La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

18 Aprile 2005 Dr.ssa M. Dolores NUZZO ASSISTENZA MEDICA ALLANZIANO DISABILE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "18 Aprile 2005 Dr.ssa M. Dolores NUZZO ASSISTENZA MEDICA ALLANZIANO DISABILE."— Transcript della presentazione:

1 18 Aprile 2005 Dr.ssa M. Dolores NUZZO ASSISTENZA MEDICA ALLANZIANO DISABILE

2 18 Aprile 2005

3 Popolazione anziana in Italia (ultrasessantacinquenni)

4 18 Aprile 2005 Popolazione anziana in Italia (Ultraottantenni)

5 18 Aprile 2005 Popolazione anziana (over 65) in Lombardia ,6% ,6% ,1% ,1% ,3% ,3%

6 18 Aprile 2005 SPERANZA DI VITA Speranza di vita alla nascita Uomini63,271,176,776,8 Donne6777,982,882,9

7 18 Aprile 2005 ASSISTENZA MEDICA ALLANZIANO GERIATRIA: branca della medicina generale che si occupa degli aspetti preventivi, curativi e sociali della malattia nellanziano. GERIATRIA: branca della medicina generale che si occupa degli aspetti preventivi, curativi e sociali della malattia nellanziano. GERONTOLOGIA: studio dei processi di invecchiamento, dal greco geron vecchio. GERONTOLOGIA: studio dei processi di invecchiamento, dal greco geron vecchio.

8 18 Aprile 2005 Patologie organiche più frequenti Malattie cardiovascolari e cerebrovascolari; Malattie cardiovascolari e cerebrovascolari; Infezioni; Infezioni; Malattie dellapparato muscolo-scheletrico; Malattie dellapparato muscolo-scheletrico; Malattie degenerative del SNC; Malattie degenerative del SNC; Malattie dellapparato intestinale; Malattie dellapparato intestinale; Malattie dellapparato respiratorio; Malattie dellapparato respiratorio; Malattie dellapparato urinario; Malattie dellapparato urinario; Malattie del sistema endocrino; Malattie del sistema endocrino; Neoplasie del polmone, mammella, intestino, prostata; Neoplasie del polmone, mammella, intestino, prostata; Alterazioni cutanee, disturbi della vista o delludito. Alterazioni cutanee, disturbi della vista o delludito.

9 18 Aprile 2005 Condizioni generali del paziente anziano sano nel % (assenza di malattie croniche, funzionalmente indipendenti); sano nel % (assenza di malattie croniche, funzionalmente indipendenti); con malattia cronica nel % (presenza di disordini non curabili, funzionalmente indipendenti o minimamente dipendenti); con malattia cronica nel % (presenza di disordini non curabili, funzionalmente indipendenti o minimamente dipendenti); fragile nel 2-10% (molte malattie croniche gravi, funzionalmente dipendenti, frequentemente ospedalizzati e/o istituzionalizzati) fragile nel 2-10% (molte malattie croniche gravi, funzionalmente dipendenti, frequentemente ospedalizzati e/o istituzionalizzati)

10 18 Aprile 2005 ANZIANI FRAGILI Soggetti costretti allimmobilità e incapaci di mantenere relazioni familiari o sociali senza continua assistenza da parte di altre persone.

11 Linvecchiamento fisiologico è caratterizzato dal grado delle I Instabilità Instabilità Immobilità Immobilità Insufficienza cognitiva Insufficienza cognitiva Isolamento Isolamento Iatrogenesi Iatrogenesi Incontinenza Incontinenza Immunodeficienza Immunodeficienza Inanizione Inanizione Infezioni Infezioni Impegno fecale Impegno fecale

12 18 Aprile 2005 VALUTAZIONE GERIATRICA GLOBALE Processo multidimensionale elaborato per valutare la capacità funzionale, la salute fisica, cognitiva e la salute mentale e la situazione socio- ambientale dellanziano.

13 18 Aprile 2005 EQUIPE MULTIDISCIPLINARE Valutazione fisica (vista, udito, farmaci, cadute, incontinenza, immobilità, demenza) Valutazione fisica (vista, udito, farmaci, cadute, incontinenza, immobilità, demenza) Valutazione psichica (cognitiva, affettiva, comportamentale) Valutazione psichica (cognitiva, affettiva, comportamentale) Valutazione funzionale (deambulazione, abbigliamento, alimentazione, igiene, sfinteri) Valutazione funzionale (deambulazione, abbigliamento, alimentazione, igiene, sfinteri) Valutazione socio ambientale (supporti, condizioni economiche) Valutazione socio ambientale (supporti, condizioni economiche)

14 18 Aprile 2005 Strumenti usati nella valutazione globale geriatrica ADL, IADL, AADL, BARTHEL ADL, IADL, AADL, BARTHEL CIRS CIRS MMSE MMSE GDS e/o CORNELL GDS e/o CORNELL TINETTI TINETTI MNA MNA Altre scale (EXTON-SMITH, NPI) Altre scale (EXTON-SMITH, NPI)

15 18 Aprile 2005 Prevenzione della malattia (primaria e secondaria) PRIMARIA: la malattia è fermata prima del suo inizio, mediante la riduzione o leliminazione dei fattori di rischio immunoprofilassi immunoprofilassi chemioprofilassi chemioprofilassi counselling counsellingSECONDARIA: la malattia è diagnosticata in uno stadio precoce, rendendo minima la morbilità e la mortalità.

16 18 Aprile 2005 Prevenzione della malattia (prevenzione terziaria) Una malattia già esistente, di solito cronica, è gestita adeguatamente per prevenire unulteriore perdita funzionale. Il trattamento della malattia è aumentato mediante limpiego di pratiche linee guida e protocolli specifici per la malattia.

17 18 Aprile 2005 Prevenzione della fragilità La fragilità si riferisce a una perdita di riserve fisiologiche che rende una persona suscettibile di invalidità per stress minori. Caratteristiche sono: debolezza, perdita di peso, la distruzione muscolare (sarcopenia), intolleranza allo sforzo, le cadute frequenti, limmobilità, lincontinenza e linstabilità delle malattie croniche.

18 18 Aprile 2005 Prevenzione degli incidenti Cadute (programma di prevenzione) Cadute (programma di prevenzione) Guida pericolosa (più lunghi tempi di reazione, deficit sensitivi, demenza) Guida pericolosa (più lunghi tempi di reazione, deficit sensitivi, demenza) Incidenti domestici (ustioni) Incidenti domestici (ustioni)

19 18 Aprile 2005 Prevenzione delle complicanze iatrogene Malattie croniche multiple Malattie croniche multiple Assistenza da parte di diversi medici Assistenza da parte di diversi medici Multiterapie e uso inappropriato dei farmaci (rischio di interazioni, reazioni avverse) Multiterapie e uso inappropriato dei farmaci (rischio di interazioni, reazioni avverse) Ricovero ospedaliero (infezioni nosocomiali, terapie farmacologiche multiple, reazioni trasfusionali) Ricovero ospedaliero (infezioni nosocomiali, terapie farmacologiche multiple, reazioni trasfusionali)

20 18 Aprile 2005 Prevenzione dei problemi psicosociali Screning sulla depressione (intervento farmacologico e counseling) Screning sulla depressione (intervento farmacologico e counseling) Favorire lautostima (rimanere produttivi, occupati in determinate attività, sentirsi necessari per qualcuno) Favorire lautostima (rimanere produttivi, occupati in determinate attività, sentirsi necessari per qualcuno) Avere un animale domestico, contribuire ai lavori domestici o effettuare attività di volontariato o altre attività Avere un animale domestico, contribuire ai lavori domestici o effettuare attività di volontariato o altre attività


Scaricare ppt "18 Aprile 2005 Dr.ssa M. Dolores NUZZO ASSISTENZA MEDICA ALLANZIANO DISABILE."

Presentazioni simili


Annunci Google