La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La storia della televisione. Le origini: La televisione è uno dei mezzi di comunicazione più utilizzato e conosciuto al mondo, consiste nella trasmissione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La storia della televisione. Le origini: La televisione è uno dei mezzi di comunicazione più utilizzato e conosciuto al mondo, consiste nella trasmissione."— Transcript della presentazione:

1 La storia della televisione

2 Le origini: La televisione è uno dei mezzi di comunicazione più utilizzato e conosciuto al mondo, consiste nella trasmissione via etere di immagini e suoni. È uno dei mezzi di comunicazione di massa. Linventore: Il primo televisore (diverso da quelli di adesso) fu costruito dallingegnere scozzese John Baird nel 1926 ed utilizzava un disco forato ruotante a grande velocità era un disco analizzatore metallico. Il sistema era di tipo elettromeccanico e non essendo suscettibile di miglioramenti, fu presto superato da quello di tipo elettronico inventato da Zworykin che utilizzava l iconoscopio come tubo da ripresa, ed il cinescopio per ritrasformare gli impulsi elettrici in immagini luminose.

3 Liconoscopio: Liconoscopio è un tubo elettronico che usa leffetto fotoelettrico per trasformare un immagine luminosa ricevuta attraverso un obbiettivo, in una serie di segnali elettrici. Si può anche chiamare tubo elettronico da ripresa televisiva. Il cinescopio: Il cinescopio è come una ampolla di vetro, in cui lo schermo è stato spalmato di composti a base di fosforo, che viene colpito da un raggio di elettroni generato da un dispositivo presente dalla parte opposta del cinescopio. iconoscopio: cinescopio:

4 Immagini a colori: L otto febbraio 1928 Baird presenta la sua dimostrazione pratica. Baird adoperava un disco di Nipkow con 3 spirali di 30 fori, una per ciascun colore primario: limmagine costruita nel ricevitore da tre lampade, una a gas di mercurio per il verde, una a vapori di elio per il blu e una al neon per il rosso. Nella televisione a colori i parametri indipendenti per definire e riprodurre unimmagine sono tre:lunghezza donda, purezza e luminosità del colore e genere,si adotta la luminanza di re colori fondamentale il rosso,il blu e il verde. televisione a colori: immagine a colori:

5 Limmagine nello schermo: Per mostrare limmagine su tutto lo schermo, il raggio di elettroni deve percorrerlo tutto, un punto dopo laltro. Per permettere una buona visione, il viaggio deve essere il più sottile. Il percorso che segue è standardizzato: parte dall angolo superiore sinistro, percorre una serie di righe orizzontali poste luna sotto laltra, finche non si trova ad illuminare langolo inferiore destro; dopo riparte allangolo sinistro in alto. Gli standard televisivi italiani sono composti da 625 righe parallele, ripetute 25 volte al secondo.

6 Limmagine allinterno della televisione La telecamera riprende la scena trasformando limmagine in un segnale elettrico televisivo. Il segnale va a modulare una portante a radiofrequenza che poi trasmette via etere da unantenna. Un altra antenna opportunamente sintonizzata sulla frequenza della stazione trasmittente riceve il segnale a radiofrequenza che il televisore demodula ritrasformandolo in un immagine uguale a quella di partenza.

7 I programmi televisivi: Nel primo canale della rai cerano diversi programmi tra i quali: le pubblici che cominciarono nel 1957 con uno spazio di 10 minuti il programma si chiamava carosello. Nel 1960 incomincia il programma Non è mai troppo tardi il programma spiegava come si leggeva e si scriveva per gli analfabeti. Di seguito incomincio anche un programma di nome "Tribuna Politica", in cui i giornalisti intervistavano i politici. Cera anche un programma sui quiz Lascia o raddoppia?,e anche i programmi di calcio e di ciclismo. Nel 1965 nascono i primi canali privati locali. Nel 1961 nasce il secondo canale della Rai parlava di teatro e cinema. la tv produceva anche una serie di fiction come: I promessi sposi, I miserabili, La cittadella e tanti altri … Dal 1968 i programmi sportivi sono trasmessi in diretta. Le emittenti private nel 1976 erano 68. nel 1981 diventano 600.

8 La tv pubblica si rinnova: Dal 1977 la televisione incomincia a trasmettere a colori. Per poter reggere la concorrenza dei canale privati eliminano Carosello e la pubblicità incomincia a diventare come quella di oggi. Nel 1979 nasce il terzo canale della Rai. Negli anni ottanta la Fininvest Silvio Berlusconi (cioè Canale 5,Rete 4 e Italia 1); comincia a diffondere i suoi programmi non più a livello locale ma nazionale. Al inizio però le tre reti sono oscurate perché la legge vieta ai privati di trasmettere a livello nazionale, ma il governo fa una nuova legge che permette al gruppo di Berlusconi di trasmettere in tutta Itala. Nel 1995 sono state effettuate le prime trasmissioni digitali via satellite e via cavo, che presuppongono che lutente disponga di apparecchio dotato di dispositivo decodificatore e convertitore. Nel 2007 la tv digitale via etere, in grado di fornire immagini di qualità superiori alle attuali, per la quale è stato già messo un unico standard internazionale di trasmissione.

9 La televisione negli anni 50: La televisione negli anni 60: La televisione negli anni 70:

10 La televisione negli anni 80: La televisione negli anni 90: La televisione del 2000

11 Fonti della ricerca: Enciclopedia generale le garzantine La ricerca è stata fatta da: Sarah Caterina Nalesso e Melania Dino


Scaricare ppt "La storia della televisione. Le origini: La televisione è uno dei mezzi di comunicazione più utilizzato e conosciuto al mondo, consiste nella trasmissione."

Presentazioni simili


Annunci Google