La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Comunicazione dimpresa Prof. Gian Paolo Bonani

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Comunicazione dimpresa Prof. Gian Paolo Bonani"— Transcript della presentazione:

1 Corso di Comunicazione dimpresa Prof. Gian Paolo Bonani

2 Sessione 3 Analizzare e valutare il sapere dimpresa

3 The corporate mind formed in the 20° century is inappropriate for dealing with the Internet in the 21th It wasnt about learning and technology at all. It was about communication and game playing. It was about being able to cope with the uncertainties and the complexities better than others. We need a radically different way of thinking from the spreadsheet acquired in the world of bricks and mortar. Peter Small – The Entrepreneurial Web

4 Il sapere aziendale nello spazio codificato Metodi/Norme/ Prodotti e Prodotti regole di mercato Ingegnerizzati Sperimentazione Idee Prototipi Esperienze Codificato Non codificato Non diffuso Diffuso

5 Flusso ciclico del nuovo sapere nello spazio dimpresa Sapere codificato Sapere non codificato Conoscenze non diffuse Conoscenze diffuse Problem Solving R&D Diffusione Bloomberg Assorbimento Google/Wiki Scanning Intelligen ce

6 Gestire le conoscenze

7 Attività di creazione e diffusione del sapere Competenze Core Implementazione e Integrazione Ricerca e Sperimentazione Importazione di sapere Problem Solving Presente Futuro Esterno Interno

8 Innovazione 10% Creatività 90% Traspirazione

9 Processi di innovazione tecnologica A - Innovazione evolutiva Innovazione tecnologica continua Livello tecnologico Tempo Domina la spontaneità

10 Processi di stimolo dellinnovazione allinterno di unazienda Ê Riconoscimento di una opportunità tecnica (Se predomina: il processo innovativo è spinto dalla tecnologia) Ë Riconoscimento di una domanda potenziale di mercato (Se predomina: il processo innovativo è tirato dal mercato) Informazioni tecniche ottenute mediante ricerca, sperimentazione, calcoli Î Informazioni di mercato ottenute mediante ricerche di mercato Ï Informazioni tecniche a disposizione Ð Soluzioni del problema attraverso invenzioni e test di mercato Ñ Soluzioni attraverso ladozione o adattamento di tecnologia esistente Ò Lavoro per eliminare errori di progettazione e di realizzazione e progettazione alle dimensioni volute Ó Trasferimento alla fabbricazione Ê Riconoscimento di una opportunità tecnica (Se predomina: il processo innovativo è spinto dalla tecnologia) Ë Riconoscimento di una domanda potenziale di mercato (Se predomina: il processo innovativo è tirato dal mercato) Informazioni tecniche ottenute mediante ricerca, sperimentazione, calcoli Î Informazioni di mercato ottenute mediante ricerche di mercato Ï Informazioni tecniche a disposizione Ð Soluzioni del problema attraverso invenzioni e test di mercato Ñ Soluzioni attraverso ladozione o adattamento di tecnologia esistente Ò Lavoro per eliminare errori di progettazione e di realizzazione e progettazione alle dimensioni volute Ó Trasferimento alla fabbricazione

11 Supporti alla conoscenza

12 La rete professionale

13 Da dove nasce la comunicazione nuova Caso Siemens Core Iniziative software - SW workshops - Processi di generazione - Metrics - Architetture SW - Benchmarking Progetti di innovazione strategica - Valutazione delle Best Practices - Punto di partenza per linnovazione strategi- ca - Progetti pilota - Modelli di processo Mobilitazione e Comunicazione - Comunicazioni - Best practices - Information Center - Workshop Idee/Iniziative/Prezzi - Idee competitive - Scambi di idee - Prezzi innovativi - Competizione innovativa Fornire gli stili innovativi - Determinare i bisogni formativi, benchmar- king - Sperimentare la ricer- ca di mercato - Strategie di formazione - Pilotaggio - Verifiche, aggiusta- menti Progetti speciali spazio creativo - Valutazione delle best practices - Identificazione opportunità - Progetti pilota - Modelli di processo Brevetti - Review dei brevetti nei processi di R&D - Campagne informative - Incentivi alla creatività - Invenzioni di ricerca non industriale - Infoservice Cooperazione con ricerca non industriale - Lista centri di competenza - Workshops - Transfer tools

14 Modello di Knowledge-Based Company Capitale Intellettuale Risorse Umane Strutture fisiche Attrezzature Finanza Capitale Strutturale Asset di innovazione Proprietà Intellettuale Asset organizzativi

15 Rapporto tipico fra valore del capitale intellettuale e valore di bilancio di una knowledge-based company Asset intangibile Valore netto di bilancio Anni Valore azionario

16 Da qui quarta lezione Vedi quarta

17 VALUE RATING (stima) VS SPREAD (scarto)

18 Lista dei principali asset invisibili aziendali

19 Il bilancio dellimpresa knowledge based Attivi tangibili Passivi tangibili Cash Fattore umano Spazi/ Attrezzature Organizzazione di mercato Processi di lavoro e manageriali Competenze professionali Short-term Debito a breve Dividendi visibili Debiti a lungo Dividendi invisibili Obbligazioni Visibile Invisibile

20 Valori di mercato e Asset intangibili Sanità Tv, Telecomunicaz., Editoria Servizi Pubblici Informatica Assicurazioni Credito Asset intangibile Net Book Value Valore di mercato %

21 La piattaforma del valore aggiunto Capitale finanziario aggiuntivo (Valore) Capitale Cliente Capitale Organizzativo Capitale Umano

22 Le relazioni fra le componenti del capitale intellettuale

23 Le misure quantitative per codificare il sapere/1

24 Le misure quantitative per codificare il sapere/2

25 Laudit del capitale intellettuale Identificare obiettivi, costruzioni e cambiamenti in corso Determinare il set ottimale Assegnare i valori Selezionare il metodo di audit Procedure di audit Documentare asset e indici Obiettivi Set ottimale Valore Metodi Indici di valore Asset-oggetti Knowledge base del CI

26 Categorie di misura proposte da alcuni organismi e autori

27 Skandia Navigator Focus Finanziario Focus Cliente Focus Processo Focus Innovazione e Sviluppo IERI OGGI DOMANI AMBIENTE DI OPERAZIONE Capi tale Umano

28 LAlbero Skandia del Capitale Intellettuale

29 Indici del CI elaborati da Yankee Finance

30 Indicatori valorizzabili di relazione con il cliente

31 La struttura concettuale del CI


Scaricare ppt "Corso di Comunicazione dimpresa Prof. Gian Paolo Bonani"

Presentazioni simili


Annunci Google