La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TEST DIAGNOSTICO Contributo della medicina basata sulle prove di efficacia(EBM):

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TEST DIAGNOSTICO Contributo della medicina basata sulle prove di efficacia(EBM):"— Transcript della presentazione:

1 TEST DIAGNOSTICO Contributo della medicina basata sulle prove di efficacia(EBM):

2 Come si vede nella tabella seguente, le prove diagnostiche hanno una vasta gamma di sensibilità e di specificità. TestDiseaseSensitivit y Specificit y Renal scanRenal artery stenosis Abdominal CTAcute pancreatitis Amylase 2x normalAcute pancreatitis MammogramBreast cancer Clinical breast examBreast cancer Exercise EKG (1 mm depression) MI Duplex ultrasoundCarotid atherosclerosis 0.90 Sensibilità e specificità riflettono in modo incompleto l'applicabilità del test nella pratica clinica. Non esistono test comunemente usati che siano considerati 100% sensibili e specifici. Di conseguenza, ogni test avrà una determinata percentuale di positivi falsi e/o di negativi falsi. L'effetto di questi risultati falsi aumenta mentre la prevalenza della malattia diminuisce.

3 EBM si occupa dellefficacia diagnostica Se usiamo lesempio del EKG da sforzo con una sensibilità di 0.60 e specificità di 0.83 per la malattia delle arterie coronarie (CAD): Somministrando questo test ad un gruppo di individui con una prevalenza di 20% di CAD (2000 individui con la malattia), ci saranno 800 negativi falsi e 1360 positivi falsi. Somministrando questo test ad un gruppo di individui con una prevalenza di 2% di CAD (200 individui con la malattia), saranno 80 i negativi falsi e 1666 i positivi falsi.

4 Probabilità pre- e post- Test I risultati falsi possono avere effetto notevole in termini di costo e di rischi supplementari dovuti alle nuove indagini sui pazienti test-positivi senza malattia e di falsa rassicurazione a pazienti test-negativi con la malattia. EBM tenta di richiamare questa preoccupazione applicando il concetto delle probabilità pre- e post- test ed usando i rapporti di verosimiglianza.

5 Odds(pre-test) Mette in evidenza la relazione tra odds post- test e gli odds pre-test Odds(post- test) Propensione a essere corretti dicendo Malato

6 Un indicatore di efficienza del test diagnostico è dato dal rapporto tra la proporzione di T(+) nei malati e la proporzione di T(+) nei NON malati: Rapporto di verosimiglianza per esito positivo RV(T+) RV per un esito positivo RV per un esito negativo Analogamente si definisce il … Rapporto di verosimiglianza per esito negativo RV(T-)

7 Concludiamo … osservando che: Un indicatore di efficacia è dato dal rapporto tra la proporzione di M+ nei soggetti positivi al test e la proporzione di M- nei soggetti positivi al test: Prima di eseguire il test questo può essere fatto come rapporto tra la probabilità di malattia e la probabilità di non malatta. Rapporto delle probabilità di malattia prima e dopo aver conosciuto lesito del test.

8 Probabilità di Malattia pre e post Test (+) Prevalenza 0.10 Test 2b: Sn=0.95; Sp=0.70 T-T-T+T+TotaleOdds-Pre(+)=(0.10)/(0.90)=0,111 M-M RV(T+)=(0.95)/(0.30)=3.167 M Odds.Post(+)=(3,167)(10/90)=0.352 Totale p(M+|T+)=0.352/( )=0.260 RV per un esito positivo

9 T-T-T+T+Totale Odds.Pre(+)=(10)/(90)= 1/9 M-M RV(T-)=(0.05)/(0.70)=1/14 M Odds.Post(-)=(1/14) (1/9)=1/(126) Totale p(M+|T-)=1/127= Prevalenza 0.10 Test 2b: Sn=0.95; Sp=0.70 RV per un esito negativo Probabilità di Malattia pre e post Test (-)

10 SCELTA DELLA SOGLIA OTTIMALE. IMA Presente Livelli di CK IMA Assente 15% % % % % % % 8% % 8% % 9% % % 13% % % 1% % Livelli massimi di CK quando l'infarto del miocardio era presente ed assente: I dati.

11 SCELTA DELLA SOGLIA OTTIMALE. IMA Presente Livelli di CK IMA Assente 15% % % % % % % 8% % 8% % 9% % % 13% % % 1% % Livelli massimi di CK quando l'infarto del miocardio era presente ed assente: Una soglia. 0% non IMA viene arruolato 28% IMA viene arruolato

12 SCELTA DELLA SOGLIA OTTIMALE. IMA Presente Livelli di CK IMA Assente 15% % % % % % % 8% % 8% % 9% % % 13% % % 1% % Livelli massimi di CK quando l'infarto del miocardio era presente ed assente: due soglie. 0% non IMA viene arruolato 28% IMA viene arruolato 13% non IMA viene arruolato 7% IMA non viene arruolato

13 RECEIVER OPERATING CHARACTERISTICS. sogliaIMA ck(IMA) soglia ck(nonIMA) soglia UI/L PresenteAssente Sensibilità = 35/230= … = 230/230= Specificità = 0/130= … = 130/130=1.000

14 Esempio di rapporto di verosimiglianza. Il rapporto di verosimiglianza è il rapporto della probabilità di un test positivo (dei malati) verso la probabilità di un test positivo (dei non malati) - il rapporto di verosimiglianza può indicare il miglior punto di taglio di una variabile associata alla diagnosi di malattia. ESEMPIO: distribuzione dei valori di tiroxina serica in pazienti ipotiroidei ed in pazienti normali. (i calcoli del rapporto di verosimiglianza sono messi in evidenza.)

15 Il rapporto di verosimiglianza un esempio. Tiroxina serica Totale mg/dl numero Ipertiroidei numero Normali Rapporto di verosimiglianza <1.02 Pazienti con tiroxina T 4 s <4 mg/dl appaiono solo con ipertiroidism o. Così come appaiono soggetti sani (non ipertiroidei) con valori superiori a 8 mg/d)l > (100%)93 (100%)

16 Detailed report of Sensitivity and Specificity Correctly Cut point Sensitivity Specificity Classified LR+ LR ( >= 0 ) % 0.00% 77.50% ( >= 1 ) % 7.41% 79.17% ( >= 2 ) % 18.52% 81.67% ( >= 3 ) % 22.22% 82.50% ( >= 4 ) % 51.85% 89.17% ( >= 5 ) 98.92% 66.67% 91.67% ( >= 6 ) 92.47% 81.48% 90.00% ( >= 7 ) 80.65% 92.59% 83.33% ( >= 8 ) 60.22% % 69.17% ( >= 9 ) 41.94% % 55.00% ( >= 10 ) 20.43% % 38.33% ( >= 11 ) 8.60% % 29.17% ( >= 12 ) 4.30% % 25.83% ( > 12 ) 0.00% % 22.50% ROC -Asymptotic Normal-- Obs Area Std. Err. [95% Conf. Interval] ROCTAB in STATA


Scaricare ppt "TEST DIAGNOSTICO Contributo della medicina basata sulle prove di efficacia(EBM):"

Presentazioni simili


Annunci Google