La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Valutazione delle emissioni inquinanti prodotte dal traffico veicolare e dei provvedimenti adottati dallAmministrazione Comunale IX Expert Panel - Emissioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Valutazione delle emissioni inquinanti prodotte dal traffico veicolare e dei provvedimenti adottati dallAmministrazione Comunale IX Expert Panel - Emissioni."— Transcript della presentazione:

1 Valutazione delle emissioni inquinanti prodotte dal traffico veicolare e dei provvedimenti adottati dallAmministrazione Comunale IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004 Ing. Anna Maria ATZORI Osservatorio sulla Mobilità e Rapporti con il Territorio Relazione Annuale della qualità dell'aria del Comune di Roma Anno 2003

2 Contenuti del documento I temi esaminati: Analisi della mobilità nella ZTL Centro Storico Stima delle emissioni di inquinanti provocate dal traffico veicolare privato Effetti della ZTL Anello Ferroviario Valutazione dei contributi delle diverse fonti emissive (trasporto privato, trasporto pubblico, impianti di riscaldamento) alle emissioni di inquinanti atmosferici sul territorio comunale Andamento della composizione del parco circolante nel territorio comunale nel quadriennio IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

3 Analisi della mobilità nella ZTL Centro Storico Andamento orario degli ingressi in ZTL in un giorno feriale medio Confronto Ottobre Ottobre 2003 IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

4 Analisi della mobilità nella ZTL Centro Storico Andamento orario degli ingressi in ZTL in un giorno feriale medio Confronto Ottobre Ottobre 2003 IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

5 Domanda di accesso giornaliera alla ZTL nel periodo di esercizio Andamento Gennaio Dicembre 2003 Analisi della mobilità nella ZTL Centro Storico IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

6 Analisi della mobilità nella ZTL Centro Storico Il Piano della Mobilità nel periodo natalizio 2003 Il Piano della Mobilità adottato dallAmministrazione Comunale per il periodo natalizio 2003 ha previsto, dal 6 al 23 dicembre 2003, il controllo dei varchi della ZTL tutti i giorni, dalle ore 6.30 alle ore 20.00, con esclusione dei giorni festivi. Il provvedimento relativo allanno 2002 prevedeva linterdizione allarea della ZTL Centro Storico anche nei giorni festivi. Inoltre è stata prevista labolizione temporanea della disciplina di traffico relativa alla Zona a Traffico Limitato denominata ZTL A1 Nel presente rapporto non sono stati quindi valutati gli effetti derivanti dal confronto di tale provvedimento con quello degli anni precedenti in quanto estremamente disomogeneo. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

7 si evidenziano le variazioni registrate tra sabato 29 novembre 2003 (ante provvedimento) e i tre sabati successivi in cui il provvedimento era in atto Analisi della mobilità nella ZTL Centro Storico IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

8 Analisi della mobilità nella ZTL Centro Storico si evidenziano le variazioni registrate nelle giornate di lunedì 1 dicembre 2003 (ante provvedimento) e i due lunedì 15 e 22 dicembre in cui il provvedimento era in atto Sciopero TPL IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

9 Analizzando complessivamente la domanda di accesso giornaliera (fonte Centrale del Traffico della STA) nelle giornate prese a campione si registrano per le giornate di sabato, in cui era in vigore il provvedimento di estensione della chiusura della ZTL, una diminuzione dei flussi in ingresso pari a circa il 19% Analisi della mobilità nella ZTL Centro Storico Per le giornate di lunedì, in cui era in vigore il provvedimento di estensione della chiusura della ZTL, si conta una diminuzione dei flussi in ingresso pari a circa il 9%, mentre per i martedì si registra un decremento medio pari al 6% IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

10 I provvedimenti relativi alla ZTL Anello Ferroviario sono stati adottati dallAmministrazione Comunale a partire dal gennaio 2002 con la limitazione alla circolazione, allinterno dellAnello Ferroviario, ai veicoli non conformi alla direttiva 91/441/EEC e successive, attraverso le seguenti fasi temporali: 1.divieto di circolazione nellAnello Ferroviario per gli autoveicoli diesel immatricolati ai sensi di direttive antecedenti la 91/441 ECE a partire dal 1 gennaio 2002; 2.divieto di circolazione nellAnello Ferroviario per gli autoveicoli a benzina immatricolati ai sensi di direttive antecedenti la 91/441 ECE a partire dal 1 luglio 2002; 3.deroga dai suddetti divieti per i veicoli di proprietà dei residenti nellarea interclusa dallAnello Ferroviario e per i veicoli commerciali fino al 31 dicembre Effetti della ZTL Anello Ferroviario Nel mese di dicembre 2002 sono state apportate delle significative modifiche a tale divieto di circolazione che prevedono una deroga al divieto di circolazione per i veicoli non catalitici nelle giornate del sabato, della domenica e dei festivi. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

11 Effetti della ZTL Anello Ferroviario La mobilità interna allAnello Ferroviario non ha subito evidenti modificazioni tali da poter essere collegate allattuazione delle politiche di limitazione Effetti sulla mobilità IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

12 Linterdizione allarea Anello Ferroviario non ha quindi prodotto decrementi rilevanti nei livelli di flussi di traffico in ingresso allarea, ma ha senza dubbio indotto una progressiva accelerazione nel rinnovamento del parco autovetture. Tale fattore è risultato estremamente importante per la diminuzione dei livelli di inquinamento dellaria non solo nella zona oggetto di provvedimento ma su scala comunale. Effetti della ZTL Anello Ferroviario Gli effetti perseguiti attraverso la strategia intrapresa dallAmministrazione Comunale, già nel Rapporto Preliminare della qualità dellaria del 1999, possono oramai quindi essere ritenuti entrati a regime. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

13 Composizione del parco circolante - autovetture private Oltre il 65% del parco autovetture appartiene a categorie rispondenti alla Direttiva 91/441/EEC considerabile come il punto di partenza per i veicoli a minori emissioni inquinanti. Tra le autovetture diesel la percentuale delle autovetture rispondenti alla normativa 91/441/EEC ammonta a più del 80%, mentre per le autovetture alimentate a benzina tale percentuale scende a circa il 60%. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

14 Il parco relativo ai veicoli di peso inferiore alle 7,5 tonnellate (parco rispetto al quale vengono valutate le emissioni inquinanti) ha una consistenza di poco più di veicoli di cui il 70% risultano alimentati a gasolio ed il restante 30% alimentata a benzina. I veicoli commerciali con portata superiore alle 7,5 t ammontano ad oltre unità e costituiscono circa l8% del totale dei veicoli commerciali. La differenziazione tra veicoli convenzionali e veicoli rispondenti ai limiti europei alle emissioni allo scarico risulta pari a 23% e 77% per i veicoli commerciali a benzina e pari a 44% e 56% per i veicoli commerciali diesel. Composizione del parco circolante - veicoli commerciali IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

15 Composizione del parco motocicli circolante nel Comune di Roma nel 2002 La ripartizione e consistenza del parco ciclomotori utilizzata nellambito del presente studio è stata assunta uguale a quella stimata per lanno 2000 per ragioni legate alle difficoltà e allindeterminatezza delle eventuali stime da effettuare. Stima della composizione del parco ciclomotori circolante nel Comune di Roma nel 2000 Composizione del parco circolante - due ruote IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

16 Composizione del parco circolante autovetture private Analisi del parco circolante nel quadriennio Si nota un progressivo incremento del numero delle autovetture post 91/441 ed un decremento delle autovetture ante 91/441 IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

17 Analizzando le variazioni assolute si osservano incrementi per le sole autovetture post 91/441 e decrementi per le autovetture ante 91/441 Composizione del parco circolante autovetture private Analisi del parco circolante nel quadriennio IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

18 Composizione del parco circolante motoveicoli Analisi del parco circolante nel quadriennio Dallandamento della ripartizione del parco motoveicoli nel quadriennio di indagine risulta leggibile il forte sviluppo dei motocicli EURO I di cilindrate minori dei 250 cc IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

19 Stima delle emissioni inquinanti È stata definita la composizione del parco comunale circolante fornita dallACI secondo classi COPERT II Sono stati stimati i flussi di traffico sulla rete stradale attraverso il modello di simulazione TransCAD Sono state calcolate le emissioni di inquinanti secondo la metodologia COPERT II Il territorio comunale viene suddiviso in zone di traffico secondo criteri di omogeneità territoriale e di mobilità Per ogni zona di traffico sono state stimate le emissioni e le densità di emissioni per gli inquinanti CO, VOC, PTS, NOx, Benzene IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

20 La riduzione delle emissioni inquinanti stimata per lanno 2003 mostra delle variazioni consistenti determinate dal rinnovo del parco autovetture I maggiori decrementi, per una giornata feriale media, si riscontrano per il CO (-4,4%), per il COV (-3,5%) e per il Benzene (-5,1%) Stima delle emissioni inquinanti da veicoli private Si osserva per contro un leggero incremento per lNOx (+1,9%) e un aumento rilevante per il PM prodotto dalle sole autovetture (+8,6%). Ciò risulta determinato da un incremento del 3% del parco autovetture diesel IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

21 Stima delle emissioni di CO prodotte da veicoli private I maggiori decrementi in termini di densità (kg/kmq) si riscontrano nellarea centrale. Nellora di punta del mattino essa presenta caratteristiche di attrattività maggiori rispetto alle altre zone della città IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

22 Stima delle emissioni di benzene prodotte da veicoli private I maggiori decrementi in termini di densità (kg/kmq) si riscontrano nellarea centrale. Nellora di punta del mattino essa presenta caratteristiche di attrattività maggiori rispetto alle altre zone della città IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

23 Stima delle emissioni di particolato prodotte dagli impianti fissi Contributo alle emissioni di polveri da impianti termici centralizzati Fonte ACEA S.p.A. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

24 Stima delle emissioni di particolato prodotte dagli impianti fissi Contributo alle emissioni di polveri da impianti termici autonomi Fonte ACEA S.p.A. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

25 Contributi delle diverse fonti emissive Stima dei contributi % delle emissioni inquinanti prodotte in un anno nel Comune di Roma Traffico veicolare + Impianti di riscaldamento Stima dei contributi % delle emissioni inquinanti prodotte in un anno nel Comune di Roma - Traffico veicolare IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

26 Analisi dello scenario Mercoledì a targhe alterne Stima delle emissioni di particolato potenzialmente evitabili allinterno della Fascia Verde in un mercoledì a targhe alterne a seguito del provvedimento di interdizione allarea nella fascia pomeridiana ore 15,00 – ore 19,00 adottato dall11 febbraio al 31 marzo 2004 Lanalisi è stata eseguita analizzando le emissioni nella fascia oraria 15, ,00 e valutando le emissioni prodotte dai veicoli interessati dal provvedimento, ossia: a) gli autoveicoli ad accensione comandata non catalizzati (interdetti per tutti i mercoledì suddetti) b) gli autoveicoli ad accensione comandata catalizzati immatricolati ai sensi delle direttive 91/441/CE (EURO 1) e successive con il criterio delle targhe alterne. Lo scenario simulato (scenario ottimistico) risulta rappresentativo di un assetto con la sola modifica della modalità di trasporto. Tutti gli utenti con Origine o Destinazione interna alla Fscia Verde possessori di veicolo con targa non abilitata modificano il proprio modo di spostarsi optando per lutilizzo del mezzo pubblico. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

27 Analisi dello scenario Mercoledì a targhe alterne Si dovrebbe analizzare, vista la finestra temporale ristretta, anche la quota parte di utenti che anticipano o posticipano lorario del loro spostamento rispetto ad un giorno feriale medio, andando quindi ad incrementare le emissioni inquinanti in altre fasce orarie. Tale contributo, di difficile quantificazione, è stato omesso in tale analisi. La categoria convenzionali è interdetta alla Fascia Verde per tutti i mercoledì a targhe alterne. Gli autoveicoli immatricolati ai sensi delle direttive 91/441/CE (EURO 1) e Dir. 94/12 sono interdetti con il criterio delle targhe alterne. Tale analisi è stata condotta solo sul parco veicolare privato, in quanto non si è in possesso di unattendibile matrice O/D degli autoveicoli merci. Stima delle emissioni di particolato potenzialmente evitabili allinterno della Fascia Verde in un mercoledì a targhe alterne IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

28 Analisi dello scenario di interdizione alla Fascia Verde ai veicoli non catalizzati In analogia al provvedimento di limitazione dellAnello Ferroviario agli autoveicoli ad accensione comandata immatricolati secondo le direttive antecedenti la 91/441/CE (EURO 1) si vuole analizzare leffetto che si avrebbe se si estendesse tale provvedimento a tutta la Fascia Verde (solo sul parco veicolare privato) Scenario 0 – assetto con invarianza della matrice O/D e stima dei benefici emissivi derivanti dalla sola evoluzione del parco veicolare Scenario 1 – assetto con invarianza di modalità di trasporto e modifica della tipologia del veicolo utilizzato: tutti i possessori di veicolo non catalitico con Origine o Destinazione interna alla Fascia Verde lo sostituiscono con un veicolo catalitico di nuova generazione. In tale scenario il parco veicolare non conforme alle direttive Euro 1 è stato sostituito con le tipologie veicolari più recenti mantenendo inalterata la classe di cilindrata Scenario 2 (scenario ottimistico) – assetto con modifica della modalità di trasporto, tutti i possessori di veicolo non catalitico con Origine o Destinazione interna alla Fascia Verde modificano il proprio modo di spostarsi optando per lutilizzo del mezzo pubblico IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

29 Criticità rilevate e limiti dello studio Matrice O/D relativa al 1999 Le analisi sono state condotte utilizzando come scenario trasportistico, socioeconomico e territoriale di riferimento quello relativo allanno LOsservatorio sulla Mobilità della STA, sta svolgendo unindagine della mobilità nellintera Provincia di Roma Numerosità dei ciclomotori Risulta ad oggi inesistente una stima accurata del numero dei ciclomotori circolanti nel territorio comunale, e quindi anche di una matrice degli spostamenti. Nel mese di maggio 2004 lAmministrazione Comunale, di concerto con lOsservatorio sulla Mobilità della STA, ha provveduto a svolgere unindagine nellarea centrale della città relativa ad accertare la numerosità e la composizione delle tipologie emissive dei ciclomotori IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

30 Criticità rilevate e limiti dello studio Stima delle emissioni inquinanti di particolato Il calcolo delle emissioni da particolato risentono di una notevole indeterminatezza. I dati forniti dai parametri emissivi della metodologia COPERT II accettata a livello Europeo non considerano le emissioni dovute a motori a benzina, incluse le motorizzazioni per la flotta a due ruote. I valori dei fattori di emissione utilizzati per la flotta a due ruote provengono da studi parziali. Non si sono potuti utilizzare i parametri di emissione legati allusura dei pneumatici, dei freni e da fenomeni di risollevamento Stima delle emissioni inquinanti riferibili a differenti fonti emissive I dati relativi alle emissioni delle diverse fonti inquinanti sul territorio comunale seguono metodologie diverse e criteri spaziali e temporali differenti: i dati AMA si riferiscono allintero territorio comunale e per un intero anno; i dati ACEA relativamente agli impianti di riscaldamento si riferiscono ai Municipi e sono stimate per un intero anno; i dati ATAC si riferiscono al territorio intraGRA e sono stimate per un intero anno. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004

31 Conclusioni Gli andamenti giornalieri degli ingressi in ZTL hanno rivelato limportanza della punta serale coincidente strettamente con la cessazione del periodo di limitazione alla circolazione Le analisi sugli effetti delle politiche di limitazione alla circolazione nellAnello Ferroviario adottate dallAmministrazione hanno mostrato unaccelerazione del rinnovamento del parco autovetture ed una sostanziale invarianza dei flussi in ingresso allAnello. Tale intervento non circoscrive i suoi effetti allarea interna allAnello Ferroviario ma produce miglioramenti della qualità dellaria sullintero territorio comunale Dallanalisi delle stime delle emissioni inquinanti in un anno prodotte da autovetture e motocicli è emersa una diminuzione di circa il 5% per il benzene ed il CO. Per il PM (stimato per le sole autovetture) si stima un incremento del 8,6% a causa di un incremento del 3% del parco autovetture diesel. Dallanalisi delle stime delle emissioni inquinanti nellora di punta del mattino si evince una diminuzione di circa il 10% per tutti gli inquinanti con la sola esclusione del PM da autovetture che rimane sostanzialmente inalterato. Analizzando le emissioni inquinanti (prodotte da autovetture e motocicli) stimate per un anno è emersa una diminuzione di circa il 5% per il benzene ed il CO, mentre per il PM (stimato per le sole autovetture) si stima un incremento del 8,6% a causa di un aumento del 3% del parco autovetture diesel. IX Expert Panel - Emissioni da trasporto su strada Roma, 23 giugno 2004


Scaricare ppt "Valutazione delle emissioni inquinanti prodotte dal traffico veicolare e dei provvedimenti adottati dallAmministrazione Comunale IX Expert Panel - Emissioni."

Presentazioni simili


Annunci Google