La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE E ECNOLOGICA Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Anno III QUARTA LEZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE E ECNOLOGICA Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Anno III QUARTA LEZIONE."— Transcript della presentazione:

1 STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE E ECNOLOGICA Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Anno III QUARTA LEZIONE

2 RELAZIONI TRA VARIABILI QUALITATIVE

3 COEFFICIENTE DI CORRELAZIONE PER RANGHI (SPEARMAN) Misura la correlazione tra due variabili di tipo ordinale E semplicemente il coefficiente di correlazione lineare calcolato sui ranghi di X e di Y Rango: posizione nella sequenza delle osservazioni ordinate d i differenza tra i ranghi di X e Y per il soggetto i

4 Es. Su n=8 soggetti è stata rilevata la variabile X (fumo) che può assumere le seguenti categorie NF(non fumatore), EF (ex fumatore), FM (fumatore moderato), FF (fumatore forte) e la variabile Y (sensibilità olfattiva) che può assumere le categorie S (scarsa), M (moderata), B (buona) XYRango XRango YDiffDiff 2 NFB NFS NFB EFS FMB671 FMS FMM6511 FFS

5 r s = 1 – (6 x 97)/(8 x 63) = 1 – 1.15 = Esiste una lieve dipendenza lineare negativa tra i ranghi che implica una lieve dipendenza negativa tra X e Y In pratica la sensibilità olfattiva mostra una lieve diminuisce tendenza a diminuire al crescere del grado di dipendenza al fumo

6 Es. Su 5 pazienti è stato rilevato lo stadio tumorale X (I,II,III,IV) e il livello di dolore (A=assente, M=moderato, F=forte, MF=molto forte) XYRango XRango Ydifdif 2 IA1100 IIM IIF IIIF IVMF

7 r s = 1 – (6 x 1.5)/(5 x 24) = 1 – = Esiste una forte dipendenza lineare positiva tra i ranghi che implica una forte dipendenza positiva tra X e Y In pratica il dolore tende ad aumentare con lo stadio tumorale

8 TABELLE DI CONTINGENZA (variabili dicotomiche) Si ottengono incrociando le distribuzioni di frequenza di due variabili X e Y per analizzare il loro livello di associazione Sia X la v. dicotomica che indica la presenza o lassenza di una causa (?) di una patologia e sia Y la v. dicotomica che indica la presenza o lassenza della patologia stessa Studiare lassociazione tra X e Y equivale a determinare leffetto che ha X sullinsorgenza della patologia

9 Es. Dipendenza tra fumo (X) e cancro polmonare (Y) n=1092 soggetti SINOtot SI NO tot fumo cancro Rischio tra i fumatori 459/993=0.46(46%) Rischio tra non fumatori 18/99=0.18(18%) Rapporto di rischio RR=0.46/0.18=2.55 La percentuale di tumori tra i fumatori e 2 volte e mezzo più alta di quella osservata tra i non fumatori

10 Es. Dipendenza tra tossicodipendenza e AIDS n=30 soggetti SINOtot SI729 NO51621 tot Rischio tra i toss. 7/9=0.78(78%) Rischio tra non toss 5/21=0.24(24%) Rapporto di rischio RR=78/24=3.25 La percentuale di sieropositivi tra i toss. è circa 3 volte più alta di quella osservata tra i non toss toss AIDS

11 RAPPORTO DI RISCHIO X causa (?)SI-NO Y patologiaSI-NO n soggetti SINOtot SIaba+b NOcdc+d tota+cb+dtot X In caso di assenza di associazione RR=1

12 Es Dipendenza tra attività fisica (X) e infarto (Y) n=100 casi SINOtot SI63238 NO tot att fis infarto Rischio tra coloro che fanno att. fis. 6/38=0.16(16%) Rischio tra coloro che non fanno att.fis 11/62=0.18(18%) Rapporto di rischio RR=18/16=1.1 La percentuale di infarti tra coloro che non fanno att. fis è simile a quella di coloro che la effettuano

13 SENSITIVITA – SPECIFICITA Sia X la v. dicotomica che indica la positività ad un certo test diagnostico (esame clinico) e sia Y la v. dicotomica che indica la presenza o lassenza di una patologia Studiare lassociazione tra X e Y equivale a determinare lefficienza del test diagnostico

14 MASSIMA EFFICIENZA SINOtot SIa0a NO0dd totad X Y Tutti i patologici sono stati correttamente identificati dal test Tutti i non patologici sono stati correttamente identificati dal test

15 SINOtot SIaba+b NOcdc+d tota+cb+dTot positivi patologici S e = a/(a+c) SENSITIVITA proporzione di patologici correttamente identificati dal test S e = d/(b+d) SPECIFICITA proporzione di non patologici correttamente identificati dal test

16 Es. Il livello di colesterolo (mg/dl) è stato misurato su un campione di n=344 Individui considerando come positivi (Y) valori superiori a 240 mg/dl. Nel follow up successivo sono stati registrati i casi di cardiopatia ischemica (X) rilevati nei 344 individui SINOtot SI NO tot S e = 31/52 = 0.67 SENSITIVITA 60% di cardiopatici correttamente identificati S p = 195/292 = 0.67 SPECIFICITA 67% di sani correttamente identificati patologici positivi

17 Es. Se si fossero considerati positivi livelli di colesterolo superiori a 200 mg/dl si sarebbero ottenuti i seguenti risultati SINOtot SI NO tot patologici positivi Se = 37/52 = SENSITIVITA 71% di cardiopatici correttamente identificati Sp = 137/292 = 0.47 SPECIFICITA 47% di sani correttamente identificati


Scaricare ppt "STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE E ECNOLOGICA Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Anno III QUARTA LEZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google