La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Introduzione alla scienza del significato. 2 Il linguaggio si riferisce al mondo e ci permette di comunicarci reciprocamente le nostre visioni del mondo:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Introduzione alla scienza del significato. 2 Il linguaggio si riferisce al mondo e ci permette di comunicarci reciprocamente le nostre visioni del mondo:"— Transcript della presentazione:

1 1 Introduzione alla scienza del significato

2 2 Il linguaggio si riferisce al mondo e ci permette di comunicarci reciprocamente le nostre visioni del mondo: IL SIGNIFICATO di una frase o di una parola è il segmento di realtà cui la parola o la frase in questione si riferiscono SEMANTICA consisterebbe in un rapporto di denominazione fra LINGUAGGIO e MONDO per cui le parole sono etichette

3 3 MA Il rapporto tra linguaggio e mondo in realtà molto più complesso... Relazioni di denominazione non sempre univoche es. polisemia, sinonimia Uso non letterale della frase es. polirematiche Riferimento ad una pluralità di mondi possibili es. pegaso, ippogrifo

4 4 SIGNIFICATO DELLA PAROLA OPERAZIONALE Cogliere lessenza del significato risolvendolo nelle sue componenti Studia la parola in atto e sinteressa degli effetti del significato ANALITICO

5 5 MODELLO ANALITICO di Ogden-Richards TRIANGOLO FONDAMENTALE pensiero referentesimbolo La parolasimboleggia un pensiero o referenza, che a sua volta si riferisce alla caratteristica o allavvenimento di cui parliamo. (1923)

6 6 il triangolo fondamentale offre troppo o troppo poco (ULLMAN) il referente NON linguistico non riguarda la linguistica 1 oggetto può rimanere inalterato ma può cambiare per noi il significato del suo nome, se avviene qualche mutamento nella consapevolezza che abbiamo di esso. TROPPO TROPPO POCO

7 7 ULLMAN e IL SIGNIFICATO Premessa terminologica: NOME = forma fonetica della parola SENSO = linformazione che il nome trasmette COSA = il referente (il carattere o lavvenimento di cui stiamo parlando) Se uno ode la parola pensa alla cosa e se 1 pensa alla cosa dice la parola

8 8 Relazione RECIPROCA e REVERSIBILE fra SUONO e SENSO = SIGNIFICATO N.B. (definizione formulata da Gombocz nel 1926 e implicita nella teoria del segno di Saussure)

9 9 DEFINIZIONE OPERAZIONALE del SIGNIFICATO Formulazione autorevole Wittgestein RICERCHE FILOSOFICHE Non si limita a dire che possiamo stabilire il significato di una parola osservandone lUSO MA Afferma che il SIGNIFICATO della parola è il suo USO

10 10 CRITICHE ALLA TEORIA di Ullman a)si teme 1 eccessivo formalismo a causa dellesclusione del referente b)Controversie fra MENTALISTI e MECCANICISTI

11 11 CONTROVERSIE fra MENTALISTI e MECCANICISTI STRUTTURALISTI AMERICANI : non sono disposti ad accettare che nella mente del parlante avvenga un processo NON FISICO prima dellESPRESSIONE per evitare i FATTORI PSICOLOGICI gli antimentalisti preferiscono eliminare lapice del triangolo (il pensiero o referenza) e stabilire un RAPPORTO DIRETTO tra NOME e COSA

12 12 LAMBIGUITÀ Struttura fonetica della frase Grammaticale Forme grammaticali Anfibologia (espressione ambigua) Lessicale omonimia polisemia

13 13 LA POLISEMIA può nascere in molteplici modi: -Variazione nellapplicazione -La specializzazione in un ambiente sociale -Il linguaggio figurato -Reinterpretazione di omonimi (etimologia popolare) -L influenza straniera (calco semantico)

14 14 LOMONIMIA -Convergenza fonetica (es. melo >meal farina moel > mealpasto -Divergenza semantica (es. sole> suola,sogliola) -Linfluenza straniera

15 15 RISOLUZIONE DEI CONFLITTI DI OMONIMI Classi diverse di parole genere flessione Composti o particolari espressioni Lortografia (lingue con scrittura non fonetica) Leggera modifica della forma

16 16 Lingua = Mezzo di comunicazione e Espressione emotiva CAUSE DEI SOVRATONI EMOTIVI Fattori fonetici Contesto Gli slogans Derivazione emotiva Parole che esprimono laffettività

17 17 Fattori fonetici Onomatopea,Effetti estetici Contesto Anche una parola prosaica in un determinato contesto si carica di emotività Slogans Carica emotiva offusca completamente il loro significato oggettivo Derivazione emotiva Suffissi, diminutivi, accrescitivi Parole che esprimono laffettività Bello, bravo, intelligente

18 18 PERDITA DEL SIGNIFICATO EMOTIVO 1)Slogans e parole-chiave, cambiando le circostanze, possono perdere la loro importanza 2)Perdita del colorito affettivo, perdita della motivazione semantica 3)legge delle ricorrenze normalizzanti 4)Perdita del potere evocativo

19 19 SIMONA DI CRESCENZO


Scaricare ppt "1 Introduzione alla scienza del significato. 2 Il linguaggio si riferisce al mondo e ci permette di comunicarci reciprocamente le nostre visioni del mondo:"

Presentazioni simili


Annunci Google