La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Come è fatto un virus ? un virus è un complesso macromolecolare formato da acido nucleico: il genoma del virus,) racchiuso in un involucro proteico:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Come è fatto un virus ? un virus è un complesso macromolecolare formato da acido nucleico: il genoma del virus,) racchiuso in un involucro proteico:"— Transcript della presentazione:

1 1 Come è fatto un virus ? un virus è un complesso macromolecolare formato da acido nucleico: il genoma del virus,) racchiuso in un involucro proteico: (capside in alcuni casi è presente una membrana lipidica: involucro pericapsidico

2 2 - Mancanza del sistema generatore di ATP - Mancanza di attività metabolica - Mancanza di membrane interne e ribosomi (ecc. Arenavirus) - Un solo tipo di acido nucleico (ecc. Poxvirus: virus a DNA, tracce di RNA Retrovirus: virus a RNA, tracce di DNA)

3 3 SPETTRO DOSPITE AMPIO : VIRUS CHE INFETTANO UNAMPIA VARIETA DI OSPITI (Es. RHABDOVIRUS: dalluomo agli insetti) LIMITATO: VIRUS CHE INFETTANO SOLO OSPITI PARTICOLARI (Es. Virus di EPSTAIN-BARR: Linfociti B umani Alcuni BATTERIOFAGI: un unico ceppo di E.Coli) 3.FUNZIONI CELLULARI 1.PROTEINE VIRALI (superficie del virione) 2.RECETTORI CELLULARI (superficie della cellula ospite)

4 4 contenuto nel virione: 1% (virus influenzali) 50% (alcuni batteriofagi) quantità di informazione: 3 kb per catena ~ 3-4 geni 300 kb per catena > 100 geni (1,2 Mb - Mimivirus) unica molecola =aploide (eccezione: retrovirus) struttura biochimica DNA RNA contiene tutte le informazioni necessarie per la replicazione del virus

5 5 (3 kb kb) ds DNA lineare VIRUS a DNA con filamento doppio Adenovirus VIRUS a DNA con filamento singolo Parvovirus ss DNA lineare circolare Papillomavirus, Poliomavirus, Hepadnavirus

6 6 molecole lineari kb filamento singolo (ss) VIRUS a RNA con filamento doppio Reovirus RETROVIRUS HIV Genoma ssRNA+ diploide unico filamento (ss) più filamenti (genoma segmentato) ss - Influenza virus (8 segmenti) ds - Reovirus (11 segmenti) due identici filamenti ss (retrovirus) filamento doppio (ds)

7 7 RNA + analoghi agli mRNA cellulari cap al 5 (picornavirus - proteina VpG legata covalentemente al genoma) sequenze poli A al 3 (eccezione: virus delle piante - sequenza simile a tRNA terminano allestremità 5 con un nucleoside trifosfato RNA - ambisenso (Bunyavirus ed Arenavirus) VIRUS a RNA con filamento piu con filamento piu Poliovirus TMV VIRUS a RNA con filamento meno Virus dell Influenza Rabdovirus

8 8 i capsidi devono essere sufficientemente grandi per racchiudere il genoma virale come risparmio di informazione genetica, i capsidi devono essere formati da un numero limitato di specie proteiche ? i capsidi devono avere struttura simmetrica le subunità proteiche devono interagire tra loro in maniera da mantenere rapporti identici

9 9 strutture chiuse composte da sub-unità identiche che interagiscono attraverso interazioni specifiche possono avere 3 tipi di simmetria: (12 sub-unità) (24 sub-unità) (60 sub-unità) La simmetria icoasedrica è la più efficiente. Anche se prevede un n° maggiore di sub-unità, le sub-unità possono essere di piccole dimensioni necessità di minore informazione genetica SIMMETRIA DEI CAPSIDI tetraedrica cubica icosaedrica 4 facce triangolari 6 facce quadrate 20 facce triangolari

10 10 CAPSIDI ICOSAEDRICI

11 11 CAPSIDI ICOSAEDRICI

12 12 NUMERO DEI CAPSOMERI N = (10 x T) + 2 (es. Adenovirus T = 25 N = 252) *tracciando delle rette che congiungono tutti i capsomeri adiacenti di una faccia. Calcolo del numero di triangolazione* = T Adenovirus 25 Herpesvirus 16

13 13 Capsidi icosaedrici la stabilità dei capsidi di grande dimensione è mantenuta da proteine colla

14 14 proteine Scaffold Pre-VP22a, VP21: proteine scaffold VP24: proteasi From Flint et al. Principles of Virology (2000), ASM Press

15 15 i protomeri presentano legami identici coda-a-coda: nastro from Fields et al., (1996) Fundamental Virology, 3rd edition contatti additionali tra avvolgimenti attigui la lunghezza del genoma determina la lunghezza del capside la grandezza dei protomeri determina la larghezza e la flessibilità del capside avvolgimento del nastro intorno allasse dellelica = asse rotazionale

16 16 Esempi di capsidi elicoidali From Flint et al.. Principles in Virology (2000), ASM Press rigidi: virus nudi [virus vegetali (TMV) e batterifagi] flessibili: virus con involucro [virus animali: Sendai, VSV, Influenza] Nei virus provvisti di involucro il capside elicoidale: nucleocapside

17 17 involucro della regione centrale involucro esterno corpi laterali

18 18 Protezione dellacido nucleico virale dalla degradazione dovuta ad agenti fisici (raggi UV) e/o a nucleasi cellulari Determina la forma del virione Nei virus nudi è necessario per il riconoscimento di recettori presenti sulla membrana della cellula ospite

19 19 Il genoma virale presenta sequenze specifiche che facilitano lincapsidamento Una o più proteine del capside presenta domini in grado di legare lacido nucleico

20 20 Linvolucro è di natura lipo-proteica bilayer lipidico derivato da membrane della cellulq ospite Glicoproteine virali o PEPLOMERI spicole


Scaricare ppt "1 Come è fatto un virus ? un virus è un complesso macromolecolare formato da acido nucleico: il genoma del virus,) racchiuso in un involucro proteico:"

Presentazioni simili


Annunci Google