La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A.0 Introduzione Politiche Energetiche 1 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A. 2003-04 Fonte: GRNT.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A.0 Introduzione Politiche Energetiche 1 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A. 2003-04 Fonte: GRNT."— Transcript della presentazione:

1 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 1 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Fonte: GRNT

2 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 2 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A IEA : International Enegy Agency

3 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 3 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Il fabbisogno energetico annuo italiano è pari a 190 Mtep * con un incremento dell1% annuale,che risulta essere tra i più bassi dei paesi industrializzati, ma lItalia è anche tra i più grandi importatori di fonti primarie mondiali (Petrolio, Gas naturale..) importiamo infatti circa l87% del nostro fabbisogno. * tep: unità termica equivalente del petrolio 1 tep = 10 7 kCal Fonte Eni Dati Min.Ambiente

4 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 4 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Parlare quindi di risparmio energetico è di fondamentale importanza, analizziamo i consumi dei vari settori economici: industria fortemente energivoro fino alla prima crisi energetica degli anni 70, ha ridotto i propri consumi del 45% trasporti ha incrementato del 25% i propri consumi dagli anni 70 Fonte: Enea

5 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 5 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A

6 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 6 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Fonte: GRTN

7 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 7 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Curve di carico relative al terzo mercoledì del mese Anno 2001 fonte :GRTN

8 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 8 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Fonte: GRTN

9 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 9 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Fonte: GRTN

10 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 10 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Le Politiche Energetiche seguono due logiche: produzione di energia sul luogo di consumo utilizzando le fonti rinnovabili risparmi energetici e contenimento delle dispersioni soprattutto nel settore civile DECRETO LEGISLATIVO 29 dicembre 2003, n. 387 Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità.

11 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 11 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A IndustriaPolitiche in parte in dipendenti in modo diretto dalla volontà dei singoli Stati. Spostamento delle produzioni nei PVS dove il costo della manodopera è più basso. Trasformazione delle economie occidentali in economie basate sul sapere. TrasportiPossibilità di incidere nelle abitudini in un periodo lungo. Investimenti nelle grandi infrastrutture (legge Obiettivo) delegate allo Stato e nella gestione della mobilità legate alle politiche regionali e comunali.

12 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 12 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Agricoltura Per molti anni non si è assistito a modifiche dei consumi particolarmente rilevanti anche per il frazionamento delle proprietà ed il fenomeno di abbandono delle campagne. La situazione è in forte evoluzione per la utilizzazione delle biomasse per la produzione di biocarburanti e di energia elettrica. Residenziale e terziario I consumi sono in aumento proprio per i cambiamenti in atto nelle economie occidentali. In questo dinamismo si possono inserire elementi normativi e di incentivo in modo da produrre miglioramenti a breve termine.

13 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 13 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Forme di obbligo coniugate a forme di incentivo Obbligo per i produttori: Titoli di Efficienza Energetica Decreti del Ministro dellIndustria di concerto col Ministro dellambiente del 24 aprile 2001 Certificati Verdi introdotti art. 5 del Decreto del Ministro dell'industria del commercio e dell'artigianato, di concerto con il Ministro dell'ambiente 11 novembre D.M. 11/11/99

14 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 14 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Art. 1 - Finalità a) promuovere un maggior contributo delle fonti energetiche rinnovabili alla produzione di elettricità nel relativo mercato italiano e comunitario; b) promuovere misure per il perseguimento degli obiettivi indicativi nazionali di cui all'articolo 3, comma 1; c) concorrere alla creazione delle basi per un futuro quadro comunitario in materia; d) favorire lo sviluppo di impianti di microgenerazione elettrica alimentati da fonti rinnovabili, in particolare per gli impieghi agricoli e per le aree montane. DECRETO LEGISLATIVO 29 dicembre 2003, n.387 Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità.

15 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 15 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Art. 2 – Definizioni 1.Ai fini del presente decreto si intende per: a) fonti energetiche rinnovabili o fonti rinnovabili: le fonti energetiche rinnovabili non fossili (eolica, solare, geotermica, del moto ondoso, maremotrice, idraulica, biomasse, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas). In particolare, per biomasse si intende: la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall'agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonche' la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani;

16 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 16 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Per la prima volta entro il 30 giugno 2005, e successivamente ogni due anni, il Ministro delle attivita' produttive, di concerto con il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentiti gli altri Ministri interessati e la Conferenza unificata, sulla base dei dati forniti dal Gestore della rete e dei lavori dell'Osservatorio di cui all'articolo 16, trasmette al Parlamento e alla Conferenza unificata una relazione che contiene: a) un'analisi del raggiungimento degli obiettivi indicativi b) l'effettivo grado di coerenza tra gli obiettivi indicativi c) l'esame dell'affidabilita' del sistema di garanzia d) un esame dello stato di attuazione e) i risultati conseguiti in termini di semplificazione delle procedure autorizzative f) i risultati conseguiti per il mercato elettrico g) le eventuali misure aggiuntive necessarie, h) le valutazioni economiche

17 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 17 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Art. 5 - Disposizioni specifiche per la valorizzazione energetica delle biomasse, dei gas residuati dai processi di depurazione e del biogas. … e' nominata una commissione di esperti che, entro un anno dall'insediamento, predispone una relazione con la quale sono indicati: a) i distretti produttivi nei quali sono prodotti rifiuti e residui di lavorazione del legno non destinati rispettivamente ad attività di riciclo o riutilizzo nonché alle modalità per la valorizzazione energetica di detti rifiuti e residui; b) le condizioni tecniche, economiche, normative ed organizzative per la valorizzazione energetica degli scarti della manutenzione boschiva, delle aree verdi, delle alberature stradali e delle industrie agroalimentari; c) le aree agricole, anche a rischio di dissesto idrogeologico e le aree golenali sulle quali e' possibile intervenire mediante messa a dimora di colture da destinare a scopi energetici d) le aree agricole nelle quali sono prodotti residui agricoli non destinati all'attività' di riutilizzo per la valorizzazione energetica di detti residui;

18 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 18 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A e) gli incrementi netti di produzione annua di biomassa utilizzabili a scopi energetici, ottenibili dalle aree da destinare all'aumento degli assorbimenti di gas a effetto serra mediante attività forestali; f) i criteri e le modalità per la valorizzazione energetica dei gas residuati dai processi di depurazione e del biogas, in particolare da attività zootecniche; g) le condizioni per la promozione prioritaria degli impianti cogenerativi di potenza elettrica inferiore a 5 MW; h) le innovazioni tecnologiche eventualmente necessarie per l'attuazione delle proposte di cui alle precedenti lettere.

19 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 19 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Art. 6 - Disposizioni specifiche per gli impianti di potenza non superiore a 20 kW 1. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, l'Autorità' per l'energia elettrica e il gas emana la disciplina delle condizioni tecnico-economiche del servizio di scambio sul posto dell'energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili con potenza nominale non superiore a 20 kW. 2. Nell'ambito della disciplina di cui al comma 1 non e' consentita la vendita dell'energia elettrica prodotta dagli impianti alimentati da fonti rinnovabili. 3. La disciplina di cui al comma 1 sostituisce ogni altro adempimento, a carico dei soggetti che realizzano gli impianti, connesso all'accesso e all'utilizzo della rete elettrica.

20 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 20 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Art. 7 - Disposizioni specifiche per il solare 2. I criteri: a) stabiliscono i requisiti dei soggetti che possono beneficiare dell'incentivazione; b) stabiliscono i requisiti tecnici minimi dei componenti e degli impianti; c) stabiliscono le condizioni per la cumulabilità dell'incentivazione con altri incentivi; d) stabiliscono le modalità per la determinazione dell'entità dell'incentivazione. Per l'elettricità' prodotta mediante conversione fotovoltaica della fonte solare prevedono una specifica tariffa incentivante, di importo decrescente e di durata tali da garantire una equa remunerazione dei costi di investimento e di esercizio; e) stabiliscono un obiettivo della potenza nominale da installare; f) fissano, altresì, il limite massimo della potenza elettrica cumulativa di tutti gli impianti che possono ottenere l'incentivazione; g) possono prevedere l'utilizzo dei certificati verdi

21 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 21 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Art. 9 - Promozione della ricerca e della diffusione delle fonti rinnovabili 1. Il Ministero delle attività produttive… un accordo di programma quinquennale con l'ENEA per i seguenti obiettivi generali: a) l'introduzione nella pubblica amministrazione e nelle imprese, in particolare di piccola e media dimensione, di componenti, processi e criteri di gestione che consentano il maggiore utilizzo di fonti rinnovabili e la riduzione del consumo energetico per unità di prodotto; b) la formazione di tecnici specialisti e la diffusione dell'informazione in merito alle caratteristiche e alle opportunità offerte dalle tecnologie; c) la ricerca per lo sviluppo e l'industrializzazione di impianti, nel limite massimo complessivo di 50 MW, per la produzione di energia elettrica dalle fonti rinnovabili di ivi inclusi gli impianti di microgenerazione per applicazioni nel settore agricolo, nelle piccole reti isolate e nelle aree montane.

22 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 22 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Art Garanzia di origine dell'elettricità' prodotta da fonti rinnovabili 1. L'elettricita' prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili e la produzione imputabile da impianti misti ha diritto al rilascio, su richiesta del produttore, della «garanzia di origine di elettricita' prodotta da fonti energetiche rinnovabili», nel seguito denominata «garanzia di origine». 3. La garanzia di origine e' rilasciata qualora la produzione annua, ovvero la produzione imputabile, sia non inferiore a 100 MWh, arrotondata con criterio commerciale. 10. La garanzia di origine di elettricita' prodotta da fonti energetiche rinnovabili rilasciata in altri Stati membri dell'Unione europea a seguito del recepimento della direttiva 2001/77/CE, e' riconosciuta anche in Italia.

23 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 23 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Art Campagna di informazione e comunicazione Art Osservatorio nazionale sulle fonti rinnovabili e l'efficienza negli usi finali dell'energia 1. E' istituito l'Osservatorio nazionale sulle fonti rinnovabili e l'efficienza negli usi finali dell'energia. L'Osservatorio, svolge attivita' di monitoraggio e consultazione sulle fonti rinnovabili e sull'efficienza negli usi finali dell'energia, allo scopo di: a) verificare la coerenza tra le misure incentivanti e normative promosse a livello statale e a livello regionale; b) effettuare il monitoraggio delle iniziative di sviluppo del settore; c) valutare gli effetti delle misure di sostegno, d) esaminare le prestazioni delle varie tecnologie; e) effettuare periodiche audizioni degli operatori del settore;

24 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 24 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A f) proporre le misure e iniziative per migliorare la previsione dei flussi di cassa dei progetti g) proporre le misure e iniziative eventualmente necessarie per salvaguardare la produzione di energia elettrica degli impianti alimentati a biomasse e rifiuti, degli impianti alimentati da fonti rinnovabili non programmabili e degli impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza inferiore a 10 MVA, prodotta successivamente alla scadenza delle convenzioni richiamate all'articolo 13, commi 2 e 3, ovvero a seguito della cessazione del diritto ai certificati verdi.

25 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 25 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Accordo Authority per immissione in rete di energia da fonti rinnovabili con potenze < 20 kW Titoli di Efficienza Energetica Certificati Verdi Incentivi Comunali Incentivi

26 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 26 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Dgls 29 dicembre 2003, n. 387 art 6:.. Disposizioni specifiche per gli impianti di potenza non superiore a 20 kW: 1. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, l'Autorità per l'energia elettrica e il gas emana la disciplina delle condizioni tecnico-economiche del servizio di scambio sul posto dell'energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili con potenza nominale non superiore a 20 kW… La precedente normativa Delibera dellAEEG n. 224/00 che disciplina le modalità di allaccio alla rete di impianti fotovoltaici con potenza non superiore ai 20 kW Accordo Authority per immissione in rete di energia da fonti rinnovabili con potenze < 20 kW

27 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 27 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Titoli di efficienza energetica I titoli di efficienza energetica sono introdotti dai Decreti del Ministro dellIndustria di concerto col Ministro dellambiente il 24 aprile Essi vengono rilasciati ai soggetti che realizzano i progetti di miglioramento dellefficienza energetica sostenendo i costi di investimento connessi. Il ricavo atteso dalla cessione dei Titoli, direttamente a chi ha lobbligo di raggiungere gli obiettivi fissati o sul mercato nellapposita Borsa, da parte di chi ha realizzato i progetti costituisce unulteriore possibilità di recuperare i costi degli investimenti effettuati.

28 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 28 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Certificati Verdi Il Decreto legislativo n. 79 del 16 marzo 1999 nellart. 11 introduce un nuovo sistema di incentivi per lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili. Prevede il superamento del vecchio criterio di incentivazione tariffaria noto come Cip6, per passare ad un meccanismo di mercato competitivo basato sui Certificati Verdi, titoli emessi dal GRTN (Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale) che attestano la produzione di energia da fonti rinnovabili. Ogni Certificato Verde certifica la produzione di 100 MWh.

29 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 29 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Per l'anno 2002 il valore della domanda è stata pari a 3,23 TWh, riferita a 35 operatori soggetti a questo obbligo, mentre lofferta è stata di 0,9 TWh. La domanda residuale - 2,33 TWh corrispondenti a Certificati Verdi - è stata coperta dai Certificati verdi a disposizione del GRTN. Per l'anno 2003 il valore della domanda è pari a 3,46 TWh, riferita a 42 operatori soggetti a questo obbligo, mentre lofferta è stimata in circa 1,3 TWh. La domanda residuale - 2,16 TWh corrispondenti a Certificati Verdi - sarà coperta dai Certificati verdi a disposizione del GRTN. A partire dall'anno 2004 e fino al 2006, la quota d'obbligo è incrementata annualmente di 0,35 punti percentuali (art.4 comma 1 del D.Lgs. 387/2003). Gli incrementi della quota minima d'obbligo per il triennio e verranno stabiliti con decreti emanati dal Ministero delle Attività Produttive.

30 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 30 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Indagine sugli incentivi comunali progetto She di Federabitazione, Legambiente ed altri Il progetto pilota She, Sustainable housing in Europe, è proposto e coordinato da Federabitazione-Cooperative, prevede la realizzazione di circa 800 alloggi in quattro diverse nazioni ( Italia, Francia, Portogallo e Danimarca) con la partnership di otto operatori delledilizia sociale e strutture scientifiche qualificate. Indagine condotta intervistando circa 250 comuni italiani di grande, media e piccola dimensione, rappresentativi di circa il 17,5% della popolazione italiana

31 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 31 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Forme di incentivo per le costruzioni ecologiche Tipo di incentivoHa già deliberato questa forma di incentivo E favorevole e sta studiando questa forma di incentivo Sconto ICI Sconto oneri di urbanizzazione Incentivi volumetrici Priorità nella concessione delle aree/immobili Obblighi nelle convenzioni per le aree Promozione con bandi di concorso altro 1612% 3828% 2821% 118% 2116% 1612% 97% 4735% 5944% 4432% 2821% 4534% 3829% 65%

32 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 32 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Comune di Barcellona - Spagna Piano regolatore che prevede lobbligo di integrazione di sistemi solari termici nei nuovi edifici ed in quelli da ristrutturare. Era stato calcolato per esigenze di acqua calda sanitaria per la città una superficie di 1,61 kmq (3% superficie costruita), cioè 1,1 mq per abitante. Multa di Euro per un sistema solare incompleto e inadeguato Euro per la mancata installazione

33 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 33 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Il Regolamento Edilizio introduce tre criteri noti da tempo ma scarsamente applicati: il risparmio energetico lutilizzo di fonti di energia rinnovabili limpiego di tecnologie bioclimatiche. Alcuni degli interventi proposti sono prescrittivi, quindi resi obbligatori (è questa la vera innovazione portata da questo strumento), altri sono per ora solo suggeriti, quindi facoltativi, ma ugualmente importanti in quando stimolano gli operatori a riflettere su scelte più sostenibili. Nuovo regolamento Edilizio del Comune di Carugate

34 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 34 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Gli interventi obbligatori introdotti sono: 1.Illuminazione spazi esterni: flusso luminoso orientato verso il basso per evitare linquinamento luminoso. 2. Diritto al sole: nelle nuove costruzioni si deve tenere conto di distanze sufficienti a garantire un corretto soleggiamento delle superfici esposte. 3. Porticati aperti al pubblico transito: illuminazione con lampade a ridotto consumo energetico. 4. Riduzione degli effetti del Radon: garantire una ventilazione costante su ogni lato del fabbricato. 5. Impianti elettrici per illuminazione: impiego di dispositivi di controllo/regolazione dei consumi (interruttori a tempo, sensori di presenza, sensori di illuminazione naturale, ecc)..

35 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 35 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Controllo temperatura ambienti: nella stagione fredda compresa fra 18°C e 22°C; installazione di sistemi di regolazione locali (valvole termostatiche, ecc) agenti sui singoli elementi riscaldanti. Le valvole termostatiche sono sistemi di regolazione locale che, agendo sui singoli elementi radianti, mantengono la corretta temperatura degli ambienti riscaldati, specie in presenza di apporti gratuiti, esterni e interni. 7. Caldaie a condensazione: nei nuovi edifici o in quelli per i quali è prevista la ristrutturazione dellimpianto di riscaldamento, è resa obbligatoria linstallazione di caldaie a condensazione, generatori di calore a gas che consentono di produrre calore con un consumo di combustibile ridotto. 8. Collettori solari per la produzione di acqua calda: installazione negli edifici adibiti a residenza con tetto piano o sulle falde esposte a sud, sud-est o sud-ovest. Limpianto a pannelli solari termici deve essere dimensionato in modo da coprire lintero fabbisogno energetico per il riscaldamento dellacqua calda sanitaria, nel periodo in cui limpianto di riscaldamento è disattivato (copertura annua del fabbisogno energetico superiore al 50%).

36 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 36 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Contabilizzazione del calore individuale, quindi spesa energetica dellimmobile ripartita in base ai consumi reali effettuati da ogni singolo proprietario. 10. Consumo di acqua potabile: contabilizzazione individuale; adozione di dispositivi per la regolazione del flusso di acqua dalle cassette di scarico dei gabinetti; utilizzo delle acque meteoriche per lirrigazione del verde pertinenziale e per i servizi condominiali. 11. Realizzazione strutture di tamponamento (pareti verticali, coperture, ecc.) con un livello di isolamento termico superiore a quello minimo previsto dal regolamento nazionale allo scopo di ridurre il consumo di energia nella stagione invernale (la norma riguarda sia gli edifici nuovi, sia gli edifici che devono essere ristrutturati). 12. Utilizzo vetri doppi: nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni di facciate.

37 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 37 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Questi gli interventi suggeriti (facoltativi): 1.Serre bioclimatiche e logge aventi lo stesso scopo, muri ad accumulo, muri di Trombe: sono considerati volumi tecnici e quindi non computabili ai fini volumetrici. 2. Tetto verde piano o inclinato: miglioramento dellinerzia termica estivo – invernale e drenaggio del deflusso delle acque meteoriche. 3. Pannelli radianti integrati nei pavimenti o nelle solette: condizioni di comfort elevate con costi di installazione competitivi. 4. Superfici trasparenti: per le nuove realizzazioni orientamento entro un settore di ± 45° dal sud geografico e applicazione di schermature. 5. Pannelli solari fotovoltaici: allacciati alla rete elettrica di distribuzione.

38 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 38 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Materiali naturali e finiture bio-compatibili: impedire limmissione e il riflusso dellaria e degli inquinanti espulsi e, per quanto possibile, la diffusione di esalazioni e di sostanze inquinanti dalle stesse prodotte. 7. Consumo di acqua potabile: adozione di sistemi che consentano lalimentazione delle cassette di scarico con le acque grigie provenienti dagli scarichi di lavatrici, vasche da bagno e docce.

39 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 39 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Considerando un edificio di tipologia classica (edificio a schiera di 3 piani), attuando i soli interventi obbligatori, ad esclusione delle caldaie a condensazione, si ha un aumento di circa il 3% rispetto a quello base (il confronto è con un edificio nuovo realizzato secondo le attuali normative). Gli interventi consentono di ridurre il consumo energetico complessivo (riscaldamento e acqua calda) di almeno 25%. Ai costi attuali dellenergia i maggiori investimenti si ammortizzano in un periodo di circa 8 anni ed il reddito medio dellinvestimento, considerando un periodo di durata degli interventi di 20 anni, è pari a circa il 7%. Nel conteggio non sono stati considerati eventuali incentivi finanziari.

40 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 40 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Dalla casa singola al quartiere centrale Negli ultimi anni la politica della costruzione si è evoluta passando dal PRG ai Piani Urbanistici Complessi, cioè alla scala urbana di quartiere La sfida dei prossimi anni sarà quella di realizzare insediamenti che siano autosufficienti energeticamente e, qualche volta, anche produttori di energia, coniugando tutti i cicli ecologici (anche rifiniti e acque reflue) e sfruttando le fonti rinnovabili di energia

41 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 41 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Città di Amersfoort - Olanda Progetto di integrazione di sistemi fotovoltaici, nella zona residenziale di Amersfoort in Olanda. Sono stati installati 1000 kW sulle coperture di 500 case

42 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 42 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A Complesso di Mont-Cenis Accademy - Germania Edificio situato nella Ruhr realizzato con un involucro di vetro con copertura in PV con potenza di picco di 1000 kW, la struttura delle dimensioni di 176 m di lunghezza, 72 di larghezza e 15 di altezza contiene al suo interno altri edifici.

43 A.0 Introduzione Politiche Energetiche 43 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A GRTNGestore Rete Trasmissione Nazionale IEAInternational Energy Agency UPUnione Petrolifera ENEAEnte Nazionale Energie Alternative ENIEnte Nazionale Idrocarburi AEEGAutorità Energia Elettrica e Gas IAFRImpianti Alimentati da Fonti Rinnovabili CIPEComitato Interministeriale per la Programmazione Economica Glossario


Scaricare ppt "A.0 Introduzione Politiche Energetiche 1 Fonti Rinnovabili di Energia Prof. Claudia Bettiol A.A. 2003-04 Fonte: GRNT."

Presentazioni simili


Annunci Google