La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IMPIANTI E STRUTTURE Corso di Laurea in PAAS Prof. Massimo Lazzari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IMPIANTI E STRUTTURE Corso di Laurea in PAAS Prof. Massimo Lazzari."— Transcript della presentazione:

1 1 IMPIANTI E STRUTTURE Corso di Laurea in PAAS Prof. Massimo Lazzari

2 2 LA MUNGITURA ROBOTIZZATA

3 3 I generazione 1984 II generazione 1992 III generazione

4 4 LE MOTIVAZIONI: ripetitività delle operazioni di mungitura; operazioni da eseguirsi in giorni e orari asociali; ambiente ergonomicamente non favorevole; scarsa reperibilità degli operatori aleatorietà degli addetti e livello professionale sempre più scadente

5 5 Automazione Integrale In un sistema robotizzato non è prevista la presenza delluomo al quale è demandato anche il controllo degli animali necessità di un sistema in grado di controllare automaticamente, e in continuo, gli animali Biosensing

6 6 Raccolta Dati (Produzione, Alimentazione, Attività, Conducibilità latte, Temperatura, …) Analisi e Pianificazione Elaborazione Dati Output Interventi Mirati: Inseminazioni Alimentazione Cure... Fiolosofia complessiva AMS

7 7 Self milking

8 8 DIFFUSIONE

9 9 Box Automatizzato SINGOLO: Lely+ Merlin, Alfa Laval, Gasoignes Melotte, Insentec PLURIMO: Leonardo, Gascoignes Melotte, Insentec REQUISITI: ADATTAMENTO DIMENSIONI VACCA VINCOLAMENTO ANIMALI CONFORT Difficoltà tecnologiche: medie, risolte sviluppi tecnologici: semplici miglioramenti

10 10

11 11 BRACCIO ROBOTIZZATO MANIPOLAZIONE CONTEMPORANEA DEI 4 PRENDICAPEZZOLI – (end effector) (Prolion - Lely) Difficoltà tecnologiche: minori sviluppi tecnologici: maggiore velocità di attacco, minori problemi di gestione dei tubi lunghi del latte

12 12 BRACCIO ROBOTIZZATO PRELIEVO DA UN MAGAZZINO UTENSILI ESTERNO E MANIPOLAZIONE SINGOLO PRENDICAPEZZOLO (LEONARDO, Alfa Laval, Insentec) Difficoltà tecnologiche: intrinsecamente elevate, ma risolte. sviluppi tecnologici: di pari passo con lautomazione industriale: probabili incrementi nella velocità di azionamento e nella comunicazione con il sistema di controllo centrale

13 13 Attacco in stretta successione Attacco individuale da un da un unico porta prendicapezzoli magazzino utensili esterno

14 Caratteristiche dei bracci robotizzati degli AMS in commercio 14 Caratteristica Prolion-AMS Gascoignes Zenith Lely-Astronaut Fulwood Merlin De Laval VMS Westfalia Leonardo Insentec Galaxy Coordinate RobotCilindricheSferiche CartesianeSferiche Tipologia RobotAd hoc Standard Sistema di Attacco end effector automatizzato Magazzino Prendicapezzoli N° Postazioni Multipostazione (1-4) Monopostazione Multipostazione (1-4) )

15 15 LOCALIZZAZIONE DEI CAPEZZOLI Avvicinamento Grossolano: MEMORIZAZZIONE COORDINATE SENSORI TATTILI Sistemi per la Localizzazione Fine: DIVERSE MODALITA OPERATIVE Localizzazione Fine A MATRICE OTTICA ULTRASUONI LASER Laser + telecamera Difficoltà tecnologiche del sottosistema: elevate, ma oggi superate sviluppi tecnologici: incrementali

16 16 LOCALIZAZZIONE FINE DEI CAPEZZOLI ultrasuoni Matrice ottica Laser + telecamera

17 17

18 Impiantistica 18

19 19 IL LAVAGGIO DEI CAPEZZOLI è operazione fondamentale, unitamente alla disinfezione delle guaine

20 IL LAVAGGIO DEI CAPEZZOLI 20 Post dipping sempre presente

21 21 LAVAGGIO IMPIANTO

22 22 Robot di mungitura e qualità del latte La maggior parte dei robot installati NON HA PORTATO ad un miglioramento significativo della qualità del latte E necessaria una maggiore conoscenza sulla gestione dei nuovi sistemi da parte di tecnici e allevatori

23 23 I ROBOT DI MUNGITURA IN COMMERCIO LE CARATTERISTICHE FONDAMENTALI

24 24 I ROBOT DI MUNGITURA IN COMMERCIO LE CARATTERISTICHE FONDAMENTALI

25 25 I ROBOT DI MUNGITURA IN COMMERCIO LE CARATTERISTICHE FONDAMENTALI

26 26 Tempo di funzionamento: h/gg Durata della singola mungitura: circa 7- 8 min (compresi i tempi morti in/out) N.° mungiture giornaliere: ( nei multipostazione) N° medio di mungiture / capo gg: 2,5 – 3 Latte munto: 1,8-2,5 t/giorno (1,5-2,2 nei multipostazione) N° di lavaggi / giorno: 3 – 4 LE PRESTAZIONI

27 27 LE PRESTAZIONI Numero di capi dominabili da un sistema monopostazione: Numero di capi dominabili da un sistema multipostazione a due postazioni: Tandem: Speculare: A 4 postazioni tandem Prezzo: kEuro (monopostazione) possibilità intrinseca di scendere intorno 80 KEuro

28 28 Per poter inserire in stalla un robot di mungitura sono necessari alcuni adattamenti che costituiscono il cosiddettoLAY-OUT della stalla automatizzata e che può essere più o meno rigido e vincolante per le bovine. Obbligatoria la stabulazione libera su cuccette Lay-Out di Stalla

29 29

30 30 Lay-Out di Stalla

31 31 costi

32 32

33 costi 33

34 Analisi multicriteriale convenienza economica solo per mandrie molto produttive e se comparato con le sale di mungitura con costo di investimento più elevato modo differente di lavorare richiesto allimprenditore o, comunque, al direttore dellallevamento; il minor impiego di manodopera di bassa qualificazione, con conseguente diminuzione dei problemi organizzativi e, non da ultimo, della conflittualità aziendale; il prestigio sociale; la voglia di innovazione 34

35 35 Sotto il profilo tecnico: è necessaria una ulteriore semplificazione delle soluzioni sia meccaniche, sia elettroniche al fine di raggiungere: una maggiore affidabilità del sistema; un minor costo, o prezzo delle macchine e costi di gestione; un più facile approccio da parte degli addetti agricoli Sotto il profilo sociale: occorre preparare una nuova generazione di imprenditori e/o tecnici in grado di gestire le nuove tecnologie dellautomazione. In tutti casi, lintroduzione di queste consentirà di ridurre il gap tecnico- culturale del mondo agricolo rispetto agli altri settori. Conclusioni


Scaricare ppt "1 IMPIANTI E STRUTTURE Corso di Laurea in PAAS Prof. Massimo Lazzari."

Presentazioni simili


Annunci Google