La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

- CHIRURGIA MININVASIVA LAPAROSCOPICA DELLINTESTINO CRASSO - Tor Vergata. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Cattedra di Chirurgia Generale Tecniche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "- CHIRURGIA MININVASIVA LAPAROSCOPICA DELLINTESTINO CRASSO - Tor Vergata. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Cattedra di Chirurgia Generale Tecniche."— Transcript della presentazione:

1 - CHIRURGIA MININVASIVA LAPAROSCOPICA DELLINTESTINO CRASSO - Tor Vergata. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Cattedra di Chirurgia Generale Tecniche innovative in Chirurgia F. Rulli

2 Tor Vergata.

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12 LESIONI DA TROCARS FATTORI DI RISCHIO aderenze postoperatorie ileo ileo insufficiente svuotamento gastrico insufficiente svuotamento gastrico vescica piena vescica piena pneumoperitoneo insufficiente pneumoperitoneo insufficiente mancato rilassamento addominale mancato rilassamento addominale paziente cachettico paziente cachettico errato angolo o forza di introduzione trocar errato angolo o forza di introduzione trocar Champault et Al, J Chir 95; 4:

13 LESIONI DA TROCARS Emorragia locale (nel sito di introduzione del trocar) Emorragia locale (nel sito di introduzione del trocar) 2/3 delle lesioni da trocars meno grave indipendente dallesperienza del Chirurgo 11% di conversioni Lesioni vascolari (aorta, cava inf., iliache, porta, AMS,…) Lesioni vascolari (aorta, cava inf., iliache, porta, AMS,…) incidenza 0,5/1000 mortalità 17% 85% di conversioni Lesioni viscerali (ileo, fegato,…) Lesioni viscerali (ileo, fegato,…) incidenza 0,6/ % di conversioni Champault et Al, Surg Laparosc Endosc 96;vol. 6; n° 5:

14 LESIONI DA TROCARS l esperienza dell Operatore è importante per evitare lesioni vascolari, un po meno per quelle viscerali, è indifferente per le emorragie locali l esperienza dell Operatore è importante per evitare lesioni vascolari, un po meno per quelle viscerali, è indifferente per le emorragie locali il I° trocar è responsabile dell 83% delle lesioni vascolari, il I° trocar è responsabile dell 83% delle lesioni vascolari, del 75% delle lesioni viscerali e del 50% delle emorragie locali gli incidenti non sono in relazione al tipo di trocar gli incidenti non sono in relazione al tipo di trocar le emorragie locali sono più frequenti con i trocar a punta piramidale rispetto a quelli a punta conica le emorragie locali sono più frequenti con i trocar a punta piramidale rispetto a quelli a punta conica i cosidetti safety trocar non prevengono le lesioni gravi i cosidetti safety trocar non prevengono le lesioni gravi Champault et Al, Surg Laparosc Endosc 96;vol. 6; n° 5:

15 PRINCIPI GENERALI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS T1otticaOPoperatore T2mano dx delloperatore*campo operatorio T3mano sx delloperatoreMmonitor T4aiuto T5aiuto

16 allineamento tra OPERATORE OTTICA CAMPO OPERATORIO MONITOR PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS M

17 PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS T1 ottica visione ed illuminazione del campo operatorio ideale da 90° a 45° non < a 30° Visione trasversale delladdome 45°30° OK No OK No

18 PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS T1 ottica Visione laterale delladdome 45°30° OK No OK No

19 PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS La distanza tra le due mani delloperatore dipende dalla distanza tra T2 e T3 No Ok

20 PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS La distanza tra le due mani delloperatore dipende dalla distanza media tra T2 e T3 ed il campo operatorio (più il campo è vicino più le mani sono distanti)

21 60° 30° 90° PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS Rapporto tra T2 o T3 ed il piano del campo operatorio (ottimale tra 30° e 60°) OK No OK No

22 OK No OK OP PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS Relazione tra lottica, gli strumenti operatori ed il campo operatorio

23 OP PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS Relazione tra lottica, gli strumenti operatori ed il campo operatorio OP Posizione assiale Posizione avanzata Posizione arretrata

24 OP PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS PRINCIPI BASILARI SUL POSIZIONAMENTO DEI TROCARS Relazione tra lottica, gli strumenti operatori ed il campo operatorio OP M M M

25 COLECISTECTOMIA

26 APPENDICECTOMIA

27 PLASTICA ANTIREFLUSSO

28 SPLENECTOMIA

29 EMICOLECTOMIA DX

30 EMICOLECTOMIA SX

31 RESEZIONE DEL RETTO

32 SURRENECTOMIA DX

33 SURRENECTOMIA SX

34 Tor Vergata.

35

36 Grazie per la cortese attenzione


Scaricare ppt "- CHIRURGIA MININVASIVA LAPAROSCOPICA DELLINTESTINO CRASSO - Tor Vergata. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Cattedra di Chirurgia Generale Tecniche."

Presentazioni simili


Annunci Google