La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Giovanni Penno 15 ottobre 2005 ELEMENTI DI MARKETING.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Giovanni Penno 15 ottobre 2005 ELEMENTI DI MARKETING."— Transcript della presentazione:

1 1 Giovanni Penno 15 ottobre 2005 ELEMENTI DI MARKETING

2 2 IL PRICING NEL SETTORE TURISTICO

3 3 Il Pricing nel settore turistico Introduzione La definizione del prezzo di vendita è una delle decisioni cruciali. È un fattore critico che coinvolge diverse attività aziendali e non può limitarsi a mettere un semplice cartellino

4 4 Il prezzo è la quantità di moneta necessaria per acquisire un bene o per ottenere la prestazione di un servizio Per limpresa il prezzo è una variabile decisionale critica che riflette gli obiettivi aziendali è il frutto di considerazioni manageriali può essere utilizzato intelligentemente a proprio vantaggio e a scapito della concorrenza è una delle variabili del marketing mix, lunica che produce un ricavo

5 5 Il Pricing nel settore turistico Il prezzo nel ciclo di vita del prodotto Il prezzo è un elemento quantificabile, su cui lazienda può intervenire direttamente, anche a breve termine. Non è semplice da determinare poiché soggetto a variabili non solo oggettive, ma anche soggettive

6 6 Il Pricing nel settore turistico Il prezzo nel ciclo di vita del prodotto Il prezzo dipende dalle strategie che limpresa intende adottare ed è molto influenzato dal ciclo di vita del prodotto

7 7 Il Pricing nel settore turistico Il prezzo nel ciclo di vita del prodotto In fase di introduzione si tende ad applicare prezzi elevati, essendo bassi la concorrenza nel mercato e i volumi di vendita, ma alti i costi di produzione

8 8 Nella fase di sviluppo aumenta il volume delle vendite, ma aumenta anche la concorrenza, entrano in gioco economie di scala che permettono una riduzione dei costi di produzione, dunque, anche per mantenere una posizione sul mercato, sarà opportuno ridurre i prezzi

9 9 Nella fase di maturità il mercato inizia ad essere saturo, tutti i potenziali concorrenti sono sul mercato, i livelli di crescita della domanda sono bassissimi: è necessario difendere la propria posizione sul mercato, dunque necessario ridurre i prezzi

10 10 Il Pricing nel settore turistico Il prezzo nel ciclo di vita del prodotto Nella fase di declino il mercato è completamente saturo, i volumi di vendita diminuiscono, molte imprese escono dal mercato e quelle che rimangono cercano di individuare nuovi segmenti, di differenziare il prodotto per farlo sopravvivere, i prezzi tendono al rialzo

11 11 Il Pricing nel settore turistico Il prezzo nel ciclo di vita del prodotto Le strategie di pricing saranno anche diverse a seconda del momento di vita del prodotto in cui limpresa entra sul mercato: prezzo di penetrazione prezzo di scrematura

12 12 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo La determinazione del prezzo non è legata solo a calcoli matematici, ma occorre tenere presenti le 5 forze dellarena competitiva:

13 13 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo i concorrenti diretti, che producendo lo stesso prodotto, influenzano limpresa nella determinazione del prezzo e saranno a loro volta condizionati da qualsiasi intervento sul prezzo da parte della nostra impresa

14 14 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo i nuovi entranti, dove non ci sono grandi barriere allentrata, che possono entrare con politiche di prezzo aggressive

15 15 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo i fornitori, che fornendo le materie e i servizi necessari per la produzione, con la qualità dei loro prodotti e con i costi che applicano hanno dei risvolti diretti nella determinazione del prezzo

16 16 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo i clienti, che sono gli unici in grado di trasformare il prezzo con i loro gusti e le loro preferenze

17 17 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo i prodotti sostitutivi, le cui politiche di pricing applicate possono creare spostamenti di flussi di domanda sia a scapito che a vantaggio della nostra impresa

18 18 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo Le principali variabili da considerare nella determinazione del prezzo sono perciò: 1.i costi 2.la domanda 3.la concorrenza

19 19 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo Lorientamento primario di ogni azienda è quello di conseguire un risultato economico positivo, ovvero che i ricavi siano superiori ai costi aziendali

20 20 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo Il prezzo va sempre visto come incontro tra la domanda, i clienti, e lofferta: se questo incontro non si verifica, lazienda può aver adottato i migliori criteri di pricing ma il prezzo rimarrà solo una bella cifra che non si convertirà mai in ricavo

21 21 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo Lorientamento alla domanda e lorientamento ai costi sono strettamente collegati: la metodologia del target pricing consente di sostenere i due orientamenti, con lobiettivo di applicare il prezzo che il cliente è disposto a pagare

22 22 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo Metodo tradizionale prodotto processi costo prezzo valore cliente Target pricing cliente valore prezzo costo prodotto processi

23 23 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo Laltro elemento da non sottovalutare è la concorrenza: individuato il prezzo fissato dal leader del mercato, si tende ad applicare un prezzo allineandosi a questi, con il rischio che tale prezzo non sia remunerativo

24 24 Il Pricing nel settore turistico Principali variabili che influenzano il prezzo Anche se può prevalere un orientamento su un altro, nel momento in cui limpresa deve definire il prezzo dei propri prodotti non deve sottovalutare nessuno degli orientamenti, altrimenti rischia di impostare una strategia perdente

25 25 Il Pricing nel settore turistico Oltre ai fattori visti prima, altri entrano in gioco ad aumentare la complessità del pricing nel mondo dei servizi

26 26 Il Pricing nel settore turistico Il servizio è intangibile; il servizio non può essere visto, toccato, se non al momento dellerogazione La descrizione di un servizio è soggettiva, ed il consumatore ne è parte e la condiziona

27 27 Il Pricing nel settore turistico Nel caso dei servizi turistici, inoltre, il servizio venduto non è di solito singolo, ma un pacchetto di servizi: il core business i servizi di facilitazione i servizi accessori

28 28 Il Pricing nel settore turistico Nei servizi turistici, il fornitore del servizio è localizzato lontano dalla residenza del cliente: spesso il prezzo è una delle poche informazioni che si hanno sul servizio e rappresenta il motivo di scelta del servizio

29 29 Il Pricing nel settore turistico Perciò, strategie di pricing adottate per i prodotti spesso non sono valide per i servizi Un prezzo troppo basso, per esempio, potrebbe far temere una scadente qualità di servizio

30 30 Il Pricing nel settore turistico Altra caratteristica dei servizi è la non immagazzinabilità, il prodotto turistico in particolare è altamente deperibile Il prezzo diventa allora una leva fondamentale da azionare

31 31 Il Pricing nel settore turistico I servizi turistici sono inoltre legati alla stagionalità, che costringe a lavorare in alcuni periodi in undercapacity, con il rischio di perdere per sempre clienti una volta rifiutati, in altri con domanda inferiore allofferta

32 32 Il Pricing nel settore turistico Politiche di marketing vincenti devono sfruttare la leva del pricing con lobiettivo di orientare il mercato, cercando di dirottare la domanda eccedente nei periodi di bassa stagione

33 33 Il Pricing nel settore turistico Per le imprese turistiche è perciò necessario adottare diverse strategie di pricing per lo stesso servizio. Si determina perciò non un unico prezzo ma un sistema di prezzi

34 34 Il Pricing nel settore turistico Differenziazione: è la tecnica per cui i prezzi di vendita vengono differenziati in ragione del diverso ammontare di costi che il servizio determina Discriminazione: è la tecnica per cui i prezzi di vendita vengono variati in base ad esigenze esterne di marketing

35 35 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi In unazienda è preponderante lorientamento ai costi nella determinazione dei prezzi Il prezzo deve coprire tutti i costi di produzione per essere remunerativo

36 36 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Classificazione dei costi COSTI DIRETTI E INDIRETTI Costi diretti: sono imputabili direttamente al servizio (es. il costo del trasporto e dellhotel per un pacchetto di viaggio); Costi indiretti: sono sostenuti indipendentemente dalla realizzazione di un servizio (es. costi di personale, affitto, ecc.)

37 37 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Classificazione dei costi COSTI VARIABILI E FISSI Costi variabili: variano al variare del parametro di riferimento (es. al variare delle vendite effettuate) Costi fissi: sono indipendenti dal variare del parametro di riferimento

38 38 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Classificazione dei costi Le due classificazioni sono indipendenti: si possono avere costi diretti, così come costi indiretti, variabili o fissi

39 39 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Principali metodi per il calcolo dei costi DIRECT COSTING Si associano al servizio i soli costi diretti variabili Traceable costing: oltre ai costi diretti variabili, si associano anche tutti i costi specifici, sia variabili che fissi

40 40 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Principali metodi per il calcolo dei costi FULL COSTING Lobiettivo è trovare il costo pieno del servizio Occorre capire come ripartire i costi indiretti: a base unica, si raccolgono i costi in un unico gruppo e si ripartiscono con un solo criterio a base multipla, si raggruppano i costi per categorie affini e si imputeranno per criteri di volta in volta diversi

41 41 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Principali metodi per il calcolo dei costi ACTIVITY BASED COSTING Si pone come obiettivo di determinare il costo pieno del servizio cercando una relazione causale tra i processi messi in atto per la produzione e le risorse utilizzate

42 42 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Mark Up Parte dal direct costing e si ricava: P = Cdtu +%mu * Cdtu P = prezzo di vendita Cdtu = costi diretti totali unitari mu = mark up

43 43 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Mark Up La percentuale di mark up deve portare alla determinazione del margine di contribuzione, che deve garantire un utile e coprire i costi indiretti

44 44 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Mark Up La percentuale di mark up dipende anche: dalla fase del ciclo di vita del prodotto dal periodo o dalla stagione da una scelta del management che cerca di orientare la domanda

45 45 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Mark Up Costo diretto unitario: è il calcolo delle risorse utilizzate esclusivamente per la produzione del servizio oggetto di calcolo Da questo si determina il prezzo unitario, per persona

46 46 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Mark Up Il calcolo è facile se tutti i costi diretti sono variabili

47 47

48 48

49 49 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Mark Up Se parte dei costi diretti sono fissi, è necessario trovare criteri per trasformare questi costi in unitari

50 50 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Mark Up Un criterio comune è dividere il costo fisso (allotment vuoto per pieno) per una percentuale di riempimento previsto (load factor): CU = CT : (cap.max * LF) CU = costo unitario del servizio CT = costo totale del servizio Cap.max = capacità massima LF = percentuale di load factor prevista

51 51 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Mark Up Per la definizione del prezzo del servizio turistico con la tecnica del mark up, è necessario individuare tutti i costi diretti, poi classificarli a seconda che siano variabili o fissi, e riportarli tutti ad essere unitari

52 52 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Cost Plus Pricing Si parte dalla teoria del full costing, al costo pieno unitario del servizio si aggiunge una percentuale che corrisponde allutile unitario o sperato: P = Cpu +%uu * Cpu P = prezzo Cpu = costo pieno unitario uu = utile unitario

53 53 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Pricing: tecnica del Cost Plus Pricing Bisogna anzitutto individuare la corretta ripartizione dei costi indiretti A seconda del criterio di ripartizione adottato, si può arrivare a costi pieni diversi, dunque a prezzi diversi

54 54 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Conclusioni Qualunque sia la tecnica di pricing adottata, occorre sempre confrontarsi con il valore che la domanda attribuisce al nostro servizio e con i prezzi applicati dalla concorrenza

55 55 Il Pricing nel settore turistico Principali tecniche orientate ai costi Conclusioni Visto che nel turismo spesso non si ha un prezzo ma un insieme di prezzi, il prezzo determinato sarà in genere il prezzo medio, cui apportare modifiche al rialzo o al ribasso Spesso ci sono prezzi diversi per lo stesso servizio: dietro tali scelte cè una tecnica di pricing altamente scientifica, lo yeld management, orientata alla massimizzazione dei ricavi


Scaricare ppt "1 Giovanni Penno 15 ottobre 2005 ELEMENTI DI MARKETING."

Presentazioni simili


Annunci Google