La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RELAZIONE SULLA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELLA SEZIONE 12 GENNAIO 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RELAZIONE SULLA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELLA SEZIONE 12 GENNAIO 2009."— Transcript della presentazione:

1 RELAZIONE SULLA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELLA SEZIONE 12 GENNAIO 2009

2 RICERCA PROSPETTIVE LINEE GUIDA DELL ATTIVITA DI RICERCA e PROSPETTIVE

3 OBIETTIVI ALLINIZIO DEL MANDATO LHC : costruzione analisi ( valorizzare ruolo della sezione nella fisica di LHC) ASTROPART.: Gamma-astronomia ( Magic + Glast/Fermi) e ricerca diretta materia oscura (WARP) programma teorico-sperim. di ricerca diretta e indiretta di materia oscura SINERGIA TEORICI – SPERIM.: forte gruppo teorico di fisica oltre il MS con impatto sui due punti precedenti PD-LNGS : rispettare il forte impegno preso per portare a termine Icarus T600 e il contributo da dare in Opera DEDICARE ATTENZIONE E SPAZIO AI PICCOLI, ORIGINALI ESPERIMENTI NUOVI PROGETTI : cogliere, ma anche spingere per nuovi progetti

4 PD a LHC Nel sito trovate le presentazioni: Presentazione (A. Masiero) - CMS-MU (F. Gasparini) - CMS Tracker (M. De Mattia) - Alice (F. Antinori) alla LHCfest svoltasi in Sezione il 21 Nov (A. Masiero) CMS-MU (F. Gasparini)CMS Tracker (M. De Mattia) Alice (F. Antinori)

5 LHCLHC: dalla fase di costruzione alla fase di analisi : - canali canonici di ricerca dellhiggs - canali di nicchia ( ricerca nuove particelle nella fisica BSM, in particolare studio DM a LHC) sperimentale-teorico - sforzo comune sperimentale-teorico ( in particolare presenza di giovani) - formazione culturale allanalisi ( seminari, corsi al dottorato, journal club),

6 P. Checchia

7

8

9 R. Turrisi CdS 14/7/2008

10

11 J. Wenninger Non ufficiale: troppo pessimistica? LHC: QUANDO LA RIPRESA?

12 P. Checchia CdS 14/7/08

13 DASiPM 2 Development and Applications of SiPM to Medical Physics, Space Physics and High Energy Physics Silicon PhotoMultiplier (SiPM): matrice bidimensionale di diodi a valanga Geiger-mode con resistenze di quenching connessi in parallelo Segnale in uscita proporzionale al numero di pixel colpiti (dinamica ~ numero totale di pixel). Q = Q 1 + Q 2 = 2*Q 1 substrate metal Alternativa a PMT per varie applicazioni 625 celle 1mm Dispositivo ultra-sensibile (singolo fotone) e veloce (~100ps) DALLA BETTA et al., TRENTO

14 VIPIX (Vertically Integrated PIXels) Obiettivo generale: Sviluppo di sistemi a pixel per tracciatori sottili di particelle cariche basati su tecnologie di integrazione verticale (VSI) BO, PG, PI, PV, Roma III, TN, TO, TS + FNAL, IReS - Strasburgo

15 Evaluation of IBM CMOS8 for use in the S-LHC Evaluation of IBM CMOS8 technology for use in the harsh radiation environment of S-LHC –Evaluation of Total Ionizing Dose (TID) sensitivity (completed in 2007) –Impact of bias conditions –Study of the interplay between radiation and aging effects, through accelerated electrical stress on irradiated devices and vice versa (started in 2007) –Evaluation of Single Event Gate Rupture: assessment of critical voltage for rupture (started in 2008) DACEL Padova Unit Bisello et al

16 Settore da seguire con particolare attenzione sia in Sezione ( e in Dipt. – possibile rafforzamento) che in CD e in organismi internazionali ( APPEC, ASPERA) teorici Coinvolgimento teorici e possibili punti di contatto con Dipt. di Astronomia e Osservatorio Programma sulla Materia Oscura multimessenger: ricerca diretta di DM (WARP), ricerca indiretta di DM da annichilazione di WIMP (Gamma Astronomia), produzione e osservazione di DM a LHC, segnature di fisica al dila del MS ( Teoria) FISICA ASTROPARTICELLARE: GAMMA ASTRONOMIA (MAGIC, FERMI-GLAST) e MATERIA OSCURA (WARP)

17 Working principle: two-phase Argon drift chamber, with a lower LAr volume and an upper region with GAr Nuclear form factor is not too steep: gold-plated high energy recoils (>60 keV) not significantly suppressed

18 Future Activities The design of a new detector (~ 1 ton) for the run with low activity Argon is under study: –Use of low activity argon (from underground sources) is mandatory; A completely separated volume for the inner detector with independent filling, purification and recovery systems for the low activity argon; –Light collection efficiency should be increased (possibly by a factor 4 with respect to the present situation) to reach the required background rejection power; Additional of photomultipliers coverage; Optimization of detector geometry; Use of Photo-multipliers with larger Quantum Efficiency (Super-bi-alkali photo- cathodes available on the market from Hamamatsu): Requires some dedicated R&D in order to make the photo-multipliers operational at cryogenic temperature. –Improvements of the DAQ architecture to deal with the much larger channel number: Some R&D (mainly in Padova) is required to test new digitizers with larger dynamics (10 bit) and lower cost and to deal with larger throughput. 18WArP ReportPadova,

19 Collaboration: Pavia, Napoli, LNGS, Princeton, Cracow Padova (1.7 FTE): B. Baibussinov (40%), M. Baldo-Ceolin (40%), S. Centro (30%), G. Meng (40%), F. Pietropaolo (50%), S. Ventura (30%) Padova, COMMENTO: Partecipazione limitata di PD a WARP, ma PD sta portando il peso maggiore per condurre a buon fine ICARUS T600

20 Gamma-ray Large Area Space Telescope Lancio: 11 giugno 2008 Rivelatori (GBM & LAT) in orbita circolare h = 560 km, 26.5° di inclinazione Gamma-ray Burst Monitor 12 × NaI + 2 BGO 10 keV – 25 MeV Large Area Telescope Si-tracker + calorimetro 16×8×8 CsI(Tl) 30 MeV – 300 GeV Collaborazione italiana Bari, Padova, Perugia, Pisa, Roma-2, Trieste, Udine Contributo INFN –Costruzione tracker –Caratterizzazione radiation hardness elettronica e sensori –Software di simulazione e analisi

21 Attività/prospettive PD Attivita con il PRIMO TELESCOPIO 6 Turni di presa dati Attività scientifica di Analisi dati Gruppo di fisica DARK MATTER Gruppo di fisica AGN + Cosmologia Gruppo di fisica GRB Convenor gruppo PULSAR (new!!) Tuning software/analisi montecarlo Produzione Montecarlo Task force per analisi a bassa energia e nuovi metodi di analisi Costruzione del II telescopio/ commissioning Responsabilità a Padova: Installazioen ed allineamento specchi (specchi tutti prodotti, installazione prevista in luglio/agosto) Trigger di primo livello (pronta versione clone in progress trigger definitivo) Partecipazione al trigger di terzo livello insieme a Pisa (coincidentza tra i telescopi) Sviluppo trigger di nuova concezione (sum_trigger)

22 Publication Highlight: 3c279 discovery in science

23 Publication Highlight in pipeline: crab Pulsar ++ in Nature during the summer Dopo 20 anni di ricerche da parte di tutti gli esperimenti ground-based, MAGIC è riuscito a vedere il segnale gamma impulsato. Apre una nuova strada sullo studio dei corpi compatti dove gravità ed energie estreme si combinano in maniera irriproducibile in laboratorio. Opporunità unica per studiare la fisica fondamentale in condizioni estreme

24 Padova LL-MIR2 A. Pepato Progettazione e realizzazione di una testa in fibra di carbonio (Ø = 1800 mm) per la lavorazione di specchi asferici esagonali di superficie fino a 2.20 m 2 per CTA. Prosecuzione precedente finanziamento LL-MIR

25 MOTIVAZIONI SCIENTIFICHE I risultati della collaborazione LL_MIR (light & large mirrors): Esp. MAGIC2: produzione di specchi da 1.00 m 2 ( 4 x 0.25 m 2v ), sandwich con pelli in Al ed honeycomb in Al+SiO 2 preforato 2 superfici sferiche, rugosità < 5 nm, spot (R 90 nel visibile) da 5 mm 2 ; luminosità 4 volte maggiore. Peso 12 kg. Costo 3000 no backframe e allineamento x 4 ( riduzione dei costi ) MAGIC + HESS CTA Previsti telescopi di Ø = 34 m con Ø / ƒ = 1 (MAGIC). Mantenendo le prestazioni richieste è necessario : - aumentare la superficie sensibile fino a 2.20 m 2 - struttura esagonale (abbattere i costi e il peso) - realizzare una testa in materiale composito (non reperibile sul mercato), per stabilità dimensionale e rigidezza; - si propongono specchi asferici (con doppia curvatura) È previsto un trasferimento tecnologico con la ditta LT-ULTRA unica a lavorare gli specchi di grandi dimensioni Stato dellarte Pronto il tooling. Fibra acquistata. Realizzati molti pezzi della testa da assemblare in autoclave Ma… Autoclave vecchia fuori uso (La nuova ordinata arriva a settembre) Ritardi per avvicendamento personale dedicato D. Maniero Pedrotta. Progetto presentato a meeting MAGIC – HESS ha suscitato forte interesse (Ekart) x costi e prestazioni previsti. A. Pepato

26 GERDAGERDA: insieme alla ricerca diretta di materia oscura, il doppio decadimento beta senza neutrini e laltro settore in cui il LNGS puo avere una leadership mondiale. Va portato avanti questo sforzo eventualmente vedendo se sara possibile arrivare a fusioni con altri esperimenti ICARUSICARUS : lesperimento deve finalmente partire perche: i) IMPEGNO assunto dallEnte ( ed e PD a farsene maggiormente carico) ii) RILEVANZA della tecnica ad Argon liquido per futuro neutrino research large infrastructure ( VII PQ della UE); interesse di non-europei ( americani, giapponesi) per questa tecnica; OPERAOPERA : esperimento molto difficile, lEnte ha investito molto e lo considera tra le sue priorita FISICA DEL NEUTRINO AL GRAN SASSO

27 Sensibilità Assumendo risoluzione: E = 4 keV phase II phase I KKDC claim GERDA I, II KK claim Se il segnale riportato da KK è vero, in ~ 1 anno di presa dati di GERDA I (18 kg y ) 7 cts, con bckg di 0.5 cts. Probabilit à che bkg simuli segnale ~ 10 –5 Se il segnale riportato da KK è vero, in ~ 1 anno di presa dati di GERDA I (18 kg y ) 7 cts, con bckg di 0.5 cts. Probabilit à che bkg simuli segnale ~ 10 –5 Vissani, Strumia hep-ph/ v2 110 meV 270 meV Sensibilità C. Broggini CdS 14/7/08

28 RX saldature WT (luglio 2008) Costruzione edificio tecnico (control room) (luglio-agosto 2008) Pulizia finale interna WT (luglio 2008) Collaudo WT (Ottobre 2008) Costruzione e test scarico veloce per svuotamento emergenza WT (ottobre 2008) Montaggio PMTs, foglio riflettore etc per mu-veto (ottobre-dicembre 2008) Installazione lock provvisorio (gennaio-marzo 2009) Commissioning DAQ (2009)Commissioning DAQ (2009) Installazione e commissioning Slow Control (2009) Commissioning di GERDA Fase 1 e inizio presa dati Attività A. Bettini100% R. Brugnera60% A. Garfagnini60% I. Lippi60% C. Rossi Alvarez40% L. Stanco40% Calin Ur30% C. Broggini CdS 14/7/08

29 1.ICARUS detector (external connections) completion: August 08 2.Pressure tests, leak tests, vacuum pumping August 08 3.Tests of read out and electronics August 08 4.AIR LIQUIDE overall plant completion: July 08 5.LNGS infrastructures completion & commissioning: Mains (necessary for STIRLING commissioning)End of July Mains (necessary for STIRLING commissioning)End of July New ventilation (mandatory for T600 commissioning)Sept New ventilation (mandatory for T600 commissioning)Sept Safety & Control Supervision systems Sept Safety & Control Supervision systems Sept STIRLING Commissioning (5 weeks):end Sept. STIRLING Commissioning (5 weeks):end Sept. Strongly dependent on the power supply availability Strongly dependent on the power supply availability T600 start-up:middle Oct. T600 start-up:middle Oct. Summarizing: next steps Dal CdS 14/7/08 ICARUS report

30 Luca Stanco - CdS Padova30 Impegni per Padova: 1. Maintenance RPC 2. Analisi 3. Automazione sviluppo 4. Lab. scanning emulsioni Situazione del gruppo: R.Bertolin (60%) R.Brugnera (40%) F.Dal Corso (30%) S. Dusini (100%) A. Garfagnini (40%) C.Fanin (60%) I. Lippi (20%) L.Stanco (60%) Richieste ai servizi per il 2009: Elettronica: 6 m.u. per supporto maintenance Elettr. RPC 3 m.u. per scanning presso i LNL Uffico Tecnico: 6 mesi (Fanin) per sviluppo lab. scanning 5.1 FTE Permanenti: Precari: E.Carrara (assegnista) (100%) (perdita: A. Longhin)

31 At Padova-Trento Staff: Giovanni A.Prodi (50%), Gabriele Vedovato (50%), Assegni di ricerca UniTN co-funded by INFN: Francesco Salemi (leaving on Sept.2008), Virginia Re (80%) PhD PD: Marco Drago (100%) Update on Virgo-LIGO network of detectors Padova-Trento Virgo group activities: 2008: Data Analysis of 2007 observations 2009: Data Analysis of 2009 observations cryogenic investigation of mechanical dissipations on mirrors for future generation detectors (sinergy with DUAL R&D activities: Luca Taffarello, Jean-Pierre Zendri) ONDE GRAVITAZIONALI A PD-TN ONDE GRAVITAZIONALI A PD-TN : i) MANTENERE ATTIVA LATTIVITA DI ANTENNA ( AURIGA) ii) PROMUOVERE UNA GRADUALE MIGRAZIONE DALLE ANTENNE ALLA TECNICA INTERFEROMETRICA VIRGO

32 La Ricerca in Sezione a fine 2008 Alcuni importanti esperimenti nella fase di chiusura: BABAR, CDF, N2P, ZEUS BABAR: ultimo run 7 aprile 2008, ma lanalisi dei dati continua a produrre risultati interessanti ( vedi misura V cb ). A ICHEP 08 presentati 90 nuovi risultati da BABAR CDF: dopo il miglioramento della performance di Tevatron, da CDF e D0 abbiamo avuto e continuiamo ad avere risultati di fisica di grande rilevanza Cercare di estrarre tutta la fisica possibile da esperimenti in chiusura e sfruttare tutta la valenza formativa di esperimenti con dati veri

33 Misura di V cb

34 SM Higgs Tevatron (alta massa) Finalmente il limite osservato e inferiore alla sezione durto SM: limite aspettato 1.4*SM osservato <1 SM xsec –Per la prima volta dai tempi di LEP linformazione sperimentale fa un primo passo avanti ! Un Higgs SM di 170 GeV di massa e escluso al 95% CL Summer 08 P. CHECCHIA CdS 4/12/2008

35 90% probability range: 0.15 < s < 0.74 || 0.82< s < 1.18 SM point 2.2 away (includes stat. and syst.) Problemi per il MS dal mixing del B s ?

36 Nuova fisica? ghost QCD Loose SVX selection Eccesso di muoni con grande parametro dimpatto in eventi con altri muoni? Se ne spiega circa il 50% ma non la distribuzione temporale

37 Fit dei dati combinaticonfronto con CTEQ e MRSTW PDFs E. Tassi ANCORA RISULTATI DALLANALISI DEI DATI DI ZEUS

38

39 Dimostratore AGATA (importante e difficile impegno per la Sezione) e fisica di PRISMA SPESSPES : nel CD di Novembre u.s. e stato approvato il progetto SPES ( disponiamo gia di circa 15 Meuro pari a circa un terzo del presunto costo totale del progetto). Perche sia di successo bisogna riuscire i) ad arrivare fino in fondo ( non vogliamo progetti che si trascinino negli anni o peggio ponti che si arrestano a meta del fiume) ; ii) bisogna farlo in una finestra di opportunita temporale ( cfr. Sviluppo di stdi di fasci radioattivi a GANIL); iii) con un consenso internazionale ( supporto e accordi di complementarieta e non competivita con altri progetti europei. Insieme con tutta la comunita nucleare italiana, la nostra comunita nucleare della Sezione e chiamata (in prima linea) a partecipare al progetto. Fisica Nucleare ai LNL Fisica Nucleare ai LNL

40

41

42

43 I F M I F

44 IFMIF Artist View (Comprehensive Design Report, end 2003) Ion Source RF Quadrupole Post Irradiation Experiment Facilities High Energy Beam transport Li Target Li Loop Test Modules inside Test Cells Drift Tube Linac m INFN Legnaro

45 Accelerator System Group ~ 35 Accelerator Team Located at Saclay Joint Team Located at Rokkasho Home Teams Organisation connections between Joint Team, Accelerator Team, & Home Teams. DAPNIA Saclay Injector DTL & MS RF Systems Acc. Controls HEBT Diag INFN Legnaro RFQ JAEA Rokkasho Central Controls RFQ couplers CIEMAT Madrid RF Systems DTL & MS Beam Dump & Transport components provided by H.T. under the coordination of A.T. Integration and Commissioning at Rokkasho under the responsability of the Joint Team

46 Project Plan & Work Programme summary With respect to tasks related to the prototypes, the 6 year period of EVEDA is split into the main following phases: 1.Conceptual design of prototypes and related R&D mid Detailed engineering design of prototypes, this design being conducted to include also the IFMIF facility design end Fabrication of the prototypes end of 2011 (all elements should be available) 4.Tests of the prototypes mid Integration of the test results in the final design and finalisation of the project

47

48 ESPERIMENTI PICCOLI ESPERIMENTI PICCOLI DA INCORAGGIARE ALTO CONTENUTO DI FISICA ALTO CONTENUTO FORMATIVO: con esperimenti a dimensione umana il giovane puo seguire tutte le varie parti dellesperimento ( non si occupa solo di un tassello dellesperimento), opera in un ambiente che lo responsabilizza e lo fa emergere in maniera piu diretta, si sente in una struttura meno gerarchizzata

49 MIR: misura delleffetto Casimir dinamico Studio del vuoto quantistico mediante cavità risonante a microonde con parete a riflettività variabile attivata da laser modulato in ampiezza. (amplificatore parametrico) Elementi chiave: -Cavità risonante alto Q (~10 6 ) OK -Ricevitore a bassissimo rumore (100 fotoni Df= KHz) OK -Semiconduttore veloce ( ~20 ps, mu=7000 cm2/Vs) OK -Laser modulato in ampiezza a 5 GHz da completare

50

51 RareNoise Data ufficiale di avvio del progetto: 1 luglio 2008 Principal Investigator: Livia Conti INFN in team con CNR-IFN e Politecnico di Torino Progetto di 5 anni a finanziamento interamente europeo tramite ERC-FP7 Setup dellapparato sperimentale per misure attorno a 300K: oscillatori Al5056oscillatori in Silicio readout+elettronica gradiente termico T camera da vuotoacquisizione dati sospensione meccanica caratterizzazione completa a T=0K Studio teorico e numerico di catene 1-dim di oscillatori soggette a gradiente termico attività prevista per il 2009 Chiesta apertura sigla RareNoise in gr.2 (ma non collegata a richiesta finanziaria)

52 TDR SUPER B Allultimo CD del 19 Dicembre 2008 e stato approvato il TDR per il progetto SUPER B della super flavor factory ( studio del B, del charm, dei tau)

53

54

55

56 SERVIZI ATTIVITA DEI SERVIZI

57 Servizi Servizio di Amministrazione Servizio di Direzione Servizio Tecnico Generale Servizio Elettronica Servizio Progettazione Meccanica Servizio Officina Meccanica Servizio Calcolo e Reti Servizio Prevenzione e Protezione Istituiti per le esigenze organizzative, amministrative e tecniche della ricerca … STRUTTURA (Sezione) GRUPPI DI RICERCA SERVIZI

58 Servizio di direzione Attività di segreteria per direzione e gruppi di ricerca (+ di 400 utenti) Organizzazione congressi, riunioni di gruppo… Organizzazione documentazione esperimenti Segreteria RDP, SPP, associazioni, concorsi, ospiti, protocollo… Segreteria per incarichi nazionali… Utilizzo mezzi informatici sempre più diffuso e qualificato Difficoltà ad avere contratti a termine per far fronte al carico di lavoro Automatizzare la parte più esecutiva del lavoro Personale coinvolto: 3 persone segreteria di direzione (di cui 1 part time) 4 persone segreterie scientifiche (+ 2 incarichi di collaborazione)

59 Amministrazione Aggravio di attivita per lammin. a causa di procedure con maggiori vincoli e requisiti (ad es. per gli ordini, creazione RUP,etc.) Luscita di R. Zanardi non e stata compensata da nuovi arrivi Sezione di test per nuovo sistema informatico ; periodo di passaggio difficile n. operazioni Ordini Italia Ordini Estero Missioni a tempo indeterminato + 1 stabilizz. + 1 art incarico di collaborazione

60 Laboratorio elettronica Impegno di lavoro diminuito con la fine della fase costruttiva di LHC; tuttavia rimangono ancora parecchie richieste Risorse per aggiornamenti e nuove acquisizioni del parco macchine non piu disponibili in questi ultimi 2-3 anni

61 Officina Meccanica - Quantita di lavoro rimane alta anche dopo LHC - Impegno per IFMIF ( anche dal punto di vista logistico: nuova macchina ad elettroerosione, richiesta di nuovi spazi - Richieste esterne: attesa per normativa conto terzi

62 Servizio Progettazione Meccanica. Personale afferente: 7 unita. Attivita consolidata su molteplici Esperimenti condotti con successo. Particolare attenzione allaggiornamento formativo. Consolidata esperienza nello scambio con diversi pacchetti software CAD e di solutori ad elementi finiti nelle diverse tipologie di analisi. Aggiornamento periodico dellhardware in utilizzo.

63 Servizio Progettazione Meccanica (cont.) Recenti attivita completate con successo: CMS: progettazione, realizzazione ed installazione di sessanta muon POINT5; ALICE: progettazione, realizzazione ed installazione dei settori del rivelatore di vertice SPD (Silicon Pixel POINT2; AGATA: progettazione ed installazione del dimostratore (porzione angolo solido corrispondenti a tre clusters); OPERA: progettazione e costruzione di due tavoli automatizzati di scanning delle emulsioni; etc.

64 Servizio Calcolo Nuova sala macchine Nuova sala macchine da 250 kVA sotto continuità Nella parte inferiore: tutta la vecchia sala macchina centrale, la sala macchine di CMS e GRID, Alice, INFM- teorici Nella parte superiore: TierA di Babar in dismissione e macchine di GRID PROBLEMI: Molte macchine sono obsolete ed energicamente poco efficienti

65 Servizio Calcolo Macchine gestite in continuo aumento (x 2 in ~ 3 anni ) Con personale costante negli ultimi anni –1 Tecnologo –6 CTER INFN –3 Tecnici Laureati universitari Il personale universitario si occupa principalmente di supporto alla didattica e non partecipa al servizio di supporto che viene dato anche a Universitari non associati Negli ultimi 6 anni un sistemista dedicato a Babar Dal 2008 rientra nel servizio ma dobbiamo fornire 2 FTE al Tier2 PD- LNL Concorso per rimpiazzo di un CTER del calcolo non ha portato allassunzione. Speriamo nellarrivo di aiuto dai tecnologi stabilizzabili per farm/CMS

66 Servizio Calcolo Aggiornamento ed upgrade dei servizi di rete Spostamento dei servizi da Compaq Unix a server Intel con Linux o OpenBSD e dei desktop a PC con Windows o Linux Aggiornamento costante dei server IMAP/POP, mail, DNS, WEB Sperimentazione di server virtuali Storage centrale basato su infrastruttura Fibre Channel e backup full+incrementale basato su disco

67 Servizio Calcolo Upgrade della rete Dorsale basata su uno switch con 128 Gbps di backplane (sostituisce il backbone a 100 Mbps in fibra) Link con Garr passato da 8, 16, 28, 30, 90,155 Mbps Da 5 anni collegamento a Gigabit con il POP GARR di Palazzo Sala Da un paio di anni collegamento backdoor con LNL Da qualche settimana collegamento a 10 Gbps tra le farm del TIER2 PD e LNL

68 APPLICAZIONE D.LGS. 81/08 VALUTAZIONE DEI RISCHI In applicazione a quanto prescritto dal D.Lgs. 81/08, nel 2008 è stato elaborato il nuovo documento di valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza durante lattività lavorativa presso la Sezione

69 FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI PROVA GENERALE DI EVACUAZIONE 30 settembre 2008 DISTRIBUZIONE CD PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

70 ANDAMENTO INFORTUNI

71 REACH OUT Attivita rivolte agli studenti di medie inferiori e superiori (SPERIMENTANDO, MASTERCLASS, Seminari in scuole superiori, Lezioni Fermiane…) Eventi per il grande pubblico: mostre ( es. Mostra per Galileo 09, intervento nel catalogo-libro annesso alla mostra), conferenze, eventi particolari ( es. Intervento in Padova Citta delle Stelle 2008) Seminari o mini-workshop per i nostri studenti ( es. ½ giornata sulla materia oscura), visite al CERN e ai LNGS

72 FORMAZIONE DEL PERSONALE Nuova Commissione nazionale per la Formazione enfasi su un piu attento e mirato utilizzo delle ( non trascurabili) risorse disponibili per la formazione e attenzione a settori ( ricercatori e tecnologi) che finora non hanno utilizzato I fondi per la formazione ( es. Partecipazione di ricercatori a scuole e conferenze, organizzazione di scuole e conferenze con contenuto formativo etc.) Negli ultimi anni sono stati approvati TUTTI I corsi che sono stati proposti dalla Sezione. Sono stati svolti una (buona) parte dei corsi proposti, ma possiamo migliorare nellutilizzo delle risorse che ci vengono messe a disposizione dalla Formazione

73 BENESSERE ORGANIZZATIVO Sezione pilota nellindagine sul Benessere nel posto di lavoro Preparazione, complilazione ed esame dei risultati del questionario sul Benessere Buona partecipazione. I risultati non hanno evidenziato situazioni di particolare difficolta o crisi in Sezione, ma senzaltro ci sono fronti su cui si puo cercare di migliorare Il programma sul benessere organizzativo verra ora esteso a tutte le strutture dellEnte e poi potremo avere dei risultati comparativi tra la nostra Sezione e le altre.

74 PERSONALE IL PERSONALE

75 Organico Organico della Sezione di DIMISSIONI Al 31/12/2008

76 Fondi Assegnazioni Iniziali K Spese Funzionamento335,0341,0250,8308,5294,6 Spese Attrezz.& Serv.545,5539,5446,7447,0347,5 Spese Ricerca Gr. I2.525,51.760,51.663,01.408,0611,5 Spese Ricerca Gr. II910,5846,0649,5904,5784,5 Spese Ricerca Gr. III722,5856,5782,5925,5733,5 Spese Ricerca Gr. IV176,5158,5139,5152,0142,5 Spese Ricerca Gr. V167,597,068,5155,0159,0 Totali 5383,04599,04000,54300,53073,1

77

78 PADOVA ROMA I BOLOGNA

79

80

81

82

83 Qualche pensiero finale Momento difficile per la fisica nucleare e subnucleare sia a livello mondiale che a livello nazionale ( ruolo della ricerca di base, fondi, risorse umane) Per lINFN: capacita di fare delle SCELTE (individuare gli obiettivi – pochi e realistici- su cui puntare, creazione del CCS – Comit. Coord. Scient.), rivedere il proprio ruolo ( mission – ricerca di base vs. applicazioni ) e gestire limprobabilita di ulteriori espansioni Problema giovani Per la nostra Sezione: alto il livello sia qualitativo che quantitativo della nostra ricerca sia in campo sperimentale che teorico ( grazie allimpegno e alla professionalita del personale T.A. e dei tecnologi e ricercatori); saldi I rapporti con le istituzioni vicine ( Universita, gruppo coll. di TN, LNL); anche a noi viene chiesta questa capacita di scelta e di puntare con decisione e senza troppa frammentarieta agli obiettivi


Scaricare ppt "RELAZIONE SULLA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELLA SEZIONE 12 GENNAIO 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google