La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA PROGETTAZIONE DIDATTICA PER UDA Dipartimento di lettere Ipotesi di lavoro a cura di Alberto Battaggia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA PROGETTAZIONE DIDATTICA PER UDA Dipartimento di lettere Ipotesi di lavoro a cura di Alberto Battaggia."— Transcript della presentazione:

1 LA PROGETTAZIONE DIDATTICA PER UDA Dipartimento di lettere Ipotesi di lavoro a cura di Alberto Battaggia

2 Obiettivi della progettazione didattica per competenze Le competenze possono essere Disciplinari Trasversali (competenze chiave europee…ecc.) Progettazione didattica per competenze significa Elaborare percorsi formativi che permettano di raggiungere I competenze disciplinari competenze trasversali I percorsi formativi sono costituiti da UDA Il nuovo curricolo: Uda non più da moduli suddivisi in unità didattiche. Occorre condividere un modello di UDA a livello di istituto Le UDA mireranno sia a competenze disciplinari che trasversali

3 Obiettivi di breve e medio periodo Nel medio periodo, i coordinamenti si aggregheranno, per asse culturale, in 4 Dipartimenti: Linguaggi Storico-sociale Matematico Scientifico – Tecnologico Nel medio periodo, la progettazione dei percorsi formativi rifletterà questa situazione, prevedendo: Progettazione annuale sulla base delle esigenze del momento Coinvolgimento dei colleghi del Consiglio di classe e del Dipartimento Percorsi ritagliati sempre più sulla identità dellistituto Nel breve periodo, esigenze di: Chiarezza concettuale Semplicità metodologica

4 Cosa fare adesso? Prime esperienze di progettazione Nel breve periodo, esigenze di: Chiarezza concettuale Semplicità metodologica Progettazione didattica disciplinare di Dipartimento Condividere un modello di UDA semplificato Progettare un percorso formativo annuale disciplinare a partire dalle Linee guida Il percorso ha valore di riferimento metodologico e contenutistico Ogni insegnante lo declina a seconda delle esigenze

5 Tempistica primavera estate Elaborazione da parte dei Coordinamenti disciplinari attuali di un percorso di Uda disciplinari Aggregazione dei Coordinamenti in 4 Dipartimenti = 4 assi culturali – 2015 Rielaborazione dei percorsi formativi integrandoli con UDA a carattere più trasversale

6 ITALIANO Progettazione didattica UDA secondo biennio e quinto anno

7 Progettazione di UDA disciplinari per Italiano e Storia – secondo biennio e quinto anno Fonti Linee Guida Esperienze dei colleghi del biennio Esempi in rete Programmazione degli anni scorsi Tempistica Classi quarte e terze: primavera estate 2013 Classi quinte: primavera estate 2014

8 Le linee guida, per Italiano, si articolano in due quadri: Risultati di apprendimento relativi al Quinquennio Generali Particolari Competenze del Secondo biennio e Quinto anno articolate in Conoscenze Di Lingua Di letteratura Di Altre espressioni artistiche Abilità Di Lingua Di letteratura Di Altre espressioni artistiche Funzionalità delle Linee guida Larticolazione dellinsegnamento di Lingua e Letteratura italiana in conoscenze e abilità è di seguito indicata quale orientamento per la progettazione didattica del docente in relazione alle scelte compiute nellambito della programmazione collegiale del Consiglio di classe.

9 1) Italiano. Risultati di apprendimento generali alla fine del quinquennio padroneggiare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana nei vari contesti riconoscere le linee essenziali della storia delle idee, della cultura, della letteratura, delle arti e orientarsi agevolmente fra testi e autori fondamentali, con riferimento soprattutto atematiche di tipo scientifico, tecnologico ed economico stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali sia in una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro riconoscere il valore e le potenzialità dei beni artistici e ambientali per una loro corretta fruizione e valorizzazione NB Nellinsieme, esigenze formative tradizionali individuare ed utilizzare le moderne forme di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete NB Esigenze formative innovative Linee guida

10 2) Italiano. Risultati di apprendimento particolari alla fine del quinquennio Individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento; Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni professionali NB I primi due punti esprimono esigenze formative sostanzialmente nuove, rispetto alle finalità didattiche tradizionali della Lingua e letteratura italiane Utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi, anche ai fini dellapprendimento permanente. NB Solo il terzo punto presenta continuità rispetto alle finalità educative tradizionali della Lingua e letteratura italiane Linee guida

11 Conoscenze di Lingua Radici storiche ed evoluzione della lingua italiana dal Medioevo allUnità nazionale. Rapporto tra lingua e letteratura NB: conoscenze storico-letterarie Lingua letteraria e linguaggi della scienza e della tecnologia. Fonti dellinformazione e della documentazione. Tecniche della comunicazione. Caratteristiche e struttura di testi scritti e repertori di testi specialistici. Criteri per la redazione di un rapporto e di una relazione. Caratteri comunicativi di un testo multimediale NB: conoscenze professionali Secondo Biennio

12 Abilità di Lingua Riconoscere le linee di sviluppo storico-culturale della lingua italiana. Riconoscere i caratteri stilistici e strutturali di testi letterari, artistici, scientifici e tecnologici. Utilizzare registri comunicativi adeguati ai diversi ambiti specialistici Consultare dizionari e altre fonti informative per lapprofondimento e la produzione linguistica. Raccogliere, selezionare ed utilizzare informazioni utili allattività di ricerca di testi letterari, artistici, scientifici e tecnologici. Produrre testi scritti di diversa tipologia e complessità. NB: Abilità storico-letterarie Sostenere conversazioni e colloqui su tematiche predefinite anche professionali. Ideare e realizzare testi multimediali su tematiche culturali, di studio e professionali. NB Abilità professionali Secondo Biennio

13 Conoscenze di Letteratura Linee di evoluzione della cultura e del sistema letterario italiano dalle origini allUnità nazionale Testi ed autori fondamentali che caratterizzano lidentità culturale nazionale italiana nelle varie epoche. Significative opere letterarie, artistiche e scientifiche anche di autori internazionali nelle varie epoche. Elementi di identità e di diversità tra la cultura italiana e le culture di altri Paesi NB: Conoscenze storico-letterarie Fonti di documentazione letteraria; siti web dedicati alla letteratura. Tecniche di ricerca, catalogazione e produzione multimediale di testi e documenti letterari NB: Conoscenze professionali Secondo Biennio

14 Abilità di Letteratura Riconoscere e identificare periodi e linee di sviluppo della cultura letteraria ed artistica italiana. Identificare gli autori e le opere fondamentali del patrimonio culturale italiano ed internazionale dal Medioevo allUnità nazionale. Riconoscere i tratti peculiari o comuni alle diverse culture dei popoli europei nella produzione letteraria, artistica, scientifica e tecnologica contemporanea. Individuare i caratteri specifici di un testo letterario, scientifico, tecnico, storico, critico ed artistico. Contestualizzare testi e opere letterarie, artistiche e scientifiche di differenti epoche e realtà territoriali in rapporto alla tradizione culturale italiana e di altri popoli. Formulare un motivato giudizio critico su un testo letterario anche mettendolo in relazione alle esperienze personali NB: Abilità storico-letterarie Utilizzare le tecnologie digitali per la presentazione di un progetto o di un prodotto NB: Abilità professionali Secondo Biennio

15 Conoscenze di Altre espressioni artistiche Caratteri fondamentali delle arti e dellarchitettura in Italia e in Europa dal Medioevo allUnità nazionale. Rapporti tra letteratura ed altre espressioni culturali ed artistiche NB: conoscenze storico-letterarie Secondo Biennio

16 Abilità di Altre espressioni artistiche Analizzare il patrimonio artistico presente nei monumenti, siti archeologici, istituti culturali, musei significativi in particolare del proprio territorio. NB: Abilità storico-artistiche Secondo Biennio

17 Conoscenze di Lingua Processo storico e tendenze evolutive della lingua italiana dallUnità nazionale ad oggi Strumenti e metodi di documentazione per approfondimenti letterari NB: conoscenze storico-letterarie Caratteristiche dei linguaggi specialistici e del lessico tecnicoscientifico Repertori dei termini tecnici e scientifici relativi al settore dindirizzo anche in lingua straniera. Tecniche compositive per diverse tipologie di produzione scritta. Software dedicati per la comunicazione professionale Social network e new media come fenomeno comunicativo. Struttura di un curriculum vitæ e modalità di compilazione del CV europeo. NB: conoscenze professionali Quinto anno

18 Abilità di Lingua Identificare momenti e fasi evolutive della lingua italiana con particolare riferimento al Novecento Individuare aspetti linguistici, stilistici e culturali dei / nei testi letterari più rappresentativi. Individuare le correlazioni tra le innovazioni scientifiche e tecnologiche e le trasformazioni linguistiche. Produrre relazioni, sintesi, commenti ed altri testi di ambito professionale con linguaggio specifico. Utilizzare termini tecnici e scientifici anche in lingue diverse dallitaliano. Interagire con interlocutori esperti del settore di riferimento anche per negoziare in contesti professionali. Abilità storico-letterarie Scegliere la forma multimediale più adatta alla comunicazione nel settore professionale di riferimento in relazione agli interlocutori e agli scopi. Elaborare il proprio curriculum vitæ in formato europeo. Abilità professionali Quinto anno

19 Conoscenze di Letteratura Elementi e principali movimenti culturali della tradizione letteraria dallUnità dItalia ad oggi con riferimenti alle letterature di altri paesi. Autori e testi significativi della tradizione culturale italiana e di altri popoli Modalità di integrazione delle diverse forme di espressione artistica e letteraria. Metodi e strumenti per lanalisi e linterpretazione dei testi letterari. Conoscenze storico-letterarie Quinto anno

20 Abilità di Letteratura Contestualizzare levoluzione della civiltà artistica e letteraria italiana dallUnità dItalia ad oggi in rapporto ai principali processi sociali, culturali, politici e scientifici di riferimento. Identificare e analizzare temi, argomenti e idee sviluppate dai principali autori della letteratura italiana e di altre letterature. Cogliere, in prospettiva interculturale, gli elementi di identità e di diversità tra la cultura italiana e le culture di altri Paesi. Interpretare testi letterari con opportuni metodi e strumenti danalisi al fine di formulare un motivato giudizio critico. Collegare i testi letterari con altri ambiti disciplinari. Abilità storico-letterarie Quinto anno

21 Conoscenze di Altre espressioni artistiche Criteri per la lettura di unopera darte. Conoscenze storico-letterarie Arti visive nella cultura del Novecento. Beni artistici ed istituzioni culturali del territorio. Conoscenze professionali Quinto anno

22 Abilità di Altre espressioni artistiche Leggere ed interpretare unopera darte visiva e cinematografica con riferimento allultimo secolo. Identificare e contestualizzare le problematiche connesse alla conservazione e tutela dei beni culturali del territorio. NB Abilità professionali Quinto anno

23 Osservazioni Considerando i risultati di apprendimento particolari e linsieme delle competenze (conoscenze-abilità) si nota che: Due apprendimenti su tre sono nuovi ( comunicazione multimediale, relazioni tecniche, team working…) Diverse competenze sono professionali (tecnologie digitali, siti web letterari…) Bisognerà perciò progettare percorsi che Salvaguardino buona parte dei contenuti e delle competenze tradizionali Inseriscano obiettivi di apprendimento e competenze innovativi

24 Le Unità Didattiche di Apprendimento/1 Titolo Destinatari Prodotto da realizzare Capolavoro-Apprendimento significativo Contenuti Attività Competenze Conoscenze e Abilità Metodi Didattica laboratoriale Strumenti Discipline Tempi Valutazione

25 Le Unità Didattiche di Apprendimento/2 Gli aspetti strategici sono 3 Apprendimento significativo Devono mirare a fare acquisire competenze, ossia insieme di abilità/conoscenze spendibili in contesti reali Capolavoro (Prodotto da realizzare) E espressione di un apprendimento significativo Tesi(na) Scrittura multimediale (Presentazioni, Mappe, Ipertesti…) Prodotti digitali (Database…) Didattica laboratoriale Devono prevedere forme di didattica laboratoriale (costruttivistica) Apprendimento collaborativo e cooperativo Attività di ricerca Multimedialità, ecc.

26 UDA e apprendimenti Caratteristiche generali Le nostre UDA saranno dedicate ad apprendimenti: 1) tradizionali: storico-letterari e storico-artistici Svolti attraverso didattica anche laboratoriale, specialmente di ricerca 2) Creativi Scrittura creativa narrativa, poetica, ecc. 3) Professionali-aziendalistici Siti web, cataloghi, comunicazione pubblicitaria Le nostre UDA dovranno prevedere: Metodologie didattiche anche laboratoriali

27 Apprendimenti significativi e capolavori UDA creative Narrativa, poesia, drammaturgia… UDA professionali aziendalistiche Cataloghi, brochure, siti web, materiale pubblicitario, ecc. Stendere testi di utilizzazione aziendale (Brochure, Cataloghi) Siti Web Elaborare opuscoli per aziende di promozione turistica Scrivere articoli e saggi per riviste di divulgazione turistico-culturale Progetti di valorizzazione storico-artistico-culturale di territori e manufatti artistici UDA storico-letterarie Attività di ricerca con metodologie e strumenti tradizionali Strumenti: Biblioteche, ecnciclopedie, audiovisivi, testimonianze, banche dati, ecc. Attività di ricerca con metodologie e strumenti tecnologici: Web quest Elaborazione di mappe concettuali e ipertesti Cooperative learning

28 UDA e apprendimenti Particolarità metodologiche UDA creative e professionali-aziendalistiche: Per natura, si prestano ad una trattazione laboratoriale Quelle creative sono solo laboratoriali… Per quelle professionali non abbiamo manuali… Quelle professionali prevedono competenze eterogenee e spesso multimediali UDA storico-letterarie-artistiche: Meno laboratoriali? Non è vero

29 Difficoltà apparenti per le UDA storico-letterarie Sul metodo Quali apprendimenti significativi? Studiare il Canzoniere è un apprendimento significativo? Quali capolavori (prodotti)? Lelaborazione di un tema o di un riassunto è un prodotto? Quale didattica laboratoriale? Un lavoro di gruppo è laboratoriale? Sul merito Lattuale configurazione dellesame di stato – implicita nelle conoscenze-abilità descritte dalle Linee guida – condiziona fortemente il percorso formativo (letteratura come storia nazionale della letteratura)

30 Lapprendimento significativo Implica lintegrazione delle nuove informazioni con quelle già possedute e lutilizzo delle stesse in contesti e situazioni differenti, sviluppando la capacità di problem solving, di pensiero critico, di metariflessione e trasformando le conoscenze in vere e proprie competenze. Per avere un apprendimento significativo è, quindi, necessario che la conoscenza: sia il prodotto di una costruzione attiva da parte del soggetto; sia strettamente collegata alla situazione concreta in cui avviene lapprendimento; nasca dalla collaborazione sociale e dalla comunicazione interpersonale. Prevede che lapprendimento attivo, costruttivo, intenzionale, autentico e collaborativo. (Jonassen et al. 2007) Le nuove tecnologie facilitino lattivazione di processi di apprendimento significativo

31 Didattica laboratoriale Procede per problemi e per ricerca E attiva e centrata sullo studente E un fare insieme per imparare Si basa sulla costruzione delle conoscenze Ha bisogno di una strumentazione specifica (non necessariamente tecnologica) Porta alla elaborazione / costruzione di un prodotto (cognitivo o materiale)

32 Didattica laboratoriale/2 Didattica tradizionale Disciplina come rappresentazione oggettiva della realtà Per ogni disciplina centrali i sistemi e le regole (es. concezione normativa della lingua) Rapporto causale tra insegnamento e apprendimento I saperi si comunicano, si trasmettono Posizione centrale dellinsegnante/dellinsegnamento Lezione frontale Apprendimento decontestualizzato Didattica laboratoriale Disciplina come costrutto storico in Progress Per ogni disciplina centrali contesti e situazioni problematiche (es. concezione comunicativa della lingua) Linsegnamento crea un contesto opportuno per lapprendimento I saperi si costruiscono attraverso linterazione dei soggetti Posizione centrale dello studente /dellapprendimento Lezione dialogata interattiva Apprendimento situato

33 Didattica laboratoriale/3 Esempi di attività didattica laboratoriale Attività di ricerca Attraverso mezzi tradizionali (libri, riviste…) Attraverso tecnologie (Web, archivi digitali…) Attività di apprendimento cooperativo e collaborativo Progettazione e realizzazione di Saggi mappe concettuali Presentazioni Ipertesti Web quest Discussioni su documenti o temi In presenza Su forum o blog

34 Centralità (laboratoriale) delle attività di ricerca Aspetti laboratoriali della didattica tradizionale Lavorare sui testi (ossia sulle fonti) è già laboratorio Ricerche, lavori di gruppo, multimedialità sono prassi corrente di molti colleghi Limpiego sistematico di attività di ricerca Intensifica il carattere laboratoriale della didattica Le attività di ricerca sono molto formative: Metodologia della ricerca Concettualizzazione Progettazione ed elaborazione del testo scritto Applicabili a qualsiasi contenuto Mirano a competenze di destinazione universale Professioni Studi accademici Compatibili con le tradizionali attività didattiche Produzione di saggi brevi, articoli, ecc. Interrogazioni, ecc.

35 Proposta: due tipologie di UDA di riferimento Uda a) con contenuti di tipo storico-letterario-artistici Finalizzate allacquisizione di competenze disciplinari generali Imperniate su attività di ricerca su autori, testi periodi storici… Si concludono con capolavori come Tesi(ne), saggi brevi, articoli per riviste Presentazioni Ipertesti Uda b) con contenuti creativi e professionali-aziendalistici Finalizzate allacquisizione di competenze disciplinari particolari Si concludono con capolavori di vario genere Racconti, poesie, articoli per giornali e riviste Siti Web opuscoli per aziende di promozione turistica Progetti di valorizzazione storico-artistico-culturale di territori e manufatti artistici Per anno scolastico: 4-5 Uda a) e 2-3 Uda b)

36 Le UDA storico-letterarie-artistiche Le Uda di italiano storico-letterarie-artistiche prevederanno 1) Attività didattiche tradizionali Lezione frontale, interrogazioni, test Prove scritte (saggi, articoli…) 2) Attività didattiche laboratoriali Su argomenti generali o parziali dellUDA stessa 3) Un prodotto frutto Tesi(na) (saggio) Mappa concettuale Presentazione Ipertesto Altro

37 Lelaborazione delle UDA storico-letterarie-artistiche Metodologia di progettazione: Trasformare i moduli attuali dei nostri programmi (già inclusivi di contenuti-abilità-conoscenze) in UDA Si tratta, essenzialmente, di individuare Apprendimenti significativi situazioni professionali/formative (università) ove si spendano competenze linguistico- letterarie Capolavori Elaborati o progetti che siano espressione degli apprendimenti significativi Forme di didattica laboratoriale Lavorare sui testi è già didattica laboratoriale.. E poi ricerche, lavoro di gruppo, multimedialità...

38 La progettazione delle UDA 1. Considerare linsieme delle competenze previste dalle Linee Guida 2. Accorpare quelle affini 3. Individuare quelle storico-letterarie-artistiche tradizionali 4. Ripartire i contenuti tradizionali storico-letterari in 4-5 UDA storico – letterarie-artistiche 5. Individuare le competenze professionali 6. Ripartire le competenze professionali in 2-3 UDA per anno di corso

39 Conoscenze di Lingua Abilità di Lingua Radici storiche ed evoluzione della lingua italiana dal Medioevo allUnità nazionale. Rapporto tra lingua e letteratura Riconoscere le linee di sviluppo storico-culturale della lingua italiana. Lingua letteraria e linguaggi della scienza e della tecnologia. Fonti dellinformazione e della documentazione Consultare dizionari e altre fonti informative per lapprofondimento e la produzione linguistica. Raccogliere, selezionare ed utilizzare informazioni utili allattività di ricerca di testi letterari, artistici, scientifici e tecnologici. Tecniche della comunicazione Utilizzare registri comunicativi adeguati ai diversi ambiti specialistici Sostenere conversazioni e colloqui su tematiche predefinite anche professionali. Caratteristiche e struttura di testi scritti e repertori di testi specialistici Riconoscere i caratteri stilistici e strutturali di testi letterari, artistici, scientifici e tecnologici Criteri per la redazione di un rapporto e di una relazione Produrre testi scritti di diversa tipologia e complessità Caratteri comunicativi di un testo multimediale Ideare e realizzare testi multimediali su tematiche culturali, di studio e professionali. Secondo Biennio

40 Conoscenze di Letteratura Abilità di Letteratura Linee di evoluzione della cultura e del sistema letterario italiano dalle origini allUnità nazionale Riconoscere e identificare periodi e linee di sviluppo della cultura letteraria ed artistica italiana. Testi ed autori fondamentali che caratterizzano lidentità culturale nazionale italiana nelle varie epoche Identificare gli autori e le opere fondamentali del patrimonio culturale italiano ed internazionale dal Medioevo allUnità nazionale Individuare i caratteri specifici di un testo letterario, scientifico, tecnico, storico, critico ed artistico. Formulare un motivato giudizio critico su un testo letterario anche mettendolo in relazione alle esperienze personali. Significative opere letterarie, artistiche e scientifiche anche di autori internazionali nelle varie epoche. Riconoscere i tratti peculiari o comuni alle diverse culture dei popoli europei nella produzione letteraria, artistica, scientifica e tecnologica contemporanea. Elementi di identità e di diversità tra la cultura italiana e le culture di altri Paesi. Contestualizzare testi e opere letterarie, artistiche e scientifiche di differenti epoche e realtà territoriali in rapporto alla tradizione culturale italiana e di altri popoli Fonti di documentazione letteraria; siti web dedicati alla letteratura. Tecniche di ricerca, catalogazione e produzione multimediale di testi e documenti letterari. Utilizzare le tecnologie digitali per la presentazione di un progetto o di un prodotto. Secondo Biennio

41 Conoscenze di Altre espressioni artistiche Abilità di Altre espressioni artistiche Caratteri fondamentali delle arti e dellarchitettura in Italia e in Europa dal Medioevo allUnità nazionale. Analizzare il patrimonio artistico presente nei monumenti, siti archeologici, istituti culturali, musei significativi in particolare del proprio territorio. Rapporti tra letteratura ed altre espressioni culturali ed artistiche. Secondo Biennio

42 Conoscenze di Lingua Abilità di Lingua Processo storico e tendenze evolutive della lingua italiana dallUnità nazionale ad oggi Strumenti e metodi di documentazione per approfondimenti letterari Identificare momenti e fasi evolutive della lingua italiana con particolare riferimento al Novecento Individuare aspetti linguistici, stilistici e culturali dei / nei testi letterari più rappresentativi. Caratteristiche dei linguaggi specialistici e del lessico tecnicoscientifico Individuare le correlazioni tra le innovazioni scientifiche e tecnologiche e le trasformazioni linguistiche. Produrre relazioni, sintesi, commenti ed altri testi di ambito professionale con linguaggio specifico. Utilizzare termini tecnici e scientifici anche in lingue diverse dallitaliano. Repertori dei termini tecnici e scientifici relativi al settore dindirizzo anche in lingua straniera. Interagire con interlocutori esperti del settore di riferimento anche per negoziare in contesti professionali. Tecniche compositive per diverse tipologie di produzione scritta. Software dedicati per la comunicazione professionale Social network e new media come fenomeno comunicativo. Scegliere la forma multimediale più adatta alla comunicazione nel settore professionale di riferimento in relazione agli interlocutori e agli scopi. Struttura di un curriculum vitæ e modalità di compilazione del CV europeo. Elaborare il proprio curriculum vitæ in formato europeo. Quinto anno

43 Conoscenze di Letteratura Abilità di Letteratura Elementi e principali movimenti culturali della tradizione letteraria dallUnità dItalia ad oggi con riferimenti alle letterature di altri paesi. Autori e testi significativi della tradizione culturale italiana e di altri popoli Contestualizzare levoluzione della civiltà artistica e letteraria italiana dallUnità dItalia ad oggi in rapporto ai principali processi sociali, culturali, politici e scientifici di riferimento. Identificare e analizzare temi, argomenti e idee sviluppate dai principali autori della letteratura italiana e di altre letterature. Cogliere, in prospettiva interculturale, gli elementi di identità e di diversità tra la cultura italiana e le culture di altri Paesi. Interpretare testi letterari con opportuni metodi e strumenti danalisi al fine di formulare un motivato giudizio critico. Modalità di integrazione delle diverse forme di espressione artistica e letteraria. Metodi e strumenti per lanalisi e linterpretazione dei testi letterari. Collegare i testi letterari con altri ambiti disciplinari. Quinto anno

44 Conoscenze di Altre espressioni artistiche Abilità di Altre espressioni artistiche Arti visive nella cultura del Novecento. Criteri per la lettura di unopera darte. Leggere ed interpretare unopera darte visiva e cinematografica con riferimento allultimo secolo. Beni artistici ed istituzioni culturali del territorio. Identificare e contestualizzare le problematiche connesse alla conservazione e tutela dei beni culturali del territorio. Quinto anno

45 Ora accorpiamo le competenze (conoscenze/abilità) distinguendo tra Competenze storico-letterarie-artistiche Competenze professionali

46 Abilità e conoscenze storico-letterarie-artistiche di Lingua, Letteratura e Altre esperienze artistiche Radici storiche ed evoluzione della lingua italiana dal Medioevo allUnità nazionale. Rapporto tra lingua e letteratura Riconoscere le linee di sviluppo storico-culturale della lingua italiana Linee di evoluzione della cultura e del sistema letterario italiano dalle origini allUnità nazionale Riconoscere e identificare periodi e linee di sviluppo della cultura letteraria ed artistica italiana. Testi ed autori fondamentali che caratterizzano lidentità culturale nazionale italiana nelle varie epoche Identificare gli autori e le opere fondamentali del patrimonio culturale italiano ed internazionale dal Medioevo allUnità nazionale Individuare i caratteri specifici di un testo letterario, scientifico, tecnico, storico, critico ed artistico. Formulare un motivato giudizio critico su un testo letterario anche mettendolo in relazione alle esperienze personali. Fonti dellinformazione e della documentazione Consultare dizionari e altre fonti informative per lapprofondimento e la produzione linguistica. Raccogliere, selezionare ed utilizzare informazioni utili allattività di ricerca di testi letterari, artistici, scientifici e tecnologici. Caratteri fondamentali delle arti e dellarchitettura in Italia e in Europa dal Medioevo allUnità nazionale. Rapporti tra letteratura ed altre espressioni culturali ed artistiche. Analizzare il patrimonio artistico presente nei monumenti, siti archeologici, istituti culturali, musei significativi in particolare del proprio territorio. Competenza 1 Comp. 2 Competenza 3 Competenza 4 Competenza 5 Secondo Biennio

47 Abilità e conoscenze professionali di Lingua, Letteratura e Altre esperienze artistiche Tecniche della comunicazione Utilizzare registri comunicativi adeguati ai diversi ambiti specialistici Sostenere conversazioni e colloqui su tematiche predefinite anche professionali. Caratteristiche e struttura di testi scritti e repertori di testi specialistici Riconoscere i caratteri stilistici e strutturali di testi letterari, artistici, scientifici e tecnologici Criteri per la redazione di un rapporto e di una relazione Produrre testi scritti di diversa tipologia e complessità Caratteri comunicativi di un testo multimediale Ideare e realizzare testi multimediali su tematiche culturali, di studio e professionali. Competenza a Comp. b Comp. c Comp. d Secondo Biennio

48 Abilità e conoscenze storico-letterarie di Lingua, Letteratura e Altre esperienze artistiche Processo storico e tendenze evolutive della lingua italiana dallUnità nazionale ad oggi Strumenti e metodi di documentazione per approfondimenti letterari Identificare momenti e fasi evolutive della lingua italiana con particolare riferimento al Novecento Individuare aspetti linguistici, stilistici e culturali dei / nei testi letterari più rappresentativi. Elementi e principali movimenti culturali della tradizione letteraria dallUnità dItalia ad oggi con riferimenti alle letterature di altri paesi. Autori e testi significativi della tradizione culturale italiana e di altri popoli Contestualizzare levoluzione della civiltà artistica e letteraria italiana dallUnità dItalia ad oggi in rapporto ai principali processi sociali, culturali, politici e scientifici di riferimento. Identificare e analizzare temi, argomenti e idee sviluppate dai principali autori della letteratura italiana e di altre letterature. Cogliere, in prospettiva interculturale, gli elementi di identità e di diversità tra la cultura italiana e le culture di altri Paesi. Interpretare testi letterari con opportuni metodi e strumenti danalisi al fine di formulare un motivato giudizio critico. Modalità di integrazione delle diverse forme di espressione artistica e letteraria. Metodi e strumenti per lanalisi e linterpretazione dei testi letterari. Collegare i testi letterari con altri ambiti disciplinari. Competenza 1 Competenza 2 Quinto anno Comp. 3

49 Abilità e conoscenze professionali di Lingua, Letteratura e Altre esperienze artistiche Caratteristiche dei linguaggi specialistici e del lessico tecnicoscientifico Individuare le correlazioni tra le innovazioni scientifiche e tecnologiche e le trasformazioni linguistiche. Produrre relazioni, sintesi, commenti ed altri testi di ambito professionale con linguaggio specifico. Utilizzare termini tecnici e scientifici anche in lingue diverse dallitaliano. Repertori dei termini tecnici e scientifici relativi al settore dindirizzo anche in lingua straniera. Interagire con interlocutori esperti del settore di riferimento anche per negoziare in contesti professionali. Tecniche compositive per diverse tipologie di produzione scritta. Software dedicati per la comunicazione professionale Social network e new media come fenomeno comunicativo. Scegliere la forma multimediale più adatta alla comunicazione nel settore professionale di riferimento in relazione agli interlocutori e agli scopi. Struttura di un curriculum vitæ e modalità di compilazione del CV europeo. Elaborare il proprio curriculum vitæ in formato europeo. Competenza a Comp. b Comp. c Comp. d Quinto anno

50 Competenze e UDA Le UDA vanno individuate in riferimento A porzioni di programma (contenuti storico-letterari) annuale Al tipo di competenze da promuovere Sono possibili diverse combinazioni tra competenze e UDA: Distinguere le UDA professionali da quelle storico-letterarie e comprendere in ognuna di queste ultime tutte le competenze storico- letterarie (ipotesi 1) Distinguere le UDA professionali da quelle storico-letterarie e distribuire in queste ultime le competenze storico-letterarie (ipotesi 2) Distribuire tutte le competenze nelle diverse UDA (ipotesi3)

51 Competenza SL 1 Competenza SL 2 Competenza SL3 Competenza SL 5 Competenza PF a Competenza PF b Competenza PF c Competenza SL 4 UDA SL1 UDA PF 5 UDA PF 6 UDA PF 7 UDA SL2 UDA SL3 UDA SL4 UDA SL5 Tutte le competenze storicoo- letterario-artistiche sono previste in ogni UDA Le competenze professionali sono distribuite in UDA specifiche IPOTESI 1

52 Competenza SL 1 Competenza SL 2 Competenza SL3 Competenza SL 5 Competenza PF a Competenza PF b Competenza PF c Competenza SL 4 UDA SL1 UDA PF 5 UDA PF 6 UDA PF 7 UDA SL2 UDA SL3 UDA SL4 UDA SL5 Le competenze storicoo- letterario-artistiche sono distribuite in UDA specifiche Le competenze professionali sono distribuite in UDA specifiche IPOTESI 2

53 Competenza SL 1 Competenza SL 2 Competenza SL3 Competenza SL 5 Competenza PF a Competenza PF b Competenza PF c Competenza SL 4 UDA SL1 UDA PF 5 UDA PF 6 UDA PF 7 UDA SL2 UDA SL3 UDA SL4 UDA SL5 Le competenze storico letterarie e quelle professionali sono distribuite nelle UDA IPOTESI 3

54 IPOTESI DI UDA ITALIANO Progettazione didattica

55 Distribuzione delle competenze nel secondo biennio Competenze storico-letterarie generali: terza e quarta Radici storiche ed evoluzione della lingua italiana dal Medioevo allUnità nazionale. Rapporto tra lingua e letteratura Riconoscere le linee di sviluppo storico-culturale della lingua italiana Linee di evoluzione della cultura e del sistema letterario italiano dalle origini allUnità nazionale Riconoscere e identificare periodi e linee di sviluppo della cultura letteraria ed artistica italiana. Testi ed autori fondamentali che caratterizzano lidentità culturale nazionale italiana nelle varie epoche Identificare gli autori e le opere fondamentali del patrimonio culturale italiano ed internazionale dal Medioevo allUnità nazionale Individuare i caratteri specifici di un testo letterario, scientifico, tecnico, storico, critico ed artistico. Formulare un motivato giudizio critico su un testo letterario anche mettendolo in relazione alle esperienze personali. Competenza 1 Comp. 2 Competenza 3

56 Distribuzione delle competenze nel secondo biennio Competenze storico-letterarie specifiche: terza Fonti dellinformazione e della documentazione Consultare dizionari e altre fonti informative per lapprofondimento e la produzione linguistica. Raccogliere, selezionare ed utilizzare informazioni utili allattività di ricerca di testi letterari, artistici, scientifici e tecnologici. Competenze storico-artistiche: quarta Caratteri fondamentali delle arti e dellarchitettura in Italia e in Europa dal Medioevo allUnità nazionale. Rapporti tra letteratura ed altre espressioni culturali ed artistiche. Analizzare il patrimonio artistico presente nei monumenti, siti archeologici, istituti culturali, musei significativi in particolare del proprio territorio. Competenza 4 Competenza 5

57 Distribuzione delle competenze nel secondo biennio Competenze professionali terza Caratteristiche e struttura di testi scritti e repertori di testi specialistici Riconoscere i caratteri stilistici e strutturali di testi letterari, artistici, scientifici e tecnologici Criteri per la redazione di un rapporto e di una relazione Produrre testi scritti di diversa tipologia e complessità Caratteri comunicativi di un testo multimediale Ideare e realizzare testi multimediali su tematiche culturali, di studio e professionali. Competenze professionali quarta Tecniche della comunicazione Utilizzare registri comunicativi adeguati ai diversi ambiti specialistici Sostenere conversazioni e colloqui su tematiche predefinite anche professionali. Caratteri comunicativi di un testo multimediale Ideare e realizzare testi multimediali su tematiche culturali, di studio e professionali. Comp. b Comp. a Comp. c Comp. d

58 Ricapitolando Classi terze Competenze storico letterarie: Competenze professionali: a,c,d Classi quarte Competenze storico letterarie: Competenze professionali: b,d, Classi quinte Competenze storico letterarie Competenze professionali a,b,c,d

59 Ipotesi di lavoro 1) Riconoscere, per ogni anno, 4 -5 grandi partizioni storico-letterarie oggetto di altrettante Uda storico-letterarie NB1 La scelta delle partizioni ha solo un significato organizzativo (altre proposte benvenute) NB2 Ricordiamoci che questo livello di progettazione ha funzioni esclusivamente paradigmatiche 2) Individuare, per ogni anno, 1-2 UDA creativo-professionali 3) In tutto: 18 UDA 4) Il Dipartimento è composto da 16 docenti che si suddividono le UDA da progettare (anche in coppia)

60 UDA classi terze UDA Storico-letterario-artistiche (competenze ) Uda 1 Dalle origini della letteratura al Dolce Stilnovo (1-2-3) Uda 2 Dante e la Divina Commedia (1-2-3) Uda 3 Petrarca e Boccaccio ( ) Uda 4 La cultura e la letteratura umanistico-rinascimentale (1-2-3-a) Attività didattiche: tradizionali + Ricerca ev. di gruppo Prodotto: Tesi (o Mappa o Presentazione) UDA Professionali (competenze a-b-c-d) Uda 5 Rapporto sulle aziende veronesi (c) Ricerca con interviste

61 UDA classi quarte UDA Storico-letterario (competenze 1-2-3) Uda 1 La prosa scientifica (1-2-3) Uda 2 La letteratura tra Barocco, Arcadia e Neoclassicismo (1-2-3) Uda 3 Il teatro italiano ed europeo tra 600 e 700 (1-2-3) Uda 4 Il Romanticismo europeo ed italiano. Leopardi e Manzoni (1-2-3) UDA Professionali Uda 5 Verona in arte. Percorso turistico-culturale (5, d) Uda 6 LIlluminismo a Verona. Accademie e Gabinetti di lettura (d) Ricerca Produzione di una presentazione *.ppt

62 UDA classi quinte UDA Storico-letterarie Uda 1La cultura positivistica Uda 2Letà del decadentismo in Europa Uda 3La crisi del soggetto. Pirandello e Svevo Uda 4La poesia del 900 Uda 5Cultura e letteratura nel secondo dopoguerra UDA Professionali Uda 5Il futurismo a Verona. Ipertesto Uda 6La letteratura Web

63 I POTESI DI UDA DI STORIA Progettazione didattica

64 1) Storia. Risultati di apprendimento generali alla fine del quinquennio agire in base ad un sistema di valori, coerenti con i principi della Costituzione, a partire dai quali saper valutare fatti e ispirare i propri comportamenti personali e sociali; Stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali sia in prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro; collocare le scoperte scientifiche e le innovazioni tecnologiche in una dimensione storico- culturale ed etica, nella consapevolezza della storicità dei saperi analizzare criticamente il contributo apportato dalla scienza e dalla tecnologia allo sviluppo dei saperi e dei valori, al cambiamento delle condizioni di vita e dei modi di fruizione culturale riconoscere linterdipendenza tra fenomeni economici, sociali, istituzionali, culturali e la loro dimensione locale / globale; essere consapevole del valore sociale della propria attività, partecipando attivamente alla vita civile e culturale a livello locale, nazionale e comunitario; individuare leinterdipendenze tra scienza, economia e tecnologia e le conseguenti modificazioni intervenute, nel corso della storia, nei settori di riferimento e nei diversi contesti, locali e globali. Linee guida

65 osservazioni Non troviamo particolari novità, se non unaccentuazione delle tematiche legate alla scienza e alla tecnologia

66 2 ) Storia. Risultati di apprendimento particolari alla fine del quinquennio Risultati di apprendimento espressi in forma di competenze Individuare e correlare la conoscenza storica generale agli sviluppi delle scienze, delle tecnologie e delle tecniche negli specifici campi professionali di riferimento. · riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali dellambiente naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo Le considerazioni successive non richiamano competenze ma indicazioni metodologiche generali: In particolare, nel secondo biennio linsegnamento si caratterizza per unintegrazione più sistematica tra le competenze di storia generale/globale e storie settoriali... Nel quinto anno le competenze storiche consolidano la cultura dello studente con riferimento anche ai contesti professionali…. Particolare rilevanza assumono, nel secondo biennio e nel quinto anno, il metodo di lavoro laboratoriale, la metodologia della ricerca-azione, le esperienze in contesti reali… Linee guida

67 osservazioni Non troviamo particolari novità

68 …ora consideriamo gli elenchi di conoscenze e di abilità..

69 Conoscenze di Storia Principali persistenze e processi di trasformazione tra il secolo XI e il secolo XIX in Italia, in Europa e nel mondo. Evoluzione dei sistemi politico-istituzionali ed economici, con riferimenti agli aspetti demografici, sociali e culturali. Principali persistenze e mutamenti culturali in ambito religioso e laico. Innovazioni scientifiche e tecnologiche: fattori e contesti di riferimento. Territorio come fonte storica: tessuto socio-economico e patrimonio ambientale, culturale e artistico. Aspetti della storia locale quali configurazioni della storia generale. Diverse interpretazioni storiografiche di grandi processi di trasformazione (es.: riforme e rivoluzioni). Lessico delle scienze storico-sociali. Categorie e metodi della ricerca storica (es.: analisi di fonti; modelli interpretativi; periodizzazione). Strumenti della ricerca e della divulgazione storica (es.: vari tipi di fonti, carte geo-storiche e tematiche, mappe, statistiche e grafici, manuali, testi divulgativi multimediali, siti Web ). Secondo Biennio

70 Abilità di Storia Ricostruire processi di trasformazione individuando elementi di persistenza e discontinuità. Riconoscere la varietà e lo sviluppo storico dei sistemi economici e politici e individuarne i nessi con i contesti internazionali e gli intrecci con alcune variabili ambientali, demografiche, sociali e culturali. Individuare i cambiamenti culturali, socio-economici e politicoistituzionali (es. in rapporto a rivoluzioni e riforme). Analizzare correnti di pensiero, contesti,fattori e strumenti che hanno favorito le innovazioni scientifiche e tecnologiche. Individuare levoluzione sociale, culturale ed ambientale del territorio con riferimenti ai contesti nazionali e internazionali. Leggere ed interpretare gli aspetti della storia locale in relazione alla storia generale. Analizzare e confrontare testi di diverso orientamento storiografico. Utilizzare il lessico delle scienze storico-sociali. Utilizzare ed applicare categorie, metodi e strumenti della ricerca storica in contesti laboratoriali ed operativi. Utilizzare fonti storiche di diversa tipologia (es.: visive, multimediali e siti web dedicati) per produrre ricerche su tematiche storiche. Secondo Biennio

71 Conoscenze di Storia Principali persistenze e processi di trasformazione tra la fine del secolo XIX e il secolo XXI, in Italia, in Europa e nel mondo. Aspetti caratterizzanti la storia del Novecento ed il mondo attuale (quali in particolare: industrializzazione e società post-industriale; limiti dello sviluppo; violazioni e conquiste dei diritti fondamentali; nuovi soggetti e movimenti; Statosociale e sua crisi; globalizzazione). Modelli culturali a confronto: conflitti, scambi e dialogo interculturale. Innovazioni scientifiche e tecnologiche e relativo impatto su modelli e mezzi di comunicazione, condizioni socioeconomiche e assetti politico-istituzionali. Problematiche sociali ed etiche caratterizzanti levoluzione dei settori produttivi e del mondo del lavoro. Territorio come fonte storica: tessuto socio-economico e patrimonio ambientale, culturale ed artistico. Categorie, lessico, strumenti e metodi della ricerca storica (es.: critica delle fonti). Radici storiche della Costituzione italiana e dibattito sullaCostituzione europea. Carte internazionali dei diritti. Principali istituzioni internazionali, europee e nazionali. Quinto anno

72 Abilità di Storia Identificare Riconoscere nella storia del Novecento e nel mondo attuale le radici storiche del passato, cogliendo gli elementi di continuità e discontinuità. Analizzare problematiche significative del periodo considerato. Riconoscere la varietà e lo sviluppo storico dei sistemi economici e politici e individuarne i nessi con i contesti internazionali e alcune variabili ambientali, demografiche, sociali e culturali. Effettuare confronti tra diversi modelli/tradizioni culturali in unottica interculturale. Riconoscere le relazioni fra evoluzione scientifica e tecnologica (con particolare riferimento ai settori produttivi e agli indirizzi di studio) e contesti ambientali, demografici, socioeconomici, politici e culturali. Individuare i rapporti fra cultura umanistica e scientifico-tecnologica con riferimento agli ambiti professionali. Analizzare storicamente campi e profili professionali, anche in funzione dellorientamento. Inquadrare i beni ambientali, culturali ed artistici nel periodo storico di riferimento. Applicare categorie, strumenti e metodi delle scienze storico-sociali per comprendere mutamenti socio- economici, aspetti demografici e processi di trasformazione. Utilizzare fonti storiche di diversa tipologia per ricerche su specifiche tematiche, anche pluri/interdisciplinari. Interpretare e confrontare testi di diverso orientamento storiografico. Utilizzare ed applicare categorie, metodi e strumenti della ricerca storica in contesti laboratoriali per affrontare, in unottica storicointerdisciplinare, situazioni e problemi, anche in relazione agli indirizzi di studio ed ai campi professionali di riferimento. Analizzare criticamente le radici storiche e levoluzione delle principali carte costituzionali e delle istituzioni internazionali, europee e nazionali. Quinto anno

73 ..accorpiamo conoscenze e abilità sulla base dellaffinità..

74 Conoscenze e abilità/1 Principali persistenze e processi di trasformazione tra il secolo XI e il secolo XIX in Italia, in Europa e nel mondo. Ricostruire processi di trasformazione individuando elementi di persistenza e discontinuità. Evoluzione dei sistemi politico-istituzionali ed economici, con riferimenti agli aspetti demografici, sociali e culturali. Riconoscere la varietà e lo sviluppo storico dei sistemi economici e politici e individuarne i nessi con i contesti internazionali e gli intrecci con alcune variabili ambientali, demografiche, sociali e culturali. Principali persistenze e mutamenti culturali in ambito religioso e laico Individuare i cambiamenti culturali, socio-economici e politico istituzionali (es. in rapporto a rivoluzioni e riforme). Innovazioni scientifiche e tecnologiche: fattori e contesti di riferimento Analizzare correnti di pensiero, contesti,fattori e strumenti che hanno favorito le innovazioni scientifiche e tecnologiche. Secondo Biennio

75 Conoscenze e abilità/2 Territorio come fonte storica: tessuto socio-economico e patrimonio ambientale, culturale e artistico. Individuare levoluzione sociale, culturale ed ambientale del territorio con riferimenti ai contesti nazionali e internazionali. Aspetti della storia locale quali configurazioni della storia generale. Leggere ed interpretare gli aspetti della storia locale in relazione alla storia generale. Diverse interpretazioni storiografiche di grandi processi di trasformazione (es.: riforme e rivoluzioni). Analizzare e confrontare testi di diverso orientamento storiografico. Lessico delle scienze storico-sociali Utilizzare il lessico delle scienze storico-sociali. Categorie e metodi della ricerca storica (es.: analisi di fonti;modelli interpretativi; periodizzazione) Utilizzare ed applicare categorie, metodi e strumenti della ricerca storica in contesti laboratoriali ed operativi. Strumenti della ricerca e della divulgazione storica (es.: vari tipi di fonti, carte geo-storiche e tematiche, mappe, statistiche e grafici, manuali, testi divulgativi multimediali, siti Web ). Utilizzare fonti storiche di diversa tipologia (es.: visive, multimediali e siti web dedicati) per produrre ricerche su tematiche storiche. Secondo Biennio

76 osservazioni E possibile riconoscere 4 insiemi di conoscenze/abilità Competenze tradizionali di storia generale Competenze tradizionali di storia territoriale Competenze tradizionali di storia scientifico- tecnologiche Competenze di ordine metodologico

77 1. Competenze tradizionali di storia generale Principali persistenze e processi di trasformazione tra il secolo XI e il secolo XIX in Italia, in Europa e nel mondo. Ricostruire processi di trasformazione individuando elementi di persistenza e discontinuità. Evoluzione dei sistemi politico-istituzionali ed economici, con riferimenti agli aspetti demografici, sociali e culturali. Riconoscere la varietà e lo sviluppo storico dei sistemi economici e politici e individuarne i nessi con i contesti internazionali e gli intrecci con alcune variabili ambientali, demografiche, sociali e culturali. Principali persistenze e mutamenti culturali in ambito religioso e laico Individuare i cambiamenti culturali, socio-economici e politico istituzionali (es. in rapporto a rivoluzioni e riforme). Secondo Biennio

78 2. Competenze tradizionali di storia territoriale Territorio come fonte storica: tessuto socio-economico e patrimonio ambientale, culturale e artistico. Individuare levoluzione sociale, culturale ed ambientale del territorio con riferimenti ai contesti nazionali e internazionali. Aspetti della storia locale quali configurazioni della storia generale. Leggere ed interpretare gli aspetti della storia locale in relazione alla storia generale. Secondo Biennio

79 3. Competenze tradizionali di storia scientifico-tecnologica Innovazioni scientifiche e tecnologiche: fattori e contesti di riferimento Analizzare correnti di pensiero, contesti,fattori e strumenti che hanno favorito le innovazioni scientifiche e tecnologiche. Secondo Biennio

80 4. Competenze di ordine metodologico Diverse interpretazioni storiografiche di grandi processi di trasformazione (es.: riforme e rivoluzioni). Analizzare e confrontare testi di diverso orientamento storiografico. Lessico delle scienze storico-sociali Utilizzare il lessico delle scienze storico-sociali. Categorie e metodi della ricerca storica (es.: analisi di fonti;modelli interpretativi; periodizzazione) Utilizzare ed applicare categorie, metodi e strumenti della ricerca storica in contesti laboratoriali ed operativi. Strumenti della ricerca e della divulgazione storica (es.: vari tipi di fonti, carte geo-storiche e tematiche, mappe, statistiche e grafici, manuali, testi divulgativi multimediali, siti Web ). Utilizzare fonti storiche di diversa tipologia (es.: visive, multimediali e siti web dedicati) per produrre ricerche su tematiche storiche. Secondo Biennio

81 ..ora consideriamo il quinto anno..

82 Conoscenze e abilità/1 Principali persistenze e processi di trasformazione tra il secolo XI e il secolo XIX in Italia, in Europa e nel mondo. Ricostruire processi di trasformazione individuando elementi di persistenza e discontinuità. Evoluzione dei sistemi politico-istituzionali ed economici, con riferimenti agli aspetti demografici, sociali e culturali. Riconoscere la varietà e lo sviluppo storico dei sistemi economici e politici e individuarne i nessi con i contesti internazionali e gli intrecci con alcune variabili ambientali, demografiche, sociali e culturali. Principali persistenze e mutamenti culturali in ambito religioso e laico Individuare i cambiamenti culturali, socio-economici e politico istituzionali (es. in rapporto a rivoluzioni e riforme). Innovazioni scientifiche e tecnologiche: fattori e contesti di riferimento Analizzare correnti di pensiero, contesti,fattori e strumenti che hanno favorito le innovazioni scientifiche e tecnologiche. Territorio come fonte storica: tessuto socio-economico e patrimonio ambientale, culturale e artistico. Individuare levoluzione sociale, culturale ed ambientale del territorio con riferimenti ai contesti nazionali e internazionali. Quinto anno

83 Conoscenze e abilità/2 Aspetti della storia locale quali configurazioni della storia generale. Leggere ed interpretare gli aspetti della storia locale in relazione alla storia generale. Diverse interpretazioni storiografiche di grandi processi di trasformazione (es.: riforme e rivoluzioni). Analizzare e confrontare testi di diverso orientamento storiografico. Lessico delle scienze storico-sociali Utilizzare il lessico delle scienze storico-sociali. Categorie e metodi della ricerca storica (es.: analisi di fonti;modelli interpretativi; periodizzazione) Utilizzare ed applicare categorie, metodi e strumenti della ricerca storica in contesti laboratoriali ed operativi. Strumenti della ricerca e della divulgazione storica (es.: vari tipi di fonti, carte geo- storiche e tematiche, mappe, statistichee grafici, manuali, testi divulgativi multimediali, siti Web ). Utilizzare fonti storiche di diversa tipologia (es.: visive, multimediali e siti web dedicati) per produrre ricerche su tematiche storiche. Quinto anno

84 osservazioni E possibile riconoscere 4 insiemi di conoscenze/abilità Competenze tradizionali di storia generale Competenze tradizionali di storia territoriale Competenze tradizionali di storia scientifico- tecnologiche Competenze di ordine metodologico

85 1. Competenze tradizionali di storia generale Principali persistenze e processi di trasformazione tra il secolo XI e il secolo XIX in Italia, in Europa e nel mondo. Ricostruire processi di trasformazione individuando elementi di persistenza e discontinuità. Evoluzione dei sistemi politico-istituzionali ed economici, con riferimenti agli aspetti demografici, sociali e culturali. Riconoscere la varietà e lo sviluppo storico dei sistemi economici e politici e individuarne i nessi con i contesti internazionali e gli intrecci con alcune variabili ambientali, demografiche, sociali e culturali. Principali persistenze e mutamenti culturali in ambito religioso e laico Individuare i cambiamenti culturali, socio-economici e politico istituzionali (es. in rapporto a rivoluzioni e riforme). Quinto anno

86 2. Competenze tradizionali di storia territoriale Territorio come fonte storica: tessuto socio-economico e patrimonio ambientale, culturale e artistico. Individuare levoluzione sociale, culturale ed ambientale del territorio con riferimenti ai contesti nazionali e internazionali. Aspetti della storia locale quali configurazioni della storia generale. Leggere ed interpretare gli aspetti della storia locale in relazione alla storia generale. Quinto anno

87 3. Competenze tradizionali di storia scientifico-tecnologica Innovazioni scientifiche e tecnologiche: fattori e contesti di riferimento Analizzare correnti di pensiero, contesti,fattori e strumenti che hanno favorito le innovazioni scientifiche e tecnologiche. Quinto anno

88 4. Competenze di ordine metodologico Diverse interpretazioni storiografiche di grandi processi di trasformazione (es.: riforme e rivoluzioni). Analizzare e confrontare testi di diverso orientamento storiografico. Lessico delle scienze storico-sociali Utilizzare il lessico delle scienze storico-sociali. Categorie e metodi della ricerca storica (es.: analisi di fonti;modelli interpretativi; periodizzazione) Utilizzare ed applicare categorie, metodi e strumenti della ricerca storica in contesti laboratoriali ed operativi. Strumenti della ricerca e della divulgazione storica (es.: vari tipi di fonti, carte geo-storiche e tematiche, mappe, statistichee grafici, manuali, testi divulgativi multimediali, siti Web ). Utilizzare fonti storiche di diversa tipologia (es.: visive, multimediali e siti web dedicati) per produrre ricerche su tematiche storiche. Quinto anno

89 Ipotesi di lavoro 1.Riconoscere, per ogni anno, 6-7 grandi partizioni storiche oggetto di altrettante tante Uda 2. Per ogni anno prevedere: UdA di storia generale 1 UdA di storia territoriale 1 UdA di storia scientifico-tecnologica-economica Allinterno di ogni UdA o di alcune di esse prevedere attività idonee a promuovere anche competenze di ordine metodologico 3.In tutto: 18 UDA 4.Il Dipartimento è composto da 16 docenti che si suddividono le UDA da progettare (anche in coppia)

90 Uda terzo anno 1.Il feudalesimo 2.La crisi dei poteri universali. 3.Economia e commercio nel Verona dal Comune al dominio veneziano 5.Riforma e controriforma 6.Letà del colonialismo 7.Assolutismo e rivoluzioni

91 Uda quarto anno 1.Letà dellIlluminismo 2.La rivoluzione americana, la rivoluzione francese e Napoleone 3.Letà della restaurazione 4.La prima rivoluzione industriale 5.Il Risorgimento 6.Leconomia e la società veneta nella seconda metà dell800 7.Letà dellImperialismo

92 Uda quinto anno La seconda rivoluzione industriale Letà giolittiana La prima guerra mondiale I totalitarismi La seconda guerra mondiale La decolonizzazione e la guerra fredda Il miracolo del Nord Est La terza rivoluzione industriale nel mondo globalizzato


Scaricare ppt "LA PROGETTAZIONE DIDATTICA PER UDA Dipartimento di lettere Ipotesi di lavoro a cura di Alberto Battaggia."

Presentazioni simili


Annunci Google