La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Terremoti 11 LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO da VINCI di FIRENZE CORSO SPERIMENTALE F DOCENTE Prof. Enrico Campolmi TERREMOTI 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Terremoti 11 LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO da VINCI di FIRENZE CORSO SPERIMENTALE F DOCENTE Prof. Enrico Campolmi TERREMOTI 1."— Transcript della presentazione:

1 Terremoti 11 LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO da VINCI di FIRENZE CORSO SPERIMENTALE F DOCENTE Prof. Enrico Campolmi TERREMOTI 1

2 Terremoti 12

3 3 Terremoto: movimento improvviso e transitorio del suolo Ipocentro (o fuoco): punto situato nellinterno della Terra in cui si libera lenergia Epicentro: punto della superficie terrestre situato sulla verticale dellipocentro Meccanismo focale: cosa provoca allipocentro la liberazione dellenergia La formazione di una nuova faglia o la riattivazione di una vecchia faglia provoca una enorme liberazione di energia Sottoforma di onde meccaniche lenergia si propaga in tutte le direzioni dello spazio

4 Terremoti 14 LE ONDE λ λ λ Lunghezza donda λ Ampiezza A

5 Terremoti 15 periodo T: intervallo di tempo in cui londa compie unoscillazione completa frequenza f: numero di oscillazioni complete che londa compie in una secondo. Lunità di misura della frequenza è lo Hertz (Hz) 1Hz = 1 ciclo al secondo Frequenza e periodo sono luno linverso dellaltra, quindi: per unonda quindi v = λf

6 Terremoti 16 ONDE MECCANICHE: hanno bisogno di un mezzo per propagarsi SuonoOnde del mare Terremoto Le particelle del mezzo vibrano, oscillando intorno alla posizione di equilibrio Onde longitudinali: le particelle vibrano parallelamente alla direzione di propagazione Onde trasversali: le particelle vibrano perpendicolarmente alla direzione di propagazione

7 Terremoti 17 Le rotture lungo le faglie sono una manifestazione di un comportamento rigido elastico da parte delle rocce Elastico: che ritorna nella configurazione iniziale una volta cessata la deformazione Rigido: che si rompe senza deformarsi Plastico: che si deforma permanentemente senza rompersi

8 Terremoti 18 RIMBALZO ELASTICO: teoria elaborata dopo il terremoto di S.Francisco del 1906 per spiegare la genesi dei terremoti Sottoposte a sforzi adeguati le rocce della crosta si deformano elasticamente, accumulando energia meccanica Arrivata al limite di rottura la roccia si rompe (o la faglia preesistente si riattiva), liberando istantaneamente tutta lenergia accumulata

9 Terremoti 19 CICLO SISMICO: insieme degli eventi che si verificano tra un terremoto e laltro, alla luce della teoria del rimbalzo elastico Stadio intersismico: si verifica tra un terremoto e laltro; può durare anche molti anni; è il periodo durante il quale si accumulano le tensioni Stadio presismico: si verifica immediatamente prima del terremoto; può durare giorni o settimane; il sistema comincia a cedere e può darne dei segni (segni premonitori) Stadio cosismico: si verifica durante il terremoto; dura in genere secondi o decine di secondi Stadio postsismico: si verifica subito dopo il terremoto; dura in genere giorni o settimane. Dopo la liberazione dellenergia il sistema cerca un nuovo equilibrio, ciò può comportare nuove scosse (scosse di assestamento) Il ciclo si ripete per tempi geologici (10 5 – 10 6 anni), poiché perdurano le cause che provocano i sismi Unarea già sismica nel passato lo rimane anche nel futuro


Scaricare ppt "Terremoti 11 LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO da VINCI di FIRENZE CORSO SPERIMENTALE F DOCENTE Prof. Enrico Campolmi TERREMOTI 1."

Presentazioni simili


Annunci Google