La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EIE 0607 VI / 1 La politica commerciale dellUnione Europea [basata, in parte, su M. Scoppola, Economia dellIntegrazione Europea, Università di Macerata,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EIE 0607 VI / 1 La politica commerciale dellUnione Europea [basata, in parte, su M. Scoppola, Economia dellIntegrazione Europea, Università di Macerata,"— Transcript della presentazione:

1 EIE 0607 VI / 1 La politica commerciale dellUnione Europea [basata, in parte, su M. Scoppola, Economia dellIntegrazione Europea, Università di Macerata, Facoltà di Scienze Politiche, Materiale didattico, a.a. 2006/07] il commercio internazionale dellUE la politica commerciale dellUE le politiche di preferenza commerciale

2 EIE 0607 VI / 2 LUE negli scambi commerciali mondiali

3 EIE 0607 VI / 3 LUE negli scambi commerciali mondiali

4 EIE 0607 VI / 4 LUE negli scambi commerciali mondiali

5 EIE 0607 VI / 5 LUE negli scambi commerciali mondiali

6 EIE 0607 VI / 6 LUE negli scambi commerciali mondiali

7 EIE 0607 VI / 7 LUE negli scambi commerciali mondiali

8 EIE 0607 VI / 8 LUE negli scambi commerciali mondiali

9 EIE 0607 VI / 9 LUE negli scambi commerciali mondiali

10 EIE 0607 VI / 10 LUE negli scambi commerciali mondiali

11 EIE 0607 VI / 11 La politica commerciale dellUE La Politica Commerciale Comune nasce con il Trattato di Roma ha effetti molto rilevanti sul commercio mondiale perché lUE è per molti prodotti un paese grande nel commercio internazionale originariamente solo dazi (tariffe), ma nel tempo si sono aggiunti molti altri strumenti di protezione

12 EIE 0607 VI / 12 La politica commerciale dellUE leffetto creazione di commercio cè stato: il commercio intra-UE è aumentato dal 40% nel 1961 al 61% nel 2001 (cresce anche quello extra-UE) la PC dellUE è soggetta ai vincoli WTO lUE ha nel tempo stipulato numerosi accordi commerciali regionali (preferenziali), che costituiscono un ingrediente fondamentale della sua politica estera

13 EIE 0607 VI / 13

14 EIE 0607 VI / 14

15 EIE 0607 VI / 15 La politica commerciale dellUE leffetto creazione di commercio cè stato: il commercio intra-UE è aumentato dal 40% nel 1961 al 61% nel 2001 (cresce anche quello extra-UE) la PC dellUE è soggetta ai vincoli WTO lUE nel tempo ha stipulato numerosi accordi commerciali regionali (preferenziali), che costituiscono un ingrediente fondamentale della sua politica estera

16 EIE 0607 VI / 16 La politica commerciale dellUE le esportazioni extra-UE costituiscono più del 18% delle esportazioni mondiali negli anni novanta il commercio è cresciuto ad un tasso due volte superiore rispetto al PIL

17 EIE 0607 VI / 17 La politica commerciale dellUE il commercio intra-UE costituisce più del 60% del commercio complessivo circa il 41% delle esportazioni extra-UE è diretto verso paesi sviluppati i paesi in via di sviluppo costituiscono circa il 40% del commercio extra-UE il commercio con i PVS è asimmetrico e dà allUE maggior potere contrattuale: per i PVS lUE costituisce un importante partner commerciale per lUE i PVS sono un partner commerciale minoritario

18 EIE 0607 VI / 18 La politica commerciale dellUE Gli strumenti della Politica Commerciale Comune le tariffe (TEC) (articolo 133 del Trattato) piu di linee tariffarie… la tariffa media nel 2001 era pari al 3.1% (agricoltura 17.9%) … ma la tariffa media nasconde elevati livelli di protezione per alcuni prodotti (picchi tariffari)

19 EIE 0607 VI / 19 La politica commerciale dellUE industria: tariffe nulle per molti prodotti, ma alte per alcuni (veicoli, abbigliamento, calzature, …) agricoltura: tariffe molto elevate fino agli anni novanta, ora in diminuzione tariff escalation: le tariffe aumentano allaumentare del valore aggiunto del prodotto importato (tessile e alimentare) destinazione degli introiti: 10% va allo Stato membro, 90% allUE

20 EIE 0607 VI / 20 La politica commerciale dellUE le barriere non tariffarie sono soggette al rispetto degli accordi WTO TBT (Technical Barriers to Trade Agreement) e SPS (Sanitary and Phitosanitary Agreement) tra il 1995 e il 2001 lUE ha notificato al WTO oltre 437 nuove regolamentazioni ricadenti nellaccordo sulle TBT

21 EIE 0607 VI / 21 La politica commerciale dellUE

22 EIE 0607 VI / 22 La politica commerciale dellUE

23 EIE 0607 VI / 23 La politica commerciale dellUE: le preferenze Accordi preferenziali / regionali si tratta di una v asta ed eterogenea rete di accordi che concedono migliori condizioni di accesso allUE a singoli paesi o gruppi di paesi (candidati alladesione allUE, paesi vicini, ex-colonie, altri PVS, paesi in transizione verso economia di mercato) il WTO, in deroga alla clausola della nazione più favorita, consente ai membri di formare aree di libero scambio e unioni doganali a patto che (art. 24 del Gatt):

24 EIE 0607 VI / 24 La politica commerciale dellUE: le preferenze coinvolgano sostanzialmente tutto il commercio dei paesi contraenti e non facciano aumentare, in media, la protezione commerciale verso i paesi terzi questo articolo è alla base degli accordi con concessioni reciproche: candidati alladesione, altri vicini europei, nuovi Accordi Euro-Mediterranei, nuovi accordi con lAmerica Latina, Sudafrica e paesi ACP-Cotonou (concessioni future…)

25 EIE 0607 VI / 25 La politica commerciale dellUE: le preferenze una seconda tipologia di accordi è basata sulla Enabling Clause, che riguarda i PVS: due decisioni GATT (1971 e 1979) consentono di accordare ai PVS tariffe preferenziali non reciproche (…i PVS non debbono fare le stesse concessioni tariffarie allUE che ricevono da questa), con concessioni preferenziali maggiori accordate ai paesi meno sviluppati lEC è alla base delle concessioni unilaterali (non reciproche) dellUE: SPG, EBA, Paesi ACP (concessioni attuali)

26 EIE 0607 VI / 26 La politica commerciale dellUE: le preferenze dal punto di vista dellUE: strumenti di convergenza per nuovi paesi aderenti allUE Strumento di politica internazionale/economica con i paesi confinanti politica internazionale/di sviluppo per le ex- colonie, altri PVS, paesi ex-socialisti dal punto di vista dei partners: lUE è spesso il loro principale mercato di esportazione premessa per una maggiore integrazione strumento per il locking in delle politiche interne Perché le preferenze commerciali?

27 EIE 0607 VI / 27 La politica commerciale dellUE: le preferenze Le concessioni unilaterali dellUE sono rivolte quasi esclusivamente a PVS (eccezioni transitorie: alcuni paesi ex-socialisti) sono imperniate sul nesso commercio- sviluppo hanno carattere multiregionale tendono a caratterizzarsi per la presenza di numerosi criteri e livelli di differenziazione tra i paesi beneficiari

28 EIE 0607 VI / 28 La politica commerciale dellUE: GSP Sistema di Preferenze Generalizzate ( GSP) introdotto a livello multilaterale nel 1971, riguarda tutti i PVS, ma con complessi meccanismi di graduazione e differenziazione le preferenze per i prodotti manifatturieri e alcuni prodotti agro-alimentari sono differenziate per "sensibilità" dei prodotti: prodotti sensibili: margine preferenziale del 3,5% sulla tariffa MFN, con leccezione del 20% per i prodotti del tessile-abbigliamento (ed altri); prodotti non-sensibili: le tariffe sono azzerate

29 EIE 0607 VI / 29 La politica commerciale dellUE: GSP sono rimasti esclusi dal GSP dellUE tutti i prodotti agricoli che beneficiano del sostegno della PAC cè un meccanismo di "graduazione" per lapplicazione/sospensione delle preferenze (anche per singoli settori) per i paesi più competitivi ci sono anche clausole di rispetto di standard ambientali, sulle condizioni di lavoro, sulla legalità, sulla correttezza delle pratiche commerciali le regole sullorigine

30 EIE 0607 VI / 30 La politica commerciale dellUE: EBA Everything but Arms (EBA) riguarda i 49 PVS meno sviluppati (ONU) definiti in funzione: criterio del reddito: PIL annuo procapite < 900$ criterio di qualità delle condizioni di vita: secondo indice di qualità della vita (alimentazione, salute, istruzione..) criterio di vulnerabilità economica: instabilità della produzione agricola, instabilità delle esportazioni, limitata quota di attività moderne sul PIL, eccessiva concentrazione delle esportazioni, ridotta dimensione delleconomia)

31 EIE 0607 VI / 31 La politica commerciale dellUE: EBA tariffe azzerate per tutti i prodotti, senza restrizioni quantitative, tranne le armi. sono dunque compresi anche i prodotti agricoli; per tre prodotti sensibili per lUE, banane, zucchero e riso limplementazione è graduale con un periodo di transizione in cui permangono quote di importazione a dazio zero (a regime nel 2009)

32 EIE 0607 VI / 32 La politica commerciale dellUE: i paesi ACP Paesi ACP: Convenzioni di Lomè e Cotonou Agreement (2000) accordi in vigore dal 1975, riguardano oggi 77 ex-colonie in Africa, nei Caraibi e nel Pacifico (ACP) fino alla fine del 2007 rimane in vigore un sistema di preferenze non reciproco; dal 2008 si prevede il passaggio ad un sistema di preferenze reciproche le concessioni attuali prevedono un accesso al mercato europeo a tariffa zero per i prodotti manifatturieri e per alcuni prodotti agricoli

33 EIE 0607 VI / 33 La politica commerciale dellUE: i paesi ACP anche in questo caso uneccezione è data dai prodotti agricoli coperti dalla PAC, per i quali comunque i paesi ACP hanno beneficiato di preferenze nonostante le preferenze ricevute, gli ACP hanno perso quote di mercato nellUE: ciò dipende dal fatto che: solo il 40% delle esportazioni ACP beneficia di preferenze commerciali le preferenze non promuovono diversificazione e riqualificazione delle esportazioni degli ACP la mancanza di libero accesso per i prodotti oggetto della PAC ha limitato la diversificazione delle loro esportazioni

34 EIE 0607 VI / 34 La politica commerciale dellUE: i paesi ACP entro il 2007 dovrebbero chiudersi i negoziati per un nuovo accordo che introducendo gli Economic Partnership Agreements (EPA) modifica sostanzialmente la politica dellUE nei confronti degli ACP: si tratterà di aree di libero scambio tra lUE e sei aggregazioni regionali di paesi ACP le concessioni diventano da unilaterali reciproche (art. 24 Gatt) dovranno estendersi a prodotti agricoli, manifatturieri e servizi

35 EIE 0607 VI / 35 La politica commerciale dellUE: i paesi ACP I paesi ACP tra Cotonou e EBA

36 EIE 0607 VI / 36 La politica commerciale dellUE: le concessioni reciproche Concessioni reciproche: candidati alladesione: Turchia, imminenti i balcanici (Croazie e Macedonia); altri paesi europei: Norvegia, Islanda, Liechtenstain, Svizzera nuovi Accordi Euro-Mediterranei: Nord- Africa e Medio Oriente America Latina: Messico, Cile, Mercosur in via di negoziazione Sudafrica

37 EIE 0607 VI / 37 La politica commerciale dellUE: le concessioni reciproche Le principali caratteristiche degli accordi reciproci dellUE riguardano aree regionalmente circoscritte o singoli paesi (con leccezione degli Economic Partnership Agreements in corso di negoziazione con i paesi ACP) spesso inseriti in schemi di cooperazione nei quali agli aspetti commerciali si affiancano più corpose e specifiche questioni politiche ed economiche, che si traducono in partenariati di notevole complessità istituzionale e gestionale

38 EIE 0607 VI / 38 La politica commerciale dellUE: il partenariato Euro-Mediterraneo Il partenariato Euro-Mediterraneo (processo di Barcellona, 1995) riguarda i paesi del bacino mediterraneo (Algeria, Egitto, Giordania, Libano, Marocco, Autorità Palestinese, Siria, Tunisia) progressiva liberalizzazione commerciale nellarea del Mediterraneo con lobiettivo di costituire unarea di libero scambio entro il 2010 lUE si impegna a un sostegno finanziario alle riforme strutturali necessarie nei paesi per fronteggiare le conseguenze economico- sociali della liberalizzazione commerciale

39 EIE 0607 VI / 39 La politica commerciale dellUE: il partenariato Euro-Mediterraneo la costituzione dellarea di libero scambio avviene attraverso accordi bilaterali commerciali tra lUE e i singoli paesi gli accordi bilaterali sono stati tutti siglati (tranne quello con la Siria) anche se non tutti sono implementati; per i prodotti industriali lUE si impegna a eliminare tutte le tariffe subito, i partner mediterranei a farlo entro 12 anni per i prodotti agricoli vengono introdotte quote di importazione a tariffa ridotta gli accordi riguardano anche diritti di proprietà intellettuale, concorrenza, ed altro

40 EIE 0607 VI / 40 La politica commerciale dellUE: il partenariato Euro-Mediterraneo i paesi del Mediterraneo dovrebbero liberalizzare anche il commercio tra di loro, ma fino ad ora su questo fronte poco si è fatto nel complesso il processo di Barcellona ha subito in questi anni una battuta di arresto, ed è ben lontano dalle ambizioni del 1995, anche a causa del perdurante conflitto in Medio Oriente e dalle tensioni tra il mondo occidentale e quello arabo come risultato anche del conflitto in Iraq

41 EIE 0607 VI / 41 La politica commerciale dellUE: the spaghetti bowl

42 EIE 0607 VI / 42 La politica commerciale dellUE Liberalizzazione discriminatoria e/o liberalizzazione su base multilaterale? gli accordi preferenziali: utile transizione o ostacolo verso un sistema multilaterale basato su regole comuni? il punto di vista UE: gli accordi preferenziali sono unutile fase di transizione: aree di libero scambio crescita della reciprocità impegno alla liberalizzazione tra partner preferenziali la necessità di approfondire la differenziazione del trattamento dei diversi PVS; EBA vs. resto dei PVS; proposte di ulteriori differenziazioni allinterno delle preferenze per questi ultimi

43 EIE 0607 VI / 43 La politica commerciale dellUE Tendenze nella politiche commerciali preferenziali dellUE: crescente ricorso ad accordi reciproci differenziazione del trattamento dei PVS utilizzo di tali accordi per spingere verso lintroduzione di più stringenti standard ambientali, sulle condizioni di lavoro, sulla tutela dei diritti di proprietà intellettuale, e così via Quale futuro per questa politica? erosione delle preferenze, a causa della liberalizzazione su base multilaterale (WTO) riduzione dellimportanza delle politiche commerciali come strumento di politica estera?


Scaricare ppt "EIE 0607 VI / 1 La politica commerciale dellUnione Europea [basata, in parte, su M. Scoppola, Economia dellIntegrazione Europea, Università di Macerata,"

Presentazioni simili


Annunci Google