La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“Le nuove strategie di acquisto per gli Enti Locali alla luce della Finanziaria 2003: l’e-procurement e il ruolo di Consip” Lecce, 13 maggio 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“Le nuove strategie di acquisto per gli Enti Locali alla luce della Finanziaria 2003: l’e-procurement e il ruolo di Consip” Lecce, 13 maggio 2003."— Transcript della presentazione:

1 “Le nuove strategie di acquisto per gli Enti Locali alla luce della Finanziaria 2003: l’e-procurement e il ruolo di Consip” Lecce, 13 maggio 2003

2 Presentazione L’accordo con la SSPAL La scheda consegnata Il materiale divulgativo Tempi della giornata odierna

3 Agenda La promozione dei nuovi strumenti di acquisto nella finanziaria 2003 L’e-procurement: strumenti, vantaggi , aspetti normativi Il ruolo di Consip/MEF definito dalle Finanziarie e dal DPR 101/02 Gli strumenti di e-procurement sviluppati da Consip Le attività Consip per gli Enti Locali Modalità per la registrazione e l’acquisto in Convenzione Le principali convenzioni Consip Approfondimenti

4 Introduzione Fino al ‘99 Oggi Sotto soglia
Trattativa Privata (singola o multipla) Licitazione Privata Pubblico Incanto Sopra soglia Sotto soglia Trattativa Privata (singola o multipla) Licitazione Privata Pubblico Incanto Convenzione ex art.26 Mercato Elettronico Gara Telematica Sopra soglia Gara telematica

5 L’articolo 24 dellaFinanziaria 2003 incentiva l’uso degli strumenti dell’e-procurement
Per ragioni di trasparenza e concorrenza , le amministrazioni aggiudicatrici, …. per l'aggiudicazione….. delle pubbliche forniture e degli appalti pubblici di servizi ….espletano procedure aperte o ristrette, con le modalità previste dalla normativa nazionale di recepimento della normativa comunitaria, anche quando il valore del contratto e' superiore a euro Art. 24 comma 1 Sono esclusi dall'obbligo di cui al comma 1….… le pubbliche amministrazioni, nell'ipotesi in cui facciano ricorso alle convenzioni quadro definite dalla Consip …., ovvero facciano ricorso al mercato elettronico della pubblica amministrazione di cui all'articolo 11 del (DPR ndr) Art. 24 comma 2

6 Agenda La promozione dei nuovi strumenti di acquisto nella finanziaria 2003 L’e-procurement: strumenti, vantaggi , aspetti normativi Il ruolo di Consip/MEF definito dalle Finanziarie e dal DPR 101/02 Gli strumenti di e-procurement sviluppati da Consip Le attività Consip per gli Enti Locali Modalità per la registrazione e l’acquisto in Convenzione Le principali convenzioni Consip Approfondimenti

7 L’e-procurement: introduzione
L’e-procurement è l’insieme di … tecnologie …. per la acquisizione di beni e servizi “on line” procedure e modalità operative requisiti organizzativi

8 L’e-procurement: introduzione
Gli strumenti fondamentali dell’e-procurement sono usualmente: i mercati elettronici (o marketplace) le gare telematiche (o aste on-line) i negozi elettronici firma digitale gestione documentale

9 L’e-procurement: introduzione
La disciplina degli strumenti dell’e-procurement è dettata dal DPR 101 del 4 aprile 2002, il quale… …. regolamenta le Gare Telematiche e i Mercati Elettronici …. é applicabile ad amministrazioni dello Stato, organismi di diritto pubblico, enti pubblici, … “… con esclusione delle regioni, delle province, delle città metropolitane, dei comuni e delle comunità montane che possono applicare le disposizioni del regolamento se così dispongono nell'ambito della propria autonomia…”

10 L’e-procurement: introduzione
Gli attori coinvolti nelle gare telematiche e nel mercato elettronico secondo il DPR Amministrazioni: tutti i soggetti, gli enti e gli organismi tenuti all’applicazione delle normative nazionali e comunitarie in tema di appalti pubblici (con limitazioni per le autonomie locali) Gestore del Sistema: il soggetto pubblico o privato di cui le Amministrazioni possono avvalersi, nel rispetto della normativa vigente in tema di scelta del contraente, per la gestione tecnica dei sistemi informatici di negoziazione Utente: il fornitore di beni o il prestatore di servizi abilitato ai sensi del Regolamento a partecipare alle Procedure telematiche di acquisto attraverso il Processo di Autorizzazione Unità ordinante: ogni soggetto abilitato nell’ambito dell’amministrazione pubblica di appartenenza ad impegnare l’Amministrazione per l’acquisto di beni e servizi nell’ambito del Marketplace

11 L’e-procurement: strumenti
Mercati elettronici mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici Fornitore X Fornitore Y Fornitore Z 2) seleziona i fornitori Acquirente 1) si avvale del servizio 3) pubblicano i cataloghi Unità Org. Acquirente Gestore del sistema Mercato elettronico (o “Marketplace”) organizza e gestisce In futuro potremo offrire più cataloghi, tra cui anche quello del vostro fornitore abituale solo prequalifica es. cancelleria 4) consultano l’offerta, richiedono quotazioni, e in caso acquistano

12 L’e-procurement: vantaggi
Idonei per beni/ servizi: Mercati elettronici mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici standardizzati con tecnologia consolidata con acquisti frequenti Vantaggi: rapidità operativa stimolo della concorrenza In futuro potremo offrire più cataloghi, tra cui anche quello del vostro fornitore abituale solo prequalifica es. cancelleria La figura soprastante riporta una schermata del Marketplace della PA in fase pre-sperimentale (il popolamento effettivo è previsto a partire da gennaio 2003)

13 L’e-procurement: aspetti normativi
Mercati elettronici DPR 101/02 Art. 11 mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici 1. Le unità ordinanti delle amministrazioni, avvalendosi del mercato elettronico, possono effettuare acquisti di beni e servizi, al di sotto della soglia di rilievo comunitario, direttamente dai cataloghi predisposti dagli utenti selezionati attraverso un bando di abilitazione. Per gli acquisti di beni e servizi relativi a spese in economia si applicano le procedure previste dal .. (DPR 384/2001). 2. Il mercato elettronico consente altresì di richiedere ulteriori offerte agli utenti. Il sistema informatico di negoziazione provvede a valutare in maniera automatica le offerte ricevute, predisponendo una graduatoria sulla base dei criteri scelti dall'unità ordinante tra le opzioni proposte dal sistema stesso. 3. Le amministrazioni abilitano, al mercato elettronico, i fornitori di beni e servizi tramite uno o più bandi pubblicati in conformità della normativa vigente.

14 L’e-procurement: aspetti normativi
I passi per realizzare un Mercato Elettronico secondo il DPR 101/02 mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici 1 Individuazione gestore del sistema 2 3 4 Bando di abilitazione dei fornitori Abilitazione fornitori Pubblicazione catalogo Negoziazione e Acquisto Fasi ‘una tantum’ Fase di regime nel bando di abilitazione, vanno individuati (tra l’altro): categorie merceologiche dei beni e dei servizi requisiti oggettivi e soggettivi per l’abilitazione specifiche tecniche, costruttive e di qualita’ dei beni, nonche’ livelli dei servizi cui raffrontare beni e servizi offerti ai fini dell’abilitazione criteri e modalita’ di valutazione delle domande Vanno inoltre predisposte le condizioni generali di fornitura (= schema di contratto)

15 a) si avvale del servizio Piattaforma per lo svolgimento dell’asta
L’e-procurement: strumenti e-procurement Gare Telematiche mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici Acquirente a) si avvale del servizio b) informa i fornitori dello svolgimento della gara Gestore del sistema Piattaforma per lo svolgimento dell’asta rende disponibile In futuro potremo offrire più cataloghi, tra cui anche quello del vostro fornitore abituale solo prequalifica es. cancelleria c) effettuano le offerte Fornitore X Fornitore Y Fornitore Z Fornitore K

16 L’e-procurement: vantaggi
Gare Telematiche Idonee per beni e servizi: mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici anche con caratteristiche ‘uniche’ con un’alta volatilità dei prezzi e delle tecnologie Vantaggi: trasparenza rapidità operativa stimolo della concorrenza (abbattimento costi di transazione) In futuro potremo offrire più cataloghi, tra cui anche quello del vostro fornitore abituale solo prequalifica es. cancelleria

17 N° di fornitori partecipanti: 8 Prezzo di aggiudicazione
L’e-procurement: vantaggi e-procurement Un caso reale di gara telematica Gare Telematiche mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici Fornitura Ausili per disabili Ente Appaltante ASL Umbria N° di fornitori partecipanti: 8 Prezzo base 200 ultimi 10 min. Migliore offerta a Euro (-25,8%) 190 Prezzo di aggiudicazione € Euro Inizio autoestensione Migliore offerta a Euro (-31%) 180 170 Riduzione : 42% € x 1000 160 150 Asta aggiudicata a Euro (-42%) 140 In futuro potremo offrire più cataloghi, tra cui anche quello del vostro fornitore abituale solo prequalifica es. cancelleria 130 120 8 fornitori 7 fornitori 6-5-4 fornitori 3 fornitori 2 fornitori 110 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100 110 120 Minuti

18 L’e-procurement: aspetti normativi
I passi per realizzare una Gara Telematica secondo il DPR 101/02 Individuazione gestore del sistema mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici b c Bando di abilitazione (generale) Avviso di gara e riapertura dei tempi di qualifica Invito a partecipare Negoziazione (asta) ed aggiudicazione Nel bando di abilitazione, vanno individuati tra l’altro: volume globale degli appalti categorie merceologiche dei beni e dei servizi eventuali classi di abilitazione degli utenti requisiti oggettivi e soggettivi per l’abilitazione 60 gg prima 30 gg prima 10 gg prima Insieme all’avviso di gara va pubblicata l’intera documentazione di gara (disciplinare, capitolato tecnico, schema di contratto)

19 L’e-procurement: strumenti
Negozi Elettronici mercati elettronici gare telematiche i negozi elettronici Fornitore Acquirente si avvalgono del servizio Stipulano un contratto quadro, che fissa: prezzi modalità di fornitura prestazioni accessorie …… Gestore del sistema Negozio pubblica in un sito web i termini del contratto In futuro potremo offrire più cataloghi, tra cui anche quello del vostro fornitore abituale solo prequalifica es. cancelleria sono autorizzate a accedere via web al negozio, e nel caso ad acquistare (inviando gli ordini on line) Unità Organizzative dell’Acquirente

20 L’e-procurement: vantaggi
Idoneo per beni e servizi: e-procurement Negozi Elettronici standardizzati con prezzi stabili con alti volumi di spesa con tecnologia ‘consolidata’; i negozi elettronici aste on-line marketplace Vantaggi: aggregazione degli acquisti e sfruttamento della leva “volume” snellezza gestionale ….anche in contesti molto dispersi In futuro potremo offrire più cataloghi, tra cui anche quello del vostro fornitore abituale solo prequalifica es. cancelleria

21 Agenda La promozione dei nuovi strumenti di acquisto nella finanziaria 2003 L’e-procurement: strumenti, vantaggi , aspetti normativi Il ruolo di Consip/MEF definito dalle Finanziarie e dal DPR 101/02 Gli strumenti di e-procurement sviluppati da Consip Le attività Consip per gli Enti Locali Modalità per la registrazione e l’acquisto in Convenzione Le principali convenzioni Consip Approfondimenti

22 Quadro normativo Art. 26 FINANZIARIA 2000
(Legge 23 dicembre 1999 n.488) La Finanziaria 2000 ha affidato al Ministero del Tesoro il compito di stipulare Convenzioni nazionali per l’approvvigionamento di beni e servizi delle Pubbliche Amministrazioni il Ministero del Tesoro (oggi Ministero dell’Economia e delle Finanze) ha quindi incaricato la Consip S.p.A. di realizzare i compiti attribuitigli in questo campo dalla legge Finanziaria

23 Quadro normativo La Finanziaria 2002 ha aggiunto alcune importanti novità, rendendo le convenzioni ex art. 26 un riferimento necessario per gli acquisti degli Enti Locali “…In ogni caso per procedere ad acquisti in maniera autonoma (...) adottano i prezzi delle convenzioni di cui sopra come base d’asta al ribasso. Gli atti relativi sono trasmessi ai rispettivi organi di revisione contabile per consentire l’esercizio delle funzioni di controllo.” Province Comuni Comunità montane Consorzi di enti locali Art. 24 comma 6 “... emanano direttive affinché gli amministratori da loro designati negli enti e nelle aziende promuovano l’adesione alle convenzioni di cui al comma 6…” Art. 32 Enti Locali

24 Quadro normativo La Finanziaria 2003 ribadisce e rafforza la funzione di riferimento delle convenzioni ex art. 26 Province Comuni Comunità montane Consorzi di enti locali “…. Per procedere ad acquisti in maniera autonoma (...) adottano i prezzi delle convenzioni di cui sopra come base d’asta al ribasso. Gli atti relativi sono trasmessi ai rispettivi organi di revisione contabile per consentire l’esercizio delle funzioni di controllo.” Art. 24 comma 3 “I contratti stipulati in violazione del comma 1 (….) sono nulli. (….). La stipula degli stessi e' causa di responsabilita' amministrativa; ai fini della determinazione del danno erariale, si tiene anche conto della differenza tra il prezzo previsto nelle convenzioni anzidette e quello indicato nel contratto” Art. 24 comma 4 NOTA: Il comma 2 dell’articolo 24 cita la Consip per al fine di chiarire che le PA che utilizzano le convenzioni Consip sono esonerate dall’applicare la soglia di Euro. QUESTA PREVISIONE NORMATIVA RAPPRESENTA SEMPLICEMENTE L’ESPLICITO MANTENIMENTO DI QUANTO GIA’ PREVISTO DALLE PRECEDENTI LEGGI (CIOE’ LA NON-NECESSITA’ DI RISPETTARE LE SOGLIE DI RILIEVO COMUNITARIO QUANDO SI UTILIZZANO LE CONVENZIONI EX ART.26), IN CIO’ NON INNOVANDO ASSOLUTAMENTE NULLA. L’abbassamento della soglia di rilievo comunitario a Euro incide su TUTTA LA SPESA, sia quella che è coperta da convenzioni Consip che su quella che non lo sarà mai (che anche a regime rimarrà la parte predominante della spesa); tale previsione quindi non è stata scritta per “favorire” le convenzioni Consip, come molte amministrazioni sostengono in modo spesso pretestuoso, ma per altri motivi: la legge parla infatti di motivi di “trasparenza” e “tutela della concorrenza”. Molti commentatori prevedono che un effetto facilmente prevedibile dell’abbassamento della soglia sarà quello di rallentare la dinamica della spesa di tutta la PA. Il testo integrale del comma 4 è il seguente : “ I contratti stipulati in violazione del comma 1 o dell'obbligo di utilizzare le convenzioni quadro definite dalla CONSIP Spa sono nulli. Il dipendente che ha sottoscritto il contratto risponde, a titolo personale, delle obbligazioni eventualmente derivanti dai predetti contratti. La stipula degli stessi e' causa di responsabilita' amministrativa; ai fini della determinazione del danno erariale, si tiene anche conto della differenza tra il prezzo previsto nelle convenzioni anzidette e quello indicato nel contratto.”

25 Quadro normativo La Finanziaria 2003 introduce inoltre alcune novità tra le funzioni svolte da Consip Al fine di razionalizzare e contenere la spesa pubblica e per consentire il monitoraggio dei consumi pubblici, la CONSIP Spa puo' stipulare convenzioni quadro ai sensi dell'articolo 26 della legge 23 dicembre 1999, n. 488, e successive modificazioni, per l'approvvigionamento di beni o servizi di specifico interesse di una o piu' amministrazioni di cui al comma 1 del presente articolo nel rispetto di quanto stabilito al comma 3, ovvero puo' svolgere facoltativamente ed a titolo gratuito, per conto e su richiesta delle amministrazioni medesime, le attivita' di stazione appaltante, nel rispetto della normativa nazionale e comunitaria sugli appalti pubblici Art. 24 comma 6 Ovviamente il comma 6 non intende demandare alla Consip l’assolvimento della funzione di ufficio acquisti di tutte le possibili PA italiane; il MEF sta preparando una griglia per valutare le priorità con cui verranno evase le domande di assolvimento di stazione appaltante, che hanno già iniziato a pervenire.

26 Quadro normativo L’articolo 11 comma 5 del DPR 101/2002 prevede la realizzazione di un Mercato Elettronico di tutta la Pubblica Amministrazione Il Ministero dell'economia e delle finanze e il Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri, anche avvalendosi di proprie strutture e concessionarie, predispongono gli strumenti elettronici e telematici necessari alla realizzazione di un mercato elettronico della pubblica amministrazione, e curano l'esecuzione, anche attraverso l'affidamento a terzi, di tutti i servizi informatici, telematici, logistici e di consulenza necessari alla compiuta realizzazione del mercato stesso Art. 11 comma 5 Ovviamente il comma 6 non intende demandare alla Consip l’assolvimento della funzione di ufficio acquisti di tutte le possibili PA italiane; il MEF sta preparando una griglia per valutare le priorità con cui verranno evase le domande di assolvimento di stazione appaltante, che hanno già iniziato a pervenire.

27 Agenda La promozione dei nuovi strumenti di acquisto nella finanziaria 2003 L’e-procurement: strumenti, vantaggi , aspetti normativi Il ruolo di Consip/MEF definito dalle Finanziarie e dal DPR 101/02 Gli strumenti di e-procurement sviluppati da Consip Le attività Consip per gli Enti Locali Modalità per la registrazione e l’acquisto in Convenzione Le principali convenzioni Consip Approfondimenti

28 Stipula contratti quadro e attivazione negozi elettronici
Il modello di funzionamento degli “Acquisti in rete della PA” (per le Convenzioni ex art.26) Stipula contratti quadro e attivazione negozi elettronici Fornitori Consip Reportistica sul venduto Strumenti di monitoraggio Requisiti Livello di soddisfazione Ordini on-line/fax Amministrazioni Fornitura Pagamento

29 Direzione Acquisti in Rete della P.A. (Strategie di acquisto)
La struttura organizativa per la realizzazione degli “Acquisti in rete della PA” Direzione Acquisti in Rete della P.A. (DARPA) Assistenza legale Program management Area Sourcing (Strategie di acquisto) Area Amm. Stato Area E-Procurement (Tecnologie) Area Enti Locali Area Sanità Area Università Merceologia 1 Merceologia 2 Merceologia n

30 Modalità operative per la creazione delle Convenzioni degli “Acquisti in rete della PA”
Studio di fattibilità Valutazione domanda (*) Valutazione offerta (*) Possibili strategie di gara Stima risparmi potenziali Approvaz. MEF Sviluppo Iniziative Studio della domanda (*) tipologie di beni quantità totali servizi accessori forme contrattuali tipiche Studio del mercato (*) attori e concentrazione distrib. geografica capacità produttiva catena distributiva Strategie di gara quantità massime lotti (merceol., geografici, …) modalità contrattuali tempi Sviluppo documentazione di gara Capitolato Schema di contratto Disciplinare .… Iter approvativo MEF Antitrust (AIPA) Lancio iniziativa Pubblicazione bando Aggiudicazione Stipula convenzione Pubblicazione catalogo (*) Fonti: Banche dati Ministeri ISTAT Associazioni di categoria Interviste e campionamenti diretti Studi …. Punto di partenza del processo di registrazione è il portale degli acquisti per la pubblica amministrazione Da qui è possibile accedere all’area REGISTRAZIONE, che è quella evidenziata in alto a sinistra

31 Modalità operative per la fruizione delle Convenzioni degli “Acquisti in rete della PA”
Punto di partenza del processo di registrazione è il portale degli acquisti per la pubblica amministrazione Da qui è possibile accedere all’area REGISTRAZIONE, che è quella evidenziata in alto a sinistra

32 I benefici per le amministrazioni che fruiscono delle Convenzioni ex art.26
Avvalendosi delle convenzioni nazionali stipulate da Consip, le Amministrazioni conseguono due tipi di benefici Vantaggi Valori Risparmio medio del 28%, con un massimo dell’85% (2a gara telefonia fissa) 1 Benefici "di prodotto" Riduzione dei prezzi d’acquisto di beni e servizi Semplificazione delle attività di definizione del fabbisogno Riduzione dei tempi e degli adempimenti di natura amministrativa Riutilizzabilità del personale in attività di front office Difficilmente quantificabili come media (su singoli acquisti possono arrivare anche al 90%) 2 Benefici "di processo" I risparmi di processo contemplano i minori costi del personale impiegato (meno persone e per meno tempo), i minori costi amministrativi (pubblicazioni, commissioni di gara), i minori costi di magazzino (costo locali e di gestione), ecc. La riduzione del 40 % può in molti casi essere anche estremamente cautelativa,e coincide con il minor costo di circa Euro che è stato recentemente stimato internamente da Consip.

33 I benefici “di processo” per le amministrazioni che fruiscono delle Convenzioni ex art.26
PROCESSO TRADIZIONALE Operazioni Consip Analisi fabisogno Ricezione prestazione (effettuaz. controlli su beni/servizi e documentaz.) Definizione specifiche tecnico-funzionali Attivazione procedura di gara Stipula del contratto Aggiudica-zione Pagamento Eventuale impugnazione atti di gara Eventuale impugnazione atti di gara Eventuale impugnazione aggiudicazione Eventuale impugnazione aggiudicazione NUOVO PROCESSO (nel caso di esistenza e utilizzo della Convenzione) Invio ordine

34 I benefici “di prodotto” per le amministrazioni che fruiscono delle Convenzioni ex art.26
Categoria Riduzione Il sistema delle convenzioni consente di realizzare significativi risparmi: alcuni esempi di riduzioni di costo ottenute sulle gare bandite a livello nazionale Telefonia mobile 2a gara Telefonia fissa 2a gara Telefonia mobile 1a gara Telefonia fissa 1a gara PC Portatili Fax Stampanti Software di produttività Gasolio riscaldamento Centrali telefoniche Buoni pasto 2a gara Cancelleria Carburanti rete Autovetture Buoni pasto 1a gara 81% 78% 75% 58% 46% 44% 39% 30% 16% 15% 10% 9% Tra le iniziative attive e quelle da attivare, senza soffermarsi sulle caratteristiche dei singoli prodotti, abbiamo riepilogato le strategie di acquisto adottate ed i conseguenti vantaggi e le opportunità offerte dalle singole convenzioni, evidenziando non solo gli aspetti prettamente economici, ma anche i livelli di servizio ed i servizi aggiuntivi, spesso inclusi nel canone, offerti dal fornitore La riduzione media al gennaio 2003 è di circa il 28%

35 Il marketplace ex art.11.5 DPR 101/02: la sperimentazione
Dopo aver cliccato su cerca vengono riportati i risultati della ricerca. Nel db potrebbero essere presenti più comuni associati ad un dato nome (è il caso dell’esempio, dove ad Albano sono associati più risultati). L’utente dovrà quindi selezionare il proprio ente e cliccare su avanti.

36 Il marketplace ex art.11.5 DPR 101/02: le funzionalità presenti
Le funzionalità disponibili nel Mercato Elettronico consentono a Fornitori e Punti Ordinanti di eseguire l’intero processo di acquisto Funzionalità del Marketplace in corso di sperimentazione Registrazione Punti Ordinanti Registrazione dei Punti Ordinanti delle Amministrazioni Gestione documentale Firma digitale Abilitazione Fornitori Gestione del processo di qualificazione dei fornitori abilitati all’accesso Gestione Catalogo Elettronico Acquisto diretto Acquisto di beni e servizi presenti a catalogo con condizioni prenegoziate Richiesta d’Offerta Acquisto di beni e servizi a catalogo con negoziazione di specifiche condizioni Dopo aver cliccato su cerca vengono riportati i risultati della ricerca. Nel db potrebbero essere presenti più comuni associati ad un dato nome (è il caso dell’esempio, dove ad Albano sono associati più risultati). L’utente dovrà quindi selezionare il proprio ente e cliccare su avanti. Consegne e Resi Gestione dati relativi a consegne ed eventuali resi Servizi di supporto Reportistica/posta elettronica/call center

37 Il marketplace ex art.11.5 DPR 101/02 : definizione del Catalogo
Il Catalogo Elettronico contiene i Prodotti/Servizi organizzati secondo la gerarchia di seguito illustrata: Categoria Categoria merceologica: raggruppa un insieme di Sub-categorie merceologiche e/o Meta-prodotti aventi caratteristiche comuni Sub-categoria merceologica: contiene al suo interno un insieme di Meta-prodotti aventi caratteristiche comuni Sub-categoria Meta-prodotto: è la definizione di un prodotto generico mediante un insieme di attributi descrittivi e di un codice CPV (Common procurement Vocabulary): attributi di base: descrivono gli aspetti commerciali del prodotto/servizio. (Es.: Nome Fornitore, Prezzo, Luogo di consegna, Tempo di consegna, …) attributi specifici: descrivono le caratteristiche tecniche del prodotto/servizio. (Es. per la lampadina: Potenza, Forma, Tipo di attacco, ...) Meta-prodotto Dopo aver cliccato su cerca vengono riportati i risultati della ricerca. Nel db potrebbero essere presenti più comuni associati ad un dato nome (è il caso dell’esempio, dove ad Albano sono associati più risultati). L’utente dovrà quindi selezionare il proprio ente e cliccare su avanti. Articolo: é la singola istanza di un prodotto valorizzato in tutti i suoi attributi (Es. per la lampadina: Produttore/Marca = Osram, Denominazione commerciale = Basso Consumo, Potenza = 40 W, Finitura Vetro = Opale ) Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 ………... Articolo n

38 Nome Categoria Merceologica Nome Categoria Primo Livello
Il marketplace ex art.11.5 DPR 101/02: esempio di struttura del catalogo Un esempio di Struttura di Catalogo Elettronico: Materiale Elettrico di Consumo Nome Categoria Merceologica Nome Categoria Primo Livello Nome Meta-prodotto Lampade ad incandescenza Apparecchi di illuminazione e lampade elettriche Lampade ad incandescenza ad alogeni Macchine e apparecchi, attrezzature e articoli di consumo elettrici Lampade Fluorescenti Componenti di circuiti elettrici Dopo aver cliccato su cerca vengono riportati i risultati della ricerca. Nel db potrebbero essere presenti più comuni associati ad un dato nome (è il caso dell’esempio, dove ad Albano sono associati più risultati). L’utente dovrà quindi selezionare il proprio ente e cliccare su avanti. Spine e Prese Trasformatori di potenza Trasformatori

39 Il marketplace ex art.11.5 DPR 101/02: le modalità di acquisto
Il Punto Ordinante dell’Amministrazione ha la possibilità di: eseguire un Acquisto diretto di prodotti a catalogo oppure negoziare una Richiesta di Offerta (Request for Quotation - RFQ) con i Fornitori abilitati, gestendo on-line tutto il processo di acquisto mediante l’impiego degli strumenti di firma digitale. La normativa vigente limita l’uso dell’Acquisto diretto agli importi più contenuti ed impone il ricorso alla Richiesta di offerta a più fornitori, nel caso di importi maggiori Punto Ordinante (PO) Fornitore Vengono presentati i prodotti in convenzione. Il menù di sinistra invece presenta alcune funzionalità che assistono l’utente nella compilazione dell’ordine (come il carrello, che mostra i beni selezionati, la rubrica, che permette di memorizzare gli indirizzi di consegna e di fatturazione per non doverli poi editare ogni volta che si compie un ordine, la guida all’acquisto, che dà informazioni utili sui vari step) In questo caso l’utente può scegliere due tipi di fax. Selezioniamo ad esempio il primo Acquisto diretto Richiesta d’Offerta (RfQ)

40 Visualizza ed esegue OdA
Il marketplace ex art.11.5 DPR 101/02: l’acquisto diretto Il Punto Ordinante può eseguire, nel rispetto della normativa vigente, un acquisto diretto di un bene precedentemente abilitato, attraverso l’utilizzo del catalogo elettronico e della firma digitale quale strumento di sottoscrizione. Marketplace Ordine d’Acquisto Accesso al Mktplace Ricerca Prodotti Gestione Carrello Firma OdA 1 2 3 4 5 Creazione OdA Punto Ordinante Firma Digitale Vengono presentati i prodotti in convenzione. Il menù di sinistra invece presenta alcune funzionalità che assistono l’utente nella compilazione dell’ordine (come il carrello, che mostra i beni selezionati, la rubrica, che permette di memorizzare gli indirizzi di consegna e di fatturazione per non doverli poi editare ogni volta che si compie un ordine, la guida all’acquisto, che dà informazioni utili sui vari step) In questo caso l’utente può scegliere due tipi di fax. Selezioniamo ad esempio il primo Accesso al Mktplace Visualizza ed esegue OdA Fornitore

41 Il marketplace ex art.11.5 DPR 101/02: acquisto attraverso RFQ
Il Punto Ordinante può eseguire, per acquisti al di sotto della soglia comunitaria, la negoziazione di una Richiesta d’Offerta (RfQ) con Fornitori Abilitati. Il sistema supporta la formulazione automatica della graduatoria delle offerte pervenute. Marketplace RfQ Punto Ordinante accesso al mktplace firma doc. di aggiud. compo-sizione RfQ sele-zione fornitori lancio RfQ valuta-zione Offerte aggiudi-cazione RfQ chiusura RfQ Firma Digitale Pin Code Fornitore accesso al mktplace firma e invio offerta definiz. offerta Pin Code Firma Digitale

42 Il marketplace Consip : benefici e vantaggi
In aggiunta ai benefici tipici di ogni marketplace, il mercato elettronico ex art.11 comma 5 del DPR 101 permetterà: Alle Amministrazioni: Integrazione della gamma coperta dalle Convenzioni ex art. 26 Economicità e rapida fruibilità per tutte le Amministrazioni Ai fornitori: Allargamento del mercato per le PMIper Stimolo all’innovazione e alla applicazione delle nuove tecnologie

43 Agenda La promozione dei nuovi strumenti di acquisto nella finanziaria 2003 L’e-procurement: strumenti, vantaggi , aspetti normativi Il ruolo di Consip/MEF definito dalle Finanziarie e dal DPR 101/02 Gli strumenti di e-procurement sviluppati da Consip Le attività Consip per gli Enti Locali Modalità per la registrazione e l’acquisto in Convenzione Le principali convenzioni Consip Approfondimenti

44 Attività svolte per gli Enti Locali nel 2002
promozione (ex art.59 della Finanziaria 2002) di 4 aggregazioni di acquisto di Enti Locali (Lombardia, Emilia Romagna, Umbria) pubblicazione in Internet di 2 “kit” per lo svolgimento autonomo da parte degli Enti Locali di gare in aggregazione su vestiario e pasti caldi veicolati avvio di studi di fattibilità su merceologie di specifico interesse degli Enti Locali svolgimento di una gara telematica sperimentale per il comune di Torino (biancheria per asili nido) coinvolgimento di 4 Enti Locali nella sperimentazione del Mercato Elettronico della PA ex art. 11 del DPR 101/02 tramite la stipula di un apposito protocollo di intesa con la SSPAL sono stati erogati a titolo completamente gratuito: 6 moduli di formazione in aula e tramite e-learning sull’e-procurement per 600 Segretari Comunali 3 seminari per 250 funzionari e dirigenti degli Enti Locali pubblicazione di articoli su riviste di settore organizzazione e/o partecipazione in 19 convegni e seminari per la diffusione della conoscenza del programma di razionalizzazione della spesa pubblica e dei temi dell’e-procurement, cui hanno partecipato gratuitamente oltre persone

45 Risultati del Programma di razionalizzazione della spesa per gli Enti Locali
33.200 (=20% del totale Consip) 10.100 (=35% del totale Consip) 17% del totale Consip 20% del totale Consip Dic.’01 Mar.’03 % sul volume economico 4.000 (=34% del totale Consip) 4.700 (=13% del totale Consip) Dic.’01 Mar.’03 Dic.’01 Mar.’03 n° registrazioni n° ordini

46 Le linee di attività per il 2003
stipula di convenzioni su merceologie di specifico interesse degli Enti Locali realizzazione di altri “kit” per la razionalizzazione della spesa su categorie merceologiche specifiche degli Enti Locali lancio del Magazine e della Newsletter di “Acquistinretepa” dedicati alla PA Locale sviluppo di strumenti di benchmarking della spesa degli Enti Locali assistenza alle PA Locali coinvolte nella sperimentazione del Mercato Elettronico della PA pubblicazione di articoli di specifico interesse della PAL erogazione di moduli di formazione per la PAL promozione e partecipazione a seminari, convegni e manifestazioni per personale della PA Locale

47 Gli strumenti per gli Enti Locali
Strumenti di supporto Selezione stampa Incontri e seminari Notizie aggiornate Consulenza On-Line Selezione argomenti Notizie aggiornate

48 Agenda La promozione dei nuovi strumenti di acquisto nella finanziaria 2003 L’e-procurement: strumenti, vantaggi , aspetti normativi Il ruolo di Consip/MEF definito dalle Finanziarie e dal DPR 101/02 Gli strumenti di e-procurement sviluppati da Consip Le attività Consip per gli Enti Locali Modalità per la registrazione e l’acquisto in Convenzione Le principali convenzioni Consip Approfondimenti

49 Per acquistare occorre registrarsi e inviare gli ordini direttamente ai fornitori
1) Registrazione L’accesso alle condizioni previsto in Convenzione non è aperto a chiunque: occorre essere riconosciuti come operatori di una pubblica amministrazione, dotati di ideoneo potere di impegno della spesa. La registrazione è gratuita, di per sè non comporta alcun impegno all’acquisto e può essere effettuata da tutte le persone di un’amministrazione dotate di idonei poteri (la registrazione è relativa alla persona che opera per l’amministrazione, non all’Ente o ad un suo ufficio) La Registrazione si effettua inviando un apposito modulo (on-line o via fax), che viene valutato da un apposito Ufficio Registrazioni Nei casi dubbi, la valutazione sulla idoneità della natura dell’Ente è svolta dall’Ufficio Registrazione; il possesso degli idonei poteri è autocertificato dalla persona che si registra attravderso la firma del modulo Tra le iniziative attive e quelle da attivare, senza soffermarsi sulle caratteristiche dei singoli prodotti, abbiamo riepilogato le strategie di acquisto adottate ed i conseguenti vantaggi e le opportunità offerte dalle singole convenzioni, evidenziando non solo gli aspetti prettamente economici, ma anche i livelli di servizio ed i servizi aggiuntivi, spesso inclusi nel canone, offerti dal fornitore

50 esempio di modulo di registrazione
Per acquistare occorre registrarsi e inviare gli ordini direttamente ai fornitori 1) Registrazione esempio di modulo di registrazione Tra le iniziative attive e quelle da attivare, senza soffermarsi sulle caratteristiche dei singoli prodotti, abbiamo riepilogato le strategie di acquisto adottate ed i conseguenti vantaggi e le opportunità offerte dalle singole convenzioni, evidenziando non solo gli aspetti prettamente economici, ma anche i livelli di servizio ed i servizi aggiuntivi, spesso inclusi nel canone, offerti dal fornitore

51 Per acquistare occorre registrarsi e inviare gli ordini direttamente ai fornitori
2) Acquisto A seconda della Convenzione, l’acquisto può svolgersi: attraverso i negozi elettronici , con invio dell’ordinativo on line e conferma via fax; il ricorso ai negozi è ad oggi una modalità aggiuntiva rispetto alla successiva, ed è possibile solo per alcune convenzioni (*) . In questo caso si deve: accedere al negozio dal sito comporre l’ordine inserendo i dati che vengono richiesti dal sistema stampare il modulo d’ordine generato dal sistema (che riepiloga i dati inseriti) e inviarlo via fax esclusivamente al fornitore con modalità tradizionale, attraverso l’invio di ordinativo via fax. In questo caso si può: scaricare il modulo d’ordine dal sito compilarlo e inviarlo via fax esclusivamente al fornitore richiedere il modulo d’ordine al Call Center e procedere come sopra Ove possibile, l’invio degli ordini on-line è da preferire, perché consente alla Consip un miglior monitoraggio della Convenzione Tra le iniziative attive e quelle da attivare, senza soffermarsi sulle caratteristiche dei singoli prodotti, abbiamo riepilogato le strategie di acquisto adottate ed i conseguenti vantaggi e le opportunità offerte dalle singole convenzioni, evidenziando non solo gli aspetti prettamente economici, ma anche i livelli di servizio ed i servizi aggiuntivi, spesso inclusi nel canone, offerti dal fornitore (*) Al 05/05/‘03: Cancelleria, Carta, Fax, Fotocopiatrici, Carburanti, Gasolio, PC portatili, Software, Servizio Energia). N.B.: l’introduzione dei negozi elettronici è prevista gradualmente per tutte le Convenzioni

52 Per acquistare occorre registrarsi e inviare gli ordini direttamente ai fornitori
2) Acquisto esempio di modulo di acquisto compilato dal sistema al termine della procedura di ordinativo on line Tra le iniziative attive e quelle da attivare, senza soffermarsi sulle caratteristiche dei singoli prodotti, abbiamo riepilogato le strategie di acquisto adottate ed i conseguenti vantaggi e le opportunità offerte dalle singole convenzioni, evidenziando non solo gli aspetti prettamente economici, ma anche i livelli di servizio ed i servizi aggiuntivi, spesso inclusi nel canone, offerti dal fornitore

53 Agenda La promozione dei nuovi strumenti di acquisto nella finanziaria 2003 L’e-procurement: strumenti, vantaggi , aspetti normativi Il ruolo di Consip/MEF definito dalle Finanziarie e dal DPR 101/02 Gli strumenti di e-procurement sviluppati da Consip Le attività Consip per gli Enti Locali Modalità per la registrazione e l’acquisto in Convenzione Le principali convenzioni Consip Approfondimenti

54 Le Convenzioni - Premessa
Le seguenti informazioni hanno l’obiettivo di illustrare in maniera sintetica le Convenzioni (ex art. 26 della legge 488/99) attive o in fase di attivazione Tali informazioni non intendono sostituire né integrare la documentazione contrattuale sottoscritta fra le parti Le informazioni riportate di seguito unitamente a tutta la documentazione relativa alle Convezioni sono disponibili sul sito internet

55 Quadro di sintesi delle Convenzioni (1 di 2)
Aggiornato al 5 maggio 2003 Telefonia: fissa e connettivita' IP (mag-04) Energia elettrica (dic-03) Cancelleria 1 (giu-03) Autoveicoli 2 (apr-04) Servizio energia (giu-03) (Gestione calore) Fotocopiatrici 3 (apr-03) Fax (mag-03) Telefonia mobile (feb-04) Global Service Uffici (mar-04) (Manutenzione,Igiene ambientale, Guardiania, Facchinaggio, Consulenza) attive Carta in risme (lug-03) Fotocopiatrici 4 (gen-04) Videoproiettori -fascia bassa (feb-04) Centrali telefoniche 2 * Gas naturale * Reti locali * Global Service Uso didattico * Videoproiettori fascia alta (feb-’04) Bidoni e Cassonetti * Monitoraggio e Consulenza Autocompattatori * Servizio luce (Gestione impianti illuminazione pubblica) * Fotocopiatrici 5 * Autobus * Videocomunicazione Fotocopiatrici 6 * Automazione di edificio (allarmi, videosorveglianza, controllo accessi) Global Service Uffici 2 in fase di attivazione Tra le iniziative attive e quelle da attivare, senza soffermarsi sulle caratteristiche dei singoli prodotti, abbiamo riepilogato le strategie di acquisto adottate ed i conseguenti vantaggi e le opportunità offerte dalle singole convenzioni, evidenziando non solo gli aspetti prettamente economici, ma anche i livelli di servizio ed i servizi aggiuntivi, spesso inclusi nel canone, offerti dal fornitore Arredi didattici e per ufficio* Servizi sanitari alberghieri integrati Sicurezza di Rete Cancelleria 2 * Energy Management Soluzioni e servizi di Contact Center Fax 2 * Gestione integrata sicurezza sui luoghi di lavoro Carta in risme 2 * le date tra parentesi indicano le scadenze delle convenzioni, salvo proroghe future o raggiungimento massimali Il simbolo * indica che è stato pubblicato il bando di gara

56 Quadro di sintesi delle Convenzioni (2 di 2)
Aggiornato al 5 maggio 2003 PC Portatili 2 (giu-03) Olio combustibile da riscaldamento (dic-04) Buoni Pasto tutti i tagli (apr-05) Software di produttivita' (include: Microsoft 3 (lug-03) e Sun 2 (nov-03)) Biodiesel da riscaldamento (giu-03) attive Derrate alimentari (mar-04) Carburanti rete (ago-03) PC desktop 3 (mag-03) Carburanti extra rete (apr-04) Software di gestione documentale (febb-04) Gasolio da riscaldamento (nov-03) PC Portatili 3 * Lubrificanti autotrazione * Ecotomografi * Ambulanze * Farmaci * Chimica clinica Servizi integrati per apparecchiature Elettromedicali Ristorazione collettiva Stampanti 3 * Carburanti rete - Fuel Card Software di produttivita' (incl. Microsoft 4) Tra le iniziative attive e quelle da attivare, senza soffermarsi sulle caratteristiche dei singoli prodotti, abbiamo riepilogato le strategie di acquisto adottate ed i conseguenti vantaggi e le opportunità offerte dalle singole convenzioni, evidenziando non solo gli aspetti prettamente economici, ma anche i livelli di servizio ed i servizi aggiuntivi, spesso inclusi nel canone, offerti dal fornitore in fase di attivazione Carburanti rete - Buoni Acquisto PC Desktop 4 * le date tra parentesi indicano le scadenze delle convenzioni, salvo proroghe future o raggiungimento massimali Il simbolo * indica che è stato pubblicato il bando di gara


Scaricare ppt "“Le nuove strategie di acquisto per gli Enti Locali alla luce della Finanziaria 2003: l’e-procurement e il ruolo di Consip” Lecce, 13 maggio 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google