La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CODICE ETICO E LINEE GUIDA Schema di verifica straordinaria Allegato B Dott. Andrea Nicoletti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CODICE ETICO E LINEE GUIDA Schema di verifica straordinaria Allegato B Dott. Andrea Nicoletti."— Transcript della presentazione:

1 CODICE ETICO E LINEE GUIDA Schema di verifica straordinaria Allegato B Dott. Andrea Nicoletti

2 CODICE ETICO E LINEE GUIDA Schema di verifica straordinaria – allegato B Le linee guida si ispirano, e non adottano, al Codice Civile 2403 doveri del collegio sindacale ai Principi di revisione contabile emanate dal CNDCEC obiettivo : implementare un sistema di controllo negli enti no profit

3 CODICE ETICO E LINEE GUIDA Schema di verifica straordinaria – allegato B Le linee guida si ispirano, e non adottano, al Codice Civile 2403 doveri del collegio sindacale ai Principi di revisione contabile emanate dal CNDCEC obiettivo : implementare un sistema di controllo negli enti no profit

4 doveri del Collegio dei Revisori art e seguenti c.c. …vigila sulla osservanza della legge e dello statuto, … Legge: in generale e leggi speciali dettate per la specifica tipologia di associazione (Asd, Onlus, Fondazione,…) Statuto: rispetto dei vincoli posti dalla legge e delle clausole obbligatorie da inserire per quel particolare ente no profit; controllo di legittimità

5 vigila … sui principi di corretta amministrazione,… - rispetto dello statuto, - richiamo art c.c. e seg., norme che riguardano gli adempimenti posti in capo agli amministratori (attuazione oggetto sociale, convocazioni CD, rappresentanza,…) controllo di legittimità

6 vigila … in particolare sulladeguatezza dellassetto organizzativo amministrativo contabile … Organi sociali capacità di esercitare CONTROLLO INTERNO verifica delle procedure e dei sistemi contabili adottati, affidabilità dei dati BILANCIO CONTABILITA

7 … e sul suo concreto funzionamento verifica di EFFICIENZA EFFICACIA ECONOMICITA esposizione del raggiungimento degli obiettivi, confronto tra preventivi e consuntivi analisi scostamenti controllo di merito nelle diverse aree funzionali

8 si ispirano ai Principi di Revisione Contabile emanate Cndcec un professionista Revisore potrà esprime un giudizio professionale certificazione bilancio

9 Giudizio PROFESSIONALE deriva da: attività periodica attendibilità di revisione del bilancio redatto nel rispetto Affidabilità dei dati dei principi contabili

10 ATTIVITA DI REVISIONE STRAORDINARIA i n t e g r a LE VERIFICHE RELAZIONE PERIODICHE APPROVAZIONE BILANCIO (campioni a dettaglio) implementa il SISTEMA DI CONTROLLO (percorso di vigilanza su aree funzionali)

11 Attività nelle aree funzionali programma BILANCIO PREVENTIVO CONSIGLIO esecuzione CONTABILITA rileva lattività controllo interno BILANCIO CONSUNTIVO analisi scostamenti ASSEMBLEA approva BILANCIO REVISORE verifica e approva Valutazione dei livelli di responsabilità, della trasparenza dellefficacia e adeguatezza degli assetti organizzativi

12 PERCORSO DI CRESCITA COMUNE svolto da auditing esterno : 1. Assistenza e strumento di verifica in fase di accesso per evitare distorsioni allENTE NO PROFIT (percorso di formazione) 2. Supporto agli ENTI EROGATORI dei contributi per : - valutare i soggetti meritevoli di essere ammessi ai finanziamenti; - avere garanzia che esista nellente beneficiario un controllo interno che verifichi il perseguimento dei progetti finanziati

13 applicazione Linee Guida : 3. per lENTE è strumento di AUTO – VALUTAZIONE delloperato della Governance 4. per tutti i soggetti coinvolti deve prospettare SOLUZIONI ORGANIZZATIVE in grado di prevenire comportamenti devianti non in linea con la missione e le finalità istituzionali CORRETTEZZA della PROGRAMMAZIONE TRASPARENZA dellazione e raggiungimento OBIETTIVI a garanzia delle risorse pubbliche impiegate

14 Regione fa sottoscrivere laccettazione del codice etico allente Accordo contrattuale: Lente no profit si impegna a dare informazioni complete Progetti finanziati centri di costo trasparenza

15 Il mancato rispetto delle Linee Guida e il giudizio negativo espresso dal Revisore revoca contributi

16 Questionario è una traccia da adattare : alla TIPOLOGIA di ente oggetto di verifica alla REALTA dellente alle PROBLEMATICHE criticità verifica periodica (esame a dettaglio)

17 obiettivo delle Linee Guida CONVERGENZA SU UNO SCHEMA UNIFORME differenziato per gli elementi distintivi legati alla tipologia dellente, ma per tutti gli enti volto a verificare il raggiungimento della missione (si auspicano anche differenziazioni e semplificazioni per gli enti di minore dimensione)

18 REVISORE : la risposta affermativa è necessaria Domande vincolanti per esprimere giudizio positivo per eventuale certificazione Domande non vincolanti può suggerire aree di miglioramento; Domande senza risposta da riproporre

19 forma redazione atto costitutivo e statuto redatto da notaio redatto da soci fondatori - atto pubblico - scrittura privata autenticata - scrittura privata obbligatorio: registrata - scrittura privata per chiedere il riconoscimento, per società di capitali (asd,…) per fondazioni,

20 S t a t u t o sotto il profilo civilistico le associazioni si differenziano in ragione del particolare scopo perseguito FORMA deve contenere di costituzione CLAUSOLE vincolanti LA CORRETTA REDAZIONE E NECESSARIA per : … il riconoscimento della qualifica (es.Coni), quindi requisito necessario per ottenere i benefici fiscali … liscrizione in apposito registri Regionali (es. Odv), possibilità di accedere a contributi, stipulare convenzioni (assistenza gratuità da parte dei CSV), …


Scaricare ppt "CODICE ETICO E LINEE GUIDA Schema di verifica straordinaria Allegato B Dott. Andrea Nicoletti."

Presentazioni simili


Annunci Google