La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TRAUMI TORACICI. A)CHIUSI B) APERTI TRAUMI CHIUSI AGENTE CONTUNDENTE PIATTO, SCHIACCIA LE PARETI MOLLI CONTRO LOSSATURA SCHELETRI CA CHE PUO ROMPERSI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TRAUMI TORACICI. A)CHIUSI B) APERTI TRAUMI CHIUSI AGENTE CONTUNDENTE PIATTO, SCHIACCIA LE PARETI MOLLI CONTRO LOSSATURA SCHELETRI CA CHE PUO ROMPERSI."— Transcript della presentazione:

1 TRAUMI TORACICI

2 A)CHIUSI B) APERTI

3 TRAUMI CHIUSI AGENTE CONTUNDENTE PIATTO, SCHIACCIA LE PARETI MOLLI CONTRO LOSSATURA SCHELETRI CA CHE PUO ROMPERSI O MENO

4 A) CONTUSIONI 1)LENIRE IL DOLORE 2)CONTROLLARE IL RIASSORBIMENTO DELLO STRAVASO EMATICO

5 B) COMMOZIONE GRAVE INSUFFICIENZA RESPIRATORIA E CIRCOLATORIA(SENZA CORRISPONDENZA ANATOMO-PATOLOGICA)

6 C) COMPRESSIONE TORACICA CON MASCHERA ECCHIMOTICA DI MORESTIN (A GLOTTIDE CHIUSA)

7 FRATTURE STERNALI COSTALI, VERTEBRALI A) DIRETTE B) INDIRETTE

8 FRATTURE COSTALI RARISSIME QUELLE DELLE FLUTTUANTI E DELLE PRIME DUE COSTE (PROTETTE DALLA CLAVICOLA),GRAVI QUANDO SI VERIFICANO CON LESIONI DI VENA E ARTERIA SUCCLAVIA LEMBI COSTALI ___________

9 SINTOMATOLOGIA *DOLORE *POLIPNEA *RESPIRO SUPERFICIALE *SCROSCIO TRA I MONCONI *ENFISEMA SOTTOCUTANEO

10 ACCETAMENTI DIAGNOSTICI *XGRAFIA DIRETTA *STRATIGRAFIA

11 TRATTAMENTO *RISOLUZIONE SPONTANEA (SENZA PSEUDOARTROSI) *CEROTTAGGIO EMBRICATO *INFILTRAZIONI ANESTETICHE TRONCULARI

12 TRAUMI APERTI *FERITE NON PENETRANTI *FERITE PENETRANTI

13 SINDROMI DA INGOMBRO DEL CAVO PLEURICO A)DA PNEUMOTORACE B)DA EMOTORACE C)DA CHILOTORACE

14 PNEUMOTORACE A) APERTO B) CHIUSO C) A VALVOLA

15 LESIONI DEGLI ORGANI ENDOCAVITARI *TRACHEA *BRONCHI *POLMONI *CUORE *ESOFAGO *DIAFRAMMA

16 EMOTORACE ACCUMULO DI SANGUE NELLA CAVITA PLEURICA

17 ETIOPATOGENESI Trauma Parete Toracica, del Polmone, delle Strutture Mediastiniche o del Diaframma Infarto Polmonare Neoplasie Pleuriche o Polmonari Strappamento di Aderenze Pleuriche (come nel pneumotorace spontaneo) Interventi di Chirurgia Toracica

18 DIAGNOSTICA PER IMMAGINI Xgrafia diretta T.A.C.

19 TERAPIA Dipende dallentità del sanguinamento, dal volume totale di sangue e dalle cause che lo hanno determinato

20 TERAPIA EMOTORACE PICCOLO con cessazione del sanguinamento – Osservazione del pz. (risoluzione spontanea) RACCOLTA di 500ml o più – Aspirazione con ago o posizionamento di un drenaggio toracico (evacuazione del versamento, monitoraggio del sanguinamento e riespansione del polmone) SANGUINAMENTO ATTIVO (200ml lora o più) – trattamento chirurgico per controllo emorragia SANGUINAMENTO MASSIVO - trasfusioni

21 EMPIEMA PLEURICO Raccolta di liquido purulento nello spazio pleurico Localizzata (incapsulata) Coinvolgimento intera cavità pleurica

22 EMPIEMA PLEURICO Acuti Acuti Cronici Cronici

23 EMPIEMA PLEURICO Classificazione anatomo-patologica Essudativo Essudativo (piccola raccolta di liquido con basso contenuto cellulare) Fibrino-purulento Fibrino-purulento (gran numero di polimorfonucleati e deposito di fibrina sulla pleura viscerale e parietale interessata)

24 ETIOPATOGENESI (EMPIEMI ACUTI) Polmonite lobare, Polmonite, Ascesso polmonare Polmonite lobare, Polmonite, Ascesso polmonare ( estensione ala pleura attraverso i linfatici, disseminazione ematogena o rottura del parenchima polmonare necrotico) Ostruzione bronchiale Ostruzione bronchiale (da carcinoma, da corpo estraneoo da infezione bronchiale) Rottura di una bolla di enfisema Rottura di una bolla di enfisema Fistola broncopleurica Fistola broncopleurica Perforazione esofagea, Deiscenza anastomosi esofagogastrica Perforazione esofagea, Deiscenza anastomosi esofagogastrica Ascesso linfonodale Ascesso linfonodale Osteomielite della colonna vertebrale Osteomielite della colonna vertebrale Ascessi subfrenici o intraepatici Ascessi subfrenici o intraepatici (diffusione attraverso ricca rete linfatica del diaframma) Infezione trasmessa dallesterno Infezione trasmessa dallesterno

25 ETIOPATOGENESI (EMPIEMA CRONICO) deriva da un Empiema Acuto non trattato o trattato inadeguatamente

26 GERMI COINVOLTI Anni fa: PNEUMOCOCCO E STREPTOCOCCO Oggi: Stafilococco aureo, Pseudomonas, Clebsiella pneumoniae, Escherichia coli….ecc.

27 DIAGNOSI Esame clinico del pz Esame clinico del pz. Xgrafia diretta Xgrafia diretta Aspirazione con ago Aspirazione con ago (Coltura batterica e Antibiogramma) Il batterio può non essere identificato se il pz. è stato sottoposto ad intenso trattamento antibiotico

28 TRATTAMENTO 1) Controllo dellinfezione primitive e delle sue manifestazioni secondarie 2) Evacuazione del contenuto purulento dellempiema e lasportazione della sua parete, in modo da prevenire la sua cronicizzazione 3) Riespansione del polmone sottostante per ripristinare la sua funzione

29 TRAUMI APERTI O FERITE DELLADDOME

30 TRAUMI APERTI O FERITE DELLADDOME: *FERITE NON PENETRANTI *FERITE PENETRANTI

31 *LACERE *LACEROCONTUSE *DA PUNTA *DA TAGLIO *DA PUNTA E TAGLIO *DA PROIETTILE

32 SINTOMATOLOGIA SHOCK (NON SEMPRE PER LESIONI GRAVI) DOLORE SPONTANEO O PROVOCATO

33 *CONTRATTURA ADDOMINALE *SCOMPARSA AIA OTTUSITA EPATICA *PRESENZA FALCE DARIA SOTTODIAFRAMMATICA *EMATEMESI E/O MELENA *RETTORRAGIA *ANEMIA ACUTA

34 DIAGNOSI

35 TERAPIA


Scaricare ppt "TRAUMI TORACICI. A)CHIUSI B) APERTI TRAUMI CHIUSI AGENTE CONTUNDENTE PIATTO, SCHIACCIA LE PARETI MOLLI CONTRO LOSSATURA SCHELETRI CA CHE PUO ROMPERSI."

Presentazioni simili


Annunci Google