La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ETICA AMBIENTALE E ANIMAL RIGHTS. I DIRITTI DEGLI ANIMALI Dibattito inizia con Bentham: non bisogna fare male agli animali perché soffrono, NON IMPORTA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ETICA AMBIENTALE E ANIMAL RIGHTS. I DIRITTI DEGLI ANIMALI Dibattito inizia con Bentham: non bisogna fare male agli animali perché soffrono, NON IMPORTA."— Transcript della presentazione:

1 ETICA AMBIENTALE E ANIMAL RIGHTS

2 I DIRITTI DEGLI ANIMALI Dibattito inizia con Bentham: non bisogna fare male agli animali perché soffrono, NON IMPORTA SE NON RAGIONANO Le posizioni meno radicali si riconoscono in utilitarismo, altri vanno oltre raggiungendo forme di vita in cui non si soffre (molluschi, batteri), tutti si ricollegano a movimenti di liberazione, per lo più non appartengono a movimenti ambientalisti, individuo contro specie, altri ancora ritengono che posizione radicale è pericolosa perché danneggi ambiente, meglio allora concetto valore intrinseco Movimenti nascono da idee che genetica dimostra affinità tra uomini e animali, ma si tratta di problema che riguarda specie superiori (no es. molluschi); Si combatte vivisezione, uso in ricerca e in industria Con laicismo cade il problema che animali non hanno lanima, nemmeno gli uomini e poi lanima non può essere il solo riferimento morale Dibattito anche allinterno della Chiesa, ad es. Eugen Drewermann scrive Dellimmortalità degli animali, sostiene che anche gli animali sono destinati allimmortalità se è vero che lamore è alla base della vita eterna (è un evoluzionista non un creazionista) Problema dei diritti degli animali è essenzialmente problema delle società occidentali Esistono dei diritti naturali, es. il diritto di vivere ma animali non hanno diritti legali anche se vi sono leggi che li proteggono Forte identificazione in alcuni: es. cani, scimmie delfini, meno in altri pipistrelli e topi sono anchessi mammiferi Per molti ecologisti Natura è predatrice animali si uccidono a vicenda, cè necessità di controllare crescita eccessiva di alcuni animali perché distruggono habitat

3 Ecologisti sostengono che si va contro natura e si indebolisce specie se facciamo sopravvivere elementi deboli (es. curare i singoli individui come vogliono animalisti) Nel mondo selvaggio non esistono diritti, gli animali devono badare a se stessi, luomo non deve eliminare il conflitto tra specie a danno della natura; quindi predazione in natura è eticamente corretta, è a base dellequilibrio dellecosistema Luomo non deve riscattare gli animali dalla vita selvaggia, inoltre luomo è lunico che si preoccupa per altri specie, animali no; è lunico che conosce lambiente nelle sue interrelazioni, lanimale si limita a vivere nel proprio habitat Luomo è metafisico e religioso, contempla il paesaggio, il gatto no Luomo si interroga sul significato della vita e della morte; se si afferma che serpente e tigre sono buoni perché uccidono secondo loro natura allora perché luomo dovrebbe non ucciderli, luomo è anchesso un animale carnivoro Sì a risparmiare loro sofferenza non necessaria ma non oltre, in quanto animali domestici dobbiamo farcene carico perché non vivono più in natura E difficile quindi estendere concetto di diritto; sarebbe meglio dire che essi hanno degli interessi da salvaguardare; concetto di etica è un concetto solo umano Invece per ecologisti profondi non cè invece distinzione tra uomo e animale e letica ambientale richiede rimozione uomo da posizione dominante ma è concetto difficile da accettare Arne Naess sostiene che in linea di principio gli animali hanno lo stesso diritto di vivere e crescere dei nostri bambini Albert Schweitzer sostiene che è bene preservare ogni genere di vita Posizione degli Egualitari: tutti sullo stesso piano, contro lo specismo Cultura, ragione e linguaggio non danno maggiori diritti Anche gli organismi più bassi hanno un codice genetico, nascono, vivono e muoiono Allora qual è il limite: cellula cancerogena, batterio della peste? Anchessi hanno queste qualità

4 Animal liberation Maggiori esponenti del movimento Animal liberation e maggiori teorici sono Regan e Singer Non si rifanno a etica ambientale ma a movimenti di liberazione (neri, donne, gay ecc) Tuttavia anchessi sostengono allargamento nostra morale per cui comportamenti prima accettabili non lo sono più Animal Liberation chiede un cambiamento del nostro atteggiamento verso i non umani Non dobbiamo più considerare lo sfruttamento delle altre specie come naturale e indispensabile bensì come un insulto, unoffesa I principi di uguaglianza, libertà, fraternità vanno allargati agli animali Il termine specismo equivale al termine razzismo e indica che trattiamo gli animali come inferiori La vivisezione dimostra lesistenza dello specismo, così pure una dieta non vegetariana Un cerebroleso ha meno valore di una scimmia o un cane sano Se accettiamo che gli animali vengano uccisi allora li consideriamo solo un mezzo Nel caso di animali che possono essere nocivi esiste un conflitto di interessi e bisogna considerare le diverse posizioni Poiché gli animali non parlano lumanità richiede altruismo a favore degli animali Occorre agire a vantaggio degli animali anche con luso della forza (Ecoterrorismo) Per alcuni bisogna pensare in positivo e non in negativo, cioè non non causare sofferenza bensì provvedere sicurezza ma questo è possibile solo per animali domestici Dare loro contraccettivi contro sovrappopolazione, nutrirli perché non si uccidano fra loro ma istitinto caccia è naturale

5 Peter Singer Non accetta concetto di valore intrinseco, quindi non cè legame con Leopold (etica della terra),Naess (ecosofia), non è interessato a non viventi (piante, rocce)è colui che più sottolinea il legame con movimenti di liberazione; è utilitarista Al contrario Naess singer sostiene che non è necessario che questo obbligo morale si debba trdurre in diritto codificato (should trees have standing? Stone 1974); solo esseri che provano gioia e dolore hanno uguali interessi Non è interessato a ecosistema, è contro le organizzazioni ambientali Sierra Club, WWF che possono accettare la caccia; ma queste organizzazioni si interessano di problemi ecologico, non di problemi umanitari. Letica ambientale e lutilitarismo d Singer vanno in direzioni diverse; gli ambientalisti non sono liberazionisti Testo principale è Animal Liberation (1975, 1990); in prima edizione il movimento non ancora sorto Concetto base è quello di Bentham Combatte contro lo specismo, al centro problema vivisezione e allevamenti animali Mangiare carne è immorale Dire che non ci sono uguali interessi non significa niente occorre essere trattati nello stesso modo (es. aborto) Lamore verso gli animali non ha niente a che fare con la lotta di liberazione La capacità di ragionare non significa nulla se no useremmo in esperimenti i cerebrolesi e non gli scimpanze o i topi, questo è specismo Le nostre conoscenze scientifiche ci dicono che animali soffrono (ai livelli superiori di vita) Non esiste maggiore valore morale negli uomini (Hitler, serial Killer), animali non uccidono per divertimento Non cè ragione per non allargare la morale agli animali

6 TOM REGAN (1938) Scrive sulla crudeltà verso gli animali, testo principale The Case of animal Rights, dibatte con Singer Occorre che la morale ponga fine ai limiti della sofferenza degli animali Tra primi Tomaso dAquino, San Francesco, Kant sostiene che chi tratta male gli animali impara a trattare male gli uomini ma è sempre un atteggiamento specista (Victims of Science di Ryder) Difesa degli animali è a base di molte associazioni, la più nota è Prevention of Cruelty to Animals Specismo e sperimentazione Ma concetto di crudeltà e sofferenza può essere deviante riguardo a imperativi morali Chi è crudele è solo chi prova piacere nel far male, è diverso che causare dolore (dentista) Nel caso della sperimentazione sugli animali i ricercatori non provano piacere ma non è moralmente corretta Utilitaristi dicono che chi ha gli stessi interessi deve essere trattato in modo uguale: es. tutte le mamme amano bambini, non differenza fra bianchi e neri, dovrebbe eliminare razzismo e sessismo e anche specismo poiché animali hanno interessi simili a quelli umani; si riconosce allora lo status morale degli animali Per Singer utilitarismo (stessi interessi) è sufficiente contro vivisezione e dieta di carne perché viola principi pari interessi Cè obbligo morale a diventare vegetariani Ma non possiamo dire che hanno stessi interessi e sono uguali e poi trattarli diversamente quindi non è principio sufficiente contro sessismo, razzismo e specismo Discriminazione evitabile solo sostenendo principio dei diritti animali. I diritti di un individuo valgono di più dei fini di un gruppo, solo in alcuni casi il diritto di un individuo può essere messo in minoranza Il nostro impegno deve essere ancora più forte perché animali non possono difendersi 6 anc


Scaricare ppt "ETICA AMBIENTALE E ANIMAL RIGHTS. I DIRITTI DEGLI ANIMALI Dibattito inizia con Bentham: non bisogna fare male agli animali perché soffrono, NON IMPORTA."

Presentazioni simili


Annunci Google