La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio di (macro)economia (applicata) Dr. Mario Mazzocchi Ricevimento: indicativamente venerdì 11-13, ma disponibile anche in.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio di (macro)economia (applicata) Dr. Mario Mazzocchi Ricevimento: indicativamente venerdì 11-13, ma disponibile anche in."— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio di (macro)economia (applicata) Dr. Mario Mazzocchi Ricevimento: indicativamente venerdì 11-13, ma disponibile anche in altri giorni e orari (meglio confermare per posta elettronica) www2.stat.unibo.it\mazzocchi\macroeconomia

2 Sito

3 Le domande della macroeconomia Perché i prezzi salgono? Perché in certi periodi cè abbondanza di lavoro e in altri scarseggia? Perché certi paesi crescono e altri sono indebitati?

4 I temi della macroeconomia Inflazione Disoccupazione Crescita Bilancia dei pagamenti Tassi di cambio Investimenti e tassi di interesse (mutui...) Ciclicità nelleconomia (recessione ed espansione…)

5 Obiettivi del corso Comprendere i meccanismi fondamentali della macroeconomia attraverso: –Teoria economica –Esercizi e applicazioni –Casi reali Idee per tesi Approfondimenti e letture

6 Caso studio Perchè la ripresa inflazionistica? Colpa del pane? Perchè il prezzo del pane cresce? –Prezzo del petrolio e bioenergie –Crescita economica di Cina e India –Cambiamento climatico Altre domande… –Cosa fa la banca centrale se linflazione aumenta? –Cosa succede alloccupazione? –Le bioenergie sono una maschera per continuare il sostegno ai prezzi agricoli? –Qual è limpatto sul commercio internazionale? Per i paesi in via di sviluppo?

7 Produzione e consumi di biocombustibili in Europa

8 Food vs. Biofuels

9 Offerta e domanda di grano

10 Prezzi

11 Trasmissione dei prezzi

12 Programma del corso lunedì 7 aprile 16-18Macroeconomia ed interventi di politica economica venerdì 11 aprile 9-11Strumenti quantitativi per la macroeconomia applicata lunedì 14 aprile 16-18Crescita, progresso tecnologico e ricerca venerdì 18 aprile 9-11Inflazione e disoccupazione lunedì 21 aprile 16-18Moneta, tassi di interesse e reddito lunedì 28 aprile 16-18BIlancia dei pagamenti e commercio internazionale venerdì 2 maggio 9-11Politiche fiscali e monetarie lunedì 5 maggio 16-18Consumi, risparmio e investimenti venerdì 9 maggio 9-11Aspettative

13 Letture (Solo per chi ha bisogno di ripassare…) Blanchard (2006). Scoprire la Macroeconomia 1: Quello che non si può non sapere. Il Mulino. ISBN: Dornbusch, Fischer, Startz (2002). Macroeconomia 8/ed. McGraw Hill. ISBN:

14 Approfondimenti

15 Letture

16 Letture Will International Rules on Subsidies Disrupt the World Trading System? Kyle Bagwell and Robert W. Staiger Abstract We provide a first formal analysis of the international rules that govern the use of subsidies to domestic production. Our analysis highlights the impact of the new subsidy disciplines that were added to GATT rules with the creation of the WTO. While GATT subsidy rules were typically viewed as weak and inadequate, our results suggest that the key changes introduced by the WTO subsidy rules may ultimately do more harm than good to the multilateral trading system by undermining the ability of tariff negotiations to serve as the mechanism for expanding market access to more efficient levels. (JEL: F02, F11, F13, F15, F53) AMERICAN ECONOMIC REVIEW, Vol. 96, No. 3, June 2006

17 Come partire nella ricerca bibliografica Scholar.google.com EconLit Journal of Economic Literature Wikipedia ha gli stessi errori dellenciclopedia britannica…

18 Letture su biofuels per cominciare

19 Le teorie economiche Devono spiegare fatti e fornire previsioni Consistono in un insieme di definizioni e assunzioni che generano deduzioni logiche sul comportamento degli agenti La sopravvivenza di una teoria dipende dalla sua validità empirica piuttosto che dal realismo delle assunzioni

20 Dalla micro alla macro economia La microeconomia e il comportamento degli agenti economici Oltre leconomia neoclassica: Keynes e le relazioni a livello aggregato Liberismo e intervento sui fallimenti aggregati

21 La politica economica Si definisce politica economica quella disciplina che ricerca le regole di condotta tendenti a influire sui fenomeni economici in vista di orientarli nel modo desiderato (Caffè, 1981)

22 Politiche micro e macro economiche Politiche macroeconomiche (aggregati) Consumi Investimenti Spesa pubblica Commercio internazionale Inflazione Occupazione Politica monetaria Offerta di moneta Tasso dinteresse Gestione del debito Politica fiscale Politica della crescita Politiche microeconomiche (mercati individuali) Controllo della struttura del mercato Profitti Tariffe Salari minimi Sussidi Prezzi Distribuzione dei redditi …

23 Tre modelli interpretativi in macroeconomia Lungo periodo (lunghissimo per alcuni…) –Studio delleconomia attraverso le decadi e della crescente capacità delleconomia di produrre beni e servizi, teoria della crescita, accumulazione del capitale e progresso tecnologico Medio periodo (lungo per alcuni) –Tecnologia e capitale relativamente fissi, a parte shock temporanei. Lofferta complessiva di beni e servizi è uguale al prodotto potenziale, mentre fluttuazioni nella domanda determinano prezzi e inflazione Breve periodo –Le fluttuazioni nella domanda determinano lo sfruttamento della capacità produttiva, i prezzi sono relativamente stabili e la produzione è variabile, per cui la domanda influenza produzione (reddito) e il livello di occupazione Gli economisti concordano sui tre modelli, ma non sulla loro dimensione temporale (soprattutto sulla distinzione tra breve e lungo periodo)

24 La crescita nel lungo periodo

25 La crescita nel medio periodo

26 La curva di offerta aggregata Lofferta aggregata è la quantità di prodotto che leconomia può produrre date le risorse e la tecnologia disponibile La curva di offerta aggregata è la quantità di prodotto che le imprese decidono di produrre per un dato livello dei prezzi P Y AS

27 La curva di domanda aggregata La domanda aggregata è la domanda totale di beni di consumo, per nuovi investimenti, per beni acquistati dal governo e per esportazioni al netto di importazioni La curva di domanda aggregata rappresenta, per ciascun livello di prezzo, il livello di produzione al quale il mercato dei beni e quello della moneta sono simultaneamente in equilibrio P Y AD

28 Quantità prodotte e prezzi P Y AS AD Y0Y0 P0P0

29 I periodi Breve: offerta e domanda flessibili Medio:offerta rigida, domanda flessibile Lungo: progresso tecnologico e teoria della crescita

30 P Y AS AD Y0Y0 P0P0 1. BREVE PERIODO (DORNBUSCH, FISHER) Curva AS piatta La produzione può variare, i prezzi no La domanda determina loutput Oscillazioni della curva di domanda provocano variazioni nelloutput

31 Breve periodo (Blanchard) P Y AS AD Y0Y0 P0P0

32 P Y AS AD Y0Y0 P0P0 2. MEDIO E LUNGO PERIODO (6 mesi o 10 anni?) La produzione è rigida Lintersezione domanda- offerta determina i prezzi Nel lungo la curva di offerta si sposta (generalmente di pochi punti percentuali allanno) Oscillazioni della curva di domanda provocano variazioni nei prezzi

33 Dal breve al lungo periodo P Y AS (breve) AD AS (medio) Lungo periodo

34 Lofferta Gli input (lavoro e capitale) sono trasformati in output (beni e servizi) Y=f(K,L) Loutput viene misurato come: –PIL (prodotto interno lordo, al lordo degli ammortamenti) –Ammortamenti: perdita di valore del capitale (es. computer) –Interno: prodotto allinterno del paese anche da capitali stranieri –Nazionale: prodotto da capitale di operatori del paese (anche allestero) –Netto: al netto degli ammortamenti

35 Alcune relazioni macroeconomiche fondamentali Queste identità (alla base dellapproccio keynesiano) rappresentano le relazioni tra le variabili macroeconomiche alle quali il sistema è in equilibrio Sono alla base dei sistemi di contabilità nazionale Possono essere generalizzate e rese più complesse aggiungendo assunzioni specifiche

36 Reddito e componenti della domanda (in equilibrio) Y = C + I + G + (X – M) = Z Y:PIL (reddito = produzione) Z:Domanda aggregata C:Consumi aggregati I:Investimenti aggregati (di aziende e famiglie) (si assume che il risparmio sia interamente investito) G:Spesa pubblica X:Esportazioni M:Importazioni

37 E la componente più importante del PIL (circa l80%) E una funzione del reddito disponibile (del PIL, aggiustato per tasse e trasferimenti) C=f(Y D ) C=c 0 +c 1 Y D Y D =Y-T T:Tasse al netto dei trasferimenti Il consumo

38 Altre variabili macroeconomiche I:InvestimentiI=f(i)I=b 0 -b 1 i i:tasso di interesse (prestiti) S:risparmio M:offerta di moneta u:tasso di disoccupazione :tasso di inflazione (variazione % prezzi al consumo)

39 LUnione Europea Tasso di crescita del PIL reale (fonti: Eurostat, China Statistical Office) Nel 2007 la crescita in Europa è superiore a quella USA La disoccupazione nellarea Euro è elevata (attorno al 7,4% nel 2007 contro il 4,6% USA) Linflazione è più bassa nellarea Euro (2.1%) che negli USA (3.4%) I tassi di interesse (che erano più alti negli USA) si stanno avvicinando LEuro si sta apprezzando Perché la disoccupazione? LEuro funziona o no?

40 Paesi in via di sviluppo (IMF World Economic Outlook) La crescita è più alta nei paesi in via di sviluppo rispetto alle economie avanzate Nel 2004: –Africa 5,3% (sub-sahariana 5,4%) –Asia 8,2% (Cina 9,5%) –America latina 5,6% Bisogna però guardare dentro la crescita –Il debito pubblico e gli interessi…

41 Valutazione del laboratorio

42 Elaborato 1000 parole (circa 2 pagine) – esclusi riferimenti bibliografici Consegna entro il 30 maggio Lo studente deve accertarsi personalmente che sia stato ricevuto (serve un messaggio di conferma da parte mia)

43 Struttura elaborato / progetto di ricerca macroeconomico Obiettivo della ricerca(3 punti) Motivazione della ricerca (4 punti) Fondazioni teoriche (macro)economiche (10 punti) Metodologia e fonti dati (4 punti) Risultati attesi (2 punti) Riferimenti bibliografici (7 punti)

44 Esempio elaborato Titolo: Crescita cinese e indiana e prezzi del pane Obiettivo\ipotesi: Valutare limpatto dellaumento nella domanda in Cina ed India sui prezzi dei cereali a livello internazionale Valutare la reattività dellofferta e landamento dei prezzi

45 Motivazione della ricerca Il prezzo dei cereali è aumentato drasticamente nel 2006 e nel 2007… La presenza di opportunità alternative per gli agricoltori con la produzione di cereali a fini energetici (riferimento…) ha portato ulteriore pressione sui mercati Limpatto finale dipende anche dalla trasmissione dei prezzi sui mercati internazionali e allinterno della catena… Questa ricerca potrebbe contribuire ad una quantificazione del fenomeno e ad una valutazione degli effetti individuali…

46 Fondazioni teoriche macroeconomiche Domanda e offerta aggregata [spiegare brevemente perchè…] Commercio internazionale e globalizzazione […] Efficienza nelluso delle risorse produttive […]

47 Metodologia e fonti dati Analisi dati OECD-Energy, FAO, Banca Mondiale su domanda, offerta, prezzi e produzione energetica Modello di equilibrio economico Modello Law of one price per la trasmissione dei prezzi…

48 Risultati attesi Una quantificazione dellaumento dei prezzi sui mercati internazionali Lentità della trasmissione di tale aumento sui prezzi nazionali allorigine e al consumo Una valutazione dellimpatto di: –Aumento domanda cereali –Aumento destinazione bioenergetica e riduzione offerta

49 Riferimenti bibliografici Indicare almeno 3-4 riferimenti commentati. Esempio: Rising Food Prices and What That Means-Becker, the Becker-Posner Blog, blog.com/archives/2007/10/http://www.becker-posner- blog.com/archives/2007/10/ Uninterpretazione dei trend nei prezzi alimentari del premio nobel Gary Becker, che ritiene che il trend si interromperà presto, quando lofferta sarà in grado di adattarsi alla crescente domanda, con lincertezza legata a global warming e biocombustibili.


Scaricare ppt "Laboratorio di (macro)economia (applicata) Dr. Mario Mazzocchi Ricevimento: indicativamente venerdì 11-13, ma disponibile anche in."

Presentazioni simili


Annunci Google