La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nuovi temi e metodi nella sorveglianza sanitaria individuale e di gruppo in ambito occupazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nuovi temi e metodi nella sorveglianza sanitaria individuale e di gruppo in ambito occupazionale."— Transcript della presentazione:

1 Nuovi temi e metodi nella sorveglianza sanitaria individuale e di gruppo in ambito occupazionale

2 Quiz modulo 1 Monitoraggio delle performance cliniche

3 1)Quali dimensioni concorrono a definire la qualità dellassistenza? a. continuità, appropriatezza organizzativa, sostenibilità, centralità del paziente b. appropriatezza clinica, appropriatezza organizzativa, sicurezza, affidabilità c. accessibilità, efficacia, efficienza, appropriatezza clinica, tempestività d. accuratezza, sviluppo delle risorse umane, efficacia, efficienza

4 2) Quale confronto consentono i criteri di valutazione? a.tra le conoscenze scientifiche disponibili e la pratica clinica corrente b.tra i dati sperimentali più recenti e la pratica clinica corrente c.tra la pratica clinica corrente in strutture diverse d.tra gli stessi processi attuati da diversi operatori

5 3) Quale tra le seguenti categorie è esclusa dalla classificazione dei criteri e degli indicatori? a.di struttura b.di processo c.di esito d.di efficacia

6 4) A che cosa fanno riferimento i criteri di struttura? a.alluso delle risorse e alle competenze dei professionisti b.alla disponibilità di risorse e alle competenze dei professionisti c.alle decisioni e alle azioni degli operatori clinici d.alla decisione e alle azioni dei gestori della struttura

7 5) Quali tra i seguenti rientrano tra i criteri di processo, in quanto riflettono le azioni e le decisioni adottate dagli operatori clinici? a.prescrizioni e qualità della vita b.interventi diagnostici e terapeutici c.mortalità e morbosità d.indagini diagnostiche e stato di salute

8 6) I criteri di esito si riferiscono: a.alla risposta ottenuta da un intervento b.alla risposta ottenuta da unindagine c.alle azioni degli operatori clinici d.alla soddisfazione dei pazienti

9 7) Quali criteri e indicatori sono rilevanti nella valutazione delle performance cliniche? a.di processo e di struttura b.di struttura e di esito c.di processo e di esito d.di struttura e di efficacia

10 8) Quale affermazione è vera sugli indicatori proxy? a.sono indicatori strettamente correlati al fenomeno che si desidera valutare b.sono meno facilmente misurabili degli esiti a essi collegati c.vanno interpretati con cautela per il legame a volte non saldo con lesito misurato d.sono indicatori assolutamente affidabili

11 9) Quali sono i requisiti degli indicatori? a.misurabilità, accuratezza, semplicità di rilevazione b.sensibilità al cambiamento, riproducibilità, traducibilità in criteri c.pertinenza, facilità di comprensione, universalità d.accuratezza, basso costo, verosimiglianza

12 10) Nella definizione del numero degli indicatori: a.è meglio optare per un numero alto di indicatori b.è preferibile il numero minore possibile di indicatori c.sono ideali per la loro semplicità gli indicatori compositi d.non esiste una regola

13 11) Cosa si intende per PROMs? a.misure di processo ricavate da questionari somministrati ai pazienti b.misure di esito ricavate da questionari somministrati ai pazienti c.misure di esito ricavate da questionari somministrati agli operatori d.misure di esito ricavate dalla cartelle cliniche

14 12) Quale tra queste caratteristiche descrive i data base amministrativi? a.accurata descrizione dei processi assistenziali b.affidabile valutazione dellappropriatezza c.univoca interpretazione delle caratteristiche dei processi assistenziali d.inadeguata descrizione delle caratteristiche cliniche dei pazienti

15 13) Quale affermazione è vera relativamente ai data base clinici? a.rappresentano unalternativa ai registri b.derivano da unattività complessa che coinvolge più servizi c.servono unicamente alla valutazione della qualità dellassistenza d.hanno finalità sia cliniche sia amministrative

16 14) Quale tipo di finalità ha la valutazione delle performance cliniche? a.in genere, il confronto tra prestazioni erogate con uno standard di riferimento b.sempre, il confronto tra prestazioni erogate con uno standard di riferimento c.in genere, il confronto tra prestazioni erogate tra servizi o strutture affini d.sempre, il confronto tra prestazioni erogate tra servizi o strutture affini

17 15) A che cosa è dovuto lerrore casuale? a.esclusivamente alleterogeneità della casistica b.esclusivamente a un errore nella misurazione dellindicatore c.alla variabilità casuale di diversi fattori d.a una distorsione nella selezione della casistica

18 16) Nellanalisi di quale tipo di errore entrano in gioco i fattori di confondimento? a.errore sistematico b.errore casuale c.entrambi d.nessuno dei due

19 17) Con il termine accountability si indica: a.unattività di rendicontazione, in senso strettamente amministrativo b.il dover rendere conto delle proprie decisioni e del proprio operato, come componente relazionale e organizzativa c.il dover rendere conto delle proprie decisioni e del proprio operato, relativamente alle proprie competenze sanitarie d.unattività di rendicontazione circa le decisioni e loperato come sanitario

20 18) La possibilità di valutare le performance cliniche è frutto soprattutto: a.della disponibilità di informazioni b.dellimpegno dei singoli professionisti c.di un impegno organizzativo complessivo d.della disponibilità di documentazione dei processi assistenziali

21 19) Cosa si intende per pay for performance (P4P) o pay for quality (P4Q)? a.unincentivazione economica dei professionisti sulla base di un risultato misurabile b.unincentivazione economica dei professionisti sulla base della partecipazione a iniziative di miglioramento c.una valorizzazione del ruolo dei professionisti sulla base di un risultato misurabile d.una valorizzazione del ruolo dei professionisti sulla base della partecipazione a iniziative di miglioramento

22 20) La qualità delle performance cliniche è influenzata positivamente soprattutto da: a.esperienza dei professionisti b.competenza dei professionisti c.aggiornamento dei professionisti d.coinvolgimento dei professionisti

23 Quiz modulo 2 Il governo dellinnovazione nei sistemi sanitari

24 21) Secondo la carta di Trento le tecnologie sanitarie comprendono: a.tutte le attrezzature sanitarie utilizzate per promuovere la salute e prevenire e diagnosticare le malattie b.tutte le applicazioni pratiche utilizzate per promuovere la salute, fatta eccezione per quelle utilizzate nella diagnosi e nella prevenzione c.le procedure sanitarie e i percorsi assistenziali, gli assetti strutturali e organizzativi utilizzati per promuovere la salute e prevenire e diagnosticare le malattie d.tutte le applicazioni pratiche utilizzate per promuovere la salute e prevenire e diagnosticare le malattie

25 22) Quale affermazione è vera sullHealth Technology Assessment (HTA)? a.ha lobiettivo di fornire informazioni affidabili sugli effetti delle tecnologie sanitarie b.ha lobiettivo di valutare attraverso prove evidence-based gli effetti delle tecnologie sanitarie c.è unattività multidisciplinare che valuta le ricadute organizzative ed economiche dellapplicazione delle tecnologie sanitarie d.è unattività multidisciplinare che valuta le ricadute di efficacia e sicurezza dellapplicazione delle tecnologie sanitarie

26 23) La definizione delle priorità per lavvio di unattività di valutazione: a. può essere effettuata con diversi metodi, in genere complessi e che tengono conto di numerosi criteri b. viene effettuata esclusivamente grazie a un metodo sviluppato dalla RAND Corporation c. viene effettuata esclusivamente grazie a metodi sviluppati da agenzie di HTA d. può essere effettuata con diversi metodi, in genere semplici e che misurino poche variabili

27 24) Quali sono, nellordine, i principi analitici di un processo di HTA : a.esplicitazione del quesito di politica sanitaria e sua traslazione in quesiti di valutazione, revisione delle evidenze, analisi delle ricadute della tecnologia, sviluppo della valutazione, lista delle fonti, conclusioni e raccomandazioni b.esplicitazione del quesito di politica sanitaria e sua traslazione in quesiti di valutazione, revisione delle evidenze, sviluppo della valutazione, analisi delle ricadute della tecnologia, conclusioni e raccomandazioni, lista delle fonti c.revisione delle evidenze, esplicitazione del quesito di politica sanitaria e sua traslazione in quesiti di valutazione, analisi delle ricadute della tecnologia, sviluppo della valutazione, lista delle fonti, conclusioni e raccomandazioni d.esplicitazione del quesito di politica sanitaria e sua traslazione in quesiti di valutazione, revisione delle evidenze, analisi delle ricadute della tecnologia, sviluppo della valutazione, conclusioni e raccomandazioni, lista delle fonti

28 25) In unattività di HTA a chi spetta sviluppare il processo di valutazione? a.a più gruppi di lavoro multidisciplinari b.a un solo gruppo di lavoro multidisciplinare c.alla direzione sanitaria e alla direzione aziendale d.a specialisti esterni in HTA

29 26) LHealth Techonology Assessment ha alcuni limiti, tra i quali si può escludere: a. scarso impatto sui decisori b. insufficiente tempestività c. processo valutativo poco rigoroso d. possibili pressioni del mercato

30 27) Quali obiettivi ha la prima fase del processo di valutazione? a.definizione dei destinatari della nuova tecnologia e analisi della letteratura b.confronto della nuova tecnologia con le tecnologie precedenti c.definizione dei destinatari della nuova tecnologia e suo confronto con le tecnologie precedenti d.descrizione della nuova tecnologia e sviluppo della ricerca clinica applicata

31 28) Che cosa si intende per Coverage with Evidence Development (CED)? a.luso della tecnologia in presenza di un forte razionale scientifico ma in assenza di prove di sicurezza b.la rinuncia alladozione della tecnologia una volta accertata linsostenibilità economica c.la rinuncia alladozione della tecnologia una volta accertato uno sfavorevole rapporto rischi/benefici d.luso della tecnologia in determinate condizioni per un tempo limitato per acquisire dati aggiuntivi per la sua valutazione

32 29) Quali sono le fasi cruciali nella valutazione degli interventi complessi secondo il modello del Medical Research Council? a.fase della teoria e fase della modellizzazione b.fase della teoria e fase dellazione c.fase dellanalisi e fase della modellizzazione d.fase dellanalisi e fase dellazione

33 30) Che cosa stima il modello del Medical Research Council? a.limpatto gestionale della nuova tecnologia b.lintegrazione della nuova tecnologia nei sistemi sanitari c.la plausibile modificazione dei costi sanitari con lintroduzione della nuova tecnologia d.la potenziale modificazione delle relazioni tra professionisti e professionisti e pazienti della nuova tecnologia

34 31) Lallocazione delle risorse è efficiente se: a.il valore prodotto dallinvestimento identificato è maggiore a quello prodotto da investimenti alternativi b.lefficienza ottenuta dallinvestimento identificato è maggiore a quello prodotto da investimenti alternativi c.lefficacia dellinvestimento identificato è maggiore a quello di investimenti alternativi d.lutilizzo delle risorse con linvestimento identificato è migliore di quello con investimenti alternativi

35 32) Quale affermazione è vera sui metodi per la razionalizzazione del risorse in sanità ? a.i metodi espliciti, come quelli utilizzati per lHTA, esprimono le priorità in base a criteri condivisi e validati b.i metodi espliciti, basati sullesperienza professionale, sono caratterizzati dallefficienza c.i metodi impliciti, come quelli utilizzati per lHTA, si occupano dellanalisi costo-efficacia della nuova tecnologia sanitaria d.i metodi espliciti, Basati sullesperienza professionale, sono caratterizzati dalla mancanza di equità

36 33) Quali tra le seguenti non rientra nelle analisi comparative utilizzate per la valutazione economica? a.analisi di costo-efficacia b.analisi di costo-utilità c.analisi di minimizzazione dei costi d.analisi di costo-risparmio

37 34) Quale affermazione è vera sulla ricerca traslazionale? a. in medicina si può applicare a monte degli studi di base e pre-clinici b. si occupa del trasferimento dei risultati della ricerca tra diversi ambiti scientifici c. riconosce un unico punto di blocco dovuto alla mancata implementazione dei risultati della ricerca nella pratica d. in medicina si applica nella fase di passaggio da ricerca di base e preclinica a ricerca clinica

38 35) Quale tra le seguenti opportunità non rientra tra quelle offerte dalladozione di linee guida? a.aggiornamento dei professionisti b.informazione ed educazione dei pazienti c.verifica dellefficacia e dellappropriatezza dellofferta d.sperimentazione di nuove tecnologie

39 36) Nel trasferimento dellinformazione, le strategie di diffusione e quelle di disseminazione: a.differiscono per il tipo di contenuti b.sono simili quanto a efficacia sui comportamenti c.differiscono per il tipo di approccio d.sono simili quanto a obiettivi formativi

40 37) Quali sono, nellordine, le fasi che si succedono nel processo di cambiamento? a.lo scongelamento della prassi consolidata, il cambiamento, il ricongelamento della nuova prassi b.lo scongelamento della prassi consolidata, il ricongelamento della nuova prassi, il cambiamento c.lo scongelamento della prassi consolidata, la predisposizione al cambiamento, il cambiamento d.la conoscenza, il cambiamento, il ricongelamento della nuova prassi

41 38) Tra i metodi per individuare i determinanti delle decisioni assistenziali, le revisioni di studi: a.possono rappresentare lunica fonte di dati b.consentono di usufruire di una conoscenza già disponibile c.individuano praticamente tutti i determinanti del contesto che si sta considerando d.necessitano di competenze molto specifiche per essere interpretati

42 39) Quale caratteristica hanno i sondaggi? a.permettono indagini approfondite b.raggiungono molti individui c.hanno in genere un elevato tasso di risposta d.coprono una gamma limitata di problemi

43 40) Qual è lo schema classico di uno studio secondo lo schema raccomandato dallo SQUIRE (Standards for Quality Improvemente Reporting Excellence)? a.introduzione, risultati, metodi, discussione b.introduzione, discussione, risultati, metodi c.introduzione, metodi, discussione, risultati d.introduzione, metodi, risultati, discussione

44 Quiz modulo 3 La formazione per il governo clinico

45 41) Quali sono le due questioni fondamentali per garantire la qualità della formazione? a.la formazione di base e la formazione specialistica b.la formazione specialistica e il mantenimento costante di una formazione aggiornata c.la formazione di base e il mantenimento costante di una formazione aggiornata d.la formazione di base e la verifica delle conoscenze

46 42) Il WHO Patient Safety Curriculum Guide? a.è un documento dellUE che contiene informazioni e un curriculum completo con i principi essenziali per la sicurezza dei pazienti b.è un documento dellOMS che contiene informazioni e un curriculum completo con i principi essenziali per la sicurezza dei pazienti c.è un documento dellOMS che aiuta le università e le scuole di formazione degli operatori sanitari a insegnare la sicurezza dei pazienti d.è un documento dellUE che aiuta le università e le scuole di formazione degli operatori sanitari a insegnare la sicurezza dei pazienti

47 43) Secondo la Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio dEuropa del 2006, le competenze chiave per lapprendimento continuo? a.sono una combinazione di conoscenze, abilità e attitudini appropriate al contesto b.sono il risultato delle conoscenze acquisite c.vengono acquisite esclusivamente dai giovani grazie alla formazione obbligatoria d.sono acquisite esclusivamente da adulti grazie a un processo di aggiornamento delle competenze

48 44) Quale affermazione sulla Joint Declaration on the European Higher Education Area, (dichiarazione di Bologna) è vera? a.ha tra i suoi obiettivi quello di mettere a punto un sistema omogeneo di titoli comparabili a livello nazionale b.è ormai completamente attuata in tutti i 40 Paesi firmatari del Processo di Bologna c.si propone di assicurare a studenti e professionisti una maggiore mobilità e una qualità uniforme d.propone per la medicina un sistema organizzato in un unico ciclo

49 45) Quale tra le seguenti affermazioni descrive correttamente il Governo Clinico? a.è prioritariamente finalizzato a garantire la sicurezza delle prestazioni b.è prioritariamente finalizzato a garantire lefficacia delle prestazioni c.è orientato al miglioramento continuo della qualità dei servizi d.è orientato a una definizione chiara delle responsabilità e dei ruoli

50 46) Nel contesto dellimparare dallesperienza, laudit clinico può valutare aspetti relativi a: a. risorse, processi, obiettivi b. risorse, processi, esiti c. costi, processi, esiti d. risorse, standard, esiti

51 47) Quale affermazione è corretta sulla formazione per la qualità? a.va erogata sia in fase accademica sia nel corso dellattività professionale per lo sviluppo di competenze tecniche e non tecniche b.va erogata in fase accademica di preparazione dei giovani professionisti per lo sviluppo di competenze tecniche e non tecniche c.va erogata in modo continuativo nel corso dellattività professionale per lo sviluppo di competenze tecniche e non tecniche d.va erogata sia in fase accademica sia nel corso dellattività professionale per lo sviluppo di competenze tecniche

52 48) Quali capacità si integrano nella costruzione delle competenze professionali? a.analitiche, metodologiche, attuative b.analitiche, diagnostiche, contestuali c.analitiche, diagnostiche, attuative d.teoriche, diagnostiche, attuative

53 49) Quali conoscenze si integrano nella costruzione delle competenze professionali? a.teoriche, metodologiche, contestuali b.analitiche, metodologiche, contestuali c.teoriche, diagnostiche, contestuali d.teoriche, metodologiche, attuative

54 50) Quali sono i 3 livelli di competenza da considerare ai fini della qualità? a.competenza dell'organizzazione sanitaria, competenza dellorganizzazione non sanitaria, competenza del gruppo multidisciplinare di assistenza b.competenza del gruppo multidisciplinare, competenza dei professionisti specialisti, competenza degli operatori sanitari c.competenza dellorganizzazione, competenza del gruppo multidisciplinare di assistenza, competenza delle persone che lavorano allinterno di tali gruppi e servizi d.competenza del personale medico, competenza del personale infermieristico, competenza del personale con ruolo di formatore

55 51) Nellambito delle metodologie di rilevazione dei bisogni formativi, che ruolo ha la gap analysis? a.valuta il divario tra conoscenze e competenze b.valuta il divario tra conoscenze, abilità e atteggiamenti dei singoli professionisti c.valuta il divario tra conoscenze e competenze prima e dopo la formazione d.valuta il divario tra conoscenze, abilità e atteggiamenti attuali e necessari

56 52) Tra le modalità di analisi dei bisogni formativi, quale tra le seguenti consente un confronto aperto tra partecipanti? a.survey b.osservazione c.focus group d.questionario di valutazione

57 53) Secondo il metodo andragogico: a.la motivazione allapprendimento deriva da fattori esterni b.ladulto deve poter applicare immediatamente quanto appreso c.la disponibilità ad apprendere è imposta dallorganizzazione lavorativa d.la conoscenza rappresenta la base per lapprendimento

58 54) In quale metodologia didattica rientra il role play? a.simulazione b.feedback c.formazione esperienziale d.didattica di aula

59 55) La valutazione di unattività di formazione viene effettuata: a.in ogni fase del processo b.allinizio del processo c.alla fine del processo d.allinizio e alla fine del processo

60 56) I questionari che utilizzano scale di misurazioni sono strumenti di rilevazione dei giudizi dei discenti sulla formazione di tipo: a.quantitativo sintetico b.qualitativo analitico c.qualitativo sintetico d.quantitativo analitico

61 57) Chi sono i soggetti accreditanti unattività ECM? a.Ministero della salute, Regioni, Ordini e collegi professionali b.Ministero della salute e Regioni c.Ministero della salute d.Regioni e Aziende sanitarie

62 58) Gli obiettivi formativi del sistema ECM sono definiti a livello: a.solo regionale b.solo regionale c.sia regionale sia provinciale d.sia nazionale sia regionale

63 59) Quanti crediti vanno acquisiti nel triennio ECM in corso ( )? a.120 b.150, in misura di 50 per anno c.150 d.120, con possibilità di un riporto dal triennio precedente

64 60) Che cosè il dossier formativo? a. un documento, individuale o di gruppo che pianifica la formazione del professionista coerentemente insieme allorganizzazione di appartenenza b. un documento individuale che pianifica la formazione del professionista coerentemente insieme allorganizzazione di appartenenza c. una scheda prodotta dallanagrafe centralizzata che registra e certifica i crediti ottenuti d. una scheda prodotta dal provider che registra e certifica i crediti ottenuti


Scaricare ppt "Nuovi temi e metodi nella sorveglianza sanitaria individuale e di gruppo in ambito occupazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google