La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Per comunicazione multicanale si intende una coerente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Per comunicazione multicanale si intende una coerente."— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Per comunicazione multicanale si intende una coerente articolazione della scelta tra possibili modalità di comunicazione e interazione rese disponibili attraverso diversi canali, mediante una pluralità di sportelli fisici e telematici; a tal fine risulta determinante ladozione di tecnologie ICT che garantisca un idoneo supporto strumentale per articolare e presentare, su diversi canali telematici, una estesa offerta di servizi e consentire a chiunque la scelta del canale preferito (sportello fisico, telefonico e virtuale) attraverso un sistema di integrazione che consenta di erogare le prestazioni di servizio richieste su ciascuno dei canali disponibili al livello di interazione previsto. La comunicazione multicanale

2 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il termine multimedialità o multimediale deriva al latino medium (= "mezzo", qui inteso come mezzo di comunicazione) e si può grossolanamente tradurre in "con molti mezzi". Si è diffuso tra la fine degli anni 1980 e l'inizio degli anni Si parla di contenuti multimediali, quando per comunicare un'informazione ci si avvale di mezzi di comunicazione diversi: immagini in movimento (video), immagini statiche (fotografie), musica e testo. Il World Wide Web, è costituito da una rete di documenti multimediali. In effetti, nella sua versione originale, la multimedialità si limitava all'integrazione di testo formattato e immagini in una pagina Web. Per quanto riguardava altri formati, la loro riproduzione era assai più complicata (si trattava di specificare delle applicazioni esterne che venivano avviate dal browser) e non era affatto integrata con il resto della pagina. Per ovviare a questi limiti, nel corso degli ultimi anni sono state sviluppate alcune tecnologie che hanno notevolmente allargato le frontiere multimediali del Web. La comunicazione multimediale

3 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale In una pubblica amministrazione può intendersi come un sistema integrato di accesso ai servizi quello composto da canali fisici e virtuali,quali ad es. gli sportelli fisici, il call-center di primo livello e di secondo livello, gli URP, il sito web, la TV digitale, gli SMS. I possibili canali daccesso devono garantire disponibilità dei servizi in ogni momento ed ovunque. Le parole chiave su cui occorre focalizzare lattenzione sono: Everything: disponibilità dei servizi Everytime: in ogni momento Everywhere: laccessibilità ed utilizzabilità Everyway: attraversi tutti i possibili canali daccesso Un sistema multicanale

4 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Una rete telematica è un insieme di computer collegati tra loro attraverso una serie di dispositivi ( ad es. router) interconnessi mediante cavi, apparecchiature infrarosse o radio, connessioni telefoniche in modo che possano comunicare e scambiare dati tra loro. Le reti locali (o LAN) sono reti con un'estensione geografica che non supera il Km. Le reti geografiche o WAN sono reti senza limiti di estensione. Le reti telematiche

5 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Nasce dallinterconnessione di sistemi di comunicazione in tutto il mondo, che si basano su un unico standard di trasmissione dei dati (IP). Internet nasce dall'unione di migliaia di reti, con differenti protocolli tecnici. Il protocollo IP consente agli utenti di ciascuna rete di comunicare o di utilizzare i servizi disponibili nelle reti componenti Internet

6 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Una intranet è una rete privata, interna a un'azienda: si basa sugli stessi protocolli utilizzati in Internet, ma mette a disposizione una serie di servizi accessibili solo dai dipendenti e dal personale interno all'azienda. Una extranet è una rete privata (intranet) in cui vengono utilizzati il protocollo alla base di Internet e il sistema di telecomunicazione pubblico, per assicurare la visibilità di alcune parti di essa anche a utenti esterni autorizzati. Questa apertura verso l'esterno richiede una maggiore attenzione per quel riguarda la sicurezza, aumentando i controlli attraverso l'utilizzo di appositi strumenti hardware e software. Intranet ed extranet

7 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale

8 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale La crescita nel 2009 rispetto al 2000 è del 320 % su scala mondiale, 130 % nel Nord America, 170 % in Oceania, 290 % in Europa, 360 % in Asia, 1100 % nellAmerica Latina, 1400 % in Africa e 1500 % in Medio Oriente. I dati che seguono sono presi dal sito a cui si rinvia per ulteriori approfondimenti.www.gandalf.it Alcuni dati

9 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Host internet Numeri in milioni

10 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Siti web nel mondo Numeri in milioni

11 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale La globalità è molto relativa. Una grande parte del mondo è ancora isolata dallinternet. Il Nord America e lEuropa, con il 19 % della popolazione, hanno il 75 % dellattività in rete. Il continente (al di fuori del Nord America) con la densità più alta rispetto alla popolazione è lOceania, che ha 320 host internet per 1000 abitanti. La media in Europa è 215. NellAmerica latina è 76 (per la prima volta nel 2006 aveva superato la media mondiale). In Asia è 22 e in Africa è poco più di 3EuropaAmerica latinaAsia Africa

12 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Grandi aree geografiche: 2009 in confronto al 2000 Persone che si collegano allinternet (percentuali sulla popolazione)

13 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Utenti internet in Italia Numeri in migliaia

14 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Famiglie con almeno un componente tra i 16 e i 64 anni che possiedono un accesso ad Internet da casa. Anno 2007 (per 100 famiglie con almeno un componente tra i 15 e i 64 anni)

15 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale

16 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale

17 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Indagine Istat 2007 Famiglie per beni tecnologici posseduti. Anni 2006 e 2007 (per 100 famiglie)

18 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il World Wide Web (letteralmente "ragnatela mondiale") è il nome (abbreviato in WWW) con il quale viene designato comunemente l'insieme di tutte le informazioni a cui è possibile accedere collegandosi ad Internet. Permette quindi agli utenti di collegarsi a server, che mettono a disposizione documentiin forma di pagine elettroniche. Questi insiemi sono generalmente conosciuti come siti Web.server Lipertesto permette una facile navigazione tra le risorse : le informazioni sono raggiungibili attraverso collegamenti chiamati link che rendono le informazioni ricercate indipendentemente da dove esse sono collocate. Gli strumenti e i servizi internet : il www

19 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale WARNING! È fondamentale comprendere la differenza esistente tra Internet e il World Wide Web. Internet è una immensa rete di calcolatori, ossia un insieme di cavi e dispositivi che collegano tra loro (consentendone la comunicazione) un numero elevatissimo di computer di vario tipo. Il World Wide Web, invece, è un insieme di oggetti virtuali, ovvero non esistenti fisicamente. Quando si consulta il WWW ci si appoggia ad Internet per farlo: Internet è lo strumento per poter usufruire del servizio WWW. Internet permette però di accedere a molti altri servizi al di là del WWW, fra cui quelli elencati di seguito, spesso tuttavia ci si riferisce al Web con il nome (errato) di "Internet".

20 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale E concettualmente identica alla posta classica: La posta elettronica consente di inviare messaggi in qualunque parte del mondo molto rapidamente e a molte persone contemporaneamente. Si possono inviare documenti di vario genere ad un costo irrisorio. La posta elettronica può essere letta anche attraverso il Web, oppure usando un programma apposito (fra i più noti ci sono Microsoft Outlook, XimianEvolution e Kmail). I messaggi possono includere testo, immagini, audio, video o qualsiasi tipo di file. Gli strumenti e i servizi internet : l

21 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale La posta elettronica certificata La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica nel quale è fornita al mittente documentazione elettronica, con valenza legale, attestante l'invio e la consegna di documenti informatici. "Certificare" l'invio e la ricezione - i due momenti fondamentali nella trasmissione dei documenti informatici - significa fornire al mittente, dal proprio gestore di posta, una ricevuta che costituisce prova legale dellavvenuta spedizione del messaggio e delleventuale allegata documentazione. Allo stesso modo, quando il messaggio perviene al destinatario, il gestore invia al mittente la ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna con precisa indicazione temporale. Nel caso in cui il mittente smarrisca le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte venga conservata per un periodo di tempo definito a cura dei gestori, con lo stesso valore giuridico delle ricevute

22 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Ricevuta Avvenuta Consegna Ricevuta di presa in carico

23 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale I motori di ricerca sono programmi eseguiti su alcuni computer della rete, dei server WWW veri e propri, che raccolgono e catalogano le informazioni presenti sui siti dell'intera Rete, per offrire la possibilità di effettuare ricerche all'interno di questa con maggiore facilità. Visto il gran numero di siti ed il loro costante aumento, sono diventati uno strumento indispensabile per poter raccogliere le informazioni desiderate e saperli usare bene consente di trarre da Internet un enorme vantaggio. Alcuni esempi di motori di ricerca sono: Gli strumenti e i servizi internet : i motori di ricerca

24 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il trasferimento di file è un servizio grazie al quale è possibile trasferire i file di ogni natura da un computer ad un altro. Prende il nome del protocollo che ne gestisce la comunicazione: FTP, acronimo di "File Transfer Protocol", ovvero protocollo per il trasferimento dei file. I programmi peer-to-peer permettono di ricercare e scaricare file di ogni genere tra quelli messi a disposizione da un ristretto numero di utenti registrati e collegati. Un esempio famoso è Napster, ma ne esistono molti altri come WinMX o Lopster. Gli strumenti e i servizi internet : lFTP

25 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Con questo termine si indica la distribuzione di un flusso in audio/video dal vivo sulla rete. Per visualizzare informazioni di tipo diverso: immagini, suoni, animazioni, grafica vettoriale, filmati contenuti nelle pagine Web il programma di navigazione è obbligato ad attendere che la ricezione del file che le contiene sia terminata. File che tendono ad essere molto esosi in fatto di spazio. Di conseguenza, l'utente che non ha la fortuna di possedere un collegamento Internet ad alta velocità sarebbe costretto ad attendere diverse decine di minuti per vedere pochi secondi di immagini in movimento. Le attività di streaming possono andare dalla produzione ed erogazione di un evento dal vivo, curando riprese, codifica, fino alla pubblicazione di pagine web. Gli strumenti e i servizi internet :lo Streaming

26 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Per ovviare alle limitazioni precedentemente illustrate, è stata sviluppata una classe di tecnologie che viene collettivamente indicata con il termine di data streaming, flusso di dati; in particolare streaming audio e video. Si tratta di un sistema che permette di inviare filmati o suoni digitali sotto forma di un flusso continuo di dati, che un programma client è in grado di interpretare in tempo reale, man mano che i dati stessi vengono ricevuti. In questo modo la riproduzione può iniziare immediatamente, mentre la ricezione della parte restante dell'informazione avviene simultaneamente, in background. Gli strumenti e i servizi internet:il data Streaming

27 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il modello di distribuzione su Internet per contenuti multimediali e Web attualmente più diffuso prevede che essi siano archiviati ed erogati a partire da uno o più server centrali, con i relativi problemi sia di fault-tolerance, e scalabilità per quanto riguarda i server stessi e la loro connettività, sia di performance percepita dagli utenti geograficamente distribuiti su diversi Internet Service Provider. Attraverso l'utilizzo di questi servizi è possibile distribuire contenuti Web, file binari, filmati audio e video in modalità streaming sia live che on demand. Infatti essi permettono di erogare contenuti anche in presenza di picchi improvvisi ed elevati di richieste, indotti sia dal legittimo uso da parte dell'utenza, sia in caso di attacchi informatici. Nel 2001 sono stati prodotti elevati volumi di traffico a Yahoo! ed eBay allo scopo di impedire il normale svolgimento del servizio. Entrambi i fenomeni possono essere contrastati efficacemente solo con una ripartizione delle richieste degli utenti sui diversi server distribuiti per area geografica. Gli strumenti e i servizi internet :il content delivery

28 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale E lo standard per la codifica e decodifica MPEG Layer III, per la musica digitale Questo nuovo formato ha raccolto subito ampi consensi grazie alla qualità audio garantita, simile a quella di un CD tradizionale, e alle dimensioni relativamente compatte dei file: un brano musicale in formato MP3 occupa in genere un dodicesimo dello spazio occupato dal medesimo brano in formato CD audio (WAV). Sono state sviluppate anche delle tecnologie streaming, che consentono agli utenti dotati di connessione a Internet sufficientemente veloce, ad esempio ADSL, di ascoltare i brani MP3 senza attese. MP3

29 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Gli strumenti e i servizi internet: la Videoconferenza La videoconferenza è un servizio che si definisce di tipo end-to-end: permette a più persone di condividere un unico canale di comunicazione e tutti gli elementi che sono compresi fra i due estremi della comunicazione sono determinanti ai fini della buona riuscita della videoconferenza stessa. La videoconferenza permette di disporre di uno spazio di lavoro virtuale comune, in cui tutti i partecipanti possono condividere testi, immagini, tabelle ed altre informazioni Con questo termine si indica un trasmissione televisiva da vedere direttamente on- line sul proprio computer. Nella versione live si possono seguire trasmissioni in diretta presenti in Rete, mentre nella versione video on-demand si può scegliere il programma da vedere indipendentemente dall'ora e dal giorno in cui è andato in onda. Gli strumenti e i servizi internet: la Web TV

30 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il Web 2.0 Lapplicazione web 2.0 è quella che migliora via via che le persone la usano(Tim OReilly) Il Web 2.0 è una nuova visione di Internet che ha appena cominciato ad influenzare il vostro modo di lavorare ed interagire con le informazioni in rete. Web 2.0 non è un software specifico, nè un marchio registrato dai Microsoft o Google, ma un insieme di approcci per usare la rete in modo nuovo e innovativo. Web 2.0 si riferisce alle tecnologie che permettono ai dati di diventare indipendenti dalla persona che li produce o dal sito in cui vengono creati. L'informazione può essere suddivisa in unità che viaggiano liberamente da un sito all'altro, spesso in modi che il produttore non aveva previsto o inteso. Questo paradigma del Web 2.0 permette agli utenti di prendere informazioni da diversi siti simultaneamente e di distribuirle sui propri siti per nuovi scopi. Web 2.0 lascia ai dati una loro identità propria, che può essere cambiata, modificata o remixata da chiunque per uno scopo preciso. Una volta che i dati hanno un'identità, la rete si sposta da un insieme di siti web ad una vera rete di siti in grado di interagire ed elaborare le informazioni collettivamente.

31 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Letteralmente significa "poltiglia". Di fatto e' un'applicazione che utilizza contenuti da piu' fornitori per creare un servizio completamente nuovo. I mashup stanno rivoluzionando lo sviluppo del web permettendo a chiunque di combinare dati da siti diversi come Amazon, eBay, Google, Windows Live e Yahoo! in modi innovativi. La forza dei mashup sta nel fatto che sono semplici da progettare e richiedono, di solito, minime conoscenze tecniche. I servizi e gli strumenti web 2.0: i mash-up

32 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il termine che deriva dalla lingua delle isole Hawaii, traducibile con veloce, rapido, indica soprattutto lenciclopedia collaborativa online Wikipedia, dove ciascuno può creare nuovi contenuti o modificare quelli già presenti, nel pieno rispetto delle linee guida dellenciclopedia. Con il termine wiki ci si riferisce anche a siti Web diversi da Wikipedia ma che con essa hanno in comune la struttura aperta e collaborativa. I servizi e gli strumenti web 2.0: i wiki

33 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Permettono agli utenti di ottenere aggiornamenti automatici non appena un sito cambia, anziché controllarlo ogni volta per avere le ultime informazioni. Basta semplicemente iscriversi al feed RSS del sito e non appena il contenuto di tale sito cambia, viene automaticamente inviato al vostro lettore o aggregatore di RSS. Tramite gli RSS, il Web 2.0 inserisce il turbo e viene ampiamente usato per ricercare, filtrare e remixare le notizie, gli articoli ed altri tipi di contenuto in nuovi oggetti di informazione. E' proprio nel remixare, nella selezione competente e nella giustapposizione del contenuto e delle informazioni esistenti che risiede il grande potenziale di web 2.0. I servizi e gli strumenti web 2.0: gli RSS

34 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Con lavvento e la diffusione della fotografia digitale, fra i molti servizi di successo nellera del web 2.0, Flickr è unapplicazione finalizzata al caricamento, alla pubblicazione e alla condivisione sul web di immagini fotografiche. Essa consente oltre al caricamento (uploading), la ricerca di immagini in base alle etichette (tag). Flickr è, dunque, un servizio dedicato alla fotografia con una grande propensione allutilizzo sociale di questa forma darte ed è una delle tante espressioni del social networking che sfrutta lattitudine a condividere e interagire nellera del web 2.0. Con Flickr, analogamente ad altri servizi, si possono creare gallerie fotografiche con le immagini preferite e permettere agli utenti del sito di lasciare, attraverso commenti, il loro punto di vista. Attualmente Flickr è un servizio interoperabile con il quale si posso fare sia mash-up (come è oramai duso comune, sia nei blogs che nelle pagine dei siti web) che inserire un link alla propria pagina in Flickr.mash-up I servizi e gli strumenti web 2.0:

35 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale I servizi e gli strumenti web 2.0: La bellezza di questo servizio sta nella sua pura semplicità: l'ideatore Paul Rademacher ha preso la potenza di Google Maps e l'ha incrociata con gli annunci immobiliari di Craigslist per fare un sito in cui i potenziali acquirenti possono vedere immagini satellitari delle proprietà in vendita. Permette agli utenti di vedere l'esatta posizione della proprietà e contemporaneamente vedere informazioni sulla proprietà stessa.

36 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Una rete sociale (in inglese social network) consiste di un qualsiasi gruppo di persone connesse tra loro da diversi legami sociali, che vanno dalla conoscenza casuale, ai rapporti di lavoro, ai vincoli familiari. Il numero di Dunbar, conosciuto anche come la regola dei 150, afferma che le dimensioni di una vera rete sociale sono limitate a circa 150 membri. Questo numero è stato calcolato da studi di sociologia e soprattutto di antropologia, sulla dimensione massima di un villaggio (in termini più attuali meglio definibile come un ecovillaggio). La versione di Internet delle reti sociali (Social media) è una delle forme più evolute di comunicazione in rete, ed è anche un tentativo di violare la "regola dei 150". InternetSocial media Nota: Il contenuto di questo paragrafo è stato in parte tratto dal sito ed è disponibile sotto GNU Free Documentation Licensettp://it.wikipedia.org Il social network

37 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale

38 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Con "sicurezza informatica" si intende l'insieme delle misure atte a garantire la disponibilità, l'integrità e la riservatezza delle informazioni gestite in formato elettronico. Le misure di sicurezza, adottate dalle aziende, sono costituite principalmente da una serie di politiche da seguire prima e dopo l'insorgere di eventuali problemi relativi al trattamento dei dati. Le reti di computer e in particolare Internet sono mezzi potentissimi di trasmissione delle informazioni, per questo motivo è importante prestare attenzione alle autorizzazioni di accesso ai dati. La sicurezza delle reti

39 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Gli utenti del sistema dovrebbero avere facoltà di accedere a particolari dati e non ad altri, in funzione del loro ruolo all'interno del sistema informatico. Una politica di gestione degli accessi è realizzata attraverso una serie di metodi atti all'individuazione dei "diritti di accesso" alle informazioni (quali sono le informazioni alle quali ciascun utente può accedere, e quali gli sono impedite). Il metodo più comune è l'utilizzo congiunto di un nome utente, detto username o user ID (identificativo utente) e di una password (parola di accesso). La sicurezza degli accessi

40 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il salvataggio periodico dei dati (backup) su supporti di memorizzazione esterni è una procedura che consente di ripristinare i dati se questi vengono persi o danneggiati accidentalmente (per le ragioni più disparate). Effettuare i backup è raccomandabile in molti casi e virtualmente obbligatorio in altri, vale a dire quando si affida il proprio business ai dati stessi. I supporti di memorizzazione principali utilizzati per compiere questa procedura ci sono i nastri magnetici; ma è anche possibile utilizzare supporti come i CD (R/RW)m o i DVD,oppure dischi fissi removibili: il fattore decisivo è che il supporto scelto sia esterno al nucleo fondamentale del PC. Per eseguire i backup e per ripristinare i dati occorre usare appositi programmi software. Il back up

41 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale I virus informatici sono dei veri e propri programmi, in grado di far comportare il computer in modo anomalo, tipicamente replicando il più possibile il virus stesso sia all'interno del sistema in cui questo è stato eseguito sia inviandolo ad altri computer. Il loro scopo principale è quello di danneggiare il sistema in modo temporaneo o permanente. Per poter avviare l'infezione è necessario l'intervento esplicito da parte dell'utente. Molti virus sono in grado di auto-spedirsi all'interno di messaggi , utilizzando gli indirizzi di posta elettronica contenuti nel programma dedicato alla posta. Il programma più vulnerabile in questo senso è Microsoft Outlook. Altri virus sfruttano il Web: possono essere messi in linea, consapevolmente o meno, programmi "virali" pronti per essere scaricati ed eseguiti. I virus

42 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Per difendersi da questi programmi nocivi non esiste un unico metodo ma un insieme complesso di misure per ridurre al minimo i rischi: 1.E' importante che gli utenti prendano coscienza dei rischi ai quali sono esposti usando determinati strumenti informatici, e di cosa può essere ragionevolmente considerato sicuro (e quindi eseguito sul proprio PC) e cosa no. 2.In secondo luogo è molto importante accertarsi delle vulnerabilità dei programmi e del sistema operativo usati, e di ricorrere agli aggiornamenti di sicurezza se necessario. Gli aggiornamenti di sicurezza sono versioni corrette dei programmi (o di parte di essi) che rimediano alle falle che rendevano vulnerabili i loro predecessori 3.Infine può essere utile usare specifici programmi anti virus, in grado di rilevare ed eliminare i virus o altri generi di programmi dannosi come i worm e i trojan. Le misure di protezione

43 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il funzionamento di questi programmi si basa principalmente sulla ricerca dei virus all'interno dei file presenti in un computer e in quelli ricevuti via Rete. Perché un antivirus sia efficace occorre aggiornare l'antivirus stesso in maniera frequente e regolare, perché quotidianamente vengono messi in circolazione nuovi virus e l'antivirus deve essere aggiornato perché possa riconoscere gli ultimi arrivati. Gli antivirus

44 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Il software è un prodotto dell'ingegno, e come tale può essere tutelato a livello legale. Copyright significa, letteralmente, "diritto di copia", e si traduce nel concetto italiano di diritto d'autore. Questo concetto nel mondo dell'informatica è applicato tanto ai programmi quanto alle informazioni. Le idee veicolate nel software, nei documenti testuali (come gli articoli e i libri), grafici (come le fotografie, i dipinti e i loghi), audio (come la musica) e video (i film) sono sottoposte a copyright: ciò significa che non è generalmente possibile utilizzare in qualsiasi modo materiale come quello elencato senza conoscere il volere del "proprietario", il quale può concedere o meno l'autorizzazione a terzi di farne un determinato uso. Il Copyright

45 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Di norma acquistando il software si ottiene una licenza d'uso: vale a dire che il software non si possiede, ma che è possibile utilizzarlo nei modi previsti dal contratto di licenza. In pratica, l'acquisto di software potrebbe essere associato più all'idea di noleggio che a quella di compravendita di beni materiali veri e propri. Esistono sostanzialmente due categorie di licenze: le licenze chiuse (proprietarie) e le licenze aperte (libere). Le licenze duso

46 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Le licenze chiuse sono quelle che consentono il solo utilizzo del software, mentre tutti i diritti di proprietà restano in mano agli autori. Tali licenze si traducono in sostanza nella distribuzione del solo codice eseguibile del programma senza il codice sorgente (la sequenza di istruzioni che costituiscono il programma). Il software è accompagnato da un numero di serie (si tratta di un numero variabile di caratteri alfanumerici, normalmente scritti sul supporto tramite il quale il software è fornito), che dev'essere inserito al momento dell'installazione. Di seguito sono elencate alcune delle licenze proprietarie più diffuse: Licenze "a pagamento": è il tipo di licenza più diffuso. Esempi: Microsoft Windows e Microsoft Office. Shareware/Adware. Esempio: il famoso programma per comprimere e decomprimere i file chiamato WinZip. Freeware. Un esempio è il browser web Netscape Navigator. Le licenze duso chiuse

47 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Le licenze d'uso aperte tendono a rovesciare la prospettiva e a fornire al licenziatario non solo obblighi, ma anche una serie di diritti - non a caso il simbolo di una di queste licenze (la GPL, vedi sotto) è il simbolo di copyright rovesciato, detto copyleft, o "permesso d'autore". Il software rilasciato con questo tipo di licenze è detto Free Software (dove "free" va tradotto con "libero", e non con "gratuito"): con questa definizione si evidenziano la libertà (quasi) totale degli utenti di eseguire, copiare, distribuire, studiare, cambiare e migliorare il software. Il fatto che il software libero sia copiabile senza limiti non ne esclude la commerciabilità: il software libero può anche essere venduto. Il Free Software è anche chiamato Software "Open Source Le licenze duso aperte

48 Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale La licenza di tipo aperto più importante è laGPL, o General Public LicenseLa licenza GPL permette la libera distribuzione dell'opera, obbliga a fornire il codice sorgente della stessa, ne permette la vendita e la modifica, ma impedisce il cambio di licenza nei prodotti "derivati". Questo significa che se un programma GPL o una sua parte vengono modificati, o inclusi in un altro software, il software così modificato deve obbligatoriamente adottare la medesima licenza, ovvero deve essere distribuito concedendo le stesse libertà. Questo tipo di licenza favorisce al massimo la collaborazione tra gli sviluppatori, e ne tutela il lavoro. LA GPL


Scaricare ppt "Laboratorio Comunicazione e Reti A.A. 2009/10 Comunicazione multicanele e comunicazione multimediale Per comunicazione multicanale si intende una coerente."

Presentazioni simili


Annunci Google