è ancora troppo giovane,e se mangia troppo poco la sua crescita si fermerà non avendo le sostanze nutritive e mancherà di energia. Nel frattempo Anna e Lisa vanno in un negozio e chiedono ad una mamma come deve essere un alimentazione sana. Un altra signora presente dice che per aver un fisico da modella bisogna ricavare da alcuni cibi le sostanze utili senza evitare lolio di oliva. Lisa chiede alla donna come fa a tenersi in forma e lei le risponde che le faccende di casa le danno abbastanza da fare. Dopo lintervista Anna, Luca, Marco e Lisa si ritrovano al mercato per comprare i cibi necessari per la ricerca e si chiedono l'un laltro che cosa hanno imparato: Anna e Lisa dicono di avere imparato che non vanno evitati ne grassi ne oli; Luca e Marco invece hanno imparato che nel momento della crescita non bisogna evitare certi cibi sennò non hai più energia! Durante la spesa i 4 ragazzi comprano dei pomodori e chiedono al commerciante se sono cibi sicuri. Egli risponde che sono perfetti per la nutrizione dei ragazzi, e che se non fossero di ottima qualità ci penserebbe il governo. Anna torna a casa per cenare, avendo capito la lezione,e pensa che dopo questa ricerca non farà più la modella ma la giornalista. Maria Letizia e Simone

15 TESTIMONIANZA DI UN MISSIONARIO Circa 35 anni fa sono arrivato in ARGENTINA. Ho trovato una provincia poverissima: capanne di fango (RANCHOS),assenza di acqua potabile, insomma non c'era niente. Piano piano, con l'aiuto delle suore, e' nata la missione comprendente la chiesa, la farmacia e a cavallo portavo dei medicinali. La situazione negli anni e' migliorata: - sono state costruite scuole e le condizioni sono meno gravose; - nelle case e' arrivata perfino la televisione!!!!!!

16 I DIRITTI DI CIASCUNO DI NOI

17 LA VITA IN ARGENTINA Questo disegno rappresenta tutti i bambini del mondo. Ogni bambino ha un corpo, un'intelligenza: quindi ha diritto ad un' ALIMENTAZIONE adeguata; alla SALUTE e all'ISTRUZIONE. Nella nostra classe e' venuto Don Sergio, il nostro parroco, accompagnato da tre ragazzi argentini: VICKY, ANGEL E MARTIN. Sono venuti per testimoniare le condizioni di vita in ARGENTINA, infatti Don Sergio e' stato missionario in questo paese per oltre 35 anni. Ogni ragazzo ci ha raccontato alcuni episodi della sua vita e ci ha parlato delle caratteristiche ambientali e sociali della provincia di SANTIAGO. Il paesaggio e' arido e pianeggiante; le case sono povere, piccole e sparpagliate. In Argentina la scuola e' obbligatoria fino a 13 anni ed alcuni studenti ci vanno a piedi percorrendo diversi chilometri, altri con la bicicletta o a cavallo. VICKY: e' una bella ragazza di diciotto anni, studia per diventare maestra; MARTIN: il piu' grande sta cercando lavoro: intanto si mantiene facendo il barista nelle discoteche. ANGEL: vuole andare all'universita' per diventare biologo. Questi ragazzi ricevono borse di studio dal governo (REPUBBLICA FEDERALE) e sono aiutati da benefattori italiani. Sono rimasti colpiti dall'IGIENE che hanno trovato in ITALIA; dal PAESAGGIO COLLINARE; dal CLIMA FREDDO (siamo in inverno) e dall'ASSENZA DI BAMBINI IN GIRO.

18 DON SERGIO E I RAGAZZI ARGENTINI

19


Scaricare ppt "PROGETTO LEGALITA' classe V scuola primaria Offagna TUTT ' ORA NEL MONDO MILIONI DI BAMBINI TORNANO A CASA DA SCUOLA CHIEDENDO : MAMMA, C ' E ' QUALCOSA."

Presentazioni simili


Annunci Google