La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Uso e abuso del corpo femminile da parte dei media UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA, SCIENZE POLITICHE, GIURISPRUDENZA, INGEGNERIA,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Uso e abuso del corpo femminile da parte dei media UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA, SCIENZE POLITICHE, GIURISPRUDENZA, INGEGNERIA,"— Transcript della presentazione:

1 Uso e abuso del corpo femminile da parte dei media UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA, SCIENZE POLITICHE, GIURISPRUDENZA, INGEGNERIA, ECONOMIA CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN COMUNICAZIONE, INNOVAZIONE E MULTIMEDIALITA Laureando: Veronica Maiocchi Relatore: Antonio Margoni Correlatore: Chiar.mo Prof. Federica Da Milano

2 Obiettivo: Analisi sullutilizzo dellimmagine del corpo femminile in televisione e nella pubblicità Svolgimento: 1.Il concetto di Mercificazione 2.Applicazione del concetto di Mercificazione nei media 3.La battaglia di Lorella Zanardo: Il corpo delle donne 4.Annamaria Testa: La Donna nella Pubblicità 5.Caso di Studio: Silvian Heach 6.Giovani e media: Istruzioni per luso Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni

3 Mercificazione [mer-ci-fi-ca-zió-ne] s.f.: forma di sfruttamento sessuale della donna e, più in particolare, del suo corpo e della sua sessualità. Il concetto di Mercificazione Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni La tendenza italiana a mercificare il corpo femminile si manifesta, in particolar modo, in televisione e nella pubblicità

4 In Televisione: il corpo femminile viene utilizzato dai varietà e dai programmi di intrattenimento per alzare laudience. In Pubblicità: accanto alla pubblicizzazione del prodotto viene messa in risalto la beltà femminile in un gioco di ammiccamenti seduttivi Il messaggio veicolato dai media Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni MagraBellaFelice Successo Effetto: si incoraggia una idea di donna come oggetto sessuale, promuovendo corpi perfetti e producendo nelle donne comuni complessi di inferiorità

5 Lorella Zanardo Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni Nata il 16/12/1957 a Milano, consulente organizzativa, formatrice e docente. Scrive da anni di donne, occupandosi in particolare di tematiche femminili dal femminismo ad oggi. Fa parte del Comitato di WIN, organizzazione internazionale con sede ad Oslo che promuove lo scambio proficuo di esperienze lavorative tra donne. Nel maggio del 2009 Lorella Zanardo ha messo in rete un documentario, Il corpo delle donne, realizzato con Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi, che si proponeva di innalzare il livello di consapevolezza sullimmagine delle donne nella tv italiana. Pochi mesi dopo dal documentario è stato tratto lomonimo libro

6 Il documentario, sulla rete, ha fatto il giro del mondo: venticinque minuti ad alto tasso di denuncia per dire che le donne, in televisione, stanno diventando tutte uguali: Corpi e non teste preferibilmente under quaranta relegate in ruoli a volte decisamente unificati. E stato linizio di un cambiamento e di una grande spinta per fare riguadagnare centralità alle donne e misurare la loro incidenza sul tessuto sociale e culturale del nostro paese. Il Corpo delle Donne Il libro denuncia il gap esistente tra la rappresentazione della donna in televisione e la realtà. Lautrice denuncia: La presenza di moltissime ragazze Lossessione per corpi giovani e perfetti La scomparsa dai programmi dei volti delle donne mature La presenza degli stessi personaggi in tv e sulle riviste di gossip La tendenza a continui ammiccamenti e provocazioni Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni IL LIBRO IL DOCUMENTARIO

7 Lo scorso 8 Marzo, in occasione della festa della donna, il vicepresidente di Assocomunicazione Gianna Terzani, interviene sottolineando quanto la polverosa idea dominante che il corpo femminile fa vendere ogni cosa è quella che per prima ne ha prodotta la mercificazione, che da sempre mina la forza creativa, annebbia la buona reputazione di un brand e frena levoluzione sociale. La Donna nella Pubblicità Dal convegno La persona femminile nella pubblicità, emergono tre importanti spunti: 1)Lo stereotipo proposto dalla pubblicità in Italia è riduttivo rispetto al complesso ruolo svolto dalla donna nella vita sociale, nella vita, nel lavoro. 2)La televisione ha la responsabilità di dare una poco dignitosa e spesso offensiva rappresentazione della donna 3)La sovraesposizione femminile nella comunicazione italiana ha contribuito a deteriorare limmagine della persona Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni

8 Annamaria Testa Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni Nata nel 1953 a Milano, si occupa di comunicazione e di creatività In una sua presentazione sul rapporto che lega le donne alla pubblicità, costruisce un percorso molto semplice, per capire concretamente i problemi legati alluso del corpo femminile in pubblicità, apportando degli esempi tratti dalla pubblicità su stampa e in affissione di questi ultimi anni Nello scorso Aprile, durante il Consumers Forum di Roma, Annamaria Testa, presenta il suo rapporto su Donne e Pubblicità, da cui emerge che: – La mercificazione del corpo femminile non è un fatto nuovo e non è limitato ai nostri confini – Esistono appositi organi di controllo che provvedono alla censura delle pubblicità più offensive verso la dignità della donna – Essere creativi non significa mostrare il corpo nudo ad ogni costo, ma saperlo, nei casi appropriati, contestualizzare

9 Lauspicio: una rappresentazione più completa e seria della realtà femminile e il definitivo abbandono di allusioni e tematiche volgari che mortificano il mondo delle donne. La Donna nella Pubblicità Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni La pubblicità è seduttiva quando è intelligente, divertente, esatta, sorprendente. Insomma, creativa

10 Caso di Studio: Silvian Heach Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e MediaConclusioni

11 Osservatorio di Pavia Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e Media Conclusioni L Osservatorio di Pavia è un istituto di ricerca e di analisi della comunicazione, fondato nel 1994 dalla C.A.R.E.S., Cooperativa di analisi e rilevazione economiche e sociali. Principale obiettivo è lo studio della comunicazione veicolata sia dai mezzi tradizionali (stampa, radio e televisione), sia da quelli legati allo sviluppo delle nuove tecnologie (internet). Sin dalle origini, lOsservatorio di Pavia lavora in stretto contatto con lUniversità degli Studi di Pavia, grazie al cui apporto scientifico ha messo a punto varie metodologie di rilevazione e analisi.

12 GMMP Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e Media Conclusioni LOsservatorio di Pavia ha partecipato alla quarta edizione del Global Media Monitoring Project, il più ampio studio a livello mondiale sulla rappresentazione delle donne nellinformazione mediatica ma anche uniniziativa volta a promuovere un cambiamento nel modo di rappresentare le donne. Il GMMP è promosso e coordinato a livello internazionale dalla World Association for Christian Communication (WACC), associazione con base a Toronto, e a livello italiano dall Osservatorio di Pavia, insieme allUniversità degli Studi di Padova. Fra i dati relativi allItalia, emersi dall edizione GMMP 2005, risulta che : la rappresentazione delle donne nelle notizie, come persone protagoniste delle storie raccontate o come persone intervistate a vario titolo, si attesta al 14%; le donne sono incluse soprattutto in articoli o servizi relativi a Criminalità e Violenza; le donne risultano meno rappresentate sotto il profilo professionale o di status sociale rispetto agli uomini; la presenza delle donne giornaliste è paritaria, se non leggermente maggiore; nonostante questo però il giornalismo femminile non sembra favorire la rappresentazione delle donne.

13 Giovani e Media Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e Media Conclusioni Lidea: I media alimentano, animano e influenzano continuamente la vita intellettuale, affettiva e sociale di tutti, in particolare quella degli adolescenti Dai media i giovani attingono elementi importanti per costruire la propria identità e la propria visione del mondo, i propri modelli di salute, benessere, comportamento sociale, la rappresentazione del mondo del lavoro, del consumo, della società in generale. Leducazione ai media non è una disciplina dai contenuti precisati e standardizzati da una lunga pratica ma viene più facilmente definita in termini di obiettivi. Il principale è quello di favorire lo sviluppo di un approccio critico ai media, ovvero fornire agli allievi conoscenze teoriche e pratiche necessarie per comprendere appieno forme e contenuti dei mezzi di comunicazione di massa.

14 Conclusioni Introduzione Mercificazione del corpo della donna Lorella Zanardo: Il corpo delle donne La Donna nella Pubblicità Giovani e Media Conclusioni Concludendo penso che per far fronte al problema e dire STOP alla mercificazione del corpo femminile, noi donne dovremmo dimostrare maggiormente e concretamente, al di là del nostro aspetto esteriore, quanto valiamo e quanto il nostro contributo sia importante in ogni settore della nostra vita. Solo in questo modo, i media, potranno smettere di utilizzare il binomio donna-oggetto e dare una rappresentazione migliore della donna, la quale è una persona dotata di un corpo e unanima che meritano rispetto.

15 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Uso e abuso del corpo femminile da parte dei media UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA, SCIENZE POLITICHE, GIURISPRUDENZA, INGEGNERIA,"

Presentazioni simili


Annunci Google