La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA SCIENZA NEL PROCESSO: Applicazioni della psicologia evoluzionistica in ambito forense Dott.ssa Lilybeth Fontanesi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA SCIENZA NEL PROCESSO: Applicazioni della psicologia evoluzionistica in ambito forense Dott.ssa Lilybeth Fontanesi."— Transcript della presentazione:

1 LA SCIENZA NEL PROCESSO: Applicazioni della psicologia evoluzionistica in ambito forense Dott.ssa Lilybeth Fontanesi

2 La scienza nel processo: 1.Verità processuale VS Verità storica: il ruolo del giudice 2.Il tasso di scientificità: Le sentenze chiave: –Sentenza Frye (1923): la scienza spendibile nel processo è la scienza maggioritaria, quella che ha più probabilità di essere vera. Come si dimostra? –Sentenza Daubert (1993): canoni di verifica epistemologica: falsificabilità, rilevanza, errore noto, teoria maggioritaria. Lo psicologo che si appresta a lavorare in ambito forense deve sempre controllare: la metodologia (idonea e accurata), le referenze, la credibilità, anticipare le obiezioni e portare una tesi difendibile e non smantellabile. Psicologia diversi ambiti di applicazione: forense, legale, criminale, giudiziario, rieducativo, legislativo..

3 La psicologia evoluzionistica in ambito forense: La ricerca sul campo e il metodo delle ipotesi multiple mutualmente esclusive, permettono di creare profili psicologici basati sui dati oggettivi provenienti dallanalisi dei casi Permette di fare previsioni e di comprendere i moventi biologici ( il valore adattivo del comportamento)che hanno spinto gli individui a comportamenti violenti o socialmente devianti Analizza le variabili, in modo da poter coadiuvare e indirizzare le indagini della Polizia Si presta a diventare una componente rilevante della psicologia investigativa forense, intensa come lapplicazione del metodo scientifico rivolto allo studio delle persone nelle situazioni sociale e dei fenomeni nel loro contesto naturale

4 Cosa bisogna fare? 1.Comprendere per chi si lavora e qual è il quesito che ci viene posto 2.Definizione degli obiettivi 3.Costruzione delle ipotesi 4.Definizione della metodologia 5.Raccolta dati 6.Analisi dei dati 7.Costruzione delle conclusioni

5 Analisi del metodo attraverso lo studio di un caso Il contesto: P. età 22 anni, primo figlio a 15 anni, secondo a 20 Africana In Italia con il compagno, italiano conosciuto in vacanza Prostituta occasionale, estetista Hanno una figlia di due anni, W. che viene affidata al padre: la madre è daccordo e può vederla quando desidera Piccole storie di ricatti fra ex coniugi per vedere la piccola La donna sembra aver minacciato di volersi suicidare insieme al figlio di primo letto per togliere il disturbo (perizia psichiatrica negativa) Il fatto: dopo una giornata trascorsa con la figlia, al termine di una lunga passeggiata in città, con la bimba in braccio, durante un blackout urbano,la posa, per usare il cellulare, e la perde di vista. La bambina viene ritrovata dopo un ora e cinquantacinque minuti, con 26° di temperatura corporea, sottacqua, nel fiume (20°), ancora viva. Muore 3 ore dopo al pronto soccorso. Laccusa: La donna viene accusata di filicidio, di aver gettato la figlia nella cascata alle e di avere simulato lincidente

6 Obiettivi: 1)Individuare un possibile movente, tramite la psicologia evoluzionistica, che possa aver indotto la madre ad uccidere la figlia 2)Considerare ed analizzare ulteriori elementi che possano confermare o confutare tale movente Costruzione delle ipotesi Ipotesi di moventi per madre infanticidia e filicida Disinvestimento riproduttivo Selezione sessuale Sindrome di Medea Psicopatologia Selezione del sesso Omicidio dOnore Oppure non e infanticidio ma.. Parenting negligente Metodologia Osservazione e indagine sul campo per la raccolta dati e analisi della documentazione processuale Confronto del profilo dellimputata con i profili emersi dallanalisi di 100 casi di infanticidio, costruiti a partire dai diversi moventi

7 Risultati Profili EtàNazionalitàStato CivileAltri FigliProbl.CompagnoEtà vittimaPatologiaSessoVittimaModusOperandi Ritrovamento corpo LuogodelittoSucidioConfessione P 22SSeparataSi 2NoFLancio nel fiume fiumeCentro città No Disinvestimen to riproduttivo Selezione Sessuale Patologia Selezione del sesso Omicidio donore Sindrome di Medea

8 Risultati ProfiliEtàNazionalitàStato CivileAltri FigliProbl.CompagnoEtà vittimaPatologiaSessoVittimaModusOperandi Ritrovamento corpo LuogodelittoSucidioConfessione P22SSeparataSi 2NoFLancio nel fiume fiumeCentro città No Disinvestim ento riproduttivo <25I/SNubileNo 0 MFSoff./abban dono Occultato,Casson etti,discariche,ar madi Lo stesso del parto No Selezione Sessuale Patologia Selezione del sesso Omicidio donore Sindrome di Medea

9 Risultati ProfiliEtàNazionalitàStato CivileAltri FigliProbl.CompagnoEtà vittimaPatologiaSessoVittimaModusOperandi Ritrovamento corpo LuogodelittoSucidioConfessione P22SSeparataSi 2NoFLancio nel fiume fiumeCentro città No Disinvestim ento riproduttivo <25I/SNubileNo 0 MFSoff./abban dono Occultato,Casson etti,discariche,ar madi Lo stesso del parto No Selezione Sessuale NRI/SDivorziataSiNoNRNoFPercosse/ neglig. prolungate NRcasa No Patologia Selezione del sesso Omicidio donore Sindrome di Medea

10 Risultati ProfiliEtàNazionalitàStato CivileAltri FigliProbl.CompagnoEtà vittimaPatologiaSessoVittimaModusOperandi Ritrovamento corpo LuogodelittoSucidioConfessione P22SSeparataSi 2NoFLancio nel fiume fiumeCentro città No Disinvestimen to riproduttivo <25I/SNubileNo 0 MFSoff./abbandon o Occultato,Cassonett i,discariche,armadi Lo stesso del parto No Selezione Sessuale NRI/SDivorziataSiNoNRNoFPercosse/ neglig. prolungate NRcasaNo Patologia25-50ISposataNRNoNRSiMFRaptus violentoLa madre fa ritrovare il corpo Casa/altroSi Selezione del sesso Omicidio donore Sindrome di Medea

11 Risultati ProfiliEtàNazionalitàStato CivileAltri FigliProbl.CompagnoEtà vittimaPatologiaSessoVittimaModusOperandi Ritrovamento corpo LuogodelittoSucidioConfessione P22SSeparataSi 2NoFLancio nel fiume fiumeCentro città No Disinvestimen to riproduttivo <25I/SNubileNo 0 MFSoff./abbandon o Occultato,Cassonett i,discariche,armadi Lo stesso del parto No Selezione Sessuale NRI/SDivorziataSiNoNRNoFPercosse/ neglig. prolungate NRcasaNo Patologia25-50ISposataNRNoNRSiMFRaptus violentoLa madre fa ritrovare il corpo Casa/altroSi Selezione del sesso NRSSposataSiNo0 FMancanza di cure, abbandono Occultato, cassonetti, discariche etc... Stesso del parto No Omicidio donore Sindrome di Medea

12 Risultati ProfiliEtàNazionalitàStato CivileAltri FigliProbl.CompagnoEtà vittimaPatologiaSessoVittimaModusOperandi Ritrovamento corpo LuogodelittoSucidioConfessione P22SSeparataSi 2NoFLancio nel fiume fiumeCentro città No Disinvestimen to riproduttivo <25I/SNubileNo 0 MFSoff./abbandon o Occultato,Cassonett i,discariche,armadi Lo stesso del parto No Selezione Sessuale NRI/SDivorziataSiNoNRNoFPercosse/ neglig. prolungate NRcasaNo Patologia25-50ISposataNRNoNRSiMFRaptus violentoLa madre fa ritrovare il corpo Casa/altroSi Selezione del sesso NRSSposataSiNo0 FMancanza di cure, abbandono Occultato, cassonetti, discariche etc... Stesso del parto No Omicidio donore <30I/SNubileNo 0 MFSoff./abbandon o Occultato,Cassonett i,discariche,armadi Lo stesso del parto No Sindrome di Medea

13 Risultati ProfiliEtàNazionalitàStato CivileAltri FigliProbl.CompagnoEtà vittimaPatologiaSessoVittimaModusOperandi Ritrovamento corpo LuogodelittoSucidioConfessione P22SSeparataSi 2NoFLancio nel fiume fiumeCentro città No Disinvestimen to riproduttivo <25I/SNubileNo 0 MFSoff./abbandon o Occultato,Cassonett i,discariche,armadi Lo stesso del parto No Selezione Sessuale NRI/SDivorziataSiNoNRNoFPercosse/ neglig. prolungate NRcasaNo Patologia25-50ISposataNRNoNRSiMFRaptus violentoLa madre fa ritrovare il corpo casaSi Selezione del sesso NRSSposataSiNo0 FMancanza di cure, abbandono Occultato, cassonetti, discariche etc... Stesso del parto No Omicidio donore <30I/SNubileNo 0 MFSoff./abbandon o Occultato,Cassonett i,discariche,armadi Lo stesso del parto No Sindrome di Medea >30I/SSeparataNoSiNRpossib ile MFEfferato, violento Luoghi familiari al compagno Spesso Casa Dimostrativo Si

14 La scienza nel processo: Discussione Nessuno dei moventi individuati collima completamente con il profilo di P., tranne alcuni aspetti in comune con il profilo di Sindrome di Medea Si possono quindi tenere in considerazione 2 ipotesi: Sindrome di Medea e Parenting Negligente Ma…. Secondo il SINIACA (Sistema Informativo Nazionale sugli Infortuni in Ambienti di Civile Abitazione) vi sono 5 casi di annegamento di bambini tra gli 1 e i 4 anni, dovuti a omesso controllo dei genitori (dove annegamento e soffocamento accidentale sono la prima causa di mortalità in quelletà) …mentre solo 0,1 casi allanno di bambini morti per mano di madri Medee

15 La psicologia investigativa.. E plausibile la nostra ipotesi? Come dimostrarlo? 1.Analisi delle cause possibili cause della morte, collimano col profilo? 2.Perch é viene accusata? E possibile smantellare l accusa? Un esempio delle conoscenze multidisciplinari che possono aiutare in questo campo … Psicologia investigativa Psicologia comportamentale e cognitiva Biologia e Medicina legale

16 Possibili cause del decesso: Ipotermia: Temperatura del corpo al momento del ritrovamento 26°, peso 12 kg, temperatura del Fiume 18° circa. Superficie corporea calcolata 0.55 m², indice di massa corporea pari a 16 rapporto tra superficie corporea e volume pari a 27,5 la bambina avrebbe potuto sopravvivere fino a 13 ore (Tarlochan e Ramesh, 05) Ma considerando: lo sforzo per cercare di restare a galla, la corrente del fiume, la mancanza di vestiti atti a proteggere il corpo, il fatto che la bambina fosse a stomaco vuoto, ma dal momento del presunto infanticidio al ritrovamento del corpo sono trascorsi solamente 1.40 minuti, tempo insufficiente per far scendere in una bimba viva la temperatura corporea a 26° Annegamento: lacqua dolce essendo ipotonica rispetto al sangue, viene rapidamente assorbita dal sistema dei capillari polmonari e in pochi istanti penetra nel torrente circolatorio in grande quantità, fino al raddoppio del volume totale del sangue, causando gravi complicazioni cardiache, che portano allarresto del cuore dopo pochi minuti dallimmersione. Non può aver resistito quindi per 1.40 ore. In ogni caso, dopo la morte per annegamento ed il conseguente arresto del metabolismo corporeo, il raffreddamento avviene molto velocemente. Sulla base del nomogramma di Henssge, la bambina avrebbe impiegato circa 90 minuti per raggiungere una temperatura di 26°. Ciò significa non escludere che la vittima sia morta pochi muniti prima del ritrovamento e le tre ore precedenti, ma se fosse stata gettata nel fiume allora definita dallaccusa, non si spiegherebbe la presenza di attività elettrica.

17 Gli errori delle illusioni cognitive Le illusioni cognitive sono un sistema di autoconvinzioni che si autoalimenta, sfociando in processi di inferenza della realtà del tutto erronei (Allport,1954). Questo accade anche nel processo, dove giudici e avvocati prendono decisioni secondo le massime di esperienza. Secondo laccusa P. mentirebbe sul percorso fatto con la figlia prima della disgrazia, e sui tempi quindi la sua versione dei fatti non è credibile. Perché mente? Africana Ragazza madre Prostituta occasionale Molto attaccata allauto Mercedes e ai soldi Desiderosa di sfondare nella televisione (ha posato in bikini) …In realtà laccusa non ha prove oggettive. Il nostro laboratorio ha testato la dichiarazione, rifacendo il medesimo percorso, con una bimba in braccio: i tempi sono esattamente quelli dichiarati dalla donna e leventualita che li abbia cronometrati prima includendo la deviazione per uccidere la piccola e comparire sotto le telecamere nascoste e troppo remota.

18 Conclusioni Data la mancanza di dati a supporto di un qualsiasi movente plausibile che implichi lintenzionalità e la premeditazione non è possibile formulare unaccusa certa di filicidio. Lanalisi degli elementi in nostro possesso, rendono 50 volte più probabile lipotesi di un incidente.


Scaricare ppt "LA SCIENZA NEL PROCESSO: Applicazioni della psicologia evoluzionistica in ambito forense Dott.ssa Lilybeth Fontanesi."

Presentazioni simili


Annunci Google