La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Gaia Peruzzi Scienze della Comunicazione Uffici relazione con il pubblico e uffici stampa Pagina 1(Cattive)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Gaia Peruzzi Scienze della Comunicazione Uffici relazione con il pubblico e uffici stampa Pagina 1(Cattive)"— Transcript della presentazione:

1 Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Gaia Peruzzi Scienze della Comunicazione Uffici relazione con il pubblico e uffici stampa Pagina 1(Cattive) premesse

2 (Cattive) premesse La comunicazione sociale esiste davvero? Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 2

3 La comunicazione sociale: la cenerentola delle comunicazioni Nella.a su 38 cv dellarea LM 59 ̶ Comunicazione pubblica, dimpresa e pubblicità quelli che citano la comunicazione sociale nella denominazione del cdl o del cv sono 4 (11%) tra i principali obiettivi del percorso formativo sono il 3% tra gli sbocchi professionali il 4% da Rapporto 2011 di Scienze.com - Osservatorio della Conferenza nazionale delle Facoltà e dei Corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione Pagina 3 Ma la comunicazione sociale esiste davvero?

4 non esiste un vero e proprio manuale di comunicazione sociale, in Italia non esistono teorie consolidate cè poca ricerca empirica, soprattutto pochi studi di casi, e poche ricerche in chiave comparativa il fuoco del dibattito è ancora concentrato intorno alle definizioni di comunicazione sociale Pagina 4 Ma la comunicazione sociale esiste davvero?

5 Possiamo parlare davvero di una disciplina accademica, e/o di un campo di ricerca e di studio autonomo? Oppure la comunicazione sociale è una declinazione della: Pagina 5 Ma la comunicazione sociale esiste davvero? comunicazione pubblica comunicazione politica pubblicità ?

6 Eppur, qualcosa si muove Tra le associazioni… Dopo la scoperta, fra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso, del volontariato e del non profit, si pose subito alle organizzazioni il problema della comunicazione Si è assistito così al fiorire di una serie di iniziative di comunicazione, alcune delle quali ad oggi ancora vive e significative, che nellimmaginario comune di esperti e di studiosi segnano la nascita della comunicazione sociale in Italia. Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 6

7 … in letteratura… indubbia convergenza su alcuni termini riconducibili alla sfera della socialità relazione solidarietà relazionalità diffusa partecipazione legame sociale capitale sociale inclusione consonanza nellindividuazione di alcuni nodi presupposti essenziali Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 7 I fini etici di questa comunicazione La centralità del tema del disagio Il protagonismo del terzo settore

8 Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 8

9 La ricerca di una risposta lungo due strade: 1) riflessione teorica - prospettive e definizioni - e 2) ricerca empirica - viaggio al cuore dellinformazione sociale - Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 9

10 1) La riflessione sui concetti e sulle teorie Quali sono le definizioni ricorrenti di comunicazione sociale nella letteratura italiana? Quali sono i criteri cui fanno riferimento le definizioni più diffuse? Quale nuova definizione di comunicazione sociale propone lautrice di Diritti, media, solidarietà? Su quali elementi poggia questa definizione? In quali aspetti si discosta da quelle precedenti? Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 10

11 2) La ricerca sul giornalismo sociale Il giornalismo perché: è il cuore della comunicazione è soprattutto al giornalismo che si rivolgono le critiche di cattiva comunicazione oggi in Italia si occupa della dellorganizzazione della collettività è un campo ricco di esperienze anche sul versante sociale Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 11

12 Obiettivi della ricerca empirica Che cosa contraddistingue i media della comunicazione sociale dagli altri media? Sono dei media contro? Alternativi? Di nicchia? A chi si rivolgono? A chi vorrebbero rivolgersi? I media sociali sono settoriali perché parlano temi e linguaggi molto specifici, o perché i vincoli economici ne limitano la distribuzione? Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 12

13 Che cosa accomuna le esperienze più significative di giornalismo sociale realizzate sino ad oggi in Italia? Quali sono le condizioni che favoriscono o ostacolano la crescita di queste esperienze? Qual è il loro rapporto con il mondo del non profit e del volontariato? Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 13

14 Come funzionano i media del sociale? Esistono delle specificità che caratterizzano il lavoro delle redazioni dei media della comunicazione sociale? Quando e perché le news realizzate si definiscono sociali? A quali fonti si affidano? Quale sguardo propongono questi media sulla nostra società? Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 14

15 Il campione Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 15 5 esperienze di comunicazione sociale di successo 5 prodotti professionali, di qualità, almeno nei contenuti e nella veste grafica 5 prodotti emblematici di strategie giornalistiche diverse

16 Il metodo La storia dellimpresa giornalistica Il profilo del medium Le pratiche di newsmaking della redazione (Cattive) premesse Pagina 16 interviste a testimoni privilegiati fondatori e redattori analisi dei prodotti mediali scelte ed evoluzione di formato e contenuti studio delle redazioni abitudini e regole

17 Il metodo La storia dellimpresa giornalistica Il profilo del medium Le pratiche di newsmaking della redazione Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 17 interviste a testimoni privilegiati fondatori e redattori analisi dei prodotti mediali scelte ed evoluzione di formato e contenuti studio delle redazioni abitudini e regole

18 Esercizio di vedere esemplare ciascuna esperienza è osservata come un caso emblematico, la storia possibile di unesperienza di successo della comunicazione sociale, da cui trarre indicazioni suggerimenti di buon giornalismo. Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 18

19 Vita Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 19 LEspresso del sociale Il settimanale del sociale più famoso dItalia, realizzato con la partecipazione diretta delle organizzazioni non profit in redazione Lunico magazine del sociale quotato in Borsa: la dimostrazione che linformazione sociale può essere di qualità, interessante e, addirittura, fare economia Nasce nel 1994 Editore: Vita Società Editoriale S.p.A. Direttore: Giuseppe Frangi

20 Nasce nel 2001 Editore: Comunità di Capodarco Direttore: Stefano Trasatti La prima agenzia giornalistica quotidiana sul disagio e sullimpegno sociale in Italia e nel mondo: il sogno dellinformazione sociale quotidiana Un archivio collettore per tutto ciò che viene prodotto, detto, scritto e realizzato nellambito del non profit (volontariato, Terzo Settore, associazionismo) LAnsa del sociale Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 20 Redattore sociale

21 Un mensile tematico esclusivamente dedicato al lavoro e alle storie delle piccole e medie associazioni non profit Una piazza sul web, frequentata da un gruppo di lettori piccolo ma consolidato, fatto di volontari, ricercatori, esperti e persone interessati al volontariato, alle nuove frontiere del sociale e alle diverse forme di cittadinanza attiva (Plurali nasce nel 2001) Pluraliweb nasce nel 2010 Editore: Cesvot Direttore: Cristiana Guccinelli Il palcoscenico online per le associazioni Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 21 Pluraliweb

22 Nasce nel 2008 Editore: Csv Napoli Distributore: gruppo RCS – Corriere della Sera Direttore: Luca Mattiucci Sulle spalle del gigante (il Corriere del Mezzogiorno): linformazione sociale che si fa alleata, appendice, prodotto di un grande quotidiano Il sogno del giornalismo sociale di massa La prima rivista del sociale del Sud Italia Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Pagina 22 Comunicare il Sociale

23 Nasce nel 2009 Editore: associazione Shoot4Change Direttore: Antonio Amendola Un network di volontari, appassionati dellobiettivo, tecnicamente molto preparati, che mettono a disposizione tempo e capacità per realizzare reportage su temi sociali, cui difficilmente il mercato dellinformazione generalista presenterebbe attenzione. La sfida della fotografia sociale: rappresentare il dolore e il disagio in maniera al contempo esteticamente adeguata, eticamente corretta, socialmente utile Lobiettivo del sociale attraente Pagina 23 Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Shoot4Change


Scaricare ppt "Ma la comunicazione sociale esiste davvero? Gaia Peruzzi Scienze della Comunicazione Uffici relazione con il pubblico e uffici stampa Pagina 1(Cattive)"

Presentazioni simili


Annunci Google