La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Decreto-Legge 31 maggio 2010, n.78 recante "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica" è entrato in vigore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Decreto-Legge 31 maggio 2010, n.78 recante "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica" è entrato in vigore."— Transcript della presentazione:

1 Il Decreto-Legge 31 maggio 2010, n.78 recante "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica" è entrato in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 31 maggio Il Decreto-Legge 31 maggio 2010, n.78 recante "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica" è entrato in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 31 maggio >. >.

2 Rapporto trimestrale ARAN dicembre 2009

3 Retribuzione personale della scuola pubblica 2001/2010

4 Laccordo separato sugli assetti contrattuali Gli effetti reali dipendenti privati – Il complessivo Perdita per depurazione IPCA 406 Euro. Perdita di scostamento minima( ipotesi 0,1%) 180 Euro Perdita rispetto Tasso Inflazione Programmata IPCA nel periodo Euro Perdita per abbassamento valore punto 951 Euro Totale nel quinquennio Euro

5 Stipendi netti medi annuali Paesi OCSE (calcolati a parità di potere di acquisto) 1 Corea Corea Regno Unito Regno Unito Svizzera Svizzera Lussemburgo Lussemburgo Giappone Giappone Norvegia Norvegia Australia Australia Irlanda Irlanda Paesi Bassi Paesi Bassi Stati Uniti Stati Uniti Germania Germania Austria Austria Svezia Svezia Canada Canada Grecia Grecia Belgio Belgio Francia Francia Finlandia Finlandia Islanda Islanda Spagna Spagna Danimarca Danimarca Nuova Zelanda Nuova Zelanda ITALIA ITALIA Portogallo Portogallo Repubblica Ceca Repubblica Ceca Turchia Turchia Polonia Polonia Rep. Slovacca Rep. Slovacca Ungheria Ungheria Messico Messico MEDIA Ocse $ MEDIA Ue-15 $ MEDIA Ocse $ MEDIA Ue-15 $ Fonte: Ocse, Rapporto sul prelievo fiscale sui salari Fonte: Ocse, Rapporto sul prelievo fiscale sui salari

6 Spesa per i dipendenti pubblici e loro redditi nei principali Paesi europei (2005)

7 Spesa pubblica annua pro capite per retribuzioni nel settore pubblico in alcuni paesi europei

8 Blocco rinnovo dei contratti nazionali del pubblico impiego, senza possibilità di recupero, per gli anni Perdita media (9,3%) a fine triennio sulla base della piattaforma FLC Scuola 2758 Università 2100 Ricerca 3512 Perdita media a fine triennio sulla base dellindice IPCA (5,9%) Scuola 1508 Università 1350 Ricerca 2166

9 Stima della perdita nel triennio per il personale contrattualizzato delle università categoria IPCA piattaforma FLC B , ,78 C , ,94 D4 1637, ,60 EP , ,20 EP , ,37 A tali importi vanno aggiunti gli effetti sulla retribuzione e sulla carriera della L 133/08 e della L 150/10

10 Congelamento degli stipendi Per gli anni 2011, 2012 e 2013 il trattamento economico complessivo dei singoli dipendenti, anche di qualifica dirigenziale, ivi compreso il trattamento accessorio, non può superare quello goduto nel Per il personale contrattualizzato e non contrattualizzato le progressioni di carriera comunque denominate ed i passaggi tra le aree eventualmente disposte negli anni 2011, 2012 e 2013 hanno effetto, per i predetti anni, ai fini esclusivamente giuridici. Per i ricercatori e i docenti universitari negli anni 2011, 2012 e 2013 sono bloccati l adeguamento retributivo e la maturazione di classi e scatti, senza possibilità di recupero. Per il personale ATA e docente della scuola gli anni 2010, 2011, 2012 non sono utili ai fini della maturazione delle posizioni stipendiali e degli incrementi retributivi. Inoltre i risparmi previsti dall'art. 64 della legge 133/2008, finalizzati alla valorizzazione professionale del personale della scuola, vengono utilizzati per ripianare i debiti pregressi delle scuole, per il funzionamento, le supplenze brevi e per le spese per gli ex LSU.

11 Congelamento retribuzioni: effetto sul personale non contrattualizzato delluniversità scatti biennali adeguamento retributivo Ordinario classe 1: Ordinario classe 9: Ordinario classe 14/3 : Associato classe 1: Associato classe 9 : Associato classe 14/3: Ricercatore classe 1: Ricercatore classe 9: Ricercatore classe 14/2: gli importi della colonna scatti biennali sono la perdita media annuale a regime consistente in un importo pari a 1,5 scatti (blocco per tre anni degli scatti biennali). la colonna adeguamento rappresenta la perdita media annuale dovuta al mancato aumento retributivo nellipotesi arbitraria che per tutti e tre gli anni ladeguamento fosse pari al 2% annuo

12 Interventi su pensioni e liquidazioni Le decorrenze per la liquidazione delle pensioni è prolungata di 12 mesi dalla data di maturazione dei requisiti per il pensionamento. Lindennità di buonuscita sarà liquidata in un unico importo se lammontare lordo è inferiore a , in due importi se è superiore ai ed inferiore ai , in tre importi se è pari o superiore ai Dal 1 gennaio 2010 la liquidazione sarà calcolata secondo il sistema TFR con laliquota del 6,91%.

13 Altri interventi di contenimento della spesa sul personale Le spese per missioni in Italia e allestero sono ridotte del 50% rispetto a quanto speso nel Sono azzerate i rimborsi per diaria e per lutilizzo dellauto personale. Le spese per attività di formazione devono essere il 50% di quanto speso nel gli stipendi superiori ai euro lordi sono ridotti ( per la parte eccedente) del 5% fino a euro, mentre per la parte eccedente i euro il taglio sarà del 10%

14 Effetti su contratti e assunzioni dal 2011 la spesa per personale a tempo determinato e co.co.co, pagate sui fondi di finanziamento ordinario, deve essere contenuta entro il limite del 50% di quanto speso nellanno Per il quadriennio rimangono in vigore le limitazioni poste dalla legge 133/08 ossia la possibilità di assumere nel limite del 20% dei cessati dal servizio nellanno precedente. Nelle Università la legge 1/09, successiva alla legge 133/08 estende la possibilità di assunzioni al 50% della spesa dei cessati dal servizio, fermo restando che non si sia superato il tetto del 90% della spesa per il personale.

15 Tagli ai trasferimenti per regioni, comuni e province Tagli ai trasferimenti per regioni, comuni e province - 8,5 miliardi Regioni a Statuto ordinario - 8,5 miliardi Regioni a Statuto ordinario - 1,5 miliardi Regioni a Statuto speciale - 1,5 miliardi Regioni a Statuto speciale - 1 miliardo Province - 1 miliardo Province - 4 miliardi Comuni - 4 miliardi Comuni

16 Accorpamento soppressione Enti di ricerca Si sopprimono e si accorpano ISPESL, ISAE, INSEAN, ENSE, IAS Il personale ISPESL ed ENSE è ricollocato nellINAIL e nellINRAN ISAE, IAS e INSEAN si prevede la mobilità in altri enti di ricerca solo per i ricercatori e tecnologi di ruolo, mentre il resto del personale di ruolo sarà riassorbito nei rispettivi ministeri vigilanti.

17 Spesa in ricerca e sviluppo

18 Ricercatori nei Paesi OCSE

19 Cambiare si può Fermo restando che i Conti pubblici debbano tornare in ordine, la CGIL ritiene che quella proposta dal Governo sia una manovra iniqua e sbagliata. Iniqua perché divide il Paese. Sbagliata perché non vi sono provvedimenti di sostegno alloccupazione, alla crescita e allo sviluppo, quindi agli investimenti Cambiare si può Chiamare tutti i cittadini a partecipare al risanamento rispettando una progressione in base al reddito Chiamare tutti i cittadini a partecipare al risanamento rispettando una progressione in base al reddito Tassare le rendite ai livelli europei e introdurre la patrimoniale sui grandi patrimoni Tassare le rendite ai livelli europei e introdurre la patrimoniale sui grandi patrimoni Reintrodurre lICI per i redditi sopra i 100mila euro e introdurre unaddizionale per i redditi oltre i 150mila euro Reintrodurre lICI per i redditi sopra i 100mila euro e introdurre unaddizionale per i redditi oltre i 150mila euro

20 Cambiare si deve Per correggere i Conti pubblici, generare una manovra più equa e sostenere la crescita, lo sviluppo e la buona occupazione, la CGIL propone in particolare: Lotta allevasione e allelusione fiscale per lemersione di 50 miliardi di euro in tre anni. Lotta alla corruzione. La Corte dei Conti ha segnalato un costo di 60 miliardi di euro ogni anno. Lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione. La Corte dei Conti ha segnalato una massa aggredibile di circa 80 miliardi. Armonizzazione dei costi della politica ai livelli europei. Tetto agli stipendi dei Top-manager. Portare laliquota marginale dellIRPEF dal 43% al 45% a sostegno degli incentivi per creare buona occupazione giovanile (per tre anni, in attesa della riforma strutturale di tutte le aliquote IRPEF come avanzata nella piattaforma CGIL Per un fisco giusto, inviata al Governo a dicembre 2009, basata sullo spostamento del carico fiscale dal lavoro verso le rendite finanziarie (20%), i grandi patrimoni (oltre gli 800mila euro) e le transazioni finanziarie di breve durata. ).

21 Più evadono più paghi Più evadono più paghi E necessario un patto fiscale con tutti i contribuenti onesti. Occorre affrontare una volta per tutte ed in maniera determinata il fenomeno dellevasione fiscale. Lincremento delle entrate attraverso il contrasto allevasione fiscale è uno strumento indispensabile per la produzione di risorse necessarie alla realizzazione di qualsiasi progetto di riforma fiscale

22 La CGIL si oppone alle scelte del Governo 25 giugno sciopero generale dei lavoratori pubblici e privati La CGIL si oppone alle scelte del Governo 25 giugno sciopero generale dei lavoratori pubblici e privati MANIFESTAZIONE PROVINCIALE A ROMA Ore 9.00 concentramento BOCCA DELLA VERITÀ Ore comizio finale PIAZZA FARNESE Il Governo ha scelto ancora una volta di colpire i lavoratori, pubblici e privati, i lavoratori precari, i pensionati, le fasce più deboli del Paese. Il Governo ha scelto ancora una volta di colpire i lavoratori, pubblici e privati, i lavoratori precari, i pensionati, le fasce più deboli del Paese. La manovra è sbagliata, iniqua, penalizza il lavoro, non promuove la crescita, nega il futuro ai giovani. La manovra è sbagliata, iniqua, penalizza il lavoro, non promuove la crescita, nega il futuro ai giovani.


Scaricare ppt "Il Decreto-Legge 31 maggio 2010, n.78 recante "Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica" è entrato in vigore."

Presentazioni simili


Annunci Google