La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Accuratezza e Fairness Accuratezza: nomi, citazioni, numeri, contesto, tono delle dichiarazioni Fairness (correttezza): come un arbitro sportivo, il giornalista.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Accuratezza e Fairness Accuratezza: nomi, citazioni, numeri, contesto, tono delle dichiarazioni Fairness (correttezza): come un arbitro sportivo, il giornalista."— Transcript della presentazione:

1 Accuratezza e Fairness Accuratezza: nomi, citazioni, numeri, contesto, tono delle dichiarazioni Fairness (correttezza): come un arbitro sportivo, il giornalista deve avere credibilità ed essere leale (presentare i fatti da differenti punti di vista)

2 FRAMING Il frame (cornice) di una storia la contiene, la limita e determina il modo in cui il lettore la vede Prospettive di analisi: cambiano al cambiare delle fonti e del luogo di osservazione

3 OBIETTIVITA Rifugio dopo la prima guerra mondiale e il successo della propaganda e delle pubbliche relazioni (M. Schudson) Applicare al giornalismo i metodi della scienza

4 LEAD : primo paragrafo di un articolo Il lead dovrebbe essere una promessa di grandi notizie in arrivo, e la promessa dovrebbe essere mantenuta Stanley Walker

5 LEAD : primo paragrafo di un articolo 1. Who? 2. What? 3. When? 4. Where? 5. Why? 6. How? 7. So what? 8. Whats next?

6 LEAD : le informazioni da trovare Es. Un incendio doloso 1. Quando è cominciato 2. Quando si è saputo? 3. Chi ha diffuso la notizia? 4. Quanto tempo impiegato dai vigili per arrivare?

7 LEAD : le informazioni da trovare Es. Un incendio doloso 5. Tempo impiegato per spegnerlo 6. Incendi dolosi degli ultimi anni 7. Ci sono morti o feriti? 8. Quali danni? 9. Chi sono i proprietari delle case incendiate?

8 LEAD : le informazioni da trovare Es. Un incendio doloso 10. Le case erano assicurate? 11. Quali sono le pene o le sanzioni per i colpevoli? 12. Niente di strano o inusuale?

9 Scrivere il LEAD 1. Controllare sempre nomi e dati 2. Meno di 25 parole, a meno che non usiate due frasi 3. Attribuite con precisione le parole citate 4. Inserire le 5 W 5. Dire al lettore cosa la notizia significa per lui

10 Tipi di LEAD 1. Con identificazione immediata: CHI è la notizia 2. Con identificazione ritardata: non è importante il nome del soggetto coinvolto

11 Tipi di LEAD 3. Summary lead: si riassume il fatto perchè ha tanti elementi importanti 4. Con elementi multipli: strutture e frasi parallele per più azioni o fatti (talvolta due frasi)

12 Esercitazione: il LEAD Dai seguenti elementi scrivere i primi due paragrafi di un articolo. 1. Chi: bambina di 5 anni scomparsa da 2 anni 2. Che cosa: ritrovata 3. Dove: piazza Navona 4. Quando: sabato sera 5. Come: un telespettatore di Chi lha visto? ha riconosciuto la piccola

13 Esercitazione: il LEAD Da 6 lead di giornali diversi verificare se le 5 W ci sono e il tipo di lead

14 Scrivere per essere letti ELEMENTI DI UNA BUONA SCRITTURA 1. Precisione 2. Evitare linguaggio distorto o scorretto 3. Scegliere la parola giusta (sapere cosa si vuole dire con precisione,non essere impliciti, usare il condizionale se si tratta di proposte, struttura lineare della frase)

15 Scrivere per essere letti ELEMENTI DI UNA BUONA SCRITTURA 4. Chiarezza: semplicità. Coerenza, grammatica corretta, frasi brevi, una frase-unidea, evitare più di 3 numeri, evitare più di 3 preposizioni, evitare gerghi o clichés

16 Le tecniche della narrazione Esposizione : messa in ordine dei fatti (piramide invertita), fonti, lautore si trova nettamente tra il lettore e linformazione Narrazione : racconto dei fatti come una storia, personaggi, lautore si apparta e il lettore gruarda lazione

17 La titolazione Le due funzioni del titolo sono: ridurre i tempi di lettura interpretare o commentare il fatto.

18 La titolazione Un titolo ha dei requisiti fondamentali da rispettare, in primo luogo quello di veicolare la massima quantità di informazione nel minor spazio possibile. (Ondelli, 1996)

19 Gli elementi della titolazione: I tre elementi della titolazione sono: locchiello (che ha la funzione di presentare la notizia); il titolo (che espone la notizia); il commento o catenaccio (che chiarisce la notizia).

20 La titolazione Lo SCHEMA CLASSICO prevede: Occhiello o sopratitolo Titolo vero e proprio Sottotitolo (riassume contenuti principali) Catenaccio (aggiunge ulteriori informazioni) Sommario (sintetizza contenuti del testo) Spesso lo SCHEMA si semplifica in: Occhiello Titolo vero e proprio Sommario (sintetizza contenuti del testo)

21 Il linguaggio dei titoli: Si possono classificare in: Indicativi (indicano il contenuto dellarticolo – Es. Le tappe della vicenda) Esplicativi realistici (spiegano un evento – Es. Titoli Telecom in ribasso) Esplicativi fantastici (ricorrono a registri espressivi di fantasia)

22 I titoli indicativi Sono quasi scomparsi dai quotidiani italiani Il testo del comunicato Gli articoli della legge

23 I titoli enunciativi o esplicativi realistici Sono legati agli elementi dellevento, sono aderenti alla cronaca Panico a Parigi. Due rapinatori sparano in centro, nove feriti Tra i titoli in rialzo Alitalia e Benetton Comizio di Bossi. La secessione un nostro diritto

24 I titoli paradigmatici o esplicativi di fantasia Colgono in una parola o in uno slogan il significato generale delle informazioni in questione I magnifici 7 Brasile a sbarre

25 La titolazione Il Corriera della Sera* *Tutti i titoli sono tratti dalle edizioni di venerdì 19 maggio 2006

26 La titolazione La Repubblica

27 La titolazione Il Messaggero

28 La titolazione Il Giornale

29 La titolazione LUnità

30 Il Giornale

31 Le tecniche della narrazione 1. Creare scene vive 2. Lasciare parlare gli attori tra loro con dialoghi 3. Far presagire eventi importanti 4. Raccontare aneddoti


Scaricare ppt "Accuratezza e Fairness Accuratezza: nomi, citazioni, numeri, contesto, tono delle dichiarazioni Fairness (correttezza): come un arbitro sportivo, il giornalista."

Presentazioni simili


Annunci Google