La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giuseppe De Arcangelis © 2005 1 Capitolo 17 Scelta del regime di cambio, crisi di bilancia dei pagamenti e attacchi speculativi Economia internazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giuseppe De Arcangelis © 2005 1 Capitolo 17 Scelta del regime di cambio, crisi di bilancia dei pagamenti e attacchi speculativi Economia internazionale."— Transcript della presentazione:

1 Giuseppe De Arcangelis © Capitolo 17 Scelta del regime di cambio, crisi di bilancia dei pagamenti e attacchi speculativi Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl

2 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Piano della lezione Perché regimi di cambi fissi o flessibili? Cenni sulla teoria delle aree valutarie ottimali Tre approcci per spiegare le crisi dei regimi di cambio fisso Speculazione stabilizzante o destabilizzante?

3 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Aree valutarie Due o più paesi che decidono di far circolare una moneta unica … oppure di fissare il cambio tra loro Differenza: la moneta unica è più difficilmente reversibile Teoria delle aree valutarie ottimali (AVO): sotto quali condizioni è ottimale passare ad una moneta unica, o fissare il cambio?

4 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Teoria AVO: costi e benefici Benefici dalla fissazione del tasso di cambio o dalla circolazione di ununica moneta in più paesi/economie distinzione tra regimi di cambio fisso e unioni monetarie Costi legati allabbandono della moneta locale o a fissare il cambio

5 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl AVO - benefici: la credibilità antinflazionistica Soprattutto valido per regimi di cambio fisso unilaterali di paesi che partono da inflazione elevata (come Argentina ) Fissare un regime di cambio con la moneta di uneconomia a bassa inflazione fa acquisire credibilità antinflazionistica Fissare il cambio comporta che i tassi di inflazione dei due paesi convergono nel lungo periodo (se vale la PPA) I mercati possono controllare giornalmente se il cambio rimane fisso e quindi se la politica monetaria è effettivamente antinflazionistica Se ciò accade, le aspettative di inflazione diminuiscono

6 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl AVO – benefici di ununione monetaria rispetto a un regime di cambi fissi Eliminazione dei costi di conversione Assenza di problemi di credibilità del regime di cambio e di attacchi speculativi Meno necessità di riserve ufficiali Scelte collegiali e assenza di paesi leader

7 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl AVO - costi: (1) shock asimmetrici (Mundell) In caso di shock asimmetrici (specialmente di natura reale), il cambio flessibile attenua le fluttuazioni economiche Esempio: shock asimmetrico Francia-Germania AD in Germania aumenta e in Francia diminuisce: – recessione in Francia, boom-inflazione in Germania – deficit corrente in Francia, surplus in Germania Deprezzamento della moneta francese (rispetto a quella tedesca): – stimolo alla AD in Francia, freno al boom tedesco – attenuazione del deficit corrente francese e del surplus tedesco

8 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl AVO - costi: (1) shock asimmetrici Tuttavia: – Gli squilibri si sarebbero curati anche con la mobilità dei fattori produttivi (lavoratori e macchine disoccupate da Francia a Germania) o con una politica fiscale redistributiva comune (trasferimenti da Germania a Francia finanziati con il maggior gettito tedesco) – Rimedio solamente di breve periodo (vedi analisi AD-AS) – Se shock nominale, il regime di cambio fisso è più stabilizzante

9 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Shock nominale in cambi fix (MF con PKM) i iYiY i0i0 i BP i IS i LM Ii*+dep e i LM iE1iE1 iEiE YfYf Es.: h 0 Deficit bdp EOVN M LM torna indietro

10 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Shock reale in cambi fix (MF con PKM) i iYiY i0i0 i IS i LM i BP I i* + dep e i IS iEiE iEiE YfYf Es.: C 0 Surplus bdp EDVN M LM si sposta a destra i LM iEiE

11 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl AVO - costi: (2) grado di apertura e diversificazione export (McKinnon) Grado di apertura: economie più aperte non possono spostare molte risorse da un (piccolo) settore di beni non commerciati in caso di svalutazione Esportazioni molto diversificate: se gli shock sono indipendenti, lo shock negativo in un settore si può più probabilmente compensare con lo shock positivo in un altro La elevata diversificazione delle esportazioni diminuisce il costo della moneta unica

12 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl AVO - costi di rinuncia alla moneta locale: (3) signoraggio monetario Da quanto visto sopra, un regime di cambio fisso aumenta la credibilità antinflazionistica Tuttavia, si può sempre uscire da un regime di cambio fisso e avere inflazione più elevata I governi amano linflazione perché con essa: – Diminuisce il valore reale del loro debito – Aumenta il gettito fiscale (tassa da inflazione) Paesi con governi che hanno ricorso meno frequentemente a questo signoraggio monetario, hanno minori costi dalla perdita di una moneta nazionale (che non possono più stampare)

13 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Crisi dei regimi di cambi fissi Perché i regimi di cambi fissi crollano? La speculazione sui cambi è stabilizzante o destabilizzante? È quindi desiderabile o meno?

14 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Crisi di cambio: un gioco a somma zero Dinamica di una crisi di cambio: – La banca centrale argentina è sempre pronta a vendere e acquistare 1 peso per 1 dollaro – Aumenta la domanda di dollari contro peso – La banca argentina difende il cambio vendendo le sue riserve in dollari al prezzo 1 peso/1 US$ – Quando le riserve valutarie si esauriscono, la banca argentina smette di difendere il cambio e il prezzo del dollaro sale, ad esempio 3 pesos/1 US$ – Gli speculatori vendono a 3 pesos i dollari acquistati dalla banca centrale argentina a 1 peso Il guadagno in conto capitale degli speculatori avviene a spese della banca centrale argentina, che riacquista a 3 quello che pochi giorni prima aveva venduto a 1

15 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Crisi di cambio: un gioco a somma zero Il guadagno in conto capitale degli speculatori avviene a spese della banca centrale argentina, che riacquista a 3 quello che pochi giorni prima aveva venduto a 1 Perché le banche centrali aumentano i tassi di interesse in prossimità degli attacchi speculativi?

16 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Attacco speculativo e tasso di interesse basso

17 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Attacco speculativo e tasso di interesse elevato

18 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Teorie degli attacchi speculativi Perché la domanda di valuta estera contro valuta nazionale aumenta? Coordinamento degli agenti Prima generazione: politiche economiche incoerenti Seconda generazione: la svalutazione come scelta di politica economica (attacchi autorealizzantesi) Terza generazione: crisi di cambio e crisi bancarie si autoalimentano

19 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Attacchi speculativi: 1ma generazione La politica fiscale e monetaria non rispettano il vincolo di cambio fisso (e PKM) Oltre un certo valore soglia, gli speculatori si coordinano, aumentano massicciamente la domanda di valuta estera contro valuta nazionale ed esauriscono le riserve istantaneamente svalutazione

20 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Attacchi speculativi: 2nda generazione La politica fiscale e monetaria rispettano il vincolo di cambio fisso (e PKM) e le riserve non si esauriscono, ma la svalutazione avviene Normalmente, gli speculatori non attaccano e la banca centrale non svaluta Tuttavia, se per caso gli speculatori riescono a coordinarsi e aumentano la domanda di valuta estera, la banca centrale può trovare conveniente svalutare La svalutazione non si giustifica per i fondamentali fuori linea, ma con le aspettative autorealizzantesi

21 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Attacchi speculativi: 3za generazione Crisi bancarie e crisi di cambio molte volte si realizzano insieme, soprattutto nei paesi meno industrializzati (es., crisi messicana del 1994, crisi asiatica del ) Condizioni iniziali: – Cambio fisso – Sistema bancario e industriale: passività in valuta estera (per minori costi) e attività in valuta nazionale (si presta a tassi più alti) – Moral hazard delle banche: struttura valutaria sbilanciata in prospettiva di un regime di cambio fisso permanente

22 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Attacchi speculativi: 3za generazione Dinamica della crisi: Fallimenti bancari Salvataggio delle autorità: monetizzazione delle perdite Deflusso di capitali (capital flight) M Fondamentali fuori linea svalutazione Aumentano le passività bancarie (che sono in valuta estera)

23 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Speculazione stabilizzante? Friedman (1953): – lunica speculazione selezionata dal mercato è quella profittevole, ovvero quella che anticipa correttamente il valore futuro dei fondamentali – La speculazione su valori futuri non in linea con i fondamentali fa perdite ed esce dal mercato – La speculazione accelera il movimento verso il valore futuro compatibile con i fondamentali – la speculazione è necessariamente stabilizzante

24 Economia internazionale Giuseppe De Arcangelis Copyright © 2005 – The McGraw-Hill Companies srl Speculazione destabilizzante? I valori delle attività finanziarie non riflettono sempre i fondamentali nel breve periodo fa profitti anche chi anticipava fondamentali sbagliati Crisi autorealizzantesi (2nda generazione) Laccelerazione del movimento verso i valori di equilibrio può esaltare il movimento oscillatorio dei fondamentali


Scaricare ppt "Giuseppe De Arcangelis © 2005 1 Capitolo 17 Scelta del regime di cambio, crisi di bilancia dei pagamenti e attacchi speculativi Economia internazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google