La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STUDI DI SETTORE: COME DIFENDERSI a cura di Marco Pomaro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STUDI DI SETTORE: COME DIFENDERSI a cura di Marco Pomaro."— Transcript della presentazione:

1 STUDI DI SETTORE: COME DIFENDERSI a cura di Marco Pomaro

2 NOVITA DL 223/2006 FINANZIARIA 2007 ABOLITA LA REGOLA DEL 2 SU 3 NUOVI INDICI DI COERENZA DATI ERRATI/OMESSI – NUOVE SANZIONI LIMITI AGLI ACCERTAMENTI ANALITICO-PRESUNTIVI CONTRADDITTORIO OBBLIGATORIO PER TUTTI I CONTRIBUENTI

3 MODIFICA NORMA BASE Gli accertamenti basati sugli studi di settore, di cui allarticolo 62-sexies del DL 331/93 sono effettuati nei confronti dei contribuenti con periodo d'imposta pari a dodici mesi e con le modalità di cui al presente articolo. Gli accertamenti basati sugli studi di settore, di cui allarticolo 62- sexies del DL 331/93 sono effettuati nei confronti dei contribuenti e con le modalità di cui al presente articolo qualora l'ammontare dei ricavi o compensi dichiarati risulta inferiore all'ammontare dei ricavi o compensi determinabili sulla base degli studi stessi. ANTE FINANZIARIA 2007 POST FINANZIARIA

4 POSSIBILITA PER IL CONTRIBUENTE NON CONGRUO ADEGUARSI IN DICHIARAZIONE ANDARE IN CONTRADDITTORIO CON LAMMINISTRAZIONE RICORSO IN COMMISSIONE TRIBUTARIA

5 ADEGUAMENTO IN DICHIARAZIONE Ladeguamento ha rilevanza ai fini delle imposte sui redditi, IVA ed IRAP E effettuato senza applicazione di sanzioni e interessi, versando la relativa imposta entro il termine stabilito per il versamento a saldo dellimposta sul reddito. Ladeguamento NON PUO ESSERE RATEIZZATO e per quanto riguarda lIVA deve essere ANNOTATO NEI REGISTRI DI CUI ART 23-24/DPR 633/72 Se lADEGUAMENETO è effettuato NEI PERIODI SUCCESSIVI a quello in cui trova applicazione PER LA PRIMA VOLTA LO STUDIO sia applica una maggiorazione del 3% calcolata sulla differenza tra RICAVI/COMPENSI GERICO e QUELLI ANNOTATI NELLE SCRITTURE CONTABILI

6 ADEGUAMENTO IN DICHIARAZIONE La maggiorazione non è dovuta se La predetta differenza è inferiore al 10% dei ricavi o compensi annotati nelle scritture contabili Per gli studi approvati per la prima volta ovvero per il primo anno di applicazione dello studio revisionato Es. ricavi in COGE ricavi PUNTUALI In caso di adeguamento si dovrà versare la maggiorazione del 3% su e non su 2.000

7 LIMITAZIONI ACCERTAMENTO CONDIZIONE DI ACCESSO CONGRUITA DEI RICAVI O COMPENSI + COERENZA RISPETTO INDICI NORMALITA (anche per adeguamento in dichiarazione) BLOCCO SUGLI ACCERTAMENTI SOLO SE: Attività non dichiarate 40% ricavi dichiarati con un massimo di euro Non siano irrogabili sanzioni per violazioni nella compilazione del prospetto

8 LIMITAZIONI ACCERTAMENTO ESEMPIO 1 Compensi dichiarati Compensi Ge.Ri.Co Il contribuente non si è adeguato alle risultanze degli studi di settore, pertanto non sussiste alcun limite allaccertamento analitico-presuntivo

9 LIMITAZIONI ACCERTAMENTO ESEMPIO 2 Compensi dichiarati Compensi Ge.Ri.Co Attività non dichiarate Il contribuente anche per effetto delladeguamento ha dichiarato compensi in linea con quelli puntuali determinati da Ge.Ri.Co. tuttavia, lAmministrazione non subisce alcun limite nellazione di accertamento, in quanto le attività non dichiarate,pur INFERIORI al 40% di quelle dichiarate, SUPERANO IL LIMITE MASSIMO DI

10 LIMITAZIONI ACCERTAMENTO ESEMPIO 3 Compensi dichiarati Compensi Ge.Ri.Co Attività non dichiarate Il contribuente anche per effetto delladeguamento ha dichiarato compensi in linea con quelli puntuali determinati da Ge.Ri.Co., lAmministrazione in questa ipotesi NON può effettuare ACCERTAMENTI ANALITICO- PRESUNTIVI, in quanto le attività dichiarate sono inferiori al 40% di quelle dichiarate e non superano il limite massimo di

11 LIMITAZIONI ACCERTAMENTO ESEMPIO 4 Compensi dichiarati Compensi Ge.Ri.Co Attività non dichiarate Il contribuente anche per effetto delladeguamento ha dichiarato compensi in linea con quelli puntuali determinati da Ge.Ri.Co. tuttavia, lAmministrazione non subisce alcun limite nellazione di accertamento, in quanto le attività non dichiarate,pur INFERIORI AL LIMITE MASSIMO DI SUPERANO il 40% DI QUELLE DICHIARATE

12 CONTRADDITTORIO Premesso che il co.3 bis allart 10 L. 146/1998 prevede per LAMMINISTRAZIONE LOBBLIGO DI INSTAURARE IL CONTRADDITTORIO ANTERIORE ALLAVVISO DI ACCERTAMENTO è necessario che il contribuente per preparare la difesa non si basi su elementi generici (quali richiami di prassi e giurisprudenza) bensì verifichi fatti economici/personali che hanno inciso sullattività svolta. LE MEMORIE SCRITTE DA CONSEGNARE ALLUFFICIO ASSUMONO UN IMPORTANZA NOTEVOLE ED E NECESSARIO CHE DI TUTTO SI TENGA CONTO NEL VERBALE DI CONSTATAZIONE CHE DEVE ESSERE REDATTO DAL FUNZIONARIO INCARICATO Si tratta quindi di individuare elementi quali:

13 DIFESA DEL CONTRIBUENTE Le caratteristiche strutturali ed economiche riferibili al gruppo omogeneo (cluster) al quale il contribuente risulta assegnato non corrispondono a quelle dellattività concretamente svolta. Lo studio di settore non coglie la puntuale localizzazione dellimpresa nellambito del territorio comunale e lo specifico contesto economico e sociale della realtà territoriale in cui opera.

14 DIFESA DEL CONTRIBUENTE Cambio-perdita personale lavorativo Rinnovamento macchinari-minor utilizzo-cambio di lavorazioni- agevolazioni allacquisto che ne hanno ridotto il costo Concorrenza del mercato Variazione dei prezzi di vendita/acquisto Malattia-maternità-infortuni Modalità di svolgimento dellattività Localizzazione dellattività svolta Tipologia dei beni trattati Svolgimento di attività di opere e forniture ultrannuali Maggiori incassi in un periodo dimposta a fronte di costi sostenuti in un altro periodo Livello di obsolescenza dei macchinari e dei beni strumentali Stock di magazzino fuori mercato venduti per lotti a prezzi inferiori al loro valore contabile

15 DIFESA DEL CONTRIBUENTE Descrizione analitica dello studio di settore applicato indicando anno di validazione - anno di revisione anno base da cui sono desunti i dati Confrontare le caratteristiche dellattività del gruppo omogeneo rappresentato dal cluster di riferimento con le reali caratteristiche del contribuente incongruo Chiedere spiegazioni allUfficio in merito alle presunte formule matematiche che sono state utilizzate per ottenere lammontare dei ricavi ritenuti congrui secondo quanto elaborato dal sistema Ge.Ri.Co Richiedere allUfficio i procedimenti di calcolo che sono stati utilizzati dal programma

16 Per il personale addetto allattività elencare le ragioni per cui non è applicabile un criterio generale di presunta capacità di produzione ricavi per soggetti addetti alle sole attività di segreteria, per il personale neo assunto con ridotta capacità produttiva, di personale interessato da infortuni e malattie ecc.. Chiedere allUfficio spiegazione del significato del c.d INTERVALLO DI CONFIDENZA e come mai, ritenga che il contribuente debba collocarsi proprio in corrispondenza del ricavo puntuale e non, ad esempio, sul ricavo minimo ammissibile oppure allinterno dellintervallo medesimo, visto che tutti i valori compresi in questo intervallo sono comunque ritenuti possibili anche dallAgenzia delle Entrate DIFESA DEL CONTRIBUENTE

17 Riportare qualsiasi indicazione relativa al settore in cui opera il contribuente che possa avvalorare il calo nel fatturato rilevabile da: –sito ISTAT –Osservazioni della Commissione di esperti –stampa locale e osservatori della CCIAA che sono in grado di documentare particolari situazioni del territorio –verificare lesistenza di situazioni già avallate in circolari dallAgenzia

18 RICHIESTA CONCLUSIVA NELLE MEMORIE PRESENTATE di voler archiviare la richiesta di voler eliminare la pretesa ad uro……

19 RICORSO contestazione dellatto in diritto: Lavviso di rettifica dellAmministrazione, nella maggior parte dei casi, sarà privo di unadeguata e fondata motivazione del presupposto impositivo, ciò in quanto basato sul mero scostamento tra risultati derivanti dallapplicazione degli studi di settore e quelli dichiarati dal contribuente. Latto di ricorso, dovrà contenere unarticolata censura di carenza di motivazione e il riferimento a sentenze utili al convincimento del giudice adito contestazione dellatto nel merito: La contestazione dellatto avverrà riprendendo tutte le osservazioni contenute nelle memorie consegnate allUfficio, come risultanti dal processo verbale di constatazione redatto dal funzionario incaricato al termine della fase del contraddittorio.


Scaricare ppt "STUDI DI SETTORE: COME DIFENDERSI a cura di Marco Pomaro."

Presentazioni simili


Annunci Google