La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tessuti Connettivi. Cosè il Connettivo? Il tessuto connettivo forma un continuo con il tessuto epiteliale, muscolare, nervoso e con le altre componenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tessuti Connettivi. Cosè il Connettivo? Il tessuto connettivo forma un continuo con il tessuto epiteliale, muscolare, nervoso e con le altre componenti."— Transcript della presentazione:

1 Tessuti Connettivi

2 Cosè il Connettivo? Il tessuto connettivo forma un continuo con il tessuto epiteliale, muscolare, nervoso e con le altre componenti del connettivo stesso Connettivo maturo si classifica in: –Connettivo Propriamente Detto –Connettivo Specializzato Cartilagine, Osso, SangueCartilagine, Osso, Sangue

3 Da Dove Deriva MesenchimaMesenchima Principalmente dal mesoderma Cellule MesenchimaliCellule Mesenchimali Indifferenziate possono differenziare in tutti i tipi cellulari del connettivo maturo. Fonte di cellule staminali dei tessuti connettivi.

4 Funzioni dei Tessuti Connettivi Supporto strutturale e metabolico per altri tessuti ed organi in tutto il corpo. –Portano i vasi, mediano lo scambio di nutrienti e metaboliti –Negli organi sono il materiale di rivestimento –Supporto per la pelle ed i tendini –Impalcatura dello scheletro –Riserva di grasso –Difesa immunologica –Riparazione dei tessuti

5 Composizione dei Tessuti Connettivi Sostanza Fondamentale FibreCellule La proporzione di ciascuna componente varia a seconda del tipo di tessuto connettivo considerato.

6 Matrice Extracellulare Sostanza Fondamentale e Fibre Resiste a compressione e stiramento

7 Sostanza Fondamentale Gel semi-solido altamente idratato Colorazione chiara con i tipici coloranti. Composta principalmente da: –Glicosaminoglicani (GAGs) –Proteoglicani –Glicoproteine adesive

8 Glicosaminoglicani GlicosaminoGlicosamino –Catena polisaccaridica lineare composta da ripetizioni di di- saccaridi Acido IaluronicoAcido Ialuronico GAG SolforatiGAG Solforati –cheratan-, eparan-, dermatan-, condroitin-solfato, eparina

9 Proteoglicani ProteoglicaniProteoglicani, detti aggrecani nella cartilagine, sono legati allacido ialuronico. Grossi domini macromolecolari detti aggregati proteoglicanici responsabili dello stato di gelificazione della matrice.

10 Glicoproteine strutturali Catene proteiche legate a polisaccaridi ramificati. FibrillariFibrillari FibrillinaFibrillina, forma microfibrille di 8-12 nm di diametro, incorporata intorno ed allinterno delle fibre elastiche. Fibronectina Recettore della fibronectina integrine actinaFibronectina, diffusamente sparsa nella matrice extracellulare. Controlla la deposizione e lorientamento del collagene ed il legame cellula- matrice. Recettore della fibronectina, glicoproteine transmembrana (integrine) connesse al citoscheletro (actina).

11 Non filamentoseNon filamentose LamininaLaminina componente della membrana basale, lega specifiche molecole di adesione. CondronectinaCondronectina nella cartilagine. OsteonectinaOsteonectina nellosso.

12 Membrana Basale Si trova tra l'epitelio ed il tessuto connettivo sottostante Per muscoli e tessuto nervoso è la lamina esterna Tre strati –Due superiori derivano dall'epitelio, chiamati lamina basale Lamina rara (lucida)Lamina rara (lucida) Lamina densaLamina densa –Quello inferiore deriva dal tessuto connettivo Lamina Reticolare (lamina fibroreticularis)Lamina Reticolare (lamina fibroreticularis)

13 Componenti della Membrana Basale Lamina BasaleLamina Basale –Collagene di tipo IV –Eparansolfato –Fibronectina e Laminina Lamina ReticolareLamina Reticolare –Collagene di tipo II –Chiamato anche Fibre Reticolari Lamina Lucida Densa Fibroreticolare

14 Funzioni della Membrana Basale Supporto strutturale, adesione cellula/matrice Permette ai nutrienti ed agli scarti di diffondere Filtro per le macromolecole (rene) Zona di differenziamento e polarizzazione delle cellule Nella rigenerazione funziona da autostrada per la migrazione cellulare

15 Porzione Fluida GAGsAcido IaluronicoGAGs, specialmente lAcido Ialuronico, presentano alta affinità per la parte fluida della sostanza fondamentale. –Dializzato del sangue Sostanze con basso peso molecolare possono scorrere liberamente. Cellule del connettivo possono muoversi. –La turgidità del fluido previene l'estendersi delle infezioni batteriche.

16 Fibre del Tessuto Connettivo Fibre Collagene Fibre Collagene (comprese le Fibre Reticolari) Fibre Elastiche Fibre Elastiche (Elastina)

17 Collagene FunzioneFunzione: dipende dal tipo Esistono almeno 20 differenti tipi di fibre collagene –Tipo I –Tipo I - fornisce la forza elastica 90% collagene totale Derma, legamenti, ossoDerma, legamenti, osso –Tipo II cartilagine ialina ed elasticaNella cartilagine ialina ed elastica –Tipo III lamina reticolareNella lamina reticolare È il primo collagene secreto durante la cicatrizzazione –Tipo IV lamina densalamina basaleNella lamina densa e nella lamina basale

18 AspettoAspetto –Spesso ( nm) e privo di diramazioni –Appare disposto in ondate –Talvolta acidofilo –Presenta una periodicità di 64 nm (tipo I, II, e III)

19 Formazione del Collagene procollageneProdotto come procollagene all'interno delle cellule tropocollageneSecreto dalle cellule e modificato a tropocollagene fibrille di collagene Il tropocollagene si assembla con un pattern bandeggiante per formare le fibrille di collagene

20 La sintesi del collagene

21 Cross-linking delle molecole di collagene

22

23 Tre catene polipeptidiche (catene ) legate insieme. Formano struttura ad elica lunga 300 nm e con diametro di 1,5 nm. Polimerizzano nella matrice formando il collagene vero e proprio. Tropocollagene

24

25 Elastina tropoelastina fibrillinaSintetizzata dai fibroblasti come tropoelastina, polimerizza nellECM in presenza di fibrillina. FunzioneFunzione –Conferisce l'elasticità fibre fogli discontinuiOrganizzata in fibre e fogli discontinui nellECM –Corde vocali –Arteria aorta e polmonare –Bronchi, polmoni –Pelle ed alcune cartilagini

26 AspettoAspetto –Sottile, fino ad 1 nm –Meno ondeggiante del collagene e ramificata. –Colorazione gialla richiede tecniche particolari di colorazione

27

28 Fibre Reticolari FunzioneFunzione –Supporto intimo dei capillari, nervi e fibre muscolari lamina reticolare –Si osservano nella lamina reticolare della membrana basale capsule di rivestimento degli organi –Forma le capsule di rivestimento degli organi

29 AspettoAspetto –Collagene di tipo III glicoproteine –Collagene di tipo III rivestito da glicoproteine con particolari proprietà di colorazione –PAS (Acido Periodico di Schiff) –Argento –Diametro nm

30 Cellule del Connettivo Fibroblasti Cellule di Sostegno MacrofagiPlasmacelluleAdipocitiCartilagineOssoSangueFibroblasti MacrofagiPlasmacelluleAdipocitiCartilagineOssoSangue

31 Fibroblasti Cellule fisse FunzioneFunzione –Sono le cellule più ubiquitarie –Sono cellule attive collagene, collagenasi, elastina ed altre fibre –Formano collagene, collagenasi, elastina ed altre fibre sostanza fondamentale –Producono la sostanza fondamentale ECM (Extra Cellular Matrix)

32 AspettoAspetto –Cellule affusolate o con ampi processi citoplasmatici –Citoplasma basofilo –Nucleo con grande nucleolo/nucleoli

33 Fibroblasti attiviFibroblasti attivi –Stretta associazione con fasci di fibre collagene. –Citoplasma scarsamente colorato, abbondante RER e Golgi. –Nucleo grande di forma ovoidale. Fibroblasti a riposo (fibrociti)Fibroblasti a riposo (fibrociti) –Più piccoli, citoplasma acidofilo, scarso RER e ribosomi liberi. Fibroblasti possono muoversi, raramente mitosi (ferite), differenziabili in adipociti, condrociti e in condizioni patologiche in osteoblasti.

34 Mastociti FunzioneFunzione –Reazioni di iper-sensibilizzazione immediata (allergie) istamina eparinaContengono: istamina (vasodilatatore), sostanza a reazione lenta nei processi anafilattici ed in risposta a fattori chemio-tattili, eparina (anticoagulante). IgE e recettoriIgE e recettori esposti sulla membrana, quando un antigene collega due molecole IgE, la membrana si rompe causando il rilascio di mediatori allergici DistribuzioneDistribuzione –Derma, Rivestimento gastro-intestinale, Perivascolare, Rivestimento vie respiratorie

35 AspettoAspetto –Cellule larghe, rotondeggianti od ovoidali –Granuli secretori sferici addossati alla membrana –Numerosi mitocondri –Poco RER e Golgi abbondante Mastociti

36 Macrofagi Sia fissi che mobili FunzioneFunzione –Fagocitano residui e li degradano attraverso i lisosomi –Fonte delle proteine del complemento e dei regolatori della crescita –Aiutano la risposta immunitaria OrigineOrigine –Derivano dai monociti del sangue –Possono avere nomi caratteristici: istiociti

37 AspettoAspetto –Cellule con forma da rotondeggiante ad ovoidale, nucleo scuro e periferico, a volte si possono vedere i materiali fagocitati

38 Plasmacellule Cellule migranti OrigineOrigine –Discendenti dei linfociti B (globuli bianchi) FunzioneFunzione –Acquisizione della risposta immunitaria –Fonte degli anticorpi circolanti –Produzione e rilascio delle IgG DistribuzioneDistribuzione –Connettivo lasso, –Tessuti linfoidi (milza e linfonodi) –Sangue

39 AspettoAspetto –Citoplasma basofilo –Golgi evidente –Nucleo grande e rotondeggiante

40 Classificazione del Tessuto Connettivo Propriamente Detto Lasso Lasso (Areolare) Denso Irregolare Denso Regolare Fibroso ElasticoReticolareAdiposo Connettivo lasso Connettivo denso Collagene Mastocita Fibroblasto Linfocita Endoteliale Capillare Macrofago Fibroblasto Collagene Fibra elastica

41 Connettivo Lasso (Areolare) AspettoAspetto –Abbondante sostanza fondamentale –Cellule chiaramente visibili –Poche fibre

42 DistribuzioneDistribuzione –Sottocutaneo –Impalcatura degli organi –Guaina dei vasi sanguigni –Lamina Propria delle mucose FunzioneFunzione –Risposta infiammatoria (immunitaria) –Cellule di sostegno, macrofagi

43 Denso Irregolare AspettoAspetto –Disordinato –Più fibre molto compatte e meno cellule. –Nuclei dei fibroblasti ben visibili

44 Ematossilina/eosina Azan-Mallory

45 DistribuzioneDistribuzione –Derma –Periostio –Capsule degli organi FunzioneFunzione –Protezione, molto resistente Derma Periostio

46 Denso Regolare AspettoAspetto –Fibre parallele molto compatte Collagene Poca elastina Pochi vasi sangugni –Nuclei dei fibroblasti ben visibili

47 DistribuzioneDistribuzione –Tendini dai muscoli all'osso –Legamenti da osso ad osso –Aponeurosi Tendini modificati appiattiti Principalmente schiena ed addome FunzioneFunzione –Fornisce il movimento nelle aree di trazione

48 Connettivo Reticolare Collagene di tipo IIICollagene di tipo III AspettoAspetto –Fibre reticolari sperse in connettivo lasso

49 DistribuzioneDistribuzione –Organi linfoidi Linfonodi, midollo osseo, milzaLinfonodi, midollo osseo, milza –Ghiandole endocrine Pancreas, tiroide, ovaiePancreas, tiroide, ovaie FunzioneFunzione –Delicata impalcatura di supporto ad altre cellule

50 Tessuto Adiposo Il tessuto adiposo viene classificato in due tipi a seconda degli adipociti che lo compongono. Bianco o uniloculareBianco o uniloculare –20% del peso corporeo uomo, 25% donna. Bruno o multiloculareBruno o multiloculare –Molto specializzato. Piccole quantità nelladulto.

51 Adiposo Bianco Cellule adipose uniloculariCellule adipose uniloculari –Una singola goccia di grasso Ricca vascolarizzazione AspettoAspetto –Trigliceridi accumulati nel citoplasma –Privi di vescicole –Nucleo spostato di lato –Recettori di membrana per varie sostanze, insulina, GH, glucocorticoidi

52

53

54 FunzioneFunzione –Assorbimento, sintesi, accumulo e mobilizzazione dei lipidi neutri –Carburante per le cellule, ammortizzatori, isolatori DistribuzioneDistribuzione – Sotto la pelle – Attorno ai reni – Nelle ossa (adulto) Nucleo Gocce Lipidiche Adipocita Precursore tipo fibroblasto

55 Adiposo Bruno Cellule adipose multiloculariCellule adipose multiloculari –Tante piccole goccioline di grasso AspettoAspetto –Colorito rosso-bruno Vasi e citocromi mitocondriali –Numerose vescicole –Abbondanti mitocondri –Molti capillari

56

57

58 FunzioneFunzione –Produzione di calore nei neonati e negli animali in letargo –Dissipa energia piuttosto che accumularne DistribuzioneDistribuzione –Ascelle e mediastino

59 Wheater - Istologia ed Anatomia Microscopica, Cap. 4. Gartner - Istologia, Cap. 6.


Scaricare ppt "Tessuti Connettivi. Cosè il Connettivo? Il tessuto connettivo forma un continuo con il tessuto epiteliale, muscolare, nervoso e con le altre componenti."

Presentazioni simili


Annunci Google