La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Europa dei 6 e dei 12 1957: I Trattati di Roma nasce la CEE EUROPA DEI 6: Belgio, Olanda Francia, Germania, Italia, Lussemburgo EUROPA DEI 12. Alla CEE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Europa dei 6 e dei 12 1957: I Trattati di Roma nasce la CEE EUROPA DEI 6: Belgio, Olanda Francia, Germania, Italia, Lussemburgo EUROPA DEI 12. Alla CEE."— Transcript della presentazione:

1

2 Europa dei 6 e dei : I Trattati di Roma nasce la CEE EUROPA DEI 6: Belgio, Olanda Francia, Germania, Italia, Lussemburgo EUROPA DEI 12. Alla CEE aderiscono altri 6 stati: 1973: Gran Bretagna, Irlanda, Danimarca 1981: Grecia 1986: Portogallo e Spagna 1957: I Trattati di Roma nasce la CEE EUROPA DEI 6: Belgio, Olanda Francia, Germania, Italia, Lussemburgo EUROPA DEI 12. Alla CEE aderiscono altri 6 stati: 1973: Gran Bretagna, Irlanda, Danimarca 1981: Grecia 1986: Portogallo e Spagna

3 Schengen e Maastrich (dopo la caduta del Muro di Berlino e lunificazione della Germania ) 1990 Accordi di Schengen (aboliscono le frontiere) 1993: Trattato di Maastrich: stabilisce la nascita dellUnione Europea (superamento di CEE CECA ed EURATOM), listituzione della cittadinanza europea (avvio di un processo Costituente) la convergenza tra le monete e le economie (adozione della moneta unica: Euro) 1990 Accordi di Schengen (aboliscono le frontiere) 1993: Trattato di Maastrich: stabilisce la nascita dellUnione Europea (superamento di CEE CECA ed EURATOM), listituzione della cittadinanza europea (avvio di un processo Costituente) la convergenza tra le monete e le economie (adozione della moneta unica: Euro)

4 Europa dei 15 e degli : Oltre ai 12 aderiscono ai trattati di Maastrich (Unione Europea): Austria, Finlandia e Svezia (Europa dei 15). Gran Bretagna e Danimarca preferiscono rinviare ladesione allEuro. 1998: nasce lUNIONE EUROPEA Degli 11 (paesi che hanno rispettato i parametri di Maastrich e che dal 1999 entrano nel sistema EURO: Austria,Belgio,Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo e Spagna) 1995: Oltre ai 12 aderiscono ai trattati di Maastrich (Unione Europea): Austria, Finlandia e Svezia (Europa dei 15). Gran Bretagna e Danimarca preferiscono rinviare ladesione allEuro. 1998: nasce lUNIONE EUROPEA Degli 11 (paesi che hanno rispettato i parametri di Maastrich e che dal 1999 entrano nel sistema EURO: Austria,Belgio,Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo e Spagna)

5 2004 Europa dei 25: dieci nuovi stati membri

6 Quiz i nomi dei 10 nuovi stati membri

7 testtest testtest

8 Carta Europea dei diritti In applicazione degli accordi di Maastricht (primo passo per una Costituzione della Unione Europea): : nasce la Carta Europea dei Diritti - Fissa i fondamentali principi e valori della cittadinanza europea. - Inglobata nel testo della Costituzione Approvata dal Parlamento europeo, sottoscritta e proclamata dai Presidenti del Parlamento europeo, del consiglio e della Commissione nel vertice di Nizza: 7-9 dicembre Non ha valore giuridico vincolante, ma impegna tutti gli stati alla costruzione di unEuropa dei cittadini In applicazione degli accordi di Maastricht (primo passo per una Costituzione della Unione Europea): : nasce la Carta Europea dei Diritti - Fissa i fondamentali principi e valori della cittadinanza europea. - Inglobata nel testo della Costituzione Approvata dal Parlamento europeo, sottoscritta e proclamata dai Presidenti del Parlamento europeo, del consiglio e della Commissione nel vertice di Nizza: 7-9 dicembre Non ha valore giuridico vincolante, ma impegna tutti gli stati alla costruzione di unEuropa dei cittadini

9 Aspetti costituzionali della Carta « La Carta può essere interpretata come espressione di un processo di costituzionalizzazione dell Unione Europea verso una unione di cittadini basata sui diritti dell uomo … In linea di principio la Carta deve essere intesa come la prima parte di una Costituzione che definisca anche la struttura degli organi costituzionali. Per ora abbiamo la Carta ma non la Costituzione. » (Prof. Lucio Levi, Politica Comparata, 2003) « Il Trattato che istituisce una Costituzione per l Europa recepisce la Carta dei Diritti umani le assegna un carattere costituzionale » (Prof. Marco Mascia, Diritto europeo). « La Carta può essere interpretata come espressione di un processo di costituzionalizzazione dell Unione Europea verso una unione di cittadini basata sui diritti dell uomo … In linea di principio la Carta deve essere intesa come la prima parte di una Costituzione che definisca anche la struttura degli organi costituzionali. Per ora abbiamo la Carta ma non la Costituzione. » (Prof. Lucio Levi, Politica Comparata, 2003) « Il Trattato che istituisce una Costituzione per l Europa recepisce la Carta dei Diritti umani le assegna un carattere costituzionale » (Prof. Marco Mascia, Diritto europeo).

10 La Carta dei Diritti Fondamentali dellUnione Europea

11 Valori principi diritti 6 grandi capitoli

12 Quattro tipologie di diritti Diritti civili o negativi (di prima generazione) Diritti sociali o positivi (di seconda generazione) Diritti umani o internazionali (di terza generazione) Nuovi diritti specifici ( di quarta generazione) Diritti civili o negativi (di prima generazione) Diritti sociali o positivi (di seconda generazione) Diritti umani o internazionali (di terza generazione) Nuovi diritti specifici ( di quarta generazione)

13 La presente Carta riafferma i diritti derivanti in particolare dalle tradizioni costituzionali e dagli obblighi internazionali comuni. Il godimento di questi diritti fa sorgere responsabilit à e doveri nei confronti degli altri come pure della comunit à umana e delle generazioni future. La presente Carta riafferma i diritti derivanti in particolare dalle tradizioni costituzionali e dagli obblighi internazionali comuni. Il godimento di questi diritti fa sorgere responsabilit à e doveri nei confronti degli altri come pure della comunit à umana e delle generazioni future. PREAMBOLOPREAMBOLO PREAMBOLOPREAMBOLO

14 PREAMBOLOPREAMBOLO PREAMBOLOPREAMBOLO I popoli europei nel creare tra loro un'unione sempre pi stretta hanno deciso di condividere un futuro di pace fondato su valori comuni. L'Unione si fonda sui valori indivisibili e universali di dignit à umana, di libert à, di uguaglianza e di solidariet à. Essa pone la persona al centro della sua azione istituendo la cittadinanza dell'Unione e creando uno spazio di libert à, sicurezza e giustizia.L'Unione contribuisce al mantenimento e allo sviluppo di questi valori comuni I popoli europei nel creare tra loro un'unione sempre pi stretta hanno deciso di condividere un futuro di pace fondato su valori comuni. L'Unione si fonda sui valori indivisibili e universali di dignit à umana, di libert à, di uguaglianza e di solidariet à. Essa pone la persona al centro della sua azione istituendo la cittadinanza dell'Unione e creando uno spazio di libert à, sicurezza e giustizia.L'Unione contribuisce al mantenimento e allo sviluppo di questi valori comuni

15 6 capitoli dei cittadini europei

16 Capo I° - DIGNITA E il valore fondante di tutti i diritti Articolo 1 Dignità umana La dignit à umana è inviolabile. Essa deve essere rispettata e tutelata. Articolo 2 Diritto alla vita 1 Ogni individuo ha diritto alla vita. 2 Nessuno può essere condannato alla pena di morte, n é giustiziato. E il valore fondante di tutti i diritti Articolo 1 Dignità umana La dignit à umana è inviolabile. Essa deve essere rispettata e tutelata. Articolo 2 Diritto alla vita 1 Ogni individuo ha diritto alla vita. 2 Nessuno può essere condannato alla pena di morte, n é giustiziato.

17 Articolo 3 Diritto allintegrità della persona …2) Nell'ambito della medicina e della biologia devono essere rispettati: il consenso libero e informato della persona interessata … il divieto delle pratiche eugenetiche, aventi come scopo la selezione delle persone… il divieto di fare del corpo umano e delle sue parti una fonte di lucro… il divieto della clonazione riproduttiva Articolo 4 Proibizione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti… Articolo 5 Proibizione della schiavitù, del lavoro forzato della tratta degli esseri umani. Articolo 3 Diritto allintegrità della persona …2) Nell'ambito della medicina e della biologia devono essere rispettati: il consenso libero e informato della persona interessata … il divieto delle pratiche eugenetiche, aventi come scopo la selezione delle persone… il divieto di fare del corpo umano e delle sue parti una fonte di lucro… il divieto della clonazione riproduttiva Articolo 4 Proibizione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti… Articolo 5 Proibizione della schiavitù, del lavoro forzato della tratta degli esseri umani. DIGNITA: diritti biologici

18 Articolo 6 Diritto alla libertà e alla sicurezza Articolo 7 Rispetto della vita privata e della vita familiare del proprio domicilio e delle comunicazioni. Articolo 8 Protezione dei dati di carattere personale - in base al consenso della persona interessata - ogni individuo ha il diritto di accedere ai dati raccolti che lo riguardano e di ottenerne la rettifica. Articolo 9 Diritto di sposarsi e di costituire una famiglia Articolo 6 Diritto alla libertà e alla sicurezza Articolo 7 Rispetto della vita privata e della vita familiare del proprio domicilio e delle comunicazioni. Articolo 8 Protezione dei dati di carattere personale - in base al consenso della persona interessata - ogni individuo ha il diritto di accedere ai dati raccolti che lo riguardano e di ottenerne la rettifica. Articolo 9 Diritto di sposarsi e di costituire una famiglia CAPO II° - LIBERTA

19 Articolo 10 Libertà di pensiero, di coscienza e di religione Include la libert à di cambiare religione o convinzione, cos ì come la libert à di manifestare la propria religione o la propria convinzione individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l'insegnamento, le pratiche e l'osservanza dei riti. Il diritto all'obiezione di coscienza Articolo 11 Libertà di espressione e d'informazione Articolo 12 Libertà di riunione e di associazione Articolo 13 Libertà delle arti e delle scienze Articolo 14 Diritto all'istruzione … di accedere gratuitamente all'istruzione obbligatoria … diritto dei genitori di provvedere all'educazione e all'istruzione dei loro figli secondo le loro convinzioni religiose, filosofiche e pedagogiche Articolo 10 Libertà di pensiero, di coscienza e di religione Include la libert à di cambiare religione o convinzione, cos ì come la libert à di manifestare la propria religione o la propria convinzione individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l'insegnamento, le pratiche e l'osservanza dei riti. Il diritto all'obiezione di coscienza Articolo 11 Libertà di espressione e d'informazione Articolo 12 Libertà di riunione e di associazione Articolo 13 Libertà delle arti e delle scienze Articolo 14 Diritto all'istruzione … di accedere gratuitamente all'istruzione obbligatoria … diritto dei genitori di provvedere all'educazione e all'istruzione dei loro figli secondo le loro convinzioni religiose, filosofiche e pedagogiche

20 Articolo 15 Libertà professionale e diritto di lavorare. … libertà di cercare un lavoro, di lavorare, di stabilirsi o di prestare servizi in qualunque degli Stati membri … diritto a condizioni di lavoro equivalenti a quelle di cui godono i cittadini dell'Unione. Articolo 16 Libertà d'impresa Articolo 17 Diritto di proprietà Articolo 18 Diritto di asilo Articolo 19 Le espulsioni collettive sono vietate… Nessuno può essere allontanato, espulso o estradato verso uno Stato in cui esiste un rischio serio di essere sottoposto alla pena di morte, alla tortura o ad altre pene o trattamenti inumani o degradanti. Articolo 15 Libertà professionale e diritto di lavorare. … libertà di cercare un lavoro, di lavorare, di stabilirsi o di prestare servizi in qualunque degli Stati membri … diritto a condizioni di lavoro equivalenti a quelle di cui godono i cittadini dell'Unione. Articolo 16 Libertà d'impresa Articolo 17 Diritto di proprietà Articolo 18 Diritto di asilo Articolo 19 Le espulsioni collettive sono vietate… Nessuno può essere allontanato, espulso o estradato verso uno Stato in cui esiste un rischio serio di essere sottoposto alla pena di morte, alla tortura o ad altre pene o trattamenti inumani o degradanti.

21 Articolo 20 - Uguaglianza davanti alla legge Articolo 21 Non discriminazione 1 vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, L et à o le tendenze sessuali. Articolo 22 Diversità rispetto della diversit à culturale, religiosa e linguistica. Articolo 23 Parità La parit à tra uomini e donne deve essere assicurata in tutti i campi, compreso in materia di occupazione, di lavoro e di retribuzione. Articolo 24 Diritti del bambino Articolo 25 Diritti degli anziani Articolo 26 Inserimento dei disabili l'inserimento sociale e professionale e la partecipazione alla vita della comunit à. Articolo 20 - Uguaglianza davanti alla legge Articolo 21 Non discriminazione 1 vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, L et à o le tendenze sessuali. Articolo 22 Diversità rispetto della diversit à culturale, religiosa e linguistica. Articolo 23 Parità La parit à tra uomini e donne deve essere assicurata in tutti i campi, compreso in materia di occupazione, di lavoro e di retribuzione. Articolo 24 Diritti del bambino Articolo 25 Diritti degli anziani Articolo 26 Inserimento dei disabili l'inserimento sociale e professionale e la partecipazione alla vita della comunit à. CAPO III° - UGUAGLIANZA

22 Articolo 27 Diritto dei lavoratori all'informazione e alla consultazione nell'ambito dell'impresa Articolo 28 Diritto di negoziazione e di azioni collettive Articolo 29 Diritto di accesso ai servizi di collocamento Articolo 30 Tutela in caso di licenziamento ingiustificato Articolo 31 Condizioni di lavoro giuste ed eque Articolo 32 Divieto del lavoro minorile Articolo 27 Diritto dei lavoratori all'informazione e alla consultazione nell'ambito dell'impresa Articolo 28 Diritto di negoziazione e di azioni collettive Articolo 29 Diritto di accesso ai servizi di collocamento Articolo 30 Tutela in caso di licenziamento ingiustificato Articolo 31 Condizioni di lavoro giuste ed eque Articolo 32 Divieto del lavoro minorile Capo IV° - SOLIDARIETA

23 Articolo 33 Vita familiare e vita professionale Articolo 34 Sicurezza sociale e assistenza sociale garantire un'esistenza dignitosa a tutti coloro che non dispongano di risorse sufficienti … Articolo 35 Protezione della salute accesso alla prevenzione sanitaria e alle cure mediche … Nella definizione e nell'attuazione di tutte le politiche dell Unione è garantito un livello elevato di protezione della salute umana. … Articolo 37 Tutela dell'ambiente Articolo 38 Protezione dei consumatori Articolo 33 Vita familiare e vita professionale Articolo 34 Sicurezza sociale e assistenza sociale garantire un'esistenza dignitosa a tutti coloro che non dispongano di risorse sufficienti … Articolo 35 Protezione della salute accesso alla prevenzione sanitaria e alle cure mediche … Nella definizione e nell'attuazione di tutte le politiche dell Unione è garantito un livello elevato di protezione della salute umana. … Articolo 37 Tutela dell'ambiente Articolo 38 Protezione dei consumatori

24 Articolo 39 diritto di voto e di eleggibilit à alle elezioni del Parlamento europeo nello Stato in cui risiede. Articolo 40 Ogni cittadino dell'Unione ha il diritto di voto e di eleggibilit à alle elezioni comunali nello Stato membro in cui risiede Articolo 41 Diritto ad una buona amministrazione … Ogni individuo può rivolgersi alle istituzioni dell'Unione in una delle lingue del trattato e deve ricevere una risposta nella stessa lingua Articolo 42 diritto di accedere ai documenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione. Articolo 39 diritto di voto e di eleggibilit à alle elezioni del Parlamento europeo nello Stato in cui risiede. Articolo 40 Ogni cittadino dell'Unione ha il diritto di voto e di eleggibilit à alle elezioni comunali nello Stato membro in cui risiede Articolo 41 Diritto ad una buona amministrazione … Ogni individuo può rivolgersi alle istituzioni dell'Unione in una delle lingue del trattato e deve ricevere una risposta nella stessa lingua Articolo 42 diritto di accedere ai documenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione. CAPO V° - CITTADINANZA

25 Articolo 44 Diritto di petizione Qualsiasi cittadino dell'Unione … ha il diritto di presentare una petizione al Parlamento europeo. Articolo 45 Libertà di circolazione e di soggiorno La libert à di circolazione e di soggiorno può essere accordata, conformemente al trattato che istituisce la Comunit à europea, ai cittadini dei paesi terzi che risiedono legalmente nel territorio di uno Stato membro. Articolo 46 Tutela diplomatica e consolare Ogni cittadino dell'Unione gode, nel territorio di un paese terzo … della tutela delle autorit à diplomatiche e consolari di qualsiasi Stato membro … Articolo 44 Diritto di petizione Qualsiasi cittadino dell'Unione … ha il diritto di presentare una petizione al Parlamento europeo. Articolo 45 Libertà di circolazione e di soggiorno La libert à di circolazione e di soggiorno può essere accordata, conformemente al trattato che istituisce la Comunit à europea, ai cittadini dei paesi terzi che risiedono legalmente nel territorio di uno Stato membro. Articolo 46 Tutela diplomatica e consolare Ogni cittadino dell'Unione gode, nel territorio di un paese terzo … della tutela delle autorit à diplomatiche e consolari di qualsiasi Stato membro …

26 Articolo 47 Diritto a un ricorso effettivo e a un giudice imparziale. Articolo 48 Presunzione di innocenza e diritti della difesa Articolo 49 Principi della legalità e della proporzionalità dei reati e delle pene … Nessuno può essere condannato per un'azione o un'omissione che, al momento in cui stata commessa, non costituiva reato secondo … Le pene inflitte non devono essere sproporzionate rispetto al reato. Articolo 50 Diritto di non essere giudicato o punito due volte per lo stesso reato Articolo 47 Diritto a un ricorso effettivo e a un giudice imparziale. Articolo 48 Presunzione di innocenza e diritti della difesa Articolo 49 Principi della legalità e della proporzionalità dei reati e delle pene … Nessuno può essere condannato per un'azione o un'omissione che, al momento in cui stata commessa, non costituiva reato secondo … Le pene inflitte non devono essere sproporzionate rispetto al reato. Articolo 50 Diritto di non essere giudicato o punito due volte per lo stesso reato CAPO VI° - GIUSTIZIA


Scaricare ppt "Europa dei 6 e dei 12 1957: I Trattati di Roma nasce la CEE EUROPA DEI 6: Belgio, Olanda Francia, Germania, Italia, Lussemburgo EUROPA DEI 12. Alla CEE."

Presentazioni simili


Annunci Google