La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TUMORI DEL CARDIAS: Tecnica chirurgica modulata in base alla classificazione di Siewert XXIV CONGRESSO NAZIONALE Montecatini Terme 25-28 Maggio 2005 S.O.D.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TUMORI DEL CARDIAS: Tecnica chirurgica modulata in base alla classificazione di Siewert XXIV CONGRESSO NAZIONALE Montecatini Terme 25-28 Maggio 2005 S.O.D."— Transcript della presentazione:

1 TUMORI DEL CARDIAS: Tecnica chirurgica modulata in base alla classificazione di Siewert XXIV CONGRESSO NAZIONALE Montecatini Terme Maggio 2005 S.O.D Chirurgia Generale III AOU Careggi (Firenze) Direttore: Prof. Renato Moretti Luca Moraldi

2 CLASSIFICAZIONE anatomo-topografica dei tumori del cardias sec. SIEWERT (1987) I II III

3 PATTERN DI DIFFUSIONE LINFATICA linfonodi TIPO I TIPO II TIPO III cervicali(+)?- paratracheali + (+)- paraesofagei paracardiali compartimento II compartimento III(+) + ++

4 TRATTAMENTO TIPO I Esofagectomia (sub)totale con margine sup. a 5-10 cm dal tumore e resezione gastrica prossimale via di accesso laparotomica e transtoracica dx (Ivor Lewis) la linfectomia dovrebbe comprendere i linfonodi del compartimento addomi nale superiore (piccola curva, celiaci, a. epatica comune, splenici e a. gas.sx) e una linfectomia mediastinica standard

5 Esofagectomia subtotale-resezione polare sup.

6 TRATTAMENTO TIPO II Esofagectomia distale con gastrectomia totale o resezione gastrica prossimale. via di accesso: I.Lewis o transhiatale la linfectomia dovrebbe comprendere i linfonodi del compartimento addomi nale superiore (piccola curva, celiaci, a. epatica comune, splenici e a. gas.sx) e i linfonodi paraesofagei

7 TRATTAMENTO TIPO III Gastrectomia totale con margine di sezione sullesofago a 5 cm per le forme diffuse (Lauren) e 3 cm per le forme intestinali via di accesso transhiatale la linfectomia dovrebbe comprendere i linfonodi del compartimento addomi nale superiore (piccola curva, celiaci, a. epatica comune, splenici e a. gas.sx) e i linfonodi paraesofagei

8 Accesso sec. Pinotti

9 Esofagectomia distale- gastrectomia totale

10 Anastomosi mediastinica esofago-digiunale

11 CASISTICA E RISULTATI Periodo Interventi per neoplasie maligne gastriche totale (83,2%) 120 (16,7%) S.O.D Chirurgia Generale III AOU Careggi (Firenze) Direttore: Prof. Renato Moretti

12 CASISTICA E RISULTATI ClassificazioneTIPO ITIPO IITIPO III numero casi 20 (16,6%) 52 (43,4%) 48 (40%) età media (range)64(57-76)67(40-81)68(47-82) maschi-femmine 3,3:1 2,4:1 1,8:1 RGE/ Barrett 9 (45%) 6(11,5%) 3(6%)

13 CASISTICA E RISULTATI Resecabilità 83,3% 90% 84,6% 81,2% Resezioni RO 76,7% 85% 78,8% 75% Mortalità p.o. 4,1% 5% 5,7% 2% Morbilità p.o 20% fistole anastomotiche 3 (15%) 5 (9,6%) 2 (4,1%) compl. respiratorie 5 (25%) 8 (15,3%) 5 (10,1%) necrosi del tubulo gastrico fistola gastro-bronchiale chilotorace - 1 (2%) - globale TIPO I TIPO II TIPO III

14 CASISTICA E RISULTATI Sopravvivenza globale a 5 anni 24% mesi % CANCRO GIUNZIONE ESOFAGO-GASTRICA

15 CASISTICA E RISULTATI Sopravvivenza stadio I T1N0 – T1N1 – T2N0

16 CASISTICA E RISULTATI Sopravvivenza stadio II T1N2 – T2N1 – T3N0

17 CASISTICA E RISULTATI Sopravvivenza stadio IIIA T2N2 – T3N1 – T4N0

18 CASISTICA E RISULTATI Sopravvivenza stadio IIIB T3N2

19 CASISTICA E RISULTATI Sopravvivenza stadio IV T4N1/3 – T1/3N3

20 CASISTICA E RISULTATI Sopravvivenza globale a 5 anni 24% mesi % CANCRO GIUNZIONE ESOFAGO-GASTRICA

21 CASISTICA E RISULTATI Sopravvivenza globale a 5 anni 42% CANCRO GASTRICO

22 T2 149 (25%) T1 92 (15,5%) T4 24 (4%) T3 330 (55,5%) CANCRO GASTRICO ( ) TOTALE 595 CASI T3 82 (68,5%) T2 6 (5%) T1 15 (12,4%) T4 17 (14,1%) TOTALE 120 CASI CANCRO GIUNZIONE ESOFAGO-GASTRICA ( )

23 TOTALE 120 CASI CANCRO GASTRICO ( ) TOTALE 595 CASI N0 185 (31%) N1 214 (36%) N2 89 (15%) N3 107 (18%) N0 24 (20%) N1 26 (21,6%) N2 31 (25,9%) N3 39 (32,5%)

24 CANCRO GASTRICO ( ) CANCRO GIUNZIONE ESOFAGO-GASTRICA ( ) 23

25 CONCLUSIONI Tumori della giunzione esofagogastrica come entità autonoma? Utilità della classificazione di Siewert per standardizzare le tecniche e rendere omogenei i risultati Ruolo del trattamento multimodale


Scaricare ppt "TUMORI DEL CARDIAS: Tecnica chirurgica modulata in base alla classificazione di Siewert XXIV CONGRESSO NAZIONALE Montecatini Terme 25-28 Maggio 2005 S.O.D."

Presentazioni simili


Annunci Google