La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 1 Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 1 Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 1 Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici al Plasma Lavatrici al Laser Letto Fluido Metodi di Pulizia: Stato dellarte Utilizzo di Solventi Camera di Lavaggio a chiusura ermetica Contatto totale e turbolento (energetico) fra superficie solvente e detergente Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici al Plasma Lavatrici al Laser Letto Fluido Lavatrici a Spruzzo, ad Agitazione,etc.

2 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 2 Metodi di Pulizia: Stato dellarte Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici al Plasma Lavatrici al Laser Letto Fluido Generatore Trasduttore Vasca Cavitazione Ultrasonora Formazione di Microbolle Compressione Implosione e rilascio di energia

3 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 3 Metodi di Pulizia: Stato dellarte Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici al Plasma Lavatrici al Laser Letto Fluido Vantaggi: Assenza di solventi Elevata efficienza Elevata rapidità Svantaggi: Costi elevati Limite al tipo di contaminanti eliminabili (Plasma) Potenziale danneggiamento superficie (Laser)

4 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 4 Descrizione del processo Rilevazione Spettrofotometrica Tranciatura Controllo Dimensionale Sgrassaggio Die-Attach Sarebbe auspicabile introdurre una ulteriore fase di verifica del grado di pulizia superficiale

5 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 5 Sistema di Rilevazione Spettrofotmetrico Fluorescenza La capacità di un corpo di emettere luce visibile quando viene irradiato da una sorgente di luce non visibile (ultravioletta) Radiazione secondaria (Fluorescenza) Radiazione Eccitante

6 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 6 Energia Sorgente Ultravioletta: E 1 λ 1 < 380nm Fluorescenza Sistema di Rilevazione Spettrofotmetrico Interpretazione del fenomeno τ E 1 = h*ν 1 E 2 = h*ν 2 Energia riemessa: E 2 E 2 < E 1 ν 2 < ν 1 λ = c / νλ 2 > λ 1

7 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 7 Sistema di Rilevazione Spettrofotmetrico Castrol Iloform BWN 300 Radiazione Eccitante λ 1 = 330nm Radiazione di Fluorescenza λ 2 > λ 1 Lubrificante Fluorescente

8 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 8 Sistema di Rilevazione Spettrofotmetrico Lampada Monocromatore Lenti di focalizzazione Supporto per i Campioni Strumenti di Rilevazione Lampada Monocromatore Supporto per il campione

9 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 9 Supporto per il campione Sistema di Rilevazione Spettrofotmetrico Campione delle prove sperimentali: singolo elemento dissipativo del frame

10 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 10 Sistema di Rilevazione Spettrofotometrico Segnale Frame Pulito Segnale Frame Sporcato

11 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 11 Sistema di Rilevazione Spettrofotometrico Segnale Frame Pulito Segnale Frame Sporcato Scala Logaritmica

12 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 12 Sistema di Rilevazione Spettrofotometrico Segnale Frame Pulito Segnale Frame Sporcato Range Standard nm

13 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 13 Interpretazione dei risultati Lavaggio Efficace: rimozione completa delle impurità superficiali Dopo il trattamento riotteniamo il segnale iniziale

14 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 14 Interpretazione dei risultati Lavaggio non Efficace: rimangono tracce di impurità (olio, solvente, etc.) Dopo il trattamento non riotteniamo il segnale iniziale

15 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 15 Metodi di Pulizia: Stato dellarte Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici al Plasma Lavatrici al Laser Letto Fluido

16 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 16 Metodi di Pulizia: Stato dellarte Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici al Plasma Lavatrici al Laser Letto Fluido Fluidizzazione Operazione che porta un particolato solido in uno stato fluido attraverso la sospensione in un liquido o gas

17 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 17 Sperimentazione: materiali utilizzati Lubrificante ILOFORM BWN 300 Aspetto Liquido limpido ColoreGiallo Massa volumica a 15°0,850 Kg/dm 3 Viscosità 40°C8 cSt Punto Infiammabilità (PM)132° C Densità relativa (a 20°C)0,850 Kg/dm 3 IdrosolubilitàInsolubile Aspettosolido Odorenessuno Punto di rammollimento700°C Punto di fusione1200°C Solubilitànessuna Punto di infiammabilitànessuno Peso specifico2,45-2,50 kg/dm 3 Microsfere di vetro Granulometria m m

18 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 18 3 prove ciascuna con Q = 7, 10, 15 m 3 /h per ogni portata 6 campioni trattati dai 10 ai 60 min altezza del letto fissa pari a 20 cm Lamierino forato in posizione verticale Regime a bolle già con una portata daria di 7 m 3 /h Sperimentazione: studio del comportamento del letto Zona bugnata del frame

19 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 19 1 a Serie H = 20 cm, Granulometria = m, Portata daria = 8 m 3 /h 2 a Serie H = 20 cm, Granulometria = m, Portata daria = 8 m 3 /h 3 a Serie H = 20 cm, Granulometria = m Portata daria = 15 m 3 /h Tempi di trattamento maggiori Miglior grado di pulizia

20 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 20 3 a Serie H = 20 cm Granulometria = m Portata daria = 15 m 3 /h 1 a Serie H = 20 cm Granulometria = m Portata daria = 8 m 3 /h 0,004 0,001 0,003 0,001 2 a Serie H = 20 cm Granulometria = m Portata daria = 8 m 3 /h 0,004 0,001 0,00070,001 0,004 0,001 0,003 0,001 0,0009 0,0003 0,0001 Varianza piccola buona ripetibilità delle prove

21 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 21 Una portata maggiore diminuisce la durata del trattamento, ma aumenta la potenza che bisogna fornire al compressore. Aumentando il tempo di processo invece, è possibile lavorare con una potenza più bassa del compressore e raggiungere lo stesso grado di pulizia. Una granulometria più piccola aumenta lefficienza del letto e si ha una maggiore asportazione di olio.

22 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 22 Forze di adesione

23 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 23

24 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 24

25 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 25

26 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 26 Sperimentazione: Letto fluido Aumento durata Trattamento Aumento efficienza Massimo: 100% ottenuto con durata di circa 60s

27 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 27 Sperimentazione: Lavaggio ad ultrasuoni Prove Sperimentali: 6 intervalli di tempo 10 prove per ogni intervallo Condizioni Sperimentali Solvente sostituito a seguito di ogni prova Apparecchiatura Sperimentale C Cl Percloretilene Incolore – Inodore Basso punto di ebollizione Volatile Inquinante Pericoloso Aumento durata trattamento = Grado di pulizia costante

28 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 28 Sperimentazione: Lavaggio ad ultrasuoni Aumento durata Trattamento Inizialmente lefficienza rimane costante Oltre i 45s diminuzione efficienza

29 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 29 Sperimentazione: Lavaggio ad ultrasuoni Diminuzione efficienza Aumento durata trattamento = Aumento temperatura Solvente Effettuate 36 prove preriscaldando il solvente e monitorando la sua temperatura E risultato particolarmente sfavorevole accoppiare temperature del solvente elevate con durate del trattamento superiori ai 30s


Scaricare ppt "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II 1 Lavatrici a circuito chiuso Lavatrici ad ultrasuoni Lavatrici."

Presentazioni simili


Annunci Google