La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Team Diabetologico Rosetta Nocciolini Infermiera S.C. di Diabetologia ASL 8 – AREZZO Verona, 12 dicembre 2008 Verona, 12 dicembre 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Team Diabetologico Rosetta Nocciolini Infermiera S.C. di Diabetologia ASL 8 – AREZZO Verona, 12 dicembre 2008 Verona, 12 dicembre 2008."— Transcript della presentazione:

1 Il Team Diabetologico Rosetta Nocciolini Infermiera S.C. di Diabetologia ASL 8 – AREZZO Verona, 12 dicembre 2008 Verona, 12 dicembre 2008

2 Il diabete, malattia metabolica cronica, richiede una importante programmazione di un intervento clinico-assistenziale.Il diabete, malattia metabolica cronica, richiede una importante programmazione di un intervento clinico-assistenziale. Le complicanze croniche sono in stretta relazione con un cattivo controllo metabolico.Le complicanze croniche sono in stretta relazione con un cattivo controllo metabolico. Presupposto di un buon controllo metabolico è leducazione sanitaria, che diventa quindi parte fondamentale del trattamento e non una integrazione alla terapia farmacologica.Presupposto di un buon controllo metabolico è leducazione sanitaria, che diventa quindi parte fondamentale del trattamento e non una integrazione alla terapia farmacologica.

3 La cronicità richiede……….. Un diverso approccio Un diverso processo di cura Un diverso percorso di terapia ……..Una diversa gestione

4 Disposizioni Regionali Linee organizzative attività diabetologica e Percorso assistenziale per il cittadino con diabete ASL Team Diabetologico

5 MMG DIABETOLOGO INFERMIERE DIETISTA PODOLOGO CARDIOLOGONEUROLOGOOCULISTANEFROLOGOPSICOLOGO CHIRURGO VASCOLARE Team Allargato

6 Team Diabetologico: UTOPIA o REALTÀ ?

7 Modelli Organizzativi Tradizionali STRUTTURA CARISMATICASTRUTTURA CARISMATICA –Il medico detiene il potere decisionale ed il personale si identifica con lui –La relazione è di tipo duale (medico dipendente) –Assenza di interazione tra le varie figure STRUTTURA BUROCRATICASTRUTTURA BUROCRATICA –Il ruolo e la funzione del personale si basa sulla posizione occupata nella struttura –Le decisioni vengono prese allinterno di regole formalizzate (mansionario) –Forte resistenza al cambiamento STRUTTURA TECNICISTICASTRUTTURA TECNICISTICA –Predomina chi possiede conoscenze tecniche o cliniche –Gli obiettivi vengono stabiliti dallalto –Esistenza di rapporto duale tra chi sa (o crede di sapere) e chi non sa

8 Team Diabetologico Definizione Soggetto organizzativo che si esprime attraverso linsieme dei comportamenti delle persone che lo compongono.Soggetto organizzativo che si esprime attraverso linsieme dei comportamenti delle persone che lo compongono. Il Team si concretizza nella gestione delle diverse attività, rivolte allintegrazione delle competenze individuali-funzionali necessarie per il raggiungimento di un risultato operativo, in coerenza con il mandato del servizio, del dipartimento o dellazienda.Il Team si concretizza nella gestione delle diverse attività, rivolte allintegrazione delle competenze individuali-funzionali necessarie per il raggiungimento di un risultato operativo, in coerenza con il mandato del servizio, del dipartimento o dellazienda.

9 Quale è il Team ben funzionante? È quello in cui: I membri si interessano davvero uno dellaltroI membri si interessano davvero uno dellaltro Sono del tutto aperti e sinceriSono del tutto aperti e sinceri Hanno fiducia uno nellaltroHanno fiducia uno nellaltro Decidono secondo consensoDecidono secondo consenso Si sentono fortemente impegnati nel TeamSi sentono fortemente impegnati nel Team Affrontano situazioni conflittuali ed assieme le superanoAffrontano situazioni conflittuali ed assieme le superano Prestano davvero attenzione alle idee ed ai sentimenti degli altri membriPrestano davvero attenzione alle idee ed ai sentimenti degli altri membri Esprimono liberamente ciò che pensanoEsprimono liberamente ciò che pensano

10 Come Avviene la selezione dei membri del Team?Come Avviene la selezione dei membri del Team? Un Team si può costruire?Un Team si può costruire? Un team si può creare per selezione naturale?Un team si può creare per selezione naturale? Scarso interesse almeno nella fase iniziale (si chiede il trasferimento in Diabetologia pensando ad orari e lavoro tranquillo)Scarso interesse almeno nella fase iniziale (si chiede il trasferimento in Diabetologia pensando ad orari e lavoro tranquillo) Formazione ed addestramento lasciata al singolo individuo (talvolta negata) e non come un percorso strutturato con input aziendaleFormazione ed addestramento lasciata al singolo individuo (talvolta negata) e non come un percorso strutturato con input aziendale Carenza o assenza di coinvolgimento degli operatori del territorioCarenza o assenza di coinvolgimento degli operatori del territorio

11 Riconoscimento del ruolo Sentirsi parte attiva del Team e credere nella propria funzione. Desiderio di crescita.Sentirsi parte attiva del Team e credere nella propria funzione. Desiderio di crescita. Riconoscimento del lavoro svolto da parte dei dirigenti.Riconoscimento del lavoro svolto da parte dei dirigenti. Riconoscimento economico.Riconoscimento economico.

12 Difficoltà a lavorare in Team Paura del Primario o Direttore di perdere autorità ed autorevolezza nel delegare ad altriPaura del Primario o Direttore di perdere autorità ed autorevolezza nel delegare ad altri Convinzione di sapere o poter fare meglio di altri con conseguente paura di vedere uno scadimento della qualità del lavoro se svolto da altri componenti del gruppoConvinzione di sapere o poter fare meglio di altri con conseguente paura di vedere uno scadimento della qualità del lavoro se svolto da altri componenti del gruppo Incapacità relazionali a trasformare i collaboratori in una squadra affiatata e decisa (superamento dei conflitti)Incapacità relazionali a trasformare i collaboratori in una squadra affiatata e decisa (superamento dei conflitti) Stanchezza legata al surplus lavorativoStanchezza legata al surplus lavorativo Mancanza di fiducia e sincerità tra i componenti del TeamMancanza di fiducia e sincerità tra i componenti del Team

13 Codice Deontologico Infermiere E responsabile dellassistenza infermieristicaE responsabile dellassistenza infermieristica Responsabilità: curare e prendersi cura della persona nel rispetto della vita, della salute, della libertà e della dignità dellindividuoResponsabilità: curare e prendersi cura della persona nel rispetto della vita, della salute, della libertà e della dignità dellindividuo Assume responsabilità in base al livello di competenze raggiuntoAssume responsabilità in base al livello di competenze raggiunto

14 Codice Deontologico Infermiere Ricorre se necessario alla consulenza di espertiRicorre se necessario alla consulenza di esperti Riconosce lintegrazione come migliore possibilità di assistenzaRiconosce lintegrazione come migliore possibilità di assistenza Riconosce i limiti delle proprie conoscenze e competenzeRiconosce i limiti delle proprie conoscenze e competenze Ha il diritto/dovere di richiedere formazioneHa il diritto/dovere di richiedere formazione Contribuisce ad orientare politiche e sviluppo del sistema sanitario nel rispetto dei diritti ed equo utilizzo delle risorseContribuisce ad orientare politiche e sviluppo del sistema sanitario nel rispetto dei diritti ed equo utilizzo delle risorse Valorizza il ruolo professionaleValorizza il ruolo professionale

15 Scuola di Formazione Permanente O.S.D.I. Certificata UNI EN ISO 9001:2000 in collaborazione con Formatori progettisti Scuola di Formazione A.M.D. e dietiste Progetta ed eroga eventi formativi per infermieri che operano in ambito diabetologico con lo scopo di formare gli educatori dei cittadini diabetici

16 Soci O.S.D.I. Veneto N° 50 soci in regola con la quotaN° 50 soci in regola con la quota associativa associativa N° 5 tutorN° 5 tutor N° 2 Progettisti Formatori EspertiN° 2 Progettisti Formatori Esperti N° 1 Vice Direttore SFON° 1 Vice Direttore SFO

17 Organizzazione strutture diabetologiche Veneto Totale strutture N° 54 Medici N° 53 full time, N° 68 part time Capo Sala N° 6 Infermieri N° 80 full time, N° 68 part time Amministrativi N° 11 Dietiste N° 9 full time, N° 41 part time Soggetti diabetici affluenti N°

18 Conclusioni Per un efficace intervento in Team sono necessarie risorse umane, materiali, modelli organizzativi e di formazione del personale che rendano possibile un intervento integrato di tutte le professionalità disponibili e di tutte le potenzialità.Per un efficace intervento in Team sono necessarie risorse umane, materiali, modelli organizzativi e di formazione del personale che rendano possibile un intervento integrato di tutte le professionalità disponibili e di tutte le potenzialità. Occorre capacità di ascolto, di supporto, di incoraggiamento da parte della leadership.Occorre capacità di ascolto, di supporto, di incoraggiamento da parte della leadership. I componenti devono poter concentrare il loro interesse sul risultato più che su principi formali quali autorità, responsabilità, mansioni intese burocraticamente.I componenti devono poter concentrare il loro interesse sul risultato più che su principi formali quali autorità, responsabilità, mansioni intese burocraticamente. Una sincera unità di intenti, gli obiettivi definiti assieme, possono e devono far condividere anche i riconoscimenti e le soddisfazioni del lavoro svolto.Una sincera unità di intenti, gli obiettivi definiti assieme, possono e devono far condividere anche i riconoscimenti e le soddisfazioni del lavoro svolto.

19

20 Il sogno di uno solo può essere unillusione. Il sogno di tanti può diventare realtà Don H. Camara


Scaricare ppt "Il Team Diabetologico Rosetta Nocciolini Infermiera S.C. di Diabetologia ASL 8 – AREZZO Verona, 12 dicembre 2008 Verona, 12 dicembre 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google