La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Criteri di ripartizione del carico tributario Lezione 5 Scienza delle finanze – CLEP a.a. 2010-2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Criteri di ripartizione del carico tributario Lezione 5 Scienza delle finanze – CLEP a.a. 2010-2011."— Transcript della presentazione:

1 Criteri di ripartizione del carico tributario Lezione 5 Scienza delle finanze – CLEP a.a

2 Criteri di ripartizione del carico tributario Principio del beneficio o controprestazione Principio della capacità contributiva

3 Principio del beneficio o controprestazione Vantaggi: considera congiuntamente T e G possono essere più adeguatamente ed efficacemente applicate a livello locale Problemi: non applicabile a spese redistributive non è applicabile a beni pubblici (free rider) effetto distributivo dipende dallelasticità della domanda al reddito e ai prezzi- imposta

4 Principio della capacità contributiva Vantaggi: affronta il problema della equa ripartizione del carico tributario Problemi: Difficoltà di definizione capacità contributiva (indicatori) Difficoltà di definizione equità: orizzontale e verticale

5 Principi del sacrifico Sacrificio assoluto Sacrificio proporzionale Sacrificio marginale Ipotesi: U=U(Y) UM(Y)<0

6 Principi del sacrificio a) uguale in valore assoluto (USA): b) uguale proporzionale (USP): c) marginale minimo o uguale sacrificio marginale (USM) Solo lultimo consente di stabilire che il sistema deve essere progressivo

7 Principio del sacrificio: caso estremo UM costante Reddito (Y) UM(Y) YPYP YRYR UM(Y) P = UM(Y) R YPYP YRYR YRYR Y R =3Y P USA (area verde, con Y R -Y R = (Y P -Y P ) ) = imposta regressiva USP (area rosa per ricco e verde per povero, con Y R -Y R =3 (Y P -Y P ) = imposta proporzionale

8 Principi del sacrificio: uguale sacrificio assoluto Reddito (Y) UM(Y) YpYp YRYR UM(Y) R UM(Y) P YpYp YRYR Le due aree tratteggiate sono uguali Il prelievo in valore assoluto aumenta, ma non è detto che limposta sia progressiva

9 Principi del sacrificio: uguale sacrificio proporzionale Reddito (Y) UM(Y) YpYp YRYR UM(Y) R UM(Y) P YpYp YRYR Le due aree tratteggiate sono uguali, in proporzione allutilità totale Il prelievo in valore assoluto aumenta, ma ancora non è detto che limposta sia sempre progressiva

10 Principi del sacrificio: uguale sacrificio marginale Reddito (Y) UM(Y) YpYp YRYR UM(Y) R UM(Y) P Y p =Y R Lutilità marginale dopo limposta è uguale (se limposta supera il divario fra i redditi) Il prelievo è fortemente progressivo (se limposta supera il divario nei redditi, porta al loro livellamento) UM(Y) P = UM(Y) R

11 Principi del sacrificio minimo: coerente con funzione del benessere sociale di tipo utilitaristico

12 Vantaggi e limiti del principio del sacrificio minimo Unimposta fortemente progressiva: –ha effetti positivi dal punto di vista della giustizia distributiva, MA –può avere effetti distorsivi sullofferta di lavoro; –stimolare levasione Trade off tra equità/efficienza e altri obiettivi

13 Riferimenti bibliografici P. Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, Bologna, 2010, lezione 3 Teoria dellimposta


Scaricare ppt "Criteri di ripartizione del carico tributario Lezione 5 Scienza delle finanze – CLEP a.a. 2010-2011."

Presentazioni simili


Annunci Google