La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DINAMICHE TEMPORALI DELLO SCAMBIO DI CO 2 A LIVELLO ECOSISTEMICO DI UN BOSCO CEDUO DI CERRO (QUERCUS CERRIS L.) DURANTE IL TURNO SELVICOLTURALE. Luca Belelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DINAMICHE TEMPORALI DELLO SCAMBIO DI CO 2 A LIVELLO ECOSISTEMICO DI UN BOSCO CEDUO DI CERRO (QUERCUS CERRIS L.) DURANTE IL TURNO SELVICOLTURALE. Luca Belelli."— Transcript della presentazione:

1 DINAMICHE TEMPORALI DELLO SCAMBIO DI CO 2 A LIVELLO ECOSISTEMICO DI UN BOSCO CEDUO DI CERRO (QUERCUS CERRIS L.) DURANTE IL TURNO SELVICOLTURALE. Luca Belelli Marchesini (1), Ana Rey (2), Dario Papale (1), Riccardo Valentini (1). (1) DISAFRI, Università della Tuscia, Viterbo, Italia. (2) EEZA-CSIC, Almería, Spagna.

2 Boschi decidui Sistemi agricoli Boschi sempreverdi Piantagioni Forestali Macchia Mediterranea Prati & Pascoli Rete CarboItaly

3 polloni ( N; E) ( N ; E) Roccarespampani Ceduo matricinato ~1250ha Particella dopo il taglio matricine

4 Motivazione dello studio: Notevole recente progresso nella comprensione del ciclo del carbonio di ecosistemi forestali europei (Schulze, 2009) Ma… Maggior parte degli studi basati su fustaie mature Relativamente pochi studi su cronosequenze forestali in genere (Law et al., 2003; Kowalski et al., 2003; Kolari et al, 2004; Zha et al., 2009). Ai fini del protocollo di Kyoto, importanza di comprendere le strategie selvicolturali ottimali per il sequestro di carbonio atmosferico Scopo: Valutare la capacità di sequestro del carbonio atmosferico lungo il turno selvicolturale

5 ANALIZZATORE CO 2 /H 2 O Livello suolo Filtro Sistema gestione energia Anemometro sonico Quota: ~20 m Aria Dati Generatore di emergenza Batterie Pompa Energia Pannelli solari 12 V DC 24 V 220 V AC 12 V DC NEEStorageFlusso turbolento (!) Omogeneità orizzontale (no advezione) SCAMBIO NETTO ECOSISTEMICO RaRa RhRh GPP Reco=R a +R h

6 quality check, despiking, correzione flussi notturni (u*) Gap-filling Partizione: Reco, GPP Dati semi-orari, giornalieri, mensili, annuali Raw data (20 Hz) Dati semi-orari Processamento dati raw, calcolo flussi Processamento dati standardizzato (Fluxnet) –(C.D,E) A B C D E

7 Età dal taglio Staz. Rocca 1 - young ( ) Staz. Rocca 2 - old ( ) Il set di dati….. NEE GPP R eco

8 NEE [gC m -2 d -1 ] doy

9 (!)Rg>20 MJd -1 Tair= temperatura dellaria media giornaliera SWC: Contenuto idrico del suolo (-10 cm) VPD: deficit di pressione di vapore GPP R eco

10 Importanza relativa delle stagioni fisiologiche inverno primavera periodo secco autunno inverno stagione vegetativa (GS) giorno giuliano

11 Quale periodo influenza maggiormente la variabilità annuale di NEE? Coefficiente di correlazione (r- Pearson): NEE medio giornaliero del periodo

12 source sink Bilancio annuale

13 r ²=0.66 p<0.01 GPP annuale dipende dalletà dal taglio (f(LAI)), mentre Reco risponde maggiormente alla temperatura del suolo

14 Effetto del taglio sul microclima del suolo * valori medi di Agosto

15 Differenti temperature del suolo, ma stessa risposta di Reco? Analisi di parametri della regressione non lineare (Rref, Q10), per i periodi inverno-primaverile (WS) e autunno-invernale (FW)

16 Q10 non varia con letà, differenza non significativa tra stagioni (t test P=0.10) mediadev.st WS FW Rref Differente tra young-old (Paired t test: P<0.05) Non significativamente differente tra WS-FW (Unpaired t test: P=0.053)

17 Rizzo, G. (2002),Determinazione dei parametri di produttività di un foresta di cerro in Italia centrale con tecniche di remote sensing, Tesi di Laurea in Scienze Forestali, Università della Tuscia, pp.119. Tavole di produzione per lintera biomassa epigea e stock di C (C/biomassa=0.5, IPCC 2003). basata su cavallettamento totale e alberi modello: Relazioni allometriche per determinazione della biomassa legnosa (fusto, rami) e fogliare Accrescimento biomassa epigea totale matricine polloni taglio

18 NBP=Sink di lungo periodo: 2.2 tC ha-1yr-1. Taglio a norma di legge: art. 38/RR (Lazio) 7/2005 (turno minimo dei boschi cedui) b) per le querce caducifoglie ed il carpino ad anni 16; Art. 36(Riserve di matricine) Il numero di matricine del turno da riservare almeno: c) n. 60 di cui almeno 1/3 di età multipla del turno.

19 NEP=NPP-Rh Rh=Reco*a NPPag prod.biomassa legnosa+prod. fogliare NEP=(NPPag+NPPbg)-Reco*a NPPbg=NEP+Reco*a-NPPag fNPPbg= NPPbg/NPP Importante contributo della biomassa radicale al sequestro di carbonio ?..... da verificare….

20 Conclusioni 1.Nel complesso del ciclo colturale ruolo di sink importante, anche considerando lexport di C conseguente al taglio. 2.Utilizzazioni forestali rappresentano un disturbo, ma veloce recupero della capacità di sequestro di C. 3.Dati, dati, dati…..(continuare osservazioni EC negli anni successivi +inventario carbonio)

21 Grazie per lattenzione! Informazioni: Luca Belelli


Scaricare ppt "DINAMICHE TEMPORALI DELLO SCAMBIO DI CO 2 A LIVELLO ECOSISTEMICO DI UN BOSCO CEDUO DI CERRO (QUERCUS CERRIS L.) DURANTE IL TURNO SELVICOLTURALE. Luca Belelli."

Presentazioni simili


Annunci Google