La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TEORIE DEL MANAGEMENT. Le prime teorie del management cominciarono ad interessarsi al problema di come ciascun operaio potesse produrre di più. Aspetti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TEORIE DEL MANAGEMENT. Le prime teorie del management cominciarono ad interessarsi al problema di come ciascun operaio potesse produrre di più. Aspetti."— Transcript della presentazione:

1 TEORIE DEL MANAGEMENT

2 Le prime teorie del management cominciarono ad interessarsi al problema di come ciascun operaio potesse produrre di più. Aspetti importanti: esaltazione della (max) produttività a minor costo approccio comportamentistico per il miglior impiego del lavoratore

3 ORGANIZZAZIONE SCIENTIFICA DEL LAVORO METODI e PROCEDUREStudia la STRUTTURA e la FUNZIONALITA dellorganizzazione di unazienda attraverso ladozione di METODI e PROCEDURE più adatte al migliore svolgimento dellattività aziendale Il 1° teorico fu TAYLOR

4 MANAGEMENT SCIENTIFICO TAYLOR –USA TEORIA CLASSICA FAYOL –Francia

5 Il bisogno di formulare teorie organizzative nasce dallesigenza concreta di ridurre i costi ed aumentare la produzione Nascono i concetti di EFFICIENZA E EFFICACIA

6 EFFICACIA CAPACITA DI UNAZIONE DI CONSEGUIRE GLI OBIETTIVI

7 EFFICIENZA Stabilisce che posto un obiettivo, si debba impiegare lo sforzo minimo atto a raggiungerlo. Il rapporto tra il risultato ottenuto mediante una serie di operazioni (gestione aziendale) e lo sforzo impiegato – misurabili entrambi con una stessa unità di misura (denaro) – sia un valore positivo (principio di produttività)

8 Scopi del management scientifico (Taylor) Approccio razionale alla soluzione di problemi: Aumento della produzione Miglioramento della retribuzione Miglioramento delle condizioni di lavoro Sviluppo tecnologico come aiuto dellattività

9 Compiti del manager (Taylor) Secondo lanalisi scientifica dei processi produttivi deve: Analizzare le singole operazioni di lavoro (secondo regole) Selezionare, addestrare e formare i lavoratori Collaborare con i dipendenti (secondo regole) Distinguere le mansioni e le attività Usare incentivi monetari

10 Principi teoria classica (Fayol) rinforzò la teoria di Taylor Principio gerarchico o scalare Unità di comando:line-staff Principio delleccezione Ambito di controllo Specializzazione organizzativa Accentramento e decentramento

11 Uomo come macchina produttiva Attenzione al come un uomo lavora Nessuna attenzione al perché lavora in maniera più o meno efficace In sostanza

12 Orientamento management oggi ATTENZIONE AL COMPORTAMENTO ATTENZIONE ALLA MOTIVAZIONE ATTENZIONE ALLE ABITUDINI NASCITA PSICOLOGIA E SOCIOLOGIA INDUSTRIALE

13 Funzioni manageriali caratteristiche universali Non si coordina se non si pianifica e dirige dallalto Lautorità ha origine dal vertice della gerarchia Linsieme dei compiti predisposto prima della sua esecuzione Le attività di un gruppo analizzate in modo impersonale Alle persone non piace lavorare I compiti devono essere semplici Limiti precisi delle mansioni di ognuno Lavoratori necessitano di una guida Motivazione con incentivi economici Efficienza si misura con la produttività

14 Principi del taylorismo oggi La selezione professionale: personale qualificato lanalisi metodica del lavoro: standard di esecuzione di attività il cronometraggio dei tempi di lavoro: carico di lavoro lorganizzazione funzionale della direzione un sistema differenziale di remunerazione

15 Principi di Fayol oggi Definisce le fondamentali operazioni gestionali Divisione organizzativa per lo svolgimento dei compiti –Line: responsabilità dirette,operative e continuative –Staff: forniscono strumenti,stimoli, ausili e consigli Subordinazione degli interessi particolari a quelli generali Autorità correlata alla responsabilità Stabilità del personale

16 SCUOLA DELLE RELAZIONI UMANE (MAYO 1930) ANALIZZA: FATTORE UMANO AMBIENTE SOCIALE

17 SCUOLA DELLE RELAZIONI UMANE (MAYO 1930) Livello di produzione determinato da NORME SOCIALI Operai agiscono come GRUPPO non come SINGOLI Premi NON MONETARI Formazione di una LEADERSHIP INFORMALE

18 SCUOLA DELLE RELAZIONI UMANE (MAYO 1930) SCIENZE COMPORTAMENTALI SUL MANAGEMENT: Considerazione positiva delle persone Addestramento dei manager Rispondere ai bisogni dei dipendenti Attenzione alla realizzazione dei dip. Coinvolgimento/partecipazione alle decisioni Motivazione

19 Relazioni umane oggi Responsabilità del manager di: –Definire gli obiettivi, –Acquisire le risorse –Coordinare le attività Psicodramma (terapia individuale) Sociodramma relativo ai ruoli culturali e sociali Tecniche di role playing per lanalisi delle relazioni interpersonali Tecniche del consigliare (counseling)


Scaricare ppt "TEORIE DEL MANAGEMENT. Le prime teorie del management cominciarono ad interessarsi al problema di come ciascun operaio potesse produrre di più. Aspetti."

Presentazioni simili


Annunci Google