La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Filosofia pratica; etica applicata- pratica; pratica filosofica Prima parte - Lo spazio delletica pratica - Paolo Dordoni (PhD. MD. MA.) Università Complutense.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Filosofia pratica; etica applicata- pratica; pratica filosofica Prima parte - Lo spazio delletica pratica - Paolo Dordoni (PhD. MD. MA.) Università Complutense."— Transcript della presentazione:

1 Filosofia pratica; etica applicata- pratica; pratica filosofica Prima parte - Lo spazio delletica pratica - Paolo Dordoni (PhD. MD. MA.) Università Complutense di Madrid

2 Le tappe Le ragioni di una riabilitazione della filosofia pratica Ri-costruzione/de-costruzione delletica applicata Dall etica applicata all etica pratica

3 La riabilitazione della filosofia pratica

4 Per quale ragione si sentì il bisogno di riabilitare la filosofia pratica? (ovvero una filosofia capace di fornire orientamenti morali, principi ispiratori per lagire adeguati ad un tempo a contesti specifici?) Riedel Manfred. Rehabilitierung der praktischen Philosophie. Vol. 1, 2. Rombach Freiburg (Gadamer H.G.; J. Ritter; H. Jonas; R. Bubner; O. Höffe...)

5 Esistenza di nuovi problemi e interrogativi etici. (Bioetica, Ecologia, Globalizzazione, Etica dell´informazione EI...) Inadeguatezza di unetica meramente descrittiva o di una meta-etica Insoddisfazione per le modalità tradizionale di gestire le questioni etiche. Unetica uguale per tutti/ unetica di alcune comunità/ etica delle professioni/ etichetta/ mero proceduralismo/emotività. La pressione delle questioni in gioco/ la crisi della neutralità scientifica quale assunto di partenza/ linadeguatezza di criteri soltanto individuali e la messa in questione di concetti dati per acquisiti. Lesigenza crescente di partecipazione e di responsabilità. La critica alla concezione meramente strategica della politica e della economia

6 Correnti... Neoaristotelismo (Gadamer H.G; Ritter J.; W. Hennis....) Ispirazione kantiana (Karl O. Apel; Habermas; Rawls... (Teoria della decisione razionale)... Tradizione analitica G.E.M. Anscombe; Wiggins D. Von Wright G.H. Comunitarismo Macintyre A.; Walzer M.; C. Taylor Nussbaum M.

7 La politica si è espressa prevalentemente in un... Ethos comune Polis Res-publica Christiana Feudo Comune... Teocrazia/cesaropapismo MORALE Potere al di sopra delle parti Signoria; Principato; Stato Moderno POLITICA Attività regolata dal diritto Res-publica Stato di diritto Liberale, Liberaldemocrazia Democrazie liberali DIRITTO Dissenso religioso; sociale; conflittualità non sanabile Eccesso di potere... Tendenza al primato della e.p.d e p.d e p d

8 Quali intersezioni sono possibili? Politica (Secolarizzazione) Etica Diritto (Economia) (Religione) Filosofia pratica Etica applicata/pratica Pratica Filosofica

9 Ri-costruzione – De-costruzione delletica applicata

10 Una osservazione apparentemente ovvia...sembra che non sia possibile pensare unetica che non sia in qualche modo applicabile alla realtà, che non abbia una qualche ricaduta su di essa, offrendoci ad esempio, delle indicazioni/dei criteri grazie a cui orientare il nostro agire... In che senso si parla però di applicabilità in etica? 1)Come è possibile che letica sia applicabile? 2)Come è possibile applicare letica?

11 Primo livello – La dimensione teorica delletica. Dell applicabilità delletica. 1) Come è possibile che letica sia applicabile? a) Che cosa si intende dire quando si afferma che le teorie etiche sono applicabili alla realtà? b) Che cosa rende legittima una tale applicazione? Spunti intorno al problema della fondazione/legittimazione in etica Secondo livello – la dimensione pratica. Della etica applicata – pratica. 2) Come è possibile applicare letica? A) Che cosa si intende per etica applicata? B) Quali sono i modi/modelli possibili di pensare lapplicazione in etica? Spunti intorno al problema del metodo

12 Intorno alla applicabilità delletica: spunti sulla questione della fondazione

13 a) Che cosa si intende dire quando si afferma che le teorie etiche sono applicabili alla realtà?...che si tratta di teorie che sono capaci di - descrivere qualche aspetto della nostra esperienza morale / inserendo tale descrizione in un insieme di altre descrizioni, quali ad esempio quelle aventi per oggetto il funzionamento del ragionamento morale, la condizione umana etc... (Descrittivo) - scoprire la fondatezza/infondatezza delle nostre convinzioni spingendo i nostri assunti sino allestremo della loro coerenza (euristico e critico) ma, soprattutto sono capaci di - orientare offrendo un modello teorico consistente e giustificato in grado di assolvere alla funzione di guida, schema per legittimare/delegittimare, azioni, norme...(prescrittivo)

14 Un problema su cui riflettere Lapplicabilità di una teoria etica, avendo a che fare questultima, nella sua dimensione prescrittiva con ciò che deve essere, e non con ciò che è, ci richiede di più della: - capacità descrittiva (non si limita a attestare uno stato di cose) - capacità di scoprire incongruenze (non si tratta di un gioco formale) nella sua funzione di orientamento richiederà proprio per essere applicabile il nostro assenso (legame con le nostre convinzioni profonde/sentire senza però che questo, a sua volta, sia assunto a criterio di moralità)

15 b) Che cosa rende legittima lapplicazione delletica alla realtà? su cosa possiamo fare affidamento?...del problema del fondamento delletica e delle modalità della sua legittimazione.

16

17 Spunti... La situazione attuale: tra istanze fondative assolute e negazioni della possibilità di una fondazione: alla ricerca di nuove forme di legittimazione spinti da sempre e nuove richieste di orientamento. Passaggio alla questione delletica applicata.

18 Per cominciare... Il gioco dell´etica applicata L´uso della espressione etica applicata (applied ethics) Applicata in quanto si riferisce a - problemi concreti -contesti peculiari di riferimento (informatica, ambiente...) -Modalità di gestire tali problemi ¿ Applicata = pratica? Approfondimento intorno alla modalità peculiare di gestire i problemi (per applicazione) contesto pubblico e lavorativo

19 Ripensare lapplicazione Separatezza Procedura tecnica, ripetibile / algoritmo Distanza tra teoria e pratica.... Decostruzione delle idee portanti di una etica applicata

20 Un luogo comune: - Non esiste la possibilità di determinare valori assoluti, che valgano incondizionatamente, per tutti e in ogni tempo. Letica è una questione di scelte e di valori che sono personali, relativi. (crisi di un ordine naturale, normativo; unica autorità infallibile, la ragione umana illuminista) - Alcune possibili conseguenze - primato del diritto sulletica e conseguente distinzione tra uno spazio pubblico e uno privato, tra società (estranei) e comunità (amici). Tendenza a politica che riflette i rapporti di forza permessi dal campo di gioco Estraneità tra soggetti coinvolti; necessità di trasformare il soggettivo in oggettivo attraverso strumenti di calcolo. Dalletica applicata ci si aspetta di trovare modalità per regolare il dissenso insanabile tra individui. (procedure, metodologie, capaci di dare risposte a questi problemi)

21 Un ritorno al passato - Esistono valori assoluti, che valgono incondizionatamente, per tutti e in ogni tempo. Letica deve preservare tali valori. (esistenza un ordine naturale, normativo; unica autorità infallibile, la ragione umana) - Alcune possibili conseguenze - primato delletica sul diritto; dominio del pubblico sul privato, primato di una comunità morale particolare e tendenza a una politica favorevole a una determinata comunità morale Unicità del codice morale (confessionalità e ricorso allesperto); necessità di preservare il valore oggettivo (controllo, educazione, persuasione...) Dalletica applicata ci si aspettano delle risposte che siano capaci di dirci cosa dobbiamo o non dobbiamo fare.

22 Le questioni eticamente sensibili Sotto scacco

23 Un compito aperto

24 Una premessa discutibile

25 Il vincolo logico

26

27 Controversial Issues A Non A I,V, F H/if a, then b... Not ( H/if a, then b... )

28 Ripensare lidea stessa di applicazione Applicazione come deduzione... Applicazione come procedura... Applicazione come interpretazione.... per una concettualizzazione diversa della stessa idea di applicazione

29 Verso una etica pratica Dalletica applicata alletica pratica

30 Le sfide di una etica pratica / pars destruens Presupposti epistemologici Aspettative Orizzonte di riferimento Preoccupazioni e interessi Non serve né un sistema di etica né un procedimento perfetto per orientare le nostre azioni / relativo – assoluto; oggettivo / soggettivo Non ci si aspetta di risolvere i problemi etici definitivamente Non ogni problema è un dilemma, né una tragedia Si cerca di preservare la razionalità senza venir meno al rispetto delle differenza: ricerca della ragionevolezza.

31 Le sfide di una etica pratica pars/costruens Come è possibile recuperare il valore della scelta individuale senza cadere nel relativismo e nellindividualismo? Come è possibile preservare una razionalità dellagire senza cadere nel dogmatismo e nellassolutismo? Come rispettare le persone, tenuto conto dei limiti del nostro conoscere? (uscire dalla disgiunzione tra rispetto incondizionato delle differenze e rispetto incondizionato della giustizia)

32 verso una etica pratica Laccettazione che nei conflitti etici possa non esservi una soluzione come possano esservi più soluzioni, nella consapevolezza che non vi è un metodo univoco per risolvere una volta per tutte la questione in gioco. Laccettazione dei limiti del nostro conoscere: Certezza vs. Incertezza Conoscenza assoluta, universale e necessaria vs. conoscenza probabile, contestuale e contingente Razionalità vs. ragionevolezza Laccettazione che ciò che è relativo non è relativista, che ciò che è individuale non è individualista

33 Perché pratica? Lidea di Praxis e di prudenza/il ragionamento pratico. Il sapere di non sapere socratico e la prassi argomentativo/discorsiva


Scaricare ppt "Filosofia pratica; etica applicata- pratica; pratica filosofica Prima parte - Lo spazio delletica pratica - Paolo Dordoni (PhD. MD. MA.) Università Complutense."

Presentazioni simili


Annunci Google