La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Eutekne – Tutti i diritti riservati Le novità ai fini della determinazione del reddito imponibile 2007 dott. Luca Ambroso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Eutekne – Tutti i diritti riservati Le novità ai fini della determinazione del reddito imponibile 2007 dott. Luca Ambroso."— Transcript della presentazione:

1 Eutekne – Tutti i diritti riservati Le novità ai fini della determinazione del reddito imponibile 2007 dott. Luca Ambroso

2 Eutekne – Tutti i diritti riservati 2 Quadro normativo di riferimento Norme che introducono novità nel calcolo delle imposte relative al 2007: DL 223/2006 Deduzioni extracontabili (costi ricerca e sviluppo); DL 262/2006 Operazioni con professionisti esteri (black list); L. 296/2006 Commesse pluriennali; Costi da operazioni con soggetti esteri (black list); Impianti di telefonia; DL 81/2007 Disciplina fiscale autovetture; L. 244/2007 Interessi di finanziamento; Ammortamento fabbricati.

3 Eutekne – Tutti i diritti riservati 3 CO. 7 ART. 36 DL 223/2006 CO. 7-BIS ART. 36 DL 223/2006 FABBRICATI POSSEDUTI IN PROPRIETÀ RENDE INDEDUCIBILE DAL REDDITO DI IMPRESA LA QUOTA PARTE DELLAMMORTAMENTO RICONDUCIBILE AL COSTO DI ACQUISTO DELLE AREE SU CUI INSISTONO I FABBRICATI FABBRICATI POSSEDUTI IN LEASING RENDE INDEDUCIBILE DAL REDDITO DI IMPRESA LA QUOTA PARTE DEI CANONI DI LEASING RICONDUCIBILE AL RIMBORSO DI COSTO DELLE AREE SU CUI INSISTONO I FABBRICATI Ammortamenti fabbricati strumentali RIFERIMENTI NORMATIVI

4 Eutekne – Tutti i diritti riservati 4 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) LIMITAZIONI PER I FABBRICATI GIÀ POSSEDUTI Le limitazioni alla deducibilità degli ammortamenti e dei canoni di leasing (70% / 80%) riguardano anche i fabbricati acquisiti prima del 2006 (art. 36 co. 8 del DL 223/2006). Il costo attribuibile allarea è determinato in base: al costo effettivamente sostenuto per il terreno (separato acquisto area e successiva edificazione fabbricato); al maggiore importo tra il valore attribuito allarea nel bilancio 2005 e quello ottenuto applicando le percentuali del 20% o del 30% al costo complessivo dellinvestimento immobiliare (fabbricato acquistato già edificato).

5 Eutekne – Tutti i diritti riservati 5 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) LIMITAZIONI PER I FABBRICATI GIÀ POSSEDUTI Per i fabbricati acquisiti ante 2006 il residuo valore ammortizzabile è pari alla quota di costo riferibile agli stessi, al netto delle quote di ammortamento dedotte nei periodi dimposta precedenti calcolate sul costo complessivo. Ai sensi dellart. 1, co. 81, L. 244/2007 che recepisce il non convertito DL 118/2007, la norma di cui sopra s'interpreta nel senso che per ciascun immobile strumentale le quote di ammortamento dedotte nei periodi di imposta precedenti al periodo di imposta in corso al calcolate sul costo complessivo sono riferite proporzionalmente al costo dell'area e al costo del fabbricato.

6 Eutekne – Tutti i diritti riservati 6 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) Consentire alle imprese, che abbiano o meno raggiunto il plafond massimo di costi ammortizzabili (70% / 80% del valore del fabbricato), di dedurre fiscalmente maggiori quote di ammortamento/canoni di leasing iscritti a Conto economico. DECORRENZA La previsione recepita definitivamente dalla Finanziaria 2008 ha natura di interpretazione autentica e, come tale, ha effetto retroattivo. RATIO DELLA NORMA

7 Eutekne – Tutti i diritti riservati 7 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) AMBITO APPLICATIVO La norma interpretativa menziona solo gli ammortamenti, e non i canoni di leasing. Non vi è, però, dubbio che essa si applichi anche ai leasing immobiliari. Infatti: anche la norma interpretata dal decreto (art. 36 co. 8 ultimo periodo del DL 223/2006) menziona solo gli ammortamenti; la prassi dellAgenzia delle Entrate ha, però, pacificamente esteso i principi in essa contenuti al caso degli immobili in leasing.

8 Eutekne – Tutti i diritti riservati 8 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) FABBRICATI IN PROPRIETÀ (ANTE L. 244/2007) AnnoValoreAmmortamentiFondoResiduo % x 100 = …1006…… – 54 = % x 70 = 4,258,211, ,262,47, ,266,63, ,4700 Prima di operare gli ammortamenti fiscali 2006, il residuo fiscale è ricalcolato imputando tutto il fondo al fabbricato.

9 Eutekne – Tutti i diritti riservati 9 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) FABBRICATI IN PROPRIETÀ (POST L. 244/2007) AnnoValoreAmmortamentiFondoResiduo % x 100 = …1006…… ,8 = 32, % x 70 = 4,242, ,246,223,8 …704,2…… ,870,00 Prima di operare gli ammortamenti fiscali 2006, il residuo fiscale è ricalcolato imputando il 70% del fondo al fabbricato.

10 Eutekne – Tutti i diritti riservati 10 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) CONSEGUENZE SCORPORO FONDO AMM.TO SULLA DETERMINAZIONE DELLE IMPOSTE Per le imprese, che non hanno ancora esaurito il plafond del 70% o 80% del costo, non muta la quota di ammortamento deducibile nel singolo esercizio, e non deve quindi essere eventualmente modificato il dato indicato nel quadro RF del modello UNICO 2007 (no integrativa); tuttavia, si allunga il periodo di ammortamento fiscale (aumentando il valore residuo ammortizzabile). Per le imprese, che hanno raggiunto il plafond del 70% o 80% del costo non potendo dedurre più alcun ammortamento dal 2006 (modello UNICO 2007), diviene invece possibile dedurre una maggiore quota di ammortamento.

11 Eutekne – Tutti i diritti riservati 11 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) FONDO AMMORTAMENTO E UNICO 2007: DICHIARAZIONE INTEGRATIVA Qualora per prudenza il contribuente, ai fini del calcolo delle imposte relative al 2006, non abbia scorporato il fondo ammortamento al (come già prevedeva il DL 118/2007 non convertito), ha la possibilità di presentare entro il (per i soggetti solari) la dichiarazione integrativa a favore (ex art. 2 co. 8-bis, DPR 322/98) indicando nel quadro RX limposta versata in eccesso a titolo di saldo Limporto a credito indicato nel quadro RX è utilizzabile in compensazione (orizzontale e verticale) con effetto immediato.

12 Eutekne – Tutti i diritti riservati 12 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) FABBRICATI IN LEASING (ANTE L. 244/2007) Leasing euro , riscatto (nel 2010) AnnoCanoniQCQI Quota terreno Quota fabbricato Totale Q fabbricato … … , , , , , , , , , , TOT

13 Eutekne – Tutti i diritti riservati 13 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) FABBRICATI IN LEASING (POST L. 244/2007) Leasing euro , riscatto (nel 2010) AnnoCanoniQCQI Quota terreno Quota fabbricato Totale Q fabbricato … … TOT

14 Eutekne – Tutti i diritti riservati 14 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) RIFLESSI SULLA DETERMINAZIONE DELLE IMPOSTE Lo scorporo della quota capitale comporta: Residuo ( – 1.750) = Suddivisione quote dedotte al 2005 ( x 70%) = Totale quota deducibile ( – ) = , anziché Quota deducibile in ogni esercizio (27.300/4) = anziché 2.437,5 Nel caso dei fabbricati in leasing, anche per le imprese che non hanno ancora esaurito il plafond del 70% o 80% del costo, aumenta sensibilmente la quota fiscalmente deducibile in ogni singolo esercizio. è consigliabile, quindi, presentare lUNICO 2007 INTEGRATIVO evidenziando la minore variazione in aumento nel quadro RF.

15 Eutekne – Tutti i diritti riservati 15 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) RIFLESSI SUL BILANCIO DESERCIZIO Possono assumere una certa complessità, e dipendono in ogni caso dallimpostazione contabile adottata in sede di predisposizione del bilancio 2006: 1. scorporo del valore del terreno; 2. ammortamento sul costo complessivo dellimmobile (comprensivo della quota terreno); 3. interruzione dellammortamento anche civilistico.

16 Eutekne – Tutti i diritti riservati 16 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) RIFLESSI SUL BILANCIO DESERCIZIO 1. Scorporo valore terreno Fabbricato industriale di costo 100, ammortizzato per 75 Fabbricato: 100 x 70% = 70 F.do amm.to 2005 = 52,50 Terreno: 100 x 30% = 30F.do amm.to 2005 = 22,50 Ammortamenti in bilancio 2007: (70 x 3%) = 2,1 Ammortamenti bilancio 2006/ante L. 244/2007: 0 Ammortamenti fiscalmente deducibili post L. 244/2007: 2,1 IN UNICO 2007 (IN CASO DI INTEGRATIVA) REDAZIONE EC: EFFETTUARE Δ- PARI A 2,1 (Cfr slide 11) IN UNICO 2008 NESSUNA Δ DA EFFETTUARE => AMM.TO CIVILISTICO = AMM.TO FISCALE

17 Eutekne – Tutti i diritti riservati 17 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) RIFLESSI SUL BILANCIO DESERCIZIO Disinquinamento fondo ammortamento terreni Fabbricato industriale di costo 100, ammortizzato per 75 Fondo amm.to attribuibile al fabbricato: 75 x 70% = 52,50 Fondo amm.to attribuibile allarea: 75 x 30% = 22,50 In attesa di chiarimenti ufficiali, pare non potersi applicare la normativa sulleliminazione delle interferenze fiscali (Circ. 27/2005) sopravvenienza attiva imponibile FONDO AMMORTAMENTO 22,50SOPRAVVENIENZE ATTIVE 22,50

18 Eutekne – Tutti i diritti riservati 18 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) RIFLESSI SUL BILANCIO DESERCIZIO 2. Ammortamento su costo complessivo immobile Fabbricato industriale di costo 100, ammortizzato per 75 Il fondo ammortamento non viene suddiviso in contabilità, ma solo nel registro beni ammortizzabili (sezione ammortamenti fiscali). Ammortamenti in bilancio 2006/2007: 100 x 3% = 3 Ammortamenti fiscalmente deducibili ante L. 244/2007: 0 Ammortamenti fiscalmente deducibili post L. 244/2007: 2,1 IN UNICO 2007 (IN CASO DI INTEGRATIVA): LA Δ+ DA EFFETTUARE PASSA DA 3 A 0,9 (Cfr slide 11) IN UNICO 2008: EFFETTUARE Δ+ PARI A 0,9

19 Eutekne – Tutti i diritti riservati 19 Ammortamenti fabbricati strumentali (segue) RIFLESSI SUL BILANCIO DESERCIZIO Fabbricato industriale di costo 100, ammortizzato per Interruzione ammortamenti anche civilistici Ammortamenti bilancio 2006: 0 Ammortamenti bilancio 2007: ? Ammortamenti fiscalmente deducibili post L. 244/07: 2,1 IN UNICO 2007 (IN CASO DI INTEGRATIVA) REDAZIONE EC: EFFETTUARE Δ- PARI A 2,1 IN UNICO 2008: LA Δ- EVENTUALMENTE DA EFFETTUARE È PARI A 2,1 (QUADRO EC)

20 Eutekne – Tutti i diritti riservati 20 Rettifica della fiscalità differita pregressa RIDUZIONE ALIQUOTE NOMINALI IRES/IRAP Principi generali La riduzione delle aliquote nominali IRES ed IRAP a decorrere dal periodo dimposta 2008 si riflette sul calcolo della fiscalità differita da iscrivere nel bilancio 2007 le imposte differite devono essere conteggiate ogni anno sulla base delle aliquote che saranno in vigore nel momento in cui si riverseranno, purché la norma di modifica risulti emanata alla data di redazione del bilancio (OIC 25)

21 Eutekne – Tutti i diritti riservati 21 Rettifica della fiscalità differita pregressa (segue) RIALLINEAMENTO DIFFERENZE Principi generali Anche laffrancamento delle differenze extracontabili mediante il versamento dellimposta sostitutiva a scaglioni comporta la rettifica delle imposte differite (passive) iscritte in bilancio sulle deduzioni ex art. 109 co. 4 lett. b) del TUIR. La rettifica delle imposte differite passive (ovvero lo storno del fondo imposte differite) è correlata alla misura del riallineamento dei valori che può esser integrale o parziale.

22 Eutekne – Tutti i diritti riservati 22 Rettifica della fiscalità differita pregressa (segue) RIDUZIONE ALIQUOTE / AFFRANCAMENTO La rettifica, ai sensi del Documento Interpretativo 1 allOIC 12, avviene attraverso liscrizione di sopravvenienze non nellarea straordinaria (voci E.20 o E.21), bensì a storno o ad incremento delle corrispondenti sottovoci iscritte nella voce 22 del Conto economico su imposte anticipate => sopravvenienza passiva su imposte differite => sopravvenienza attiva Pertanto, in caso di eccedenza di imposte anticipate, la rettifica della fiscalità differita comporta nel bilancio 2007 liscrizione di maggiori imposte.

23 Eutekne – Tutti i diritti riservati 23 Rettifica della fiscalità differita pregressa (segue) RIDUZIONE ALIQUOTE NOMINALI IRES/IRAP 1. Rettifica imposte differite Plusvalenza realizzata nel 2006 per 500, ripartita in 5 esercizi F.do imposte differite IRAP 1,05Imposte differite IRAP (C/E) 1,05 Quota IRES (ante) IRES (post) Δ IRAP (ante) IRAP (post) Δ ,00 -4, ,0027,505,504,253,900, ,0027,505,504,253,900, ,0027,505,504,253,900,35 TOT ,00115,5016,5017,0015,951,05 F.do imposte differite IRES 16,50Imposte differite IRES (C/E) 16,50

24 Eutekne – Tutti i diritti riservati 24 Rettifica della fiscalità differita pregressa (segue) RIDUZIONE ALIQUOTE NOMINALI IRES/IRAP 2. Rettifica imposte anticipate Spese di rappresentanza sostenute nel 2006 per 300 (quota deducibile 100, ripartita in 5 esercizi) Imposte anticipate IRAP (C/E) 0,21 Imposte anticipate IRES 0,21 Quota IRES (ante) IRES (post) Δ IRAP (ante) IRAP (post) Δ ,60 -0, ,605,501,100,850,780, ,605,501,100,850,780, ,605,501,100,850,780,07 TOT.8026,4023,103,303,403,190,21 Imposte anticipate IRES (C/E) 3,30 Imposte anticipate IRES 3,30

25 Eutekne – Tutti i diritti riservati 25 Lavori in corso di durata ultrannuale RIFERIMENTI NORMATIVI CO. 20 ART. 36 DL 223/2006 CO. 70 ART. 1 L 296/2006 ABROGATO CO. 3 ART. 93 DEL TUIR NORMA CHE CONSENTE DI EFFETTUARE AI FINI FISCALI LE C.D. SVALUTAZIONI PER RISCHIO CONTRATTUALE ABROGATO CO. 5 ART. 93 DEL TUIR NORMA CHE CONSENTE AI FINI FISCALI DI VALUTARE LE COMMESSE IN CORSO DOPERA SECONDO IL METODO DEL COSTO ANZICHÉ SECONDO IL METODO DELLA % DI COMPLETAMENTO

26 Eutekne – Tutti i diritti riservati 26 Lavori in corso di durata ultrannuale (segue) SVALUTAZIONE PER RISCHIO CONTRATTUALE Inizialmente, è stata abrogata la possibilità di dedurre ai fini fiscali un importo forfetario a titolo di rischio contrattuale pari al 2% (4% per le commesse estere) del valore delle rimanenze finali di lavori in corso. DECORRENZA ABROGAZIONE DAL PERIODO DI IMPOSTA IN CORSO AL

27 Eutekne – Tutti i diritti riservati 27 Lavori in corso di durata ultrannuale (segue) VALUTAZIONE DELLE RIMANENZE ANTE FINANZIARIA 2007 ART. 93 CO. 5 DEL TUIR POST FINANZIARIA 2007 ART. 93 CO. 5 DEL TUIR ART. 1 CO. 70 L. 296/2006 LE OPERE PLURIENNALI POTEVANO ESSERE VALUTATE AL COSTO (METODO DELLA "COMMESSA COMPLETATA") PREVIA AUTORIZZAZIONE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE DECORRENZA: OPERE INIZIATE A PARTIRE DAL PERIODO D'IMPOSTA SUCCESSIVO A QUELLO IN CORSO AL LE OPERE PLURIENNALI DEVONO ESSERE VALUTATE IN BASE AI CORRISPETTIVI, ESSENDO STATA ABROGATA LA FACOLTÀ DI VALUTARLE AL COSTO

28 Eutekne – Tutti i diritti riservati 28 Lavori in corso di durata ultrannuale (segue) CONSEGUENZE ABOLIZIONE VALUTAZIONE AL COSTO Fiscalmente non è più possibile differire limputazione dei corrispettivi allesercizio in cui le opere vengono consegnate (metodo della commessa completata). Possibile creazione di disallineamenti tra valutazione civilistica e fiscale (doppio binario), qualora si opti nella valutazione delle opere – ai fini della redazione del bilancio – per il criterio della commessa completata (eventualità comunque poco probabile).

29 Eutekne – Tutti i diritti riservati 29 Lavori in corso di durata ultrannuale (segue) OPZIONI DOPO LA MANOVRA FINANZIARIA 2007 Valutazione fiscaleRischio contrattuale 2005SAL o commessa completataSI 2006SAL o commessa completataNO 2007 Commesse iniziate prima del 2007: SAL o commessa completata NO Commesse iniziate nel 2007: SAL Condizioni per ladozione del metodo (civilistico) del SAL: deve esistere un contratto vincolante tra le parti; le opere devono essere specifiche per il cliente; è possibile stimare in modo attendibile i SAL, così come i ricavi e i costi di commessa; non vi sono condizioni esterne che possano influenzare le valutazioni.

30 Eutekne – Tutti i diritti riservati 30 Lavori in corso di durata ultrannuale (segue) CONTABILIZZAZIONE CON % COMPLETAMENTO Esercizio Rimanenze (SP) Δ rimanenze (C/E) Costi (C/E) Utile lordo di commessa (200) (150) (420)(150)30 (600 – 420 – 150) Dati di partenza: ricavi di commessa: 600 costi di commessa: 500 SAL esercizio: 2007: 40%; 2008: 70%; 2009: 100% Nellesercizio 2009 limpresa iscrive ricavi (600) a fronte di una variazione negativa delle rimanenze pari a 420. Il margine di commessa (100) viene, quindi, ripartito in modo proporzionale tra i vari esercizi.

31 Eutekne – Tutti i diritti riservati 31 Lavori in corso di durata ultrannuale (segue) CONTABILIZZAZIONE CON % COMPLETAMENTO Contabilizzazione degli acconti: tra i ricavi (scorporandoli dal valore delle rimanenze); tra i debiti (includendoli nel valore delle rimanenze). Il Principio Contabile OIC 23 privilegia liscrizione tra i ricavi, a condizione che: il ricavo sia riconosciuto con certezza quale corrispettivo per i lavori eseguiti; in Nota Integrativa si dia conto dellesposizione dellimpresa nei confronti del committente per tutti i lavori non definitivamente accertati e liquidati.

32 Eutekne – Tutti i diritti riservati 32 Interessi di finanziamento IMMOBILI PATRIMONIO Interessi di finanziamento: interessi relativi allacquisto di immobili patrimonio (es. A/2). Interessi di funzionamento: interessi relativi agli interventi di manutenzione e alle spese di gestione su immobili patrimonio. Lart. 1, co. 35, L. 244/2007 modificando lart. 90, co. 2, TUIR stabilisce definitivamente che: gli interessi passivi di finanziamento relativi a immobili non strumentali (né merce) sono esclusi dal regime di indeducibilità assoluta degli oneri afferenti detti immobili. La norma rappresenta uninterpretazione autentica e, come tale, ha efficacia retroattiva.

33 Eutekne – Tutti i diritti riservati 33 Operazioni con residenti black list QUADRO NORMATIVO art. 1 co. 6 DL 262/2006 ha introdotto il co. 12-bis nellart. 110 del TUIR art. 1 co. 301 L. 296/2006 modifica il co. 11 dellart. 110 del TUIR art. 1 co. 302 L. 296/2006 introduce il co. 3-bis nellart. 8 del DLgs. 471/97

34 Eutekne – Tutti i diritti riservati 34 Operazioni con residenti black list (segue) PROFESSIONISTI Il DL 262/2006 ha esteso il regime di indeducibilità anche ai costi derivanti da prestazioni di servizi resi da professionisti domiciliati in Stati black list le società non possono dedurre i costi per servizi resi da professionisti se non dimostrano alternativamente che: la consulenza era effettivamente connessa ad unattività radicata nello Stato black list; la prestazione per sua natura non poteva che esser espletata da un professionista che opera in quel determinato territorio

35 Eutekne – Tutti i diritti riservati 35 Operazioni con residenti black list (segue) IMPRESE / PROFESSIONISTI La L. 296/2006 ha introdotto una sanatoria per i costi non indicati in dichiarazione per cui è possibile far valere le due esimenti (effettiva attività commerciale o effettivo interesse economico) la mancata o parziale indicazione in UNICO dei costi non implica più lindeducibilità degli stessi, bensì comporta lapplicazione di una sanzione pari al 10% dei costi non indicati. La sanzione è compresa tra un minimo di 500,00 ed un massimo di ,00.

36 Eutekne – Tutti i diritti riservati 36 Spese di ricerca e sviluppo QUADRO EC Lart. 27 co. 47 del DL 223/2006 ha esteso il meccanismo delle deduzioni extracontabili alle spese di ricerca e sviluppo. La deduzione fiscale eccedente lammortamento iscritto in conto economico riguarda le spese sostenute a decorrere dal periodo dimposta successivo a quello in corso al (periodo dimposta 2007, per i soggetti solari).

37 Eutekne – Tutti i diritti riservati 37 Costi di telefonia fissa e mobile A decorrere dal periodo dimposta 2007, viene stabilita nel limite dell80% la deducibilità degli oneri relativi a: impianti di telefonia fissa; telefoni cellulari. La nuova percentuale di deducibilità riguarda gli oneri relativi a: quote di ammortamento canoni di locazione (anche finanziaria) manutenzione e gestione beni materiali ed immateriali necessari per la connessione internet (es. modem, router ADSL e relativo software).

38 Eutekne – Tutti i diritti riservati 38 Costi di telefonia fissa e mobile (segue) CONTRATTO DI ASSISTENZA/NOLEGGIO In caso di contratto di noleggio che prevede la fornitura sia del centralino telefonico con i relativi terminali sia di personal computer (o lassistenza su detti beni), soltanto la quota del canone relativa al noleggio/assistenza del centralino e dei terminali deve esser dedotta nel limite dell80% è quindi consigliabile per forniture di importo rilevante richiedere in fattura la ripartizione dei costi in merito alla diversa tipologia di beni.

39 Eutekne – Tutti i diritti riservati 39 Disciplina fiscale autovetture NUOVI LIMITI DI DEDUCIBILITÀ DEGLI ONERI (art. 15-bis co. 7 del DL 81/2007) Periodo dimposta 2007: Autovetture aziendali: limite 40% (art. 164, co. 1, lett. b). Autovetture date in uso promiscuo a dipendenti: limite 90% (art. 164 co. 1 lett. b-bis, TUIR). Periodo dimposta 2006 (recupero in UNICO 2008 – quadro RF rigo 58 – pari alla differenza tra il seguente limite di deducibilità e quota dedotta in UNICO 2007): Autovetture aziendali: limite 20% (nel rispetto del tetto max) Autovetture date in uso promiscuo a dipendenti: limite 65%

40 Eutekne – Tutti i diritti riservati 40 Disciplina fiscale autovetture (segue)

41 Eutekne – Tutti i diritti riservati 41 Disciplina fiscale autovetture (segue)

42 Eutekne – Tutti i diritti riservati 42 Rimborso IVA su autovetture La presentazione dellistanza di rimborso dellIVA non detratta sulle autovetture (acquisto e spese di gestione) relativamente al periodo 1/1/03 – 13/9/06 comporta, ai sensi del principio OIC 25, la rilevazione nel Bilancio 2007 del relativo credito verso lerario. La sopravvenienza attiva iscritta in Conto economico non rileva ai fini della determinazione del reddito imponibile. C.II. 4-bis Crediti vs erarioAE.20 Sopravvenienze attive


Scaricare ppt "Eutekne – Tutti i diritti riservati Le novità ai fini della determinazione del reddito imponibile 2007 dott. Luca Ambroso."

Presentazioni simili


Annunci Google