La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Ricerca pubblica: accesso aperto 16 maggio 2012 Chiara Carlucci – CDS Isfol.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Ricerca pubblica: accesso aperto 16 maggio 2012 Chiara Carlucci – CDS Isfol."— Transcript della presentazione:

1 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Ricerca pubblica: accesso aperto 16 maggio 2012 Chiara Carlucci – CDS Isfol

2 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Nel Sistema documentale Isfol Sistema integrato, visibile ed accessibile, che interfaccia con la comunità scientifica di riferimento Dove siamo ?

3 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale REPOSITORY COMUNITA SCIENTIFICA STAKEOLDERS OPINIONE PUBBLICA THESAURUS OPAC KNOW HOW ISFOL

4 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale È lo strumento attraverso cui il patrimonio documentale dellIstituto è stato riordinato secondo gli standard internazionali di catalogazione, col fine di migliorarne la pubblica fruibilità da parte dellutenza specializzata e non. HA CONSENTITO: lintegrazione delle risorse prodotte e possedute dallIsfol lintegrazione delle risorse prodotte e possedute dallIsfol (in particolare catalogo CDS e fondo storico Biblioteca) linteroperabilità tra documenti non omogenei linteroperabilità tra documenti non omogenei ladesione a reti bbgr e meta cataloghi ladesione a reti bbgr e meta cataloghi (MAI, DFP, SBPA, ACNP, ESSPER) laccesso alle fonti attraverso molteplici percorsi di ricerca laccesso alle fonti attraverso molteplici percorsi di ricerca la personalizzazione dei servizi allutenza (My library) la personalizzazione dei servizi allutenza (My library) OPAC ISFOL Online Public Access Catalogue

5 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Strumento in continua evoluzione Strumento in continua evoluzione costituisce il vocabolario controllato dei termini utilizzati per indicizzazione semantica nellOPAC Nasce con lintento di valorizzare il patrimonio informativo/documentale dellIstituto, facilitandone la reperibilità e la fruibilità da parte di utenti anche non esperti. Nasce con lintento di valorizzare il patrimonio informativo/documentale dellIstituto, facilitandone la reperibilità e la fruibilità da parte di utenti anche non esperti. Nella costruzione del Thesaurus, il CDS: ha raccolto e valorizzato le precedenti esperienze condotte in ambito ISFOL (glossari, vademecum, banche dati, studi terminologici, etc.) nelle materie di competenza istituzionale (Formazione, Lavoro, Politiche sociali,…) ha raccolto e valorizzato le precedenti esperienze condotte in ambito ISFOL (glossari, vademecum, banche dati, studi terminologici, etc.) nelle materie di competenza istituzionale (Formazione, Lavoro, Politiche sociali,…) in collaborazione con il Cedefop procede allintegrazione e allallineamento del Thesaurus ISFOL con quello CEDEFOP (ETT) riconosciuto come lo strumento più autorevole di controllo terminologico a livello Ue nelle materie di riferimento. in collaborazione con il Cedefop procede allintegrazione e allallineamento del Thesaurus ISFOL con quello CEDEFOP (ETT) riconosciuto come lo strumento più autorevole di controllo terminologico a livello Ue nelle materie di riferimento. THESAURUS ISFOL: e-Thes

6 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Cos è un Repository Un REPOSITORY DOCUMENTALE è un archivio digitale che raccoglie, conserva e rende visibili i documenti di letteratura grigia esito alle attività di ricerca dellIstituto (M.Guerrini, Gli archivi Istituzionali, 2010)

7 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Quali sono i documenti grigi prodotti da isfol? Relazioni su temi istituzionali Relazioni su temi istituzionali Strumenti di ricerca (modelli di analisi, panel di rilevazione, materiali di indagine) Strumenti di ricerca (modelli di analisi, panel di rilevazione, materiali di indagine) Work in progress di progetti\attività Work in progress di progetti\attività Dossier (Cataloghi,Compendi, manualistica ) Dossier (Cataloghi,Compendi, manualistica ) Presentazioni di attività (relazioni o atti di convegni,fogli notizie,ecc ) Presentazioni di attività (relazioni o atti di convegni,fogli notizie,ecc )

8 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Perche il Repository? Pubblicizza la produzione intellettuale, ne massimizza la visibilità e limpatto verso gli stakeholders, crea reti con le comunità scientifiche di riferimento; Pubblicizza la produzione intellettuale, ne massimizza la visibilità e limpatto verso gli stakeholders, crea reti con le comunità scientifiche di riferimento; Permette la conservazione del materiale a lungo termine e consente la condivisione di contenuti ad alto valore aggiunto, seguendone gli sviluppi e conservandoli in un "luogo sicuro; Permette la conservazione del materiale a lungo termine e consente la condivisione di contenuti ad alto valore aggiunto, seguendone gli sviluppi e conservandoli in un "luogo sicuro; Certifica lautorialità, la proprietà scientifica e il termine post quem di quanto in esso depositato (Copyright, Copyleft) Certifica lautorialità, la proprietà scientifica e il termine post quem di quanto in esso depositato (Copyright, Copyleft) Facilita la reperibilità tramite motori di ricerca generalisti e specialistici (Google, Yahoo, Google Scholar, Oaister, ecc.) Facilita la reperibilità tramite motori di ricerca generalisti e specialistici (Google, Yahoo, Google Scholar, Oaister, ecc.)

9 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale ….Chi lo usa ? Esempi in Italia….. UNIVERSITA STATALE DI MILANO UNIVERSITA STATALE DI MILANO INGV INGV ELENCO REPOSITORY ITALIANI ELENCO REPOSITORY ITALIANI ep=20&rID=&cID=106&ctID=&rtID=&clID=&lID= &rSoftWareName=&format=summary&searchhttp://www.opendoar.org/find.php?p=1&ctrl=old&st ep=20&rID=&cID=106&ctID=&rtID=&clID=&lID= &rSoftWareName=&format=summary&search= ep=20&rID=&cID=106&ctID=&rtID=&clID=&lID= &rSoftWareName=&format=summary&search

10 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Che vantaggi specifici per noi? Rende trasparente, condivisibile ed integrabile il know how interno, Rende trasparente, condivisibile ed integrabile il know how interno, Ottimizza tempi e costi di attività di ricerca Ottimizza tempi e costi di attività di ricerca Si integra con il sistema documentale in OPAC Si integra con il sistema documentale in OPAC Alleggerisce la produzione editoriale nelle collane istituzionali; Alleggerisce la produzione editoriale nelle collane istituzionali; Favorisce la formazione interna Favorisce la formazione interna

11 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Tecnicamente….. Utilizza un software specifico open source e gratuito (Dspace) Utilizza un software specifico open source e gratuito (Dspace) Utilizza il protocollo OAI-PMH (metadati bibliografici dublin core) Utilizza il protocollo OAI-PMH (metadati bibliografici dublin core) Utilizza identificatori più sicuri del semplice link, come il DOI) Utilizza identificatori più sicuri del semplice link, come il DOI)

12 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Come funziona ? IL REPOSITORY PERMETTE UN WORKFLOW SU 3 STEP IL REPOSITORY PERMETTE UN WORKFLOW SU 3 STEP I GRUPPI HANNO DIVERSE AUTORIZZAZIONI I GRUPPI HANNO DIVERSE AUTORIZZAZIONI IL MATERIALE VIENE INSERITO ALLA FINE DEL PROCESSO IL MATERIALE VIENE INSERITO ALLA FINE DEL PROCESSO

13 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Il percorso e le fasi…. condivisione tassonomia generale dei materiali grigi condivisione tassonomia generale dei materiali grigi selezione e definizione degli accessi selezione e definizione degli accessi inserimento nel repository inserimento nel repository aggiornamento periodico tramite un work flow condiviso aggiornamento periodico tramite un work flow condiviso Sviluppo procedure di scambio e fruizione Sviluppo procedure di scambio e fruizione

14 Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale ….Alcuni documenti e normativa nazionali e internazionali… DATI PUBBLICI: Direttova Obama (dicembre 2009); Direttiva 2003/98/EC del 17 Novembre 2003 (relativa al riutilizzo di documenti nel settore pubblico); decreto Legislativo del 24 gennaio 2006, n.36 (in recepimento della Direttiva comunitaria 2003/98 ); Comunicazione UE del 2009 sul Riutilizzo dell'informazione del settore pubblico ( Codice dellamministrazione digitale. Linee guida per i siti web della P.A. Direttiva 8/09 del Ministro per la pubblica amministrazione e linnovazione, art. 4; Direttova Obama (dicembre 2009); Direttiva 2003/98/EC del 17 Novembre 2003 (relativa al riutilizzo di documenti nel settore pubblico); decreto Legislativo del 24 gennaio 2006, n.36 (in recepimento della Direttiva comunitaria 2003/98 ); Comunicazione UE del 2009 sul Riutilizzo dell'informazione del settore pubblico ( COM(2009) 212 definitivo; Codice dellamministrazione digitale. Linee guida per i siti web della P.A. Direttiva 8/09 del Ministro per la pubblica amministrazione e linnovazione, art. 4; MOVIMENTO OPEN ACCESS Dichiarazione di Berlino, Dichiarazione di Messina, CRUI, Linee guida per gli archivi istituzionali, LOpen Access e la valutazione dei prodotti della ricerca scientifica – Raccomandazioni RICERCA SCIENTIFICA OECD, Science, Technology and Innovation for the 21st Century. Meeting of the OECD Committee for Scientific and Technological Policy at Ministerial Level, January Final Communique; Progetto europeo OpenAire (nellambito del 7mo Programma quadro) OECD, Science, Technology and Innovation for the 21st Century. Meeting of the OECD Committee for Scientific and Technological Policy at Ministerial Level, January Final Communique; Progetto europeo OpenAire (nellambito del 7mo Programma quadro)


Scaricare ppt "Struttura Comunicazione e Documentazione istituzionale Ricerca pubblica: accesso aperto 16 maggio 2012 Chiara Carlucci – CDS Isfol."

Presentazioni simili


Annunci Google