La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.T.S. NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY SETTORE MODA CALZATURA 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.T.S. NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY SETTORE MODA CALZATURA 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani."— Transcript della presentazione:

1 I.T.S. NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY SETTORE MODA CALZATURA 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani

2 SEDE LITS ha sede a Porto SantElpidio presso Villa Baruchello: villa del 700 raggiungibile in maniera agevole da ogni direzione. La villa è di proprietà del Comune di Porto SantElpidio, Fondatore della Fondazione ITS e sede della Scam Training srl anchessa Fondatore della Fondazione. Per le attività formative dellITS saranno utilizzati anche spazi messi a disposizione dagli Istituti Scolastici, dalle Università, dai Centri di Formazione, dalle Aziende. 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani

3 Giano S.r.l. Ciao Bimbi S.p.A. Calzaturificio R.D.B. S.r.l. Bruè S.p.A. Calzaturificio Lori - S.r.l. Falc S.p.A. Fornari S.p.A. Calzaturificio London di F. Marzetti & C. S.a.s. Manas S.p.A. Safe Way S.r.l. 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani ANCI - Anci Servizi S.r.l. Confindustria Fermo Confindustria Macerata Assindustria Servizi S.r.l. Confindustria Ascoli Piceno I SOGGETTI COINVOLTI - APPROFONDIMENTO

4 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani UN TECNICO SUPERIORE PER RILANCIARE LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Fare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello Riposizionare il settore moda calzature del distretto Fermano-Maceratese Creatività Innovazione Ricerca Conoscenza Qualità (1) Nuove linee di prodotto, (2) un modo diverso di fare prodotti tradizionali Contenuti immateriali La sfida promuovere lo sviluppo economico Radici nella bottega artigiana I saperi manuali patrimonio di conoscenze professionali, artistiche, culturali Gli usi, i costumi e le tradizioni

5 I percorsi ITS formano tecnici superiori con una visione di sistema del contesto tecnico e tecnologico in cui operano. Gli ITS sono in grado di offrire un contributo innovativo per valorizzare le vocazioni del territorio e competere in differenti contesti internazionali, anche nellambito di processi lavorativi delocalizzati. Nello specifico il TECNICO SUPERIORE possiede competenze: organizzative e gestionali linguistiche, comunicative e relazionali economiche e giuridiche scientifiche e tecnologiche 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani

6 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani 1° FIGURA PROFESSIONALE Fare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello TECNICO SUPERIORE PER LINNOVAZIONE TECNOLOGICA ED ORGANIZZATIVA DEI PROCESSI DI PROTOTIPAZIONE E una figura professionale tecnica, altamente specializzata. Si occupa di processi produttivi e di nuove tecnologie per il Made in Italy nel settore moda-calzatura. Conosce tutti i processi tecnologici di realizzazione delle calzature dalla scelta delle materie prime al controllo di qualità. Risponde ai profili professionali richiesti dal mercato del lavoro.

7 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani PROFILO - APPROFONDIMENTO Il Tecnico Superiore per linnovazione tecnologica ed organizzativa dei processi di prototipazione nel settore moda-calzatura è la figura professionale che sovrintende l'ufficio tecnico, in stretta collaborazione con l'uomo-prodotto, coordina tutte le risorse a sua disposizione (umane, tecniche e tecnologiche), tutto il flusso delle informazioni legate al processo di sviluppo del prodotto e industrializzazione, interfacciandosi con le varie funzioni aziendali coinvolte nel flusso di sviluppo, progettazione e industrializzazione di prodotto. Il suo ruolo è quello di agevolare il flusso informativo, razionalizzarlo ed ottimizzarlo ed ha le seguenti responsabilità: gestire la pianificazione del processo di sviluppo di nuovi prodotti, dalla costruzione dei prototipi fino alla produzione del campionario; assicurare la messa in produzione (industrializzazione) dei nuovi prodotti garantendo la gestione di tutta la documentazione tecnica di prodotto e di processo su supporto cartaceo, informatico e materiale. A livello di organigramma la funzione si colloca in-line alla direzione generale a livello di responsabile ufficio tecnico oppure in-line allufficio stile quando è intesa come progettazione. Come industrializzazione potrebbe essere inserita o in-line allufficio stile o modelleria oppure in staff alla produzione. Le relazioni interne saranno, principalmente con luomo-prodotto, lufficio stile, la modelleria, la gestione prototipi e campioni e la produzione. A livello esterno invece soprattutto con stilisti, modellisti e fornitori di materiali (pellami, fodere, tessuti) e componenti (forme, fondi, tacchi, ecc.) Il Tecnico Superiore per linnovazione dei processi di progettazione e industrializzazione possiede competenze relative alla progettazione delle calzature e soprattutto ha le conoscenze dei processi industriali della produzione calzaturiera in modo da rendere efficiente ed economico il processo di industrializzazione dei nuovi prodotti.

8 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani PRINCIPALI ATTIVITA – APPROFONDIMENTO collaborare nella definizione del piano di progettazione della collezione; assistere allimpostazione delle nuove strutture; visionare gli schizzi e i disegni realizzati dagli stilisti secondo il piano della collezione definito; coordinare la realizzazione dei prototipi; realizzare e suggerire eventuali aggiustamenti tecnici allufficio stile coordinandosi con la modelleria; partecipare alla selezione dei prototipi; coordinare la realizzazione dei dati tecnici di prodotto (anagrafiche, lavorazioni, schede tecniche); coordinare il lancio della produzione dei campionari; collaborare con la modelleria per la verifica della fattibilità di processo e di prodotto del modello approvato dalla progettazione per le fasi produttive; collaborare con la progettazione per la realizzazione fisica del campionario attraverso lutilizzo di tecnologie innovative; verificare e controllare i prototipi e i campioni in modo da assicurare la migliore efficienza e qualità del prodotto; definire le istruzioni di lavorazione per lattività produttiva; provvedere a definire in modo completo i tempi standard e le attrezzature necessarie per lattuazione dei processi; completare ed aggiornare i documenti tecnici e di controllo e dei relativi contenuti necessari ad assicurare la corretta riproducibilità del prodotto nel rispetto delle specifiche richieste; supportare gli operatori aziendali che utilizzano la documentazione tecnica e di controllo fornendo loro tutte le spiegazioni del caso per assicurare il corretto utilizzo della stessa; seguire in collaborazione con il personale di produzione ed il responsabile controllo qualità landamento della qualità dei processi e i valori delle rese sui consumi previsti al fine di individuare le criticità e proporre eventuali azioni di miglioramento ai processi produttivi; curare lemissione degli ordini per le attrezzature; confermare, mediante prova serie, lok tecnico per i componenti della struttura

9 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani Fare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello 2° FIGURA PROFESSIONALE TECNICO SUPERIORE RETAIL E MARKET INTELLIGENCE Euna figura professionale tecnica, altamente specializzata. Si occupa di promozione dei prodotti moda-calzature Made in Italy. Rendere la commercializzazione più adeguata alla competizione globale. Gestisce la distribuzione anche con le nuove tecnologie web- oriented.

10 PROFILO – APPROFONDIMENTO Il Tecnico Superiore Retail e Market Intelligence, integra le competenze strategiche legate allinnovazione di prodotto, a competenze di marketing, commerciali e distributive, in grado di valorizzare lazienda in ambito competitivo internazionale. In termini di competenze professionali perciò, questa figura possiede le conoscenze e le abilità di natura commerciali e di marketing, con un forte respiro interfunzionale, per dialogare efficacemente con larea sviluppo prodotti per orientarne le scelte considerando i risultati della market intelligence. Il Tecnico Superiore Retail e Market Intelligence in collaborazione con la direzione commerciale, marketing e comunicazione, sovrintende la gestione dei flussi economici ed informativi e lo sviluppo delle reti commerciale nazionali ed internazionali, coordinando i differenti aspetti della gestione: strategia commerciale, sviluppo, comunicazione, realizzazione di nuove collezioni. Il Tecnico Superiore Retail e Market Intelligence ha competenze relative agli strumenti di indagine e di prospezione, sia qualitativa che quantitativa, dei mercati; attraverso questi strumenti egli è in grado di supportare le funzioni marketing e commerciale dellazienda in valutazioni relative ai potenziali dei vari mercati in relazione agli elementi distintivi e competitivi dellofferta di prodotto dellazienda stessa. Ha inoltre conoscenze che lo mettono in condizione di impostare politiche commerciali e strategie di retail (sia a livello nazionale che internazionale) nellambito delle funzioni aziendali preposte. Conosce inoltre gli aspetti più importanti connessi al prodotto ed al suo posizionamento competitivo. 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani

11 PRINCIPALI ATTIVITA - APPROFONDIMENTO A livello di organigramma la figura si colloca, di norma, allinterno della funzione commerciale. Il Tecnico Superiore Retail e Market Intelligence nello specifico ha competenze relative agli strumenti di indagine e prospezione, qualitativa e quantitativa dei mercati; ha conoscenze che lo mettono in condizioni di impostare politiche commerciali e strategie di retail; assiste il Responsabile Commerciale nello sviluppo dei canali commerciali e delle opportunità di mercato in una data area geografica, intrattenendo rapporti con la clientela, rilevando le loro esigenze, collaborando per individuare i prodotti e i servizi più adeguati; assiste il Responsabile Marketing o Commerciale nell'implementazione del Sistema Informativo di Marketing, svolgendo ricerche mirate, e/o nella gestione dei processi di Customer Satisfaction; assiste il Responsabile della Comunicazione aziendale, ed in alcuni casi organizza in prima persona eventi e manifestazioni volte a dare visibilità all'immagine e ai prodotti/servizi aziendali; cura la predisposizione di materiale pubblicitario (cataloghi/campionari) a supporto delle attività aziendali; organizza le attività inerenti alla distribuzione e alla vendita (retail) dei prodotti/servizi aziendali sia in termini diretti che di coordinamento di reti di vendite; ha conoscenze degli aspetti più significativi del prodotto per il suo posizionamento competitivo; coordina ed integra le competenze e le risorse presenti in azienda nell'ambito commerciale, marketing, comunicazione e distribuzione; possiede buone capacità analitiche, decisionali ed organizzative ed è in grado di operare con un elevato grado di autonomia; sa relazionarsi efficacemente con i collaboratori più diretti e possiede una buona dose di creatività e di flessibilità; gestisce i flussi informativi da e verso il cliente finale ed intermedio; gestisce la comunicazione in store e del personale di punto di vendita; conosce gli elementi principali del collection management per orientare la produzione attraverso i risultati di indagini di marketing e di Customer Satisfaction; individua strategie di immagine con lutilizzo delle moderne tecnologie; individua soluzioni distributive innovative servite da sistemi di logistica specializzata per le filiere del Made in Italy e a soluzioni di market intelligence, adatte alle PMI nellambito della conoscenza del cliente finale: format distributivi innovativi per la commercializzazione sul mercato consumer nazionale e internazionale, strumenti tecnologici innovativi per la commercializzazione sul mercato business nazionale e internazionale, e-commerce. 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani

12 STRUTTURA DEI PERCORSI FORMATIVI I percorsi sono rivolti a 20 allievi in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado. Una quota pari al 30% dei posti a disposizione è destinata prioritariamente a studenti provenienti da fuori regione. I percorsi hanno una durata di ore di cui 800 di tirocinio, articolati in 4 semestri per complessive 2 annualità. Le lezioni teorico-pratiche si terranno presso le strutture didattiche coinvolte: sede dellITS, scuole superiori, centri di formazione, università e laboratori di ricerca. Di norma, si svolgeranno in orario pomeridiano e saranno articolate su 4-5 pomeriggi alla settimana per un totale di ore settimanali di lezione. I tirocini si svolgeranno negli orari di lavoro delle aziende: di norma 8 ore al giorno su 5 giorni settimanali, per complessive 40 ore settimanali. Sono anche previste visite didattiche presso le aziende e la partecipazione a fiere ed eventi di interesse nazionale ed internazionale. 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani

13 TIROCINI Laspetto qualificante dei percorsi formativi proposti è rappresentato dallelevato numero di ore (800) dedicate alle attività di tirocinio che rappresenta oltre il 45% del monte ore complessivo (1.800). Nellarco dei quattro semestri nei quali si articolano i percorsi gli allievi saranno coinvolti in più periodi di tirocinio così articolati: un tirocinio conoscitivo in aziende del settore nella prima annualità; un tirocinio in aziende ad alto contenuto tecnologico allestero nella seconda annualità;. un tirocinio di pre-inserimento con attività di project work in una delle aziende del territorio interessata al profilo professionale che si sta formando. 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani

14 LABORATORI Negli ITS le aule formative tradizionali saranno sostituite da laboratori eccellenti e avanzati. Non più la classe in laboratorio, ma il laboratorio in classe. Gli allievi, affiancati dai docenti, sperimenteranno procedure aziendali concrete, acquisendo e al contempo apportando nuova competenza individuale nei processi. Gli allievi avranno un ruolo attivo nellacquisizione di conoscenze e di abilità che svilupperanno in competenze: saranno portatori di innovazione nei processi aziendali. 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani


Scaricare ppt "I.T.S. NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY SETTORE MODA CALZATURA 26/05/2011Margherita Bonanni Dirigente Scolastico ITIS Montani."

Presentazioni simili


Annunci Google