La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

POMODORO LICOPENE Modula le cicline coinvolte nella progressione del ciclo cellulare POLIFENOLI (presenti anche nella soia) Ostacolano lazione di IGF1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "POMODORO LICOPENE Modula le cicline coinvolte nella progressione del ciclo cellulare POLIFENOLI (presenti anche nella soia) Ostacolano lazione di IGF1."— Transcript della presentazione:

1 POMODORO LICOPENE Modula le cicline coinvolte nella progressione del ciclo cellulare POLIFENOLI (presenti anche nella soia) Ostacolano lazione di IGF1

2 Licopene Il licopene è un antiossidante naturale della famiglia dei carotenoidi, presente in elevate concentrazioni nel pomodoro maturo e in misura minore nel cocomero, albicocca, uva e papaia. Chimicamente è costituito da carbonio e idrogeno ed in natura è rinvenibile nella struttura trans. Il tempo di emivita è di 2-3 giorni ed il suo maggior metabolica è il 5,6-diidrossi-5,6diidrolicopene.

3 Il licopene è un potente antiossidante naturale della famiglia dei carotenoidi. Non è sintetizzato dallorganismo occorre procurarlo dagli alimenti che lo contengono. Fonte privilegiata (oltre il 90%): il pomodoro fresco e i suoi derivati conserve passate succhi concentrati ketchup; altre fonti: melone anguria pompelmo rosa albicocca uva papaia. Cosè il Licopene?

4 Struttura del Licopene

5 Secondo diversi studi lapporto medio giornaliero di Licopene si situa tra(1): e 0.9 mg / giorno (Finlandia) - 2 e 3 mg / giorno (USA) Altri studi dimostrano invece che lapporto in Licopene ottimale si situa tra 5 e 6 mg. DOSAGGIO RACCOMANDATO

6 PRODOTTO Licopene in milligrammmi Zuppa di pomodoro 1 tazza 24.8 mg Salsa di pomodoro ½ tazza 19.4 mg Conserva di pomodoro (pelati) ½ tazza 11.8 mg Anguria, 1 fetta 7.8 mg Ketchup 2 cucchiai 5.1 mg Papaya 1 frutto medio 2-5 mg Pomodoro fresco 1 pomodoro maturo 3.7 mg Pompelmo rosa ½ frutto 1.8 mg USDA/NCC Carotenoid Database for U.S. Foods 1998 & Tomato Research Council FONTI ALIMENTARI

7 Non è sufficiente assumere un composto nutrizionale perché lorganismo ne benefici. Occorre che questo ingrediente sia bio-assimilabile o bio-disponibile cioè che possa attraversare la barriera intestinale per raggiungere la circolazione sanguigna. La qualità di assorbimento del Licopene a partire dai prodotti del pomodoro è molto variabile. La sua biodisponibilità dipende da un certo numero di fattori principalmente dallambiente fisico-chimico al momento dellassunzione. Prodotti di sintesi proteine del latte - le loro proprietà emulsificanti e la loro affinità con le componenti lipofile (come il Licopene) - la loro capacità di incapsulazione e stabilizzazione del Licopene. LA BIO-ASSIMILAZIONE

8 L'organismo umano non è in grado di sintetizzarlo ma una volta assunto si ritrova in concentrazioni più alte nel fegato, nei testicoli, nelle ghiandole surrenali e nella prostata. Assumere ogni giorno attraverso i pasti una piccola quantita' di Licopene protegge le lipoproteine dall'ossidazione purchè l'organismo disponga di quantità normali di vitamina E. L'accumulazione del Licopene nell'organismo lo difende anche nei periodi in cui eventualmente non e' possibile assumerlo. L'aggiunta di flavonoidi potenzia inoltre l'attività antiossidante del Licopene. LA BIO-DISPONIBILITA

9 L'accumulazione nell'organismo lo difende anche nei periodi in cui eventualmente non è possibile assumerlo. L'aggiunta di flavonoidi potenzia inoltre l'attività antiossidante. La biodisponibilità per l'uomo è fortemente influenzata dalla concomitante presenza di lipidi nella dieta in quanto questi hanno un ruolo fondamentale di estrazione dei carotenoidi dalla fase acquosa con formazione di micelle miste attraverso le quali i carotenoidi vengono assorbiti dagli enterociti e trasferiti ai tessuti in modo automatico come lipofili. I chilomicroni nell'intestino sono i responsabili del trasporto del Licopene e di altri carotenoidi attraverso i vasi linfatici dalla mucosa al sangue. LA SPECIFICITA

10 Il Licopene costituito da una lunga catena lipofila ha bisogno di «vettori» dopo lassunzione per essere trasportato verso i tessuti. Lassorbimento da parte dellorganismo è migliore quando è introdotto dai prodotti di conservazione e trasformazione del pomodoro(15). La ragione non è chiara ma si è dimostrato che lassorbimento è più che doppio (a partire dalla stessa quantità nei prodotti di origine) in una passata di pomodoro rispetto ai pomodori freschi. Un leggero riscaldamento dei pomodori freschi con poco olio e.v. doliva ne aumenta lassorbimento(15). ACCORGIMENTI PER LASSORBIMENTO

11 Potente antiossidante la sua azione è contro l'invecchiamento cellulare e la proliferazione cellulare causa di molteplici malattie cronico-degenerative (2,3,4,6) Azioni specifiche su : alcuni tumori (8,9,10,11) riduzione dellincidenza di neoplasie per polmoni, stomaco e prostata, pancreas, cervice(12,13,14). patologie cardiovascolari (5,7) disturbi dermatologici (19) Sistema Nervoso (Alzheimer - Morbo di Parkinson (3,4) (HIV) ATTIVITA' SULLORGANISMO UMANO

12 Sottraggono elettroni ad altre molecole per completare il loro ottetto RADICALI LIBERI Molecole o frammenti di molecole che hanno uno o più elettroni spaiati negli orbitali esterni MOLECOLE BERSAGLIO: Acidi nucleici Proteine Membrane biologiche STRESS OSSIDATIVO EFFETTI PREVENTIVI DEL LICOPENE COME ANTIOSSIDANTE

13 E' stato effettuato uno studio in cui venne misurata la quantità di Licopene e altri carotenoidi nel sangue di 578 uomini con cancro della prostata e i dati vennero confrontati con quelli ricavati dall'analisi di 1294 individui sani. Mentre gli altri carotenoidi erano ugualmente presenti negli soggetti ammalati e in quelli senza cancro il Licopene era molto basso nei pazienti con cancro alla prostata. Più grave era il cancro più basso era il livello di Licopene ematico. L'ipotesi avanzata è che si ammalano più facilmente e più gravemente gli individui che non assumono sufficienti quantità di Licopene e che la somministrazione giornaliera di estratti di pomodoro potrebbe ridurre significativamente il rischio di avere un cancro alla prostata. Chicago 1997 PRIMO STUDIO SUL CANCRO PROSTATICO

14 E stato osservato inoltre che la combinazione di bassi livelli di Licopene con la 1,25-diidrossivitamina D3 era sinergica agli effetti sulla proliferazione cellulare e agli effetti di differenziazione sulla progressione del ciclo cellulare nel delimitare le cellule HL-60 della leucemia promielocitica, condizionando alcune interazioni a livello nucleare o subcellulare(18). ALTRI STUDI LICOPENE E CANCRO

15 Più di recente uno studio di controllo svolto in Italia ha riportato che il consumo settimanale di sette o più porzioni di pomodori in un gruppo campione, rispetto a un altro campione che ne consumava solo due porzioni settimanali, era associato a una riduzione del rischio di cancro del 50% ( 20 ). Inoltre e' stato valutato che alte concentrazioni di Licopene nel sangue sono associate a una diminuzione del rischio di cancro alla mucosa gastrica STUDI DI NUOVA GENERAZIONE

16

17

18

19

20 Lo studio ha evidenziato i molteplici effetti benefici del licopene e le controindicazioni allassunzione praticamente inesistenti. Una dieta ricca è di Licopene consigliata a tutte le età a partire dai dieci mesi di vita poiché tutti gli studi di laboratorio presi in esame attestano che gli effetti nella prevenzione di alcune patologie sono efficaci se viene consumato precocemente fin dai primi anni di vita. Conclusioni

21 genisteinaquercitinacamferolobiocanina mM/L Effetto inibitorio sulla Proliferazione indotta Da IGF1. (50%) rutinadaidzeina >60 mM/L genisteinacamferolo arresto del ciclo cellulare tra M e G2 I POLIFENOLI OSTACOLANO LONCOGENESI


Scaricare ppt "POMODORO LICOPENE Modula le cicline coinvolte nella progressione del ciclo cellulare POLIFENOLI (presenti anche nella soia) Ostacolano lazione di IGF1."

Presentazioni simili


Annunci Google