La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto tirocini formativi Elementi di archiviazione e catalogazione con tecnologie informatiche e telematiche OPAC e ricerche on-line © Cristina Angeloni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto tirocini formativi Elementi di archiviazione e catalogazione con tecnologie informatiche e telematiche OPAC e ricerche on-line © Cristina Angeloni."— Transcript della presentazione:

1 Progetto tirocini formativi Elementi di archiviazione e catalogazione con tecnologie informatiche e telematiche OPAC e ricerche on-line © Cristina Angeloni

2 Information retrieval Insieme di tecniche utilizzato per il recupero mirato dellinformazione elettronica Richiamo Richiamo = documenti pertinenti recuperati nella ricerca documenti pertinenti esistenti nella banca dati interrogata Precisione Precisione = documenti pertinenti recuperati nella ricerca documenti (pertinenti o no) recuperati nella ricerca Le strategie di ricerca che aumentano la precisione diminuiscono il richiamo e viceversa

3 Operatori booleani zSono dette booleane tutte quelle variabili che possono assumere unicamente due valori: VERO o FALSO. zSulle variabili booleane si può agire con degli operatori quali: AND, OR, NOT zNelle ricerche di parole chiave allinterno di un documento si utilizzano anche altri operatori tra cui: ADJ, NEAR, FAR, BEFORE.

4 Operatori booleani: AND zX AND Y zX AND Y è vera quando sia X che Y sono vere, altrimenti è falsa zEsempi di ricerca: biblioteche AND Bologna restituirà tutti i documenti che contengono entrambe le parole.

5 Operatori booleani: OR zX OR Y zX OR Y è falsa quando sia X che Y sono false, altrimenti è vera zEsempi di ricerca: biblioteche OR Bologna restituirà tutti i documenti che contengono o biblioteche o Bologna o entrambe le parole.

6 Operatori booleani: NOT zNOT X zNOT X è vera quando X è falsa zEsempi di ricerca: biblioteche AND (NOT Bologna) restituirà tutti i documenti che contengono biblioteche e non Bologna. Questa ricerca è utile per recuperare tutti i documenti che parlano di biblioteche tranne che di quelle di Bologna.

7 Operatori booleani: ADJ zX ADJ Y zX ADJ Y ritorna vero se X e Y si trovano in qualsiasi ordine una adiacente allaltra zEsempi di ricerca: Vasco ADJ Rossi restituirà tutti i documenti che contengono sia Vasco Rossi che Rossi Vasco.

8 Operatori booleani: NEAR zX NEAR Y zX NEAR Y ritorna vero se X e Y si trovano ad una distanza massima di n posizioni zEsempi di ricerca: Roma NEAR hotel restituirà tutti i documenti che contengono Roma e ad una distanza massima di 25 parole (se n=25) la parola hotel

9 Operatori booleani: FAR zX FAR Y zX FAR Y ritorna vero se X e Y si trovano ad una distanza minima di n posizioni zEsempi di ricerca: torta FAR mele restituirà tutti i documenti che contengono torta e mele ad una distanza minima di 25 parole (se n=25). Se il documento contenesse torta di mele non verrebbe restituito

10 Operatori booleani: BEFORE zX BEFORE Y zX BEFORE Y ritorna vero se X e Y si trovano nellordine specificato ad una qualsiasi distanza zEsempi di ricerca: torta BEFORE mele restituirà tutti i documenti che contengono torta di mele e non quelli che contengono, per esempio, mele per fare la torta.

11 Caratteri Jolly zSono dei caratteri che servono per rendere più generali e vaste le ricerche. zPossono valere qualsiasi carattere, qualsiasi numero di caratteri (es. *) o qualsiasi carattere un carattere (es. ?). zgatt* ritornerà gatto, gattopardo, gattomammone, gattoni,.. zgatt? ritornerà solo gatto, gatti, gatte.

12 Diacritici e caratteri accentati zInternet è nata in lingua inglese, senza accenti e senza caratteri diacritici zI caratteri contenuti nei testi in Internet appartengono al set ASCII (American Standard Code for Information Interchange) che può rappresentare fino a 256 caratteri. zSolo lASCII ristretto è universale ed è composto da solo 128 caratteri: numeri, lettere maiuscole e minuscole (senza accenti), simboli di punteggiatura, spazio ed alcuni codici di controllo più i seguenti caratteri: ! # $ % $ & ? ( ) * + - / [ \ ] ^ _ { | } ~

13 GLI OPAC zGli OPAC (on-line public access catalog) sono i cataloghi digitali che le biblioteche mettono a disposizione via Internet, di solito gratuitamente zInserire i dati in rete è però un lavoro che richiede molte energie e molto tempo e può capitare che i volumi acquisiti prima che esso venisse introdotto (il pregresso) inizialmente non vi sono compresi.

14 Vantaggi dei cataloghi automatizzati zPossono essere consultati da qualsiasi calcolatore connesso in rete, in tutto il mondo, senza bisogno di recarsi fisicamente nelle rispettive biblioteche zPermettono di cercare gli stessi libri in molte biblioteche contemporaneamente. zMinor ridondanza di informazioni zOgni parola della descrizione costituisce una chiave di accesso zPossibilità di salvare risultati della ricerca zPossibilità di accedere a più cataloghi contemporaneamente

15 COME COLLEGARSI AGLI OPAC zNelle biblioteche dotate di OPAC, ci sono generalmente dei terminali a disposizione del pubblico, già configurati in modo da presentare una videata per l'interrogazione dei cataloghi. zVolendo consultare i cataloghi a distanza, attraverso un altro calcolatore connesso a Internet, occorre avviare il software per la navigazione e digitare l'indirizzo (URL) corrispondente. Es. zE anche possibile consultarli in modalità telnet, (utilizza un protocollo di trasmissione dei dati molto diffuso prima dello sviluppo del World Wide Web). Gli indirizzi telnet iniziano per "telnet://" oppure per "tn3270://".

16 OPAC: collettivi integrati zSono i veri cataloghi collettivi, equivalenti di quelli elettronici. zGli archivi di più OPAC vengono riversati in uno solo e le schede che si riferiscono allo stesso documento vengono schiacciate una sullaltra. zSono vantaggiosi per gli utenti che non vengono sepolti da dati doppi e per i bibliotecari che si limitano a segnalare il possesso di un documento evitando di registrarlo ex novo.

17 OPAC: collettivi cumulati zSono costituiti dallunione degli archivi di più OPAC, senza effettuare lo schiacciamento delle schede identiche in una sola descrizione bibliografica. zQuesti archivi hanno un elevato numero di dati molti dei quali ridondanti.

18 Meta-OPAC zPermettono di effettuare ricerche su molti OPAC, indipendenti e separati, contemporaneamente. zI risultati della ricerca vengono solitamente suddivisi per OPAC di origine. zLe schede doppie non vengono schiacciate zLe ricerche effettuate sui singoli OPAC risultano più precise di quelle sul Meta-OPAC.

19 Multi-OPAC zTermine spesso usato come sinonimo di Meta- OPAC zIndica la possibilità di interrogare vari OPAC, separati ed indipendenti, uno alla volta e tramite una sola maschera di ricerca. zSe il Meta-OPAC permette di selezionare lOPAC singolo su cui effettuare la ricerca, allora si trasforma in un Multi-OPAC

20 OPAC: la British Library (BL) zNel Regno Unito svolge il ruolo di biblioteca nazionale centrale zLe collezioni della BL comprendono 150 milioni di documenti, raccolti in più di 250 anni zPossiede vari archivi di cui solo uno gratuito: BLAISE Current serial File Inside GABRIEL OPAC97

21 BL: OPAC 97 zOPAC 97 è il servizio più interessante perché fornisce il libero accesso a 7 dei più importanti cataloghi della BL Suggerimenti per le ricerche zIl sistema non è case sensitive zNon riconosce lettere accentate e diacritici zI termini digitati, se separati da virgola, vengono considerati uniti da AND, altrimenti trattati come una frase esatta :# zCarattere jolly per n caratteri è :, per un carattere #

22 OPAC: la Bodleian Library zE gestita dallUniversità di Oxford e comprende la Central Bodleian e altre 7 biblioteche zSi occupa, in particolare, di: letteratura inglese, storia moderna, lingue e letterature classiche, storia antica, teologia, manoscritti, arte, studi latino americani, filosofia, scienze politiche, geografia e cartografia, musica, studi orientali.

23 OPAC: Bibliothèque nationale de France (BNF) zPossiede due cataloghi elettronici: BN-OPALE che contiene libri e periodici posseduti dalla biblioteca BN-OPALINE per le collezioni specializzate zE possibile accedere ai due cataloghi via Web allidirizzo:

24 OPAC: Library of Congress zE a biblioteca più grande del mondo, possiede una struttura con 4100 addetti e 530 migliaia di scaffalature zLo scopo della biblioteca è quello di acquisire tutti i libri e documenti necessari al Congresso degli Stati Uniti e ai funzionari federali, con particolare attenzione a ogni materiale legato alla vita e alla storia del popolo americano. zE possibile accedere via Telnet utilizzando il sistema LOCIS

25 LC: Accesso via Web zLa ricerca con parole chiave è stata sviluppata in due versioni: Simple e Advanced zNel caso della ricerca avanzata si possono utilizzare gli operatori booleani AND, OR, NOT, NEAR(n), ADJACENT e BEFORE zNel caso di ricerche con termini multipli tutte le parole si devono trovare in quello stesso campo zNon usare mai singoli apici (es. per genitivo sassone, ma unire la s alla parola precedente)

26 OPAC: MELVYL zMELVYL è il catalogo che comprende le biblioteche della California zComprende più di 9 milioni di titoli, corrispondenti ai 14 milioni di pezzi appartenenti alla California State University e a tutte le biblioteche dei 9 Campus del Sistema dellUniversità della California. zUn sottoinsieme dellaarchivio generale contiene solo le acquisizioni degli ultimi 10 anni (TEN)

27 MELVYL: accesso via Web zLe ricerche possono essere effettuate, oltre che per autore, titolo e soggetto, sfruttando una Power Search che consente la selezione di più campi contemporaneamente e luso degli operatori AND, OR, NOT zPer iniziare una ricerca è necessario fare clic sul bottone submit z# z# è il carattere jolly per il troncamento delle parole zPer ricevere i risultati sul proprio PC è possibile utilizzare i bottoni MAIL o DOWNLOAD.

28 OPAC: HOLLIS zHollis (Harvard OnLIne Library Information System) è il sistema bibliotecario dellUniversità di Harvard. zComprende circa 90 biblioteche di vui una anche in Italia a Firenze (The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies) zContiene 10 singoli archivi di cui lHU (Union Catalog) contiene 8 milioni di libri periodi e manoscritti, mentre lOW (Older Widener materials) contiene il materiale catalogato prima del 1976 dalla Widener Library

29 OPAC: CARL zCARL (Colorado Alliance of Research Library) è lOPAC delle Università di Standford, Princeton e Berkeley zGarantisce via Web laccesso a più di 400 cataloghi individuali di biblioteche e a molti altri archivi, molti degli altri servizi offerti sono a pagamento e richiedono una password

30 OPAC: ORBIS zORBIS è il catalogo on-line delle biblioteche dellUniversità di Yale. zContiene diversi cataloghi (ACAD, PSYC, BIOSIS) ma lunico accessibile liberamente è quello indicato con OPAC zContiene tutto il materiale acquisito a partire dal 1977 e in parte anche precedenti. zSi occupa, in particolare, di:letteratura e storia americana, teatro americano, guerra civile americana, larcheologia, la medicina clinica, la storia economica, i classici latini e greci, le arti grafiche, lastronomia.

31 SBN (Servizio Bibliotecario Nazionale) zE lOPAC collettivo del Servizio Bibliotecario Nazionale che raccoglie circa 800 biblioteche raggruppate in 34 Poli locali. zIl progetto nato nel 1982 è divenuto pienamente operativo solo nel 1992 zAderiscono a SBN biblioteche statali, comunali, universitarie, di accademie e istituzioni pubbliche zSBN è liberamente accessibile via Internet sia tramite Telnet che Web.

32 SBN: organizzazione e servizi zIl servizio viene alimentato tramite la catalogazione partecipata: un documento viene catalogato solo dalla prima biblioteca che lo acquisisce, le altre biblioteche si limitano ad aggiungere solo la propria localizzazione zOltre alla ricerca bibliografica, SBN permette: 1 richieste di prestiti interbibliotecari 2 domande di trasmissione di copie di documenti 3 compilazione di proposte di acquisto didocumenti non ancora posseduti da SBN

33 SBN: come viene gestito zIl software è sviluppato e gestito dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali e dalle Regioni Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna zLindice centrale è gestito dal Ministero zI Poli sono gestiti dalle Regioni e dalle Università zLaccesso via gateway HTTP/Z39.50 è gestito da Finsiel

34 SBN: le basi dati presenti zLibro moderno zLibro antico zBeni musicali zManoscritti zLe basi dati specializzate zDiscoteca di stato zDOBIS zAnagrafe delle Biblioteche Italiane

35 SBN: ricerche via Web ricerca base zNella ricerca base le parole utilizzate come termini di ricerca sono considerate sempre compresenti ricerca specializzata zNella ricerca specializzata, limitata ad un solo archivio, lutente può scegliere diverse relazioni logiche utilizzando gli operatori: AND, OR, NOT, zIL carattere jolly per effettuare il troncamento

36 ACNP (Archivio Collettivo Nazionale dei Periodici) zE nato negli anni settanta per iniziativa dellISRDS-CNR (Istituto di Studi sulla Ricerca e Documentazione Scientifica del Consiglio Nazionale delle Ricerche) zContiene le descrizioni le descrizioni delle pubblicazioni periodiche italiane e straniere possedute da circa biblioteche italiane.

37 Z39.50 zZ39.50 è uno standard nazionale che definisce un protocollo per il recupero di informazioni tra computer. Z39.50 permette ad un utente di un sistema di ricercare e recuperare informazioni da un altro sistema di computer (su cui è implementato Z39.50) senza conoscerne la sintassi di ricerca utilizzata. zRende possibile lo scambio di informazioni bibliografiche anche tra sistemi che operano su differenti piattaforme e utilizzano software fornito da case diverse. zZ39.50 è uno standard nazionale Americano originale approvato dal National Information Standards Organization (NISO) nel 1988.

38 Bibliografia Il catalogo zCarlo revelli in collaborazione con Giulia Visintin, Il catalogo, Editrice bibliografica, 1996 Manuale del catalogatore zPierantonio Bolognini ed Ismaele pedrini, Manuale del catalogatore, Editrice bibliografica, 1990 Ricerche bibliografiche in Internet zFabio Metitieri, Riccardo Ridi, Ricerche bibliografiche in Internet, Apogeo, zhttp://www.alice.it zhttp://www.aib.it


Scaricare ppt "Progetto tirocini formativi Elementi di archiviazione e catalogazione con tecnologie informatiche e telematiche OPAC e ricerche on-line © Cristina Angeloni."

Presentazioni simili


Annunci Google