La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I. C. DIOTTI – CASALMAGGIORE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MAZZOLARI – RIVAROLO DEL RE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I. C. DIOTTI – CASALMAGGIORE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MAZZOLARI – RIVAROLO DEL RE."— Transcript della presentazione:

1

2 I. C. DIOTTI – CASALMAGGIORE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MAZZOLARI – RIVAROLO DEL RE

3 ATTIVITA OPZIONALE II QUADRIMESTRE LABORATORIO SCIENTIFICO ORNITOLOGIA

4 ALUNNI PARTECIPANTI CLASSE 1 M BEGANI ALESSANDRO BONASSI ANNA DONNARUMMA FABIO KAUR HARJOT MARCONI LISA MONTRESOR SILVIA PARISE ANDREA POLTRONIERI DANIELE SOMENZI NOEMI SORAGNA FRANCESCO TAMARY FAROUK VEZZONI VINCENZO CLASSE 2 M BERNARDELLI ILARIA BRIGHENTI LUCA CAMOZZI FEDERICA DALLA GRANA SAMUELE FILIPPI ENRICO GHIZZARDI MARTINA GIACOMETTI LOREDANA PAGLIA BRENDA SARZI SARTORI FEDERICO SINGH HARPREET TRAZZI CRISTIAN ZONTINI EDOARDO MARIA CLASSE 3 N MAFFEZZOLI DANIELE PINTO DANILO

5 PASSERO EUROPEO LA NOSTRA OSSERVAZIONE Sotto la siepe della piazza, un uccellino di piccole dimensioni beccava per terra. Aveva una macchia nera sul petto, la testa scura, le ali marroni, il petto e le guance bianche. LISTA CISO-COI N° Passer domesticus, L.

6 PASSERO EUROPEO Il maschio ha il vertice grigio. La taglia è di circa 15 cm; il peso circa 28 grammi.

7 PASSERO EUROPEO Ha forma tozza, becco conico e appuntito, coda tronca, zampine gracili adatte a saltellare.

8 PASSERO EUROPEO Il nido ha lingresso laterale e non è quasi mai sugli alberi. Il maschio prepara più di un nido, con paglia e piume.

9 PASSERO EUROPEO Il maschio ha dorso marrone, testa grigia, guance biancastre, gola e pettorina nere.

10 PASSERO EUROPEO La femmina depone da 4 a 8 uova. La nidiata è svezzata da entrambi i genitori.

11 PASSERO EUROPEO La femmina ha dorso marrone e parti ventrali bianco- grigiastre.

12 Si avvicina alluomo per cercare cibo. Euna specie molto socievole. Per liberarsi dei parassiti fanno "bagni" di terra. PASSERO EUROPEO

13 AIRONE CENERINO LA NOSTRA OSSERVAZIONE Sopra il giardino e il tetto della scuola è passato un airone. Aveva ali molto grandi, con la punta nera. Il collo era piegato. Era di colore bianco e grigio. LISTA CISO-COI N° Ardea cinerea, L.

14 AIRONE CENERINO FACILMENTE RICONOSCIBILE. HA PIUMAGGIO GRIGIO CENERE, CON COLLO BIANCO STRIATO DI NERO SULLA PUNTA DELLALA SI TROVA UN CIUFFO DI PENNE NERE.

15 AIRONE CENERINO Durante il volo tiene il collo ripiegato ad esse e le zampe distese all'indietro Il collo, molto lungo e flessibile, ha una colorazione grigio chiaro. Emette qualche aspro richiamo in volo

16 AIRONE CENERINO L'iride è giallo­arancio. Il becco, bruno giallastro chiaro, è molto robusto, affilato.

17 Nidifica in colonie dette garzaie assieme ad altre specie costruendo tozzi nidi Le coppie sono generalmente monogame

18 AIRONE CENERINO Si nutre in acque basse, rimanendo immobile. Il cibo è costituito da pesci, anfibi, topi, piccoli uccelli, rettili e da invertebrati.

19 AIRONE CENERINO Durante il periodo riproduttivo l'adulto porta sulla nuca due lunghe penne scure E minacciato dalla caccia e dall'inquinamento delle acque

20 LA NOSTRA OSSERVAZIONE TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE Era più grosso di un passero. Il colore era beige, ma sembrava che avesse una piccola sciarpa grigio scuro al collo. Era molto calmo. Streptopelia decaocto Frivaldszky LISTA CISO-COI N°

21 TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE La punta delle ali è bruno scura Il colore è caffellatte Sul collo ha un collarino nero

22 Si è stabilita in Europa solo nel 20°secolo TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE E originaria dellAsia

23 TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE È lunga circa 32 cm e pesa circa 165 g IL SUO HABITAT E IN ZONE ARIDE FREQUENTA PARCHI ALBERATI

24 Si nutre di semi, frutta, erbe, insetti e piccoli invertebrati TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE È in diminuzione a causa dell'inquinamento, nonché della sterilizzazione provocata dalluomo con granaglie trattate

25 Talvolta costruisce il suo nido su strutture artificiali (lampioni, case, verande) TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE Nidifica tra marzo e settembre deponendo 1o 2 uova

26 Il maschio è più scuro e ha dimensioni maggiori TORTORA DAL COLLARE ORIENTALE

27 CORNACCHIA GRIGIA ERA ABBASTANZA GRANDE. CERCAVA RAMETTI TRA LERBA. AVEVA LE ALI NERE E IL TORACE GRIGIO- BRUNO. IL BECCO ERA ROBUSTO. LA NOSTRA OSSERVAZIONE Corvus corone L., 1758 LISTA CISO-COI N°

28 CORNACCHIA GRIGIA Mangia vermi, pulcini e insetti. Frequenta zone coltivate purché disseminate di alberi e siepi

29 CORNACCHIA GRIGIA Ha il becco massiccio e curvo all'apice PUO ESSERE LUNGA 45 CM E PESARE 0,5 KG

30 CORNACCHIA GRIGIA GRACCHIA DA POSATOI PER DIFENDERE IL PROPRIO TERRITORIO E DIFFUSA OVUNQUE

31 CORNACCHIA GRIGIA IL LEGAME DI COPPIA E MOLTO FORTE IL NIDO E COSTRUITO ALLA BIFORCAZIONE DI UN RAMO

32 E ANIMALE INTELLIGENTE CORNACCHIA GRIGIA NEI CAMPI COLTIVATI SEGUE LE SEMENTI IN FILA E RITENUTO NOCIVO

33 Possiede un volo diritto a lenti battiti d'ala CORNACCHIA GRIGIA In genere non si porta a grandi altezze

34 MERLO LA NOSTRA OSSERVAZIONE HA UN PIUMAGGIO NERO, COL BECCO ARANCIONE. LA CODA NON E MOLTO LUNGA SALTELLAVA SOTTO LOMBRA DI UN ALBERO LISTA CISO-COI N° Turdus merula Linneo

35 MERLO HA CORPO NERO E BECCO ARANCIONE E COMUNE NELLE ZONE AGRICOLE

36 MERLO La femmina ha il piumaggio marrone con macchie grigiastre LHABITAT NATURALE E IL BOSCO

37 MERLO LA FEMMINA DEPONE 4-6 UOVA SONO DI COLORE GRIGIO- AZZURRO, A PUNTINI

38 MERLO E CONSIDERATO NOCIVO PERCHE SI CIBA DI BACCHE E FRUTTI E UTILE PERCHE MANGIA MOSCHE, RAGNI, FARFALLE

39 MERLO E DIFFUSO IN EUROPA E ASIA IN ITALIA E PRESENTE TUTTO LANNO

40 MERLO A VOLTE SI OSSERVANO ESEMPLARI ALBINI IN PARTE … O COMPLETAMENTE

41 E NERA A CHIAZZE BIANCHE LA NOSTRA OSSERVAZIONE BECCO E ZAMPE SONO NERI SALTELLA TRA LERBA GAZZA LADRA PICA PICA, L. LISTA CISO-COI

42 GAZZA LADRA HA PIUMAGGIO BIANCO E NERO I RIFLESSI VANNO DAL GRIGIO AL VERDE METALLICO

43 E LUNGA CIRCA 45 CM PESA CIRCA GRAMMI LA CODA SUPERA 20 CM

44 GAZZA LADRA IL NIDO E FORMATO DA DUE PARTI LA PARTE INFERIORE E DETTA COPPA LA PARTE SUPERIORE E DETTA COPERTURA IL NIDO PESA PIU DI 3 KG

45 GAZZA LADRA SONO LADRE PERCHE PREDANO I NIDI DI ALTRI UCCELLI SONO ATTRATTE DA OGGETTI LUCCICANTI

46 GAZZA LADRA SONO CAPACI DI RICONOSCERSI NEGLI SPECCHI (AUTORICONOSCIME NTO) MANGIANO CAROGNE, FRUTTA, RAGNI, INSETTI, UOVA E PULCINI

47 GAZZA LADRA ERA CONSIDERATA LINVIATO DEGLI DEI E ANCHE CONSIDERATA UCCELLO DEL MALAUGURIO

48 RONDINE COMUNE LA NOSTRA OSSERVAZIONE HA LA CODA NERA DIVISA A META LE ALI SONO A PUNTA CON LE NUVOLE IL VOLO E BASSO LISTA CISO-COI N° Hirundo rustica, L.

49 RONDINE COMUNE HA CODA LUNGA E BIFORCUTA IL DORSO E BLU MOLTO SCURO. LA GOLA E ROSSA

50 RONDINE COMUNE E LUNGA CIRCA 18 CM IL BECCO E DIRITTO LE ALI SONO CURVE E AGUZZE

51 RONDINE COMUNE E UN INSETTIVORO MIGRA IN AFRICA DURANTE LINVERNO

52 RONDINE COMUNE NIDIFICA SOTTO I TETTI DELLE CASE ALLINTERNO DEL NIDO CI SONO ERBA E PIUME LESTERNO DEL NIDO E DI FANGO

53 RONDINE COMUNE LA COVA DURA 16 GIORNI ENTRAMBI I GENITORI NUTRONO I PULCINI

54 SI RIPRODUCONO IN CAMPAGNA SONO SENSIBILI AI PESTICIDI LE RONDINI ALBINE SONO RARE

55 TORTORA COMUNE LA NOSTRA OSSERVAZIONE LISTA CISO-COI N° STREPTOPELIA TURTUR, L. SONO GRANDI COME PICCIONI LA CODA E NERA IL CORPO E GRIGIO, CON LE ALI ROSSASTRE ERANO IN COPPIA, SULLA PIAZZA

56 TORTORA COMUNE PREFERISCE AREE CALDE E SOLEGGIATE VIVE NELLE CAMPAGNE CON ALBERI

57 TORTORA COMUNE MANGIA GRANAGLIE E MOLLUSCHI E LUNGA PIU DI 25 CM PESA CIRCA 140 GRAMMI

58 TORTORA COMUNE DEPONE QUATTRO UOVA OGNI ANNO PUO VIVERE NELLE PERIFERIE CITTADINE SE NON E DISTURBATA FA IL NIDO ANCHE SUI BALCONI

59 TORTORA COMUNE HA UNA MACCHIA BIANCA E NERA AI LATI DEL COLLO GLI OCCHI HANNO UN ORLO ROSSO

60 TORTORA COMUNE SVERNA IN AFRICA E SPECIE MIGRATRICE

61 TORTORA COMUNE CACCIA, TRAPPOLE, RUMORI, ERBICIDI E IN DECLINO A CAUSA DI: AMA I CAMPI DI GIRASOLE

62 STORNO LA NOSTRA OSSERVAZIONE HA IL BECCO ARANCIONE VIVE IN STORMI VOLA VELOCE LISTA CISO-COI Sturnus vulgaris L.

63 STORNO LE PUNTE DELLE PIUME SONO BIANCHE E LUNGO 20 CM E PESA 70 GRAMMI IL PIUMAGGIO E NERO LE PENNE HANNO RIFLESSI VIOLA E VERDI

64 STORNO HA IL BECCO AGUZZO E LE ZAMPE ROSSE LA CODA E CORTA IL MASCHIO HA UNA MACCHIA AZZURRA ALLA BASE DEL BECCO LA MACCHIA E ROSSASTRA NELLE FEMMINE

65 STORNO NELLE CITTA SE NE LIMITA IL NUMERO E SPECIE PROTETTA SI CIBA DI INSETTI, FRUTTA, SEMI, OLIVE, LUCERTOLE

66 STORNO SI DIFENDE DAI PREDATORI CON EVOLUZIONI DI GRUPPO IN ITALIA VIVONO 2 MILIONI DI STORNI E UCCELLO GREGARIO

67 STORNO COSTRUI SCE IL NIDO ANCHE NELLE GRONDAI E LA FEMMINA DEPONE DA 4 A 9 UOVA DI COLORE AZZURRO

68 STORNO DEPONE LE UOVA ANCHE IN NIDI DI ALTRE FEMMINE (PARASSITISMO DI COVATA) VIVE SIA IN CAMPAGNA SIA IN CITTA

69 BIBLIOGRAFIA AA. VV. – (2005) – TUTTO PER LE MIE RICERCHE. GIUNTI, FIRENZE. AA. VV. – (2009) – ATLANTE DEGLI UCCELLI NIDIFICANTI NEL COMUNE DI FIRENZE. TERZA EDIZIONE A CURA DI: DINETTI M. TIP. BANDECCHI & VIVALDI, PONTEDERA (PI). BEJCEK V., STASTNY K. – (2000) – ENCICLOPEDIA DEGLI UCCELLI. ED. WITHE STAR, VERCELLI. BRICHETTI P. – (2002) – UCCELLI. DE AGOSTINI, NOVARA. CAPORALI C. – (2001) – IL MONDO VIVENTE. I LIBRI DELLE RICERCHE. GIUNTI, FIRENZE. CERONI GIACOMETTI F., NESSI P. L. – (1959) – PER CONOSCERE GLI UCCELLI. PUBBLICAZIONI DI CULTURA TECNICO VENATORIA, N° II. ZANOLLARE, MILANO. HARRISON C., GREENSMITH A. – (1994) – UCCELLI DEL MONDO. LA BIBLIOTECA DELLA NATURA, N° 5. R.C.S. LIBRI, MILANO. MAFFEZZOLI L. – (2005) – GLI AIRONI DELLA RISERVA NATURALE TORBIERE DI MARCARIA. QUADERNI DI CAMPO, N° 3. ARTI GRAFICHE CHIRIBELLA, BOZZOLO (MN). MANGHI E., LOSACCO A. – (2005) – BIRDS. UCCELLI. ED. GRIBAUDO, SAVIGLIANO (CN). MINELLI A., MAINARDI D. – (1991) – MONDONATURA GLI ANIMALI. ED. PRIMAVERA, FIRENZE. PINOLI G., BIASIOLI M. – (2007) – CONOSCERE ED AIUTARE LAVIFAUNA DELLE AREE PROTETTE INSUBRICHE. ED. NEW PRESS, COMO. VAN DER BERG A., VAN DER HAVE T. – KEIJL G. – MITCHELL D. – (1997) – BIRDWATCHING. LIBRI DELLA NATURA. DE AGOSTINI, NOVARA.

70 ALTRO MATERIALE VHS WARREN A. – (1995) – AMICI DELLE NOSTRE STAGIONI: GLI UCCELLI DELLE REGIONI TEMPERATE. IL MAGICO MONDO DEGLI UCCELLI. IST. GEOGR. DE AGOSTINI, NOVARA. CD ROM MARTIGNONI C., MAFFEZZOLI L. – (2006) – CORSO DI ORNITOLOGIA APPLICATA. LABTER-CREA, MANTOVA.

71 SITOGRAFIA atravesdeltelescopio.blogspot.com/ collare/tortora collare/ ornitocultura.com/check/uccelli_rari.html cornacchia_grigia/ gallery/

72 "Passero," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online © Microsoft Corporation

73 turtur.htmlhttp://luigiandena.fotoblog.it/archive/2008/09/28/streptopelia- turtur.html poggi.homelinux.org freeforumzone.leonardo.it/ sobol.splinder.com

74 bellquel.bo.cnr.it/

75 GRAZIELLA ROSSETTI RINGRAZIAMENTI PARCO OGLIO SUD LIPU CREMONA ANTONIO BOZZETTI


Scaricare ppt "I. C. DIOTTI – CASALMAGGIORE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MAZZOLARI – RIVAROLO DEL RE."

Presentazioni simili


Annunci Google