La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL CABLAGGIO STRUTTURATO DEGLI EDIFICI. Il cablaggio è un insieme di componenti passivi posati in opera: cavi, connettori, prese, permutatori, ecc. opportunamente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL CABLAGGIO STRUTTURATO DEGLI EDIFICI. Il cablaggio è un insieme di componenti passivi posati in opera: cavi, connettori, prese, permutatori, ecc. opportunamente."— Transcript della presentazione:

1 IL CABLAGGIO STRUTTURATO DEGLI EDIFICI

2 Il cablaggio è un insieme di componenti passivi posati in opera: cavi, connettori, prese, permutatori, ecc. opportunamente installati e predisposti per poter interconnettere degli apparati attivi (computer, telefoni, stampanti, monitor, ecc.) Sistema di Cablaggio Strutturato (SCS) Sistema multifunzionale Reti locali Fonia TV a circuito chiuso Rilevamento presenze Controllo accessi …… Cosè il cablaggio Cosa integrare ?

3 TIA/EIA 568B standard americano per i cablaggi di edifici commerciali di tipo office oriented ISO/IEC standard internazionale per i cablaggi di edifici commerciali di tipo office oriented EN standard europeo derivata da ISO/IEC TIA/EIA 569, IS14763, EN 50174: definiscono le caratteristiche delle infrastrutture per il cablaggio e le norme per linstallazione TIA-606 contiene direttive per letichettatura e lamministrazione dei componenti di un sistema di cablaggio strutturato. TIA/EIA TSB 67, TSB 95 standard americani: stabiliscono le modalità di test e certificazione di un sistema di cablaggio strutturato Standard principali

4 Gli standard EIA/TIA 568B, ISO/IEC 11801, EN50173 adottano la medesima topologia stellare gerarchica costituita da: centro stella di comprensorio (primo livello gerarchico) centro stella di edificio (secondo livello gerarchico) centro stella (armadio) di piano (terzo livello gerarchico) Topologia di un Sistema di Cablaggio Strutturato

5

6 IS11801 BUILDING WIRING STANDARD

7 TIA-568B BUILDING WIRING STANDARD

8 Modello stellare gerarchico

9 ISO/IEC Cabling Architecture: distanze massime

10 Componenti di un cablaggio tipico Cablaggio orizzontale doppino in rame a 4 coppie (UTP) di categoria 6 prese RJ45 di categoria 6 (almeno due per posto di lavoro)

11 Componenti di un cablaggio tipico Dorsali di edificio (cablaggio verticale) doppino multicoppia (cavi a 25, 50, 100,.. coppie) per la telefonia ed eventuali altri servizi fibra ottica multimodale per la rete dati

12 Componenti di un cablaggio tipico Dorsali di comprensorio doppino multicoppia (cavi a 25, 50, 100,.. coppie) per la telefonia ed eventuali altri servizi fibra ottica multimodale/monomodale per la rete dati

13 Componenti di un cablaggio tipico Cavi in rame hardware di permutazione od interconnessione di tipo connecting blocks Wiring blocks (100 and 300 pairs) Connecting blocks

14 Componenti di un cablaggio tipico Cavi in rame hardware di permutazione od interconnessione mediante pannello jack

15 Componenti di un cablaggio tipico Interconnessione dei cavi in fibra ottica Lightguide Interconnection Unit (LIU) Bretella ottica Connettori ST Connettori SCConnettori LC

16 Hub/switch 110 patch cord work area cable Esempio di sottosistema orizzontale: architettura di permutazione prevede che le apparecchiature siano terminate in un campo di terminazione a sé stante (viola) e che le porte delle apparecchiature siano collegate al circuito di cablaggio orizzontale mediante dei cordoni di permutazione. max 90 m max 100 m

17 Hub/switch max 100 m max 90 m Esempio di sottosistema orizzontale: architettura di interconnessione rappresenta una soluzione alternativa consentita quando le apparecchiature sono collocate nellarmadio per telecomunicazioni. tra le porte delle apparecchiature della rete locale ed il circuito di cablaggio orizzontale vengono installati dei cordoni di permutazione

18 Optical fiber backbone application Apparato di rete TC ER

19 Voice application TC PBX ER

20 Campi di terminazione in un Telecommunication Closet Blue Horizontal Subsystem cables to IOs served by the TC WhiteBackbone/Riser cables to the Equipment Room (ER) GrayBackbone tie cable to another closet on the same floor PurpleCircuits representing common equipment located within the TC (Controllers, concentrators, LAN Hubs, etc.)

21 Campi di terminazione in una Equipment Room Blue Horizontal Subsystem cables to IOs served by the ER WhiteBackbone/Riser cables to the Telecommunication Closet (TC) BrownCampus cables to other buildings PurpleCircuits representing common equipment located within the ER (Switched, controllers, concentrators, LAN Hubs, etc.) GreenTelephone company Central Office trunk circuits YellowMiscellaneous circuits GrayTie cable to other equipment or computer rooms

22 La rete dati di Ingegneria: architettura logica Quadrante 1Quadrante 2 Quadrante 4Quadrante 3 Fiorini ISUFI Layer-3 switch Layer-2 switch in stack 1000 Base-LX 1000 Base-SX / / / /24

23 WhiteWhite WhiteWhite cavi UTP cat5 24AWG LIU BrownBrown BlueBlue TC i-esimo L3switch L2switch ER L2switch agli altri due TC BlueBlue cavo UTP cat3 100 cp cavo F.O. multimodali La rete fonia-dati di Ingegneria: schema di distribuzione Fiorini cavo F.O. monomodali ISUFI WhiteWhite cavo UTP cat3 100 cp

24 PIANO TERRA da PTST38-1 a PTST44-2 MGS200 PIANO 1° PIANO 2° PIANO 3° PABX ER AR-A da P1ST26-1 a P1ST49-2 MGS200 TC AR-B da P2ST01-1 a P2ST17-1 MGS200 2 cavi 3071 da P3ST18-1 a P3ST25bis-1 MGS200 2 cavi cp da PLST12/A-1 a PLST12/O-2 MGS200 2 cavi 3071 Pull-Through cables Esempio di schema di distribuzione

25 WhiteWhite BlueBlue LAN Equipment Interconnect PurplePurple WhiteWhite PABX 2 cavi di dorsale 100cp 1010 cavi 3071 AR-B AR-A Esempio di schema di distribuzione: campi di terminazione

26

27 T568A T568B

28 Il doppino (TP:Twisted Pair) Costituito da una coppia (pair) di conduttori di rame ricoperti di guaina isolante e ritorti (binati, twisted) al fine ridurre le interferenze elettromagnetiche –Ridotta emissione di disturbi –Ridotta sensibilità ai disturbi esterni Impiegato in fonia, reti locali, cablaggio strutturato le caratteristiche elettriche richieste per impiego sulle reti locali sono nettamente superiori a quelle per impieghi in fonia Costi ridotti, installazione semplice, flessibilità Normalmente si utilizzano cavi con più coppie (4, 25, 50 ed oltre) necessario adottare passi di binatura differenziati da coppia a coppia per ridurre la diafonia tra le coppie

29 Trasmissione sbilanciata (su cavo coassiale) Lo schermo trasporta la tensione di riferimento dei segnali

30 Trasmissione bilanciata (su doppino)

31 Trasmissione bilanciata su doppino: riduzione dellemissione dei disturbi

32 Trasmissione bilanciata su doppino: immunità ai disturbi

33 Media - UTP/STP/FTP UTP - Unshielded Twisted Pair STP - Shielded Twisted Pair (heavily shielded e.g.... IBM type1) FTP - Foil screened Twisted Pair (lightweight screen) Drain Overall Foil wrap Foil per pair Braid

34 Attenuazione perdita o diminuzione del segnale nellattraversamento di un mezzo trasmissivo

35 Transmitter Receiver Transmitter Attenuation Undesired noise (caused by crosstalk) NEXT Local End Far End Diafonia misura in dB di quanto un cavo disturba un altro cavo vicino spesso è data come attenuazione di diafonia e, quindi, come parametro di merito ( quanto è attenuato un segnale indotto da un cavo vicino )

36 Paradiafonia (Near end cross-Talk ) peggiora con l'aumentare della frequenza e si stabilizza dopo una quindicina di metri PSNEXT (Power Sum NEXT): misura tutti i disturbi indotti da tutte le coppie vicino a quella in esame

37 Telediafonia (Far end cross-Talk) simile alla NEXT ma viene misurata allestremo opposto del trasmettitore è un parametro critico nelle trasmissioni full duplex la PSFEXT è la sommatoria dei disturbi di tutte le coppie verso la coppia in esame

38 Attenuation to Cross-Talk ratio (ACR) Esprime la capacità del ricevitore di interpretare il segnale attenuato in presenza di (para)diafonia PSACR è il Power Sum ACR, ovvero l'ACR considerando la PSNEXT e non solo la NEXT

39 Attenuation to Cross-Talk ratio (ACR)

40 Equal level Far end cross-Talk (ELFEXT) È l'ACR utilizzando il valore di FEXT anziché di NEXT PSELFEXT usa PSFEXT anziché FEXT.

41 Impedenza caratteristica e return loss

42 Propagation Delay e Delay Skew

43 Fibre Ottiche Minuscolo e flessibile filo di vetro costituito da due parti con indici di rifrazione diversi SINGLEMODE one light path SourceDetector MULTIMODE multiple light paths Cladding Core Source Detector Dimensioni tipiche: 50/125 m, 62,5/125 m Dimensione tipica: 10/125 m Dispersione modale

44 Caratteristiche delle fibre ottiche (+) totale immunità ai disturbi elettromagnetici, non impiegando materiali conduttori e trasportando particelle (fotoni) elettricamente neutre (+) sicurezza (+) elevata banda trasmissiva (+) bassa attenuazione: alcuni decimi di dB/km (-) monodirezionalità –servono sempre due fibre per un canale bidirezionale (-) rispetto al rame maggior costo di installazione maggior costo dei dispositivi attivi

45 a) Category 3: This designation applies to UTP cables and associated connecting hardware whose transmission characteristics are specified up to 16 MHz. b) Category 4: This designation applies to UTP cables and associated connecting hardware whose transmission characteristics are specified up to 20 MHz (Not referenced in new standards). c) Category 5: This designation applies to UTP cables and associated connecting hardware whose transmission characteristics are specified up to 100 MHz. d) Category 6: This designation applies to UTP cables and associated connecting hardware whose transmission characteristics are specified up to 250 MHz e) Category 7 (to be defined): This designation applies to cables and associated connecting hardware whose transmission characteristics are specified up to 600 MHz Internationally recognized categories of UTP cabling

46 a) OM1 - Multimode fiber with Over Filled Launch (OFL) bandwidth of 200/500 MHz*km at 850/1300 nm b) OM2 - Multimode fiber with Over Filled Launch (OFL) bandwidth of 500/500 MHz*km at 850/1300 nm c) OM3 - Multimode fiber with Over Filled Launch (OFL) bandwidth of 1500/500 MHz*km at 850/1300 nm, and Laser Bandwidth (Using DMD test method) of 2000 MHz*km at 850nm d) OS1 - Standard generic singlemode fiber Internationally recognized categories of fibers

47 Channel work area cable C equipment cable A patch cord B ISO/IEC Link A + B + C< 10 metres TIA/EIA Basic Link Channel and Link Definitions

48 Evoluzione dello standard TIA/EIA 568A

49 Class A: specified up to 100 kHz Class B: specified up to 1 MHz Class C: specified up to 16 MHz Class D: specified up to 100 MHz Class E: specified up to 250 MHz Class F (to be defined): specified up to 600 MHz The channel performance specification in ISO/IEC nd edition (TP cabling)

50 The relationship between Category components and Class channel/links In the TIA/EIA 568B standard, the term Category is applied to the components AND the channels/links – for instance, Category 6 channel consists of Category 6 components In the International standards, the channels/links are specified using the term Class which should comprise of the relevant Category of products


Scaricare ppt "IL CABLAGGIO STRUTTURATO DEGLI EDIFICI. Il cablaggio è un insieme di componenti passivi posati in opera: cavi, connettori, prese, permutatori, ecc. opportunamente."

Presentazioni simili


Annunci Google